Il forum di AutoElettrica101 è ospitato su JuzaPhoto (network di fotografia). JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


Il forum di discussione di www.autoelettrica101.it è ospitato dal network fotografico JUZAPHOTO

Quanto costa portare il contatore a 6kW?

AutoElettrica101 » Forum » Quanto costa portare il contatore a 6kW?




Angor
avatarjunior
inviato il 09 Gennaio 2019 ore 8:58

sarà ancora più da ridere quando, dopo aver finalmente eliminato tutti gli odiati diesel ed elettrificato tutto il parco circolante (autocarri compresi, ovviamente), si scoprirà che i valori delle pm10 continueranno a essere sugli stessi livelli attuali, con tutti i diesel in circolazione, i quali incidono per un 10% forse del totale pm10 in circolo.

www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2016-06-14/smog-lombardia-

certo, a quel punto avremo già decuplicato, bene che vada, la rete distribuzione per permettere a ogni famiglia di consumare i 15-20000kWh annuali a fronte degli attuali 1000-1500, ma questi sono altri dettagli irrilevanti.

e creato altre centrlai elettriche che useranno praticamente la stessa quantità di combustibile usato globalmente per l'autotrazione (bene che vada, forse un 20% in meno). Perchè poi si scoprirà anche che il trasporto dell'energia elettrica attraverso gli elettrodotti è molto molto meno efficiente che trasportare gasolio con le autocisterne, alla faccia dei sostenitori del km zero.

e senza contare la produzione di co2 che deriverà dall'inutlie sostituzione di centinaia di milioni di automobili termiche con altrettante elettriche.

però, chiudendo completamente occhi naso e orecchie, è vero che l'automobile elettrica inquina di meno mentre viaggia.

Lufranco
avatarsenior
inviato il 09 Gennaio 2019 ore 9:50

L'elettrico sarà un vantaggio economico e ambientale per tutti solo quando la tecnologia delle batterie consentirà una ricarica autonoma casalinga in tempi decenti, sfruttando l'energia autoprodotta da energia pulita (solare, eolico ecc..)

In pratica se io che ho una casa singola con fotovoltaico ecc... posso avere una tecnologia per caricare la batterie con l'energia che produco autonomamente, magari collegandola di notte trasferendo di giorno l'energia in un sistema di accumulo, piuttosto che avere 2 pacchi batteria di cui uno in carica di giorno a casa e l'altro montato sulla macchina, allora ci sarà la svolta.

Dab963
avatarsenior
inviato il 09 Gennaio 2019 ore 11:16

Quoto Lufranco.
L'intero ecosistema ha senso solo nel caso in cui l'energia elettrica sia autoprodotta dall'utilizzatore dell'auto, partendo da rinnovabili e non ovviamente da fossili.

Maserc
avatarsenior
inviato il 09 Gennaio 2019 ore 11:37

però in questo caso i numeri non potranno essere elevati. Non tutti vivono in villette singole col fotovoltaico sul tetto...

Dab963
avatarsenior
inviato il 09 Gennaio 2019 ore 11:49

Non tutti vivono in villette singole col fotovoltaico sul tetto...


Beh nulla vieta di avere impianti condominiali, con ripartizione della produzione in base ai millesimi (o altro criterio di suddivisione).

Salt
avatarsenior
inviato il 09 Gennaio 2019 ore 12:35

la vedo dura caricare a 50 Ampere ciascuna venti auto condominiali con la superficie del tetto del condominio...Cool

ci vuole una mezza centrale… i Kw necessari son tanti..

Se dovessimo trasformare il parco circolante in elettrico (con dimensioni e pesi attuali) servirebbero reattori nucleari a stecca.

E' piu probabile che torneremo a vetturetta come la vecchia 500, con velocita' di punta limitata a 80 kmh e accelerazione bruciante.

