RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Eos R6 mark II, un amore mai sbocciato e una scimmia invadente


  1. Forum
  2. »
  3. Fotocamere, Accessori e Fotoritocco
  4. » Eos R6 mark II, un amore mai sbocciato e una scimmia invadente





avatarjunior
inviato il 02 Febbraio 2024 ore 15:58

Buongiorno a tutti, questo vuole essere più uno sfogo personale, una ricerca di qualche risposta, più che una recensione, era da un po' che volevo scrivere questa cosa, ma non ne ho mai trovato il coraggio, quindi ringrazio tutti coloro che avranno la pazienza o la voglia di leggere.
In tutto questo sono doverose comunque alcune premesse.
Sono utilizzatore Canon dal 2008, sono un fotoamatore, ma più di qualche volta mi capita di scattare anche per altri. Il più delle volte scatto a teatro, o concerti, sono passato da una vetusta 5d mark II (che ho e funziona ancora) ad una eos R, che non mi ha mai deluso più di tanto. Già allora l'indecisione di cambiare brand si era fatta importante, ma ho preferito continuare con Canon. L'anno scorso, durante un “lavoro”, una sd di nota marca, comprata nuova da circa 2 mesi, ha deciso di abbandonarmi, mi dispiace per il contenuto, anche se per fortuna non era nulla che non si potesse ripetere.
Forse era destino, forse era giunto il momento di cambiare e andare altrove. Un po' pensando alla spesa, un po' seguendo alcuni consigli, a fine agosto mi sono deciso ad acquistare una eos r6 mark II per avere il tanto agognato doppio slot e dopo circa 6 mesi e 15000 foto, qualche conclusione penso di avere il diritto di tirarla.
Una volta aperta la scatola e presa in mano la fotocamera, delusione assoluta, fin dal primo contatto. L'ergonomia è ottima come qualsiasi Canon, un paio di tasti in più avrebbero fatto comodo, ma va bene comunque. Il punto dolente sono però i materiali, assolutamente inferiori alla R, sembra di prendere in mano un pezzo di plastica vuota, un giocattolo. Da un corpo macchina che costa oltre 2000€ ci si aspetterebbe di più, ma quello che conta veramente si deve trovare dentro. Autofocus assolutamente disarmante, istantaneo, anche se purtroppo non sempre così preciso come viene descritto. Un sacco di opzioni, ma per il mio utilizzo ho dovuto disattivare tutta la parte che riguarda il riconoscimento soggetti. Anche con la R, usavo solamente il punto singolo, l'area quadrata e l'area totale, l'unica in cui era disponibile il riconoscimento del volto. Con la R6 mark II, invece, il soggetto viene riconosciuto in qualsiasi area di messa a fuoco. Usando l'area quadrata, per avere più margine e copertura rispetto al punto singolo, quando il soggetto si gira, la fotocamera aggancia il soggetto subito dietro o di fianco con il volto girato verso di essa…o alcune volte anche fuori dall'area. Quindi si, tante opzioni, che però per me risultano inutili o addirittura dannose. Il sensore, reputavo i 24mp un buon compromesso, leggo tanto della straordinaria tenuta ad alti iso. Io vedo la cosa molto diversamente. Portare ad esempio foto fatte a 1/2500, f13, iso 12800, dicendo che la tenuta iso è ottima, per me sono solo foto fatte in buona luce. Quando le condizioni sono quelle che capitano spesso a me, in cui l'esposizione corretta sarebbe a 1/80, f2.8, iso 6400 (spesso causa movimenti improvvisi il minimo diventa 1/200)…ecco che la situazione cambia. La grana non è troppo diversa da quella della R, abbastanza invadente e più rumore di crominanza, che porta via colore. Per me iso 12800 diventa difficilmente accettabile, preferisco recuperare quello stop in post produzione. Mirino, simile a quello della R, non cambia molto, se non per un fatto che me lo sta facendo odiare. Sotto alcuni tipi di led da palcoscenico, fa banding. Ho provato con le varie impostazioni, ma nulla, non cambia, nelle stesse condizioni la R non presenta tale difetto. Somiglia all'effetto che accadeva tentando di riprendere i vecchi televisori con una videocamera, la cosa dopo qualche minuto ti fa venire il mal di testa.
Da quando ho comprato la r6 mark II, mi sono accorto che mi sono affidato più alla macchina che a me. Prima mi piaceva provare a prevedere dove andava la luce, o un certo movimento, ora mi viene più semplice usare la raffica. Di conseguenza porto a casa un numero maggiore di foto, ma mi piacciono meno e sono diventato più pigro.
Forse il problema di tutto questo discorso non è nemmeno la fotocamera in sé, forse è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Forse il problema è proprio Canon e la sua politica di chiusura. In questo momento sto odiando il marchio. Nel 2024, a 6 anni dal lancio vedo il sistema RF ancora incompleto. Una serie di lenti “economiche”, con una resa piatta, senza anima, che non comunicano nulla e che economiche alla fine non lo sono proprio. Senza tropicalizzazione e con il paraluce venduto a parte. Gli zoom economici tutti troppo bui. Si ci sono gli L, ma per me sono inavvicinabili come prezzo e non mi vergogno a dirlo. Al momento sto usando gli ef adattati, è vero il parco ef è sterminato, ma diciamo la verità, alcune lenti non sono mai state aggiornate. Ho anche un 600 ex e un trigger godox, sono uno di quelli che sporadicamente deve spegnere, staccare e riaccendere per farli funzionare sulla R6 mark II. Non voglio sentirmi costretto a prendere un adattatore anche per il flash, ne adesso, ne in futuro, perché penso la nuova slitta multifunzione resterà chiusa a lungo, come il mount RF e un flash a 1000€…no grazie. Mi sembra di non trovare più posto in questo sistema Canon, mi serve avere più scelta, che nel 2024 sembra ancora non arrivi. Rumors su Sigma, ma ci sono già dal 2021 e ancora niente. Anche il solo non poter sapere con certezza quanti scatti ha fatto l'otturatore, mi infastidisce. Ogni volta che prendo in mano la fotocamera in questione, sono più rabbia e frustrazione che salgono, rispetto al divertimento che dovrei provare nell'utilizzarla.
Tutto questo malloppone per dire che c'è una scimmia, sempre più grande, che urla “è il momento di cambiare, lì non è più un luogo adatto a te”. Al di la dell'aspetto economico, rivenderei il vendibile, sono il dover ricominciare da 0 e il dispiacere di abbandonare Canon (perché si, ci sono affezionato) a procurarmi questa indecisione. Magari potrei iniziare ad affiancare un piccolo sistema base di altra marca (usato), ma non so quanto questa scelta potrà essere saggia, non vorrei finire con l'avere 2 corredi.
Scusate per lo sfogo, ma nella mia zona ci sono pochi fotografi o appassionati con cui confrontarsi.

avatarsenior
inviato il 02 Febbraio 2024 ore 16:17

La cosa che più mi fa arrabbiare del sistem RF è che abbia comportato la morte del sistema M.

avatarjunior
inviato il 02 Febbraio 2024 ore 16:37

Il consiglio è di fare esperienza sulla tua pelle. Se pensi di non essere a tuo agio, cambia, Sony o Nikon decidi tu, ma fallo. Ci sarebbero molte cose da dire, ma risulterebbero inutili parole. Il confronto si fa sul campo e magari cercando di capire cosa fai e come lo fai, con quali lenti e impostazioni per capire dove si può migliorare e dove c'è il limite del mezzo. La R6 resta una R6, la R quando è nata era un prodotto di fascia superiore, ovvio che la tecnologia si è evoluta a dismisura, ma se prendo una serie EOS 1 di 10 anni fa, mi darà sempre una sensazione di robustezza maggiore di una R7 di oggi. Poi il discorso tattile lascia il tempo che trova. Le macchine pesano meno, come gli obiettivi perchè si usano materiali sempre più sofisticati, resistenti e leggeri, che chiamiamop plastica ma che sono dei polimeri. Io ho sia R6 che R5 e spesso ho scattato con R3, questa differenza sinceramente non la noto, rispetto alle reflex si, ma per i motivi sopra accennati.
Per chi vuole lenti russe in vetro swarovski e metallo anticarrarmato, deve stare lontano dalle ML.
L'unico consiglio è di lasciar stare i consigli da forum e cercare dei professionisti con cui confrontarsi.

PS
per caso la SD che ha perso dati era della Lexar?

avatarsupporter
inviato il 02 Febbraio 2024 ore 16:53

Il brutto della scimmia è che a volte , dopo averla accontentata , ci si accorge che era meglio resistere ... ora io non ho alcuna esperienza di ML , reflexaro convinto , ma non è che , hai visto mai , sia "lo specchio" e tutto ciò che lo circonda (esperienza "tattile" compresa) a mancarti ? La butto lì , eh ...

avatarjunior
inviato il 02 Febbraio 2024 ore 16:55

Da possessore di Canon da oltre 35 anni ho amato le ultime 80d e 6D II (pentito quest'ultima di averla venduta) mentre non è scattato il feeling con la R e la R6 avuta in prova per una settimana con i miei obiettivi serie L.
Morale della favola per il mio modo di fotografare e vivere il momento dello scatto da amatore ho fatto una scelta controcorrente prendendo una Pentax K3 III e mi sono sentito a casa. Avendo già le Ricoh GRIII e GRIIIx ho ritrovato la gioia della reflex, non essendo interessato all'ultima tecnologia e alle mirrorless.

avatarsenior
inviato il 02 Febbraio 2024 ore 17:35

Per chi vuole lenti russe in vetro swarovski e metallo anticarrarmato, deve stare lontano dalle ML.


Se usi Sony hai un intero mondo di ottiche terze da poter usare, vintage o moderne, in plastica o in metallo.

avatarsupporter
inviato il 02 Febbraio 2024 ore 22:45

Per mio conto la differenza nelle mirrorless sia Canon, Nikon,Sony ….ecc. ma nell'apprendimento e nel modo di approcciarsi alle nuove tecnologie che continuano a cambiare anno per anno.
Si cerca sempre una macchina che faccia tutto al meglio senza preoccuparsi più di cosa si sta e come si Fotografa, la maggior parte delle volte non è colpa della macchina ma nostra che non riusciamo a capire le differenze di scatto tra una scena ed un altra speriamo sempre che la macchina ci metta una pezza alle nostre distrazioni o alla nostra ignoranza ( non mi riferisco a nessuno di Voi) è una mia convinzione che da ormai tre anni che sono passato ad una ml e impostando il corpo macchina con settaggio da me memorizzato sia in C1-C2-C3 per i vari tipi di scatti che faccio spesso mi distraggo scattando e non impostato il settaggio che si dovrebbe usare per lo scatto, questo capita perché Voglio sempre cogliere l'attimo dello scatto senza pensare al soggetto inquadrato, e poi mi accorgo che sbagliando ho sottoesposto e mi piacerebbe recuperare 6 EV o sovraesposto 4EV e non posso fare la colpa al corpo macchina ma è solo colpa mia, prima con la Reflex mi capitava raramente perché non avevo tutte le possibilità di scatto che ho ora e dovevo Pensare Molto di Più allo scatto Perfetto che ha studiarmi il settaggio adatto ad i vari scatti e soggetti impostabili con la ml ma ero vincolato solo a 4/5 parametri che non cambiavano mai e l'unica discriminante era solo la velocità AF che ora Avvantaggia le ml e la visione dello scatto prima di realizzarlo che ora mi fà Predilire le ml.
Detto ciò ora tra corpi nuovi ogni 2/3 anni e tutti gli aggiornamenti firmware i corpi cambiano quasi periodicamente i modi di scatto e non si riesce a star dietro alla tecnologia,vogliamo sempre di più e cambiamo corpo frequentemente perché sono diventati come le automobili, i cellulari i computer ecc. oggi compriamo a 1000 dopo sei mesi si perde la metà perché escono nuovi prodotti.
Non so se vi ho fatto capire il mio discorso purtroppo ho un problema di dislessia e preferisco parlare e non scrivere anche perché con il cellulare spesso con autoscrittura mi escono fuori degli strafalcioni

avatarsenior
inviato il 02 Febbraio 2024 ore 23:02

Non sono mica parenti, si può cambiare marchio e poi ancora, per poi magari tornare al primo.
Con un po' di accortezza non si spende neanche tanto.

Io con il digitale son Partito con Fuji, Nikon, Canon, ora Sony.
Non mi farei problemi a cambiare ancora.
Sto dove sto (per ora) per dimensioni dei body Sony, qualità del file e parco ottiche infinito.

avatarsenior
inviato il 03 Febbraio 2024 ore 8:16

Finalmente qualcuno che parla “male” del sensore del R6/2 MrGreen

Indipendentemente dalle note tecniche che scrivi riguardo alle funzioni della fotocamera, e dalla “inutile” (non volermene, non ti sto attaccando, sia