Il forum di AutoElettrica101 è ospitato su JuzaPhoto (network di fotografia). JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


Il forum di discussione di www.autoelettrica101.it è ospitato dal network fotografico JUZAPHOTO

Tesla Model 3: Track Mode

AutoElettrica101 » Forum » Tesla Model 3: Track Mode




Juza
avataradmin
inviato il 09 Novembre 2018 ore 11:56





Tesla ha reso disponibile la nuova modalità "Track Mode" sulla Model 3 Performance e ha pubblicato un articolo che ne spiega il funzionamento! Il track mode permette di migliorare le prestazioni in pista, e addirittura di fare drifting con la Model 3, pur utilizzando la trazione integrale. Oltre a questo, e indipendentemente dal Track Mode, la Model 3 Performance è in grado di accelerare da 0 a 100 in 3.5 secondi e ha una velocità massima limitata elettronicamente a 250 km/h.



Electric powertrains have numerous advantages over internal combustion engines. In addition to low cost of ownership, energy efficiency, and near silence, they also offer unparalleled responsiveness. Since the introduction of Tesla Roadster in 2008, we've exploited the immediate availability of motor power and torque to achieve unprecedented straight-line performance, making the car's forward acceleration a pure extension of the driver. With Track Mode, which is designed specifically for use on closed autocross circuits and racetracks, our goal was simple: use that same motor power and torque to make cornering on the track feel just as natural as forward acceleration.

The fundamentals

How does motor power help you corner? If you've ever pulled a car's handbrake in an icy parking lot, you know that you can make a car turn with more than just the steering wheel. That's because torque – whether accelerating or decelerating a vehicle – reduces a tire's ability to hold the car in a turn. Apply torque to the rear wheels, and the car will rotate more in the turn (if you see a car drifting, that's drive torque; or think about pulling that handbrake, that's brake torque). Conversely, if you apply either kind of torque to the front wheels, this reduces a car's ability to turn.

By precisely controlling whether torque goes to the front or the rear wheels, Model 3's dual motors can immediately and silently increase or decrease the car's rotation in a corner at your request. This requires lightning fast torque control and the ability for the car to precisely regulate traction on each tire – both of which are standard features in every Tesla, but that we've expanded upon with Track Mode to make highly technical driving effortless.

More than just stability

The most exciting aspect of Track Mode is how we can change the balance of the car using just the motors – a technique that would typically be interrupted by a system known as stability control.

Stability control is an important safety feature found in all modern passenger vehicles that applies brakes to certain tires in order to prevent your car from spinning out of control during dynamic maneuvers. The feature is designed to make a car's behavior more predictable in emergency situations, but it also constrains a driver to a limited range of capabilities at the expense of driver authority and fast lap times. As a result, many cars have “sport” modes that reduce or even disable these safety systems in order to allow a professional driver to maximize the capability of what a car can offer.

Instead of taking away features to enhance the experience of professionals, Track Mode adds features to make any track driver, amateur or professional, feel superhuman on a track. This is possible because with Model 3 Performance, we replaced the stability control system with our own in-house Vehicle Dynamics Controller – software developed specifically for Tesla vehicles that acts both as a stability control system and also as a performance enhancement on the track.

More features, not fewer

Here is a summary of many of the features we employ with Track Mode while you're on the track:

Motor Torque for Rotation
Our Vehicle Dynamics Controller constantly monitors the state of the vehicle and all of the inputs from the driver to determine the driver's intention and affect the rotation of the car in a matter of milliseconds. Track Mode relies heavily on the front and rear motors to control the car's rotation, and we have the ability to command a 100% torque bias. When cornering, if rotation is insufficient to the driver's request, the system commands a rear biased torque. Conversely, when rotation is excessive, we command a front biased torque.

Increased Regenerative Braking
Heavy regenerative braking may not be comfortable for day-to-day driving, but on a track, it has several key advantages. It gives the driver more authority with a single pedal, improves the endurance of the braking system, and sends more energy back into the battery, maximizing the battery's ability to deliver large amounts of power. It also gives the Vehicle Dynamics Controller more authority to create or arrest rotation with the motors when your foot is lifted off of the accelerator pedal.

Track Focused Powertrain Cooling
The high output power required for track driving generates a lot of heat, so endurance on the track requires more aggressive cooling of the powertrain. We proactively drop the temperatures of the battery and the drive units in preparation for the track and continue to cool them down in between drive sessions. We can also allow operation of the powertrain beyond typical thermal limits and increase our refrigerant system capacity by overclocking the AC compressor into higher speed ranges.

Enhanced Cornering Power
We typically think of using brakes to slow down a car, but you can actually use them to make the car faster out of a corner. All Model 3s are equipped with open differentials, which send an equal amount of torque from the motors to both the left and right wheels. When cornering, the wheels on the inside of the corner have less load on them, which means they can provide less tractive force than the outside wheels. To prevent excess slip on this inside tire, we have to limit the torque for both wheels, leaving power on the table. In Track Mode, we simultaneously apply brake and motor torque to produce a net increase in tractive force while cornering. This is similar to how a limited slip differential works, except when using the brakes, the differential can be optimized for various driving conditions.

Model 3 Performance with Track Mode integrates active controls with the vehicle's already planted chassis and nimble, responsive steering by maximizing the driver's authority under any condition. We do this with the same secret weapon used for 0-60 mph launches: the two motors that sit on each axle. And like most aspects of a Tesla, we'll continue to improve and enhance Track Mode over time with future over-the-air updates.


fonte: www.tesla.com/it_IT/blog/how-track-mode-works?redirect=no

Linuxgoblin
avatarjunior
inviato il 09 Novembre 2018 ore 12:20

Interessante, vedo che spiega anche che possono farlo perché ogni ruota ha un motore elettrico dedicato.

Spero che visto la presenza del gps in queste vetture sia effettivamente attivabile soltanto in un circuito e non su strada

Juza
avataradmin
inviato il 09 Novembre 2018 ore 12:27

" Spero che visto la presenza del gps in queste vetture sia effettivamente attivabile soltanto in un circuito e non su strada"

E' attivabile ovunque, non è limitato dal GPS, sta al buon senso di chi possiede la macchina non fare pazzie in strada (ma questo vale per qualsiasi auto, non solo la Model 3 Performance).

Steff
avatarsenior
inviato il 10 Novembre 2018 ore 10:55

" Interessante, vedo che spiega anche che possono farlo perché ogni ruota ha un motore elettrico dedicato"

no,ha solo 2 motori come tutte le tesla"D" che sta per dual drive.
i motori sono montati dietro agli assi ant e post in modo da portare il peso più dietro possibile.nessun cambio,solo un riduttore che li collega agli assi.
oggi vedo solo sulle tesla quel numero magico che un tempo trovavo solo sulle bmw(eccetto le supersportive), e cioè ripartizione peso sempre superiore al retrotreno,anche nelle dual drive che hanno il motore anche davanti.
questa è la chiave per ottenere grande agilità e velocità in uscita di curva.
se la uniamo al baricentro basso(le batterie sono nel pianale per cui una berlina model S ha lo stesso baricentro di una porsche918) e sospensioni sofisticate viene un mix di potenziale sportività enorme.
finora questo mix era limitato da alcuni fattori:
-massa notevole ma le nuove batterie presenti nella model3 riducono la massa del 30% a pari potenza installata
-inverter ed altri sistemi che andavano in tilt per surriscaldamento dopo 1 minuto alla massima potenza,sulla model 3 performance il problema è stato rimosso
-elettronica conservativa e sottosterzo dovuto anche al freno rigenerativo.il track mode lavora su questo.
che io sappia ESP resta attivo ma il controllo della trazione viene disattivato.
questa funzione è presente anche su altre vetture,sicuramente sulle bmw .
serve anche per districarsi su sfondi senza aderenza,non solo x driftare.
oltre un certo angolo di sbandata l'ESP interviene comunque.
quindi sono sistemi sicuri anche su strada,non solo da pista.
poi sta al buon senso delle persone,auto elettrica o meno
comunque pare che la Model3 performance sia in grado di girare sui tempi della Giulia quadrifoglio che in pista ha messo dietro anche le versioni top della bmw M3 che come noto è piuttosto affilata.
aspetto una prova sulle piste europee per valutarla sul serio,magari confrontata nelle stesse condizioni con altre vetture.
una cosa è certa forse il futuro non è ancora pronto ma già oggi esige il massimo rispetto....
fra meno di tre anni cambierò la mia vettura e credo che per allora i tempi saranno maturi.

Lufranco
avatarsenior
inviato il 10 Novembre 2018 ore 12:28

@Steff
Tutto molto bello, molto marketing e tanto entusiasmo.
Si dimenticano però di dire che dopo pochi giri si surriscaldano le batterie....

Juza
avataradmin
inviato il 10 Novembre 2018 ore 12:55

Sulla Model 3 hanno ridotto significativamente il problema del surriscaldamento Sorriso non è del tutto eliminato, ma è comunque molto meno rispetto alla Model S.

Steff
avatarsenior
inviato il 10 Novembre 2018 ore 14:42

@Lufranco,
ciao,ma per l'utente medio sono cose che hanno importanza reale?
credo ben poca.la cosa importante è avere il piacere di guida,su strada una vettura che ha 450cv alla ruota(equivalenti a ben oltre 500cv di un motore termico) la sfrutti?
io non credo sia possibile tenere il piede giù per 2 minuti fino all'autoprotezione.........
comunque attendiamo prove reali in pista condotte magari da riviste affidabili per dare un giudizio.
personalmente mi fido di 4ruote che finora ha provato 3 vetture tesla ma solo due testate in pista.
la prima era la model S performance iniziale,con solo motore posteriore da 422cv.
numero di novembre 2013 giro pista in 1.24.55 penalizzato dal fatto che a 2/3pista scattò l'autoprotezione.
ai tempi la bmw M550D girava in 1.24.60 ....se la tesla avesse mantenuto la potenza le avrebbe dato 3 secondi
numero di aprile 2017 provano il mastodonte model X 90D ,modello intermedio ben lontano dalla 100D Performance.
giro in 1.23.59 scrivono" tempo notevole,a livello di una potente vettura sportiva".questa concluse il giro a piena potenza.
visti questi dati è ovvio che una model 3 performance che è + potente e pesa 500kg in meno oltre che essere + bassa e piccola abbia ben altri tempi alla sua portata.
queste le vetture della categoria"model3" + veloci mai provate:
audi rs5 ultimo modello ha fatto 1.17.976
classe C AMG63 1.19.721
BMW m3 1.16.340
Giulia quadrifoglio la più veloce della categoria mai provata , 1.15.924
per scendere sotto 1.19 con vetture da 1700/2000kg oggi servono vetture estremamente rigide e potenti magari con freni carboceramici.
io credo che la model 3 Performance non sarà lontana da questi tempi anche se ripeto,
sono cose che all'utente medio piace sapere ma non saprà e non potrà mai ottenere

Lufranco
avatarsenior
inviato il 10 Novembre 2018 ore 17:43

Steffy capisco il tuo discorso e lo condivido tutto, ma vendere una macchina con il trackpad mode ben sapendo che poi 2 giri di fila non si riescono a fare mi sembra una mossa di marketing un po' selvaggio.

Sarebbe stato opportuno chiamarlo rave mode, sport mode ecc..

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Iscrivendoti potrai sfruttare tutte le funzionalità di AutoElettrica101 e di JuzaPhoto.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Forum AutoElettrica101 su JuzaPhoto - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it