Alla fine e' quel che serve… uno scatolotto elettrico (bello), leggero e pratico che ti porti da A a B in citta'

Salt
avatarsenior
inviato il 09 Gennaio 2019 ore 12:45

comunque parlando di contatore trifase a 6 kw…

io ce l'ho in casa. Se vi servono informazioni sui costi sto giusto pagando le bollette...MrGreenMrGreen

Salt
avatarsenior
inviato il 09 Gennaio 2019 ore 12:45

comunque parlando di contatore trifase a 6 kw…

io ce l'ho in casa. Se vi servono informazioni sui costi sto giusto pagando le bollette...MrGreenMrGreen

magari tra tutti scopriamo che pago troppo Cool

Juza
avataradmin
inviato il 09 Gennaio 2019 ore 12:58

Se dovessimo trasformare il parco circolante in elettrico (con dimensioni e pesi attuali) servirebbero reattori nucleari a stecca.


tenendo conto che le case automobilistiche non smetteranno di produrre auto benzina e diesel da un giorno all'altro, e che l'auto non è una cosa che si cambia di frequente, penso che ci vorranno 30, forse 40 anni prima che tutte le auto circolanti siano elettriche... e per allora penso che avremo anche le tecnologie per alimentarle Sorriso

Salt
avatarsenior
inviato il 09 Gennaio 2019 ore 13:12

ma sai Juza... questo e' naturale. E non e' una questione energetica… non solo almeno.

Se ci pensi... le fabbriche automobilistiche sono cresciute grazie al fatto che hanno sfruttato la massa patrimoniale dell'indotto. Facendosi finanziare i nuovi modelli a costi risibili.

Ho praticato molto l'ambiente industriale (anche automotive). Semplifichero' molto...
Quando il "padroncino", con casetta e capannoncino, voleva andare a produrre per "fiat" (e solo un esempio).
Fiat diceva, bene questo e' il particolare.. se me lo fai meglio e meno caro te ne compro x milioni di pezzi in 20 anni.

A quel punto il padroncino, se sapeva come costruirlo, dava la casa in garanzia , si indebitava e cominciava a produrre. A guadagnare e a tentare di ripagare il debito.
Su quel debito spesso andato a male ci hanno costruito parte dei famosi subprime...

Ora, non puoi pensare di buttare alle ortiche la tecnologia attuale senza prima aver sterilizzato quel debito. Molto del quale e' ancora attivo e cartolarizzato. ma molto ancora nelle mani dei piccoli produttori, che sono fortemente indebitati con le banche e che galleggiano a fatica tentando di uscire dal tunnel.

Partirebbe una frana che travolgerebbe tutto.



Angor
avatarjunior
inviato il 09 Gennaio 2019 ore 17:25

discorso sensato quello di Salt, e oltre al debito c'è anche che almeno un buon 50% del costo di produzione di un'automobile è nel motore e trasmissione, ossia gli unici due meccanismi che contengono tanta tecnologia costruttiva: meccanica di precisione, assemblaggi e trattamenti termici di molti dei materiali impiegati. Per non parlare della progettazione.
Costi che mantengono barriere molto solide nei confronti di nuovi competitor. Non per nulla tutte le case emergenti alla fine si riconducono a quei 4 o 5 colossi che detengono know-how e tecnologie per la produzione dei motori e della meccanica.

Togli ad una bmw (o audi, o ferrari) il motore e la trasmissione, rimane veramente pochino....carrozzerie e interni, ma quelli sono solo accessori, lamiere piegate e saldate....li sa fare chiunque.
Io credo che i governi europei stiano giocando col fuoco: togliere i motori termici significa azzerare il vantaggio tecnologico delle nostre (europee) Case e il rischio è di vederle spazzate via nel giro di pochi lustri dalla concorrenza asiatica.
E la produzione di autoveicoli incide per una grossa percentuale del PIL di tutti i paesi industrializzati...anzi, tolta ormai la spesa militare, è sicuramente un trainante dell'economia.
Considerazioni ecologiche a parte, credo che dovrebbe essere posta più attenzione a questi aspetti.




Maserc
avatarsenior
inviato il 09 Gennaio 2019 ore 18:32

Perché gli asiatici (giappone e corea) non sanno fare le auto?
Chiedi a Toyota...MrGreen

Angor
avatarjunior
inviato il 09 Gennaio 2019 ore 19:06

intendo sostanzialmente la cina....ma anche la russia, e qualsiasi altra economia emergente: corea e giappone sono decenni anche loro che fanno auto.

