Il forum di AutoElettrica101 è ospitato su JuzaPhoto (network di fotografia). JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


Il forum di discussione di www.autoelettrica101.it è ospitato dal network fotografico JUZAPHOTO

Anche FCA investe nelle elettriche

AutoElettrica101 » Forum » Anche FCA investe nelle elettriche




Paolostok
avatarsenior
inviato il 15 Febbraio 2019 ore 23:23

A me , e credo a tanti altri, il concetto che il passaggio ad auto elettriche porti più svantaggi che vantaggi, non convince per niente, se il traffico incide così poco sulle emissioni, perché limiterebbero il traffico in città quando si alzano i valori di particolato?
Con la storia che tanto si inquina uguale, si è ritardato il passaggio all'elettrico di decine di anni, ed ancora si continua.
Le macchine con motore termico convengono solo alle compagnie petrolifere ed ai governi ( in particolare quello Italiano) con le accise sui carburanti.
Comunque, nonostante i disincentivi, l'elettrico sta avanzando, e le batterie alternative ora sono veramente in fase di sviluppo... "ai posteri l'ardua sentenza"

Hardy
avatarsenior
inviato il 15 Febbraio 2019 ore 23:34

"e le batterie alternative ora sono veramente in fase di sviluppo... "

Il che renderebbe improvvisamente obsolete anche le auto elettriche attuali.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 15 Febbraio 2019 ore 23:42

Hardy... non è detto,le batterie sono costituite da numerosi moduli connessi, ed i moduli nuovi sono in buona parte standardizzati con quelli precedenti.

Trackmaster
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 9:45

Ed estrarre i metalli contenuti nelle celle delle batterie e sopratutto smaltirli quanto inquinerebbe?
è inutile che ci ripariamo dietro l'elettrico come scusa per continuare ad inquinare in modo diverso.
Se vogliamo davvero ridurre l'inquinamento bisogna iniziare a prendere i mezzi pubblici e non andare una persona per macchina. Bisogna potenziare le linee dei tram delle metro dei treni e degli autobus ma questo non conviene a nessuno....

Paolostok
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 13:34

Ci son milioni di persone che hanno orari e luoghi di lavoro non coperti da autobus... non è così semplice, ma il punto è che già oggi ci sono molti paesi più avanti di noi sull'auto elettrica, e non mi sembrano paesi sprovveduti...

Paolostok
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 13:41

Ed estrarre i metalli contenuti nelle celle delle batterie e sopratutto smaltirli quanto inquinerebbe?

Se sostituisci le celle non devi estrarre niente, i moduli sono sigillati....se invece devi smaltirli ci sono già dei piani allo studio... come scrivevo su un 3d simile ...alla fine dipende sempre dalle persone se le cose funzionano; i mezzi tecnici ci sono.

Trackmaster
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 15:15

.se invece devi smaltirli ci sono già dei piani allo studio..


Si sotto terra......insieme ai rifiuti casomai.....e poi quanto si spenderebbe in termini di C02 per potenziare tutte le linee elettriche per ricaricare le macchine a casa?? Ma soprattutto dove prendiamo tutta questa corrente elettrica?? L'Italia ne compra più del 60% all'estero....
Secondo me conviene investire sui bio carburanti almeno per il trasporto pubblico e sui mezzi agricoli.

milioni di persone che hanno orari e luoghi di lavoro non coperti da autobus


Nelle città del nord europa e anche in Canada la maggior parte della gente prende i mezzi pubblici per andare a lavoro, solo in Italia c'è la mentalità di prendere la macchina....e purtroppo lo stato fa di tutto per disincentivare il trasporto pubblico perché conviene cosìTriste

Silver58
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 15:18

Paolo ,concordo con te sul fatto che i mezzi tecnici ci sono , e apprezzo la tua visione razionale del problema , ma.... , pensi veramente che la grande industria posta di fronte alla scelta
contenimento costi
o
gestione ecologica (con tutto cio che in termini economici ne segue )
perseguirebbe la seconda ipotesi , se sei intelletualmente onesto fatti la domanda e datti la risposta .
un saluto
Silvano

Salt
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 16:15

biocarburanti… non dimentichiamo che quello che c'era quasi riuscito, dopo essere stato soprannominato "il contadino" e' stato suicidato nella sua casa.

