Il forum di AutoElettrica101 è ospitato su JuzaPhoto (network di fotografia). JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


Il forum di discussione di www.autoelettrica101.it è ospitato dal network fotografico JUZAPHOTO

Il 45% delle nuove auto in Norvegia sono elettriche

AutoElettrica101 » Forum » Il 45% delle nuove auto in Norvegia sono elettriche




Juza
avataradmin
inviato il 02 Ottobre 2018 ore 14:27





La Norvegia è la nazione con la più alta diffusione di auto elettriche al mondo, grazie a un incredibile programma di incentivi per la mobilità elettrica. Questo settembre, le auto elettriche hanno raggiunto il 45% di tutte le nuove auto vendute! Questo numero è ancora più sorprendente se consideriamo che al momento attuale le auto elettriche in commercio sono poche e con prezzi elevati; con l'arrivo dei nuovi modelli Tesla, Audi, BMW e Mercedes previsto per il prossimo anno, con prezzi dai 40000 agli 80000 euro e caratteristiche ben più competitive dei modelli attuali, è probabile che la Norvegia raggiunga rapidamente l'obiettivo di vendere esclusivamente auto elettriche o plug-in hybrid, attualmente previsto per il 2025.

Fonte :

www.ofvas.no/bilsalget-i-september/category782.html

electrek.co/2018/10/01/electric-vehicle-sales-new-record-norway-tesla/

Goldrake
avatarjunior
inviato il 02 Ottobre 2018 ore 14:40

Ho visto su sky un servizio, credo sia in Norvegia o comunque uno di quei paesi, che hanno un traghetto bello grande che collega due punti della costa, totalmente elettrico, quando arriva al porto mentre scarica i passeggeri, una gru cala una spina gigante che va a caricare il traghetto..pazzesco

Juza
avataradmin
inviato il 02 Ottobre 2018 ore 14:55

ti confermo che in norvegia ce n'è uno, anche se fa una tratta abbastanza breve:


Steff
avatarsenior
inviato il 02 Ottobre 2018 ore 15:02

il settore dell'auto stà per essere rivoluzionato.
molti mercati sono crollati in termini di vendite a causa delle nuove norme anti inquinamento che stanno facendo pensare molto i compratori.
il diesel sta scomparendo a doppia cifra ed oggi è consigliabile solo a chi ne prende uno a leasing o noleggio.
anche in italia le nuove norme in arrivo stanno mettendo in crisi il mercato , -25.37% a settembre.....
la situazione è delicata...in svezia ad esempio il governo è entrato pesantemente sulle regole incentivando l'elettrico e penalizzando il resto...risultato vendite crollate del 50% a luglio.
in pratica molti non comprano + una vettura a combustione sapendo che in pochi anni avrà valore zero.
però ci sono anche pochissime alternative pronte.
anzi si può dire che il legislatore è arrivato molto prima dei costruttori che colpevolmente sono indietro.
intanto tesla si è presa il 60% del mercato premium americano con soli 3 modelli ed ha annunciato che a metà 2019 inizierà a consegnare anche le model3 da 35000usd .......
lo scenario è da apocalisse per coloro che dormiranno ancora un pò.
cosa fa FCA ad esempio ??

Wolfschanz
avatarsenior
inviato il 02 Ottobre 2018 ore 16:34

Ben vengano tutte quelle soluzioni automobilistiche che riducono le emissioni, il problema principale sono i costi! Parliamo di Paesi ricchi, dove l'automobilista virtuoso è premiato e non visto come un limone da spremere! Adesso da noi stanno andando "fuori servizio" i diesel "euro tre"; benissimo per l'ambiente, molto meno bene per tutti quegli automobilisti che saranno costretti a cambiare macchina, senza che ci siano agevolazioni governative o simili... altro che auto elettrica! Ho paura che chissa' quanti di questi automobilisti dovranno rinunciare all'auto, per un bel po' almeno!

Stile70
avatarjunior
inviato il 02 Ottobre 2018 ore 16:46

i veicoli elettrici sono solo la punta dell'iceberg nel contesto della nuova mobilità sostenibile.

Echopage
avatarsenior
inviato il 02 Ottobre 2018 ore 16:59

" cosa fa FCA ad esempio ??"
Dorme MrGreen perfino Peugeot è pronta a lanciare una versione elettrica della 208 Eeeek!!!

Stile70
avatarjunior
inviato il 02 Ottobre 2018 ore 17:06

" anche in italia le nuove norme in arrivo stanno mettendo in crisi il mercato , -25.37% a settembre..... "


bisogna aspettare i prossimi mesi per avere un quadro più preciso, ad agosto hanno "svuotato i magazzini"
delle auto con vecchia omologazione,

comunque è vero siamo in una fase di transizione nel mondo dell'auto finchè non si delineeranno con più precisione
le tendenze il mercato tenderà a vivacchiare

Goldrake
avatarjunior
inviato il 02 Ottobre 2018 ore 17:11

Tra l'altro ho letto una ricerca fatta quest'anno da un università italiana in cui si analizzava il particolato delle polveri sottili per capirne la provenienza e udite udite se prendiamo un automobile la maggior parte del particolato non è prodotto dal motore bensì dalle pastiglie dei freni

Kwlit
avatarjunior
inviato il 02 Ottobre 2018 ore 17:27

Al momento chi acquista un auto elettrica finanzia la ricerca dell'industria. L'auto elettrica attuale non è conveniente sotto nessun aspetto. Poca autonomia e lunghe ricariche. Smaltimento delle batterie, che non sono eterne e per sostituirle saranno dolori finanziari. Inquinamento spostato: ci sarà un enorme richiesta di energia elettrica e un paese che ha rinunciato al nucleare in qualche modo, inquinante, dovrà produrla. Le polveri oltre che dai freni sono prodotte in gran parte dai pneumatici. Al momento non c'è soluzione. L'auto elettrica, dopo aver superato gli svantaggi di cui sopra, dovrà costare meno dell'equivalente con motore a scoppio, altrimenti sarà necessario renderla obbligatoria vietando la vendita di altri tipi di veicoli. Di macchine fotografiche digitali, effettive, non sperimentali, si cominciò a parlare nei primi anni '90. Le prestazioni erano scadenti ed il prezzo elevatissimo (una misera Nikon Coolpix da un paio di MP e zoomino fisso costava la bellezza di 2600000 lire). Anche allora si affermava che sarebbe stata la tecnologia del futuro: avevano ragione, ma per rendere la cosa conveniente anche da un punto di vista qualitativo abbiamo dovuto aspettare la Canon 300d.

Ooo
avatarsenior
inviato il 02 Ottobre 2018 ore 18:10

" Il 45% delle nuove auto in Norvegia sono elettriche"
non vedo cosa ci sia di strano, da loro c'è il sole. Confuso

inevitabilmente gli occhi cadono addosso a noi stessi, al Nostro Paese.
Occorrerebbe entrare in un discorso di gestione del percorso del petrolio e dei suoi derivati, nonchè un altro discorso che ruota attorno alla gestione della distribuzione della benzina, degli altri carburanti e dell'energia elettrica.
Inevitabilmente si cade nella questione del compiacimento delle lobby che fino a prova contraria ha caratterizzato i precedenti governi, ma sempre fino a prova contraria (fino a quando sarà diversamente) NON caratterizza questo esecutivo.
Allora sono molto ottimista, anche perchè le intenzioni in favore dell'aria + respirabile caratterizzano buona parte della attuale classe politica.
Attenzione, la mia non è una valutazione politica, non lecita come da regolamento, ma una considerazione storica che può essere facilmente riscontrabile, in cui la facilitazione dell'introduzione dell'elettrica non è paragonabile alle disposizioni politiche che da anni regolano la Norvegia.

Quindi io sono molto ottimista riguardo l'Italia ed il transito con mezzi ecologici.
Peccato, forse abbiamo perso 5 anni, ma la storia del Nostro Paese è questa.

Non posso che pensare alle auto a pannelli solari, che avrebbero molto + senso in abbondanza di Sole, specie nel sud Italia.

Luca Bugli
avatarsupporter
inviato il 02 Ottobre 2018 ore 18:25

In Norvegia sono pochi ed hanno tempo e denaro a volontà. Lo dico per esperienze dirette di lavoro. Non siamo assimilabili nè confrontabili con loro.
Anche perché le donne lá sono atroci mentre da noi son delle fate.

Steff
avatarsenior
inviato il 02 Ottobre 2018 ore 18:31

" In Norvegia sono pochi ed hanno tempo e denaro a volontà. Lo dico per esperienze dirette di lavoro. Non siamo assimilabili nè confrontabili con loro.
Anche perché le donne lá sono atroci mentre da noi son delle fate.
"


anche negli USA sono pochi? MrGreen
il mercato stà cambiando alla velocità "della luce" e fra i costruttori chi dorme o non ci crede si farà del male.
notizia di oggi...e pensare che il nostro amato sole 24ore pochissimi giorni fa non ha perso occasione per dire che tesla era finita,che non riesce a produrre,gli annullano ordini,è già superata dalla concorrenza che avanza (dove?? )
purtroppo la ns classe dirigente è davvero vecchia ,per dirla all'americana "outgunned"
ecco la notizia di oggi
www.teslarati.com/tesla-q3-production-and-delivery-numbers/

Catand
avatarjunior
inviato il 02 Ottobre 2018 ore 18:37

La scorsa estate sono stato in Norvegia (lofoten e poi su fino a Capo Nord) e c'erano prese elettriche per le auto dappertutto.

X3me
avatarsenior
inviato il 03 Ottobre 2018 ore 0:52

Domanda da ignorante: che fine fanno le batterie delle macchine e quanto durano?

La norvegia come produce energia elettrica? Nucleare?

La tecnologia attuale legata al solare sarebbe sufficiente?

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Iscrivendoti potrai sfruttare tutte le funzionalità di AutoElettrica101 e di JuzaPhoto.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Forum AutoElettrica101 su JuzaPhoto - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it