Steff
avatarsenior
inviato il 09 Gennaio 2019 ore 21:35

Togli ad una bmw (o audi, o ferrari) il motore e la trasmissione, rimane veramente pochino....carrozzerie e interni, ma quelli sono solo accessori, lamiere piegate e saldate....li sa fare chiunque.
Io credo che i governi europei stiano giocando col fuoco: togliere i motori termici significa azzerare il vantaggio tecnologico delle nostre (europee) Case e il rischio è di vederle spazzate via nel giro di pochi lustri dalla concorrenza asiatica.


e qui si è toccato il punto fondamentale.
l'industria europea non h sviluppato l'elettrico perchè ha preferito mungere la vecchia mucca.
il pil tedesco dipende in modo fondamentale dall'auto
www.ilsole24ore.com/art/mondo/2015-09-24/perche-auto-tedesca-e-cosi-im
ma volendo FCA è ancora più indietro,non abbiamo un modello plug in o elettrico in produzione.
quindi l'industria europea preme sulla politica per ritardare l'arrivo del futuro.
questo spiega ad esempio perchè la rete di ricarica in EU va a rilento.
enel ad esempio doveva installare 150 stazioni di ricarica veloce nel 2018...ad oggi a che punto siamo oltre i proclami?
la cosa è semplice.
i costruttori cinesi ed americani erano indietro rispetto al prodotto europeo proprio per la tecnologia motoristica.
adesso tesla è solo l'avanguardia di uno tsunami e l'industria europea è in scacco....
se non fa le infrastrutture tesla se le fa da sola(supercharger/powerwall/stazione domestica/tetti solari) ,
se invece fa le infrattrutture i costruttori + avanti come tesla se ne avvantaggeranno.
l'economist 2 anni fa fece un bellissimo articolo intitolato "roadkill" con tanto di copertina..
il morto in strada era il motore a scoppio.
adesso vedo che tesla già domina il mercato premium usa e durante questo anno inizierà una forte penetrazione in EU a spese fondamentalmente della triade tedesca audi/bmw/mb.
arriverà anche la model Y...se azzeccano questo suv saranno guai per l'industria europea.
purtroppo il vantaggio maggiore della tecnologia motoristica svanirà in un decennio.
la vettura del futuro avrà probabilmente batterie cinesi o giapponesi e sw americano specie per la guida autonoma e l'integrazione a bordo.
il resto saranno lamiere piegate che tutti possono fare.
come disse Elon nel 2015 "l'industria dell'automobile è ferma da 90 anni,ma adesso tutto stà cambiando".
gli europei senza fabbriche di batterie non possono competere.
se ad esempio Audi E tron vuol vendere un Q5 a 90000 euro ,cosa accade se arriva la model Y più efficente e potente a 60000??
addio segmento premium
insomma la partita è difficile e l'industria automotive europea si è fatta mettere in scacco matto o quasi.
il rischio di perdere la leadeship tecnologica è quasi certo,
quella morale è state bruciata dal dieselgate.
ancora si tentenna...del resto se i tedeschi fossero in grado (oggi non lo sono) di fare elettriche competitive ucciderebbero la vecchia mucca che gli ha dato tanti soldi.
insomma al momento si tiene il piede sul freno ma...gli altri danno tutto gas!

Salt
avatarsenior
inviato il 10 Gennaio 2019 ore 8:06

esiste il protezionismo, i dazi e le tasse…

In fin dei conti per 50 anni non abbiamo avuto auto giapponesi in Italia per questioni di dazi e non di qualita' -prezzo.

Per me Trump in questo senso ci vede benissimo, e sta tentando di fare leva sul fatto che i cinesi non possono ancora abbandonare il mercato americano indenni, per tentare di arginare e difendere l'America dalla piena di prodotti ad alta tecnologia orientali: tipicamente le auto elettriche.

Stanno tutti frenando… sull'elettrico.

In fondo si tratta di cambiare gli equilibri del mondo. Il tubo che spilla liquido maleodorante nero diventa un problema...non una fontana di denaro caduto dal cielo.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Iscrivendoti potrai sfruttare tutte le funzionalità di AutoElettrica101 e di JuzaPhoto.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Forum AutoElettrica101 su JuzaPhoto - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it