Nel nord europa, ma anche solo in svizzera, un treno sporco o in ritardo di 15 minuti finisce sul giornale con tanto di scuse delle ferrovie...

Alexbrown
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 17:48

In italia, sul giornale, ci finisce un treno che arriva in orario .... MrGreen

Paolostok
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 19:22

Trackmaster, io lavoro a 40KM da casa, non c'è una linea autobus, ed ho orari abbastanza variabili, pensi che io sia l'unico? Ma dove vivete?
Le linee elettriche si potenziano con le energie alternative, come fanno nei paesi come quelli che prendete ad esempio per i fantomatici autobus
Se si fa il processo all'intenzione per lo smaltimento batterie, teniamoci il traffico dei mezzi termici come adesso, tanto non inquina che in minima parte...
Anche a causa di questi ragionamenti siamo l'ultimo paese sulle energie alternative e sui mezzi elettrici...
Bene continuiamo cosi...mah!!!

Paolostok
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 19:26

Silvano, come ho già sostenuto, alla fine dipende dalle persone se le cose funzionano, ma non andiamo a dire che è meglio che resti tutto così oppure che non ci sono i mezzi...Certo se come già successo con i rifiuti tossici si fa una buca come al solito, il problema non è delle batterie, è della delinquenza di certe persone.

Silver58
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 22:59

Il problema è certamente complesso , perché in realtà è una sequenza di problemi .
Hai pienamente ragione a dire che il sistema come ha funzionato fino adesso ha raggiunto i suoi limiti , quello che però io vedo e mi preoccupa , è l'assoluto caos e la totale mancanza di programmazione del nostro paese nell'affrontare questo nuovo tipo di tecnologia , che nel medio periodo cambierà di parecchio le cose , e poichè le norme attuative della filiera , che si trasformeranno in leggi , vengono si discusse nei tavoli tecnici , ma vengono poi elaborate dai burocrati su indicazione della politica , nutro ben poche speranze di una reale volontà di cambiamento in tempi rapidi .
Non c'è alcun dubbio che il problema principale non siano le batterie , come per tutti i problemi tecnici verrà certamente trovata una soluzione che coniughi efficienza ed economia , quelli che a mio parere mi sembrano problemi di non facile soluzione , e che forse contribuiscono a far avanzare nel nostro paese più lentamente che in altri , partono da interrogativi di non poco conto ; con che cosa verranno sostituite le accise generate dalla vendita dei carburanti ? , chi è in grado nel nostro paese di finanziare i poderosi investimenti che serviranno a creare le dorsali di ricarica per il traffico commerciale ? , se per avere delle Adsl decenti ci sono voluti più di vent'anni , quanto ci vorrà perché questa rivoluzione sia a buon punto ? …. ecc. ecc. ecc.
Caratterialmente non sono un negativo , ma la carne al fuoco è tanta e non vedo molti bravi cuochi all'orizzonte .

Paolostok
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 23:57

Come hanno già messo in atto in altri paesi dove ci sono per davvero gli incentivi alle rinnovabili, gli impianti fotovoltaici vengono integrati con gli impianti eolici, e vengono usate le batterie a fine vita delle auto elettriche come accumulatori...Sono una quantità di mini centrali che forniscono energia dappertutto, e limitano il trasferimento di grandi potenze tramite elettrodotti, che hanno le loro perdite.
con che cosa verranno sostituite le accise generate dalla vendita dei carburanti ?
Questa domanda spiega perchè le auto elettriche costano più delle pari classe termiche, e perché le rinnovabili sono più disincentivate che incentivate.

Salt
avatarsenior
inviato il 19 Febbraio 2019 ore 9:04

tanto per dire…
la pulitissima germania brucia i nostri rifiuti, brucia carbone vietato dappertutto in europa, tiene in vita per decreto centrali nucleari che dovevano gia essere dismesse da anni.
La fantastica Svizzera vende energia nucleare all'Italia. Non sono tanto sicuri delle loro centrali visto che ogni 4 anni distribuiscono ai residenti vicini, le pastigliette di iodio da usare in caso di fuga radioattiva.
La pulitissima francia vende energia nucleare all'italia e negli ultimi anni sembra abbiano insabbiato e nascosto perdite importanti dalle centrali del sud.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Iscrivendoti potrai sfruttare tutte le funzionalità di AutoElettrica101 e di JuzaPhoto.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Forum AutoElettrica101 su JuzaPhoto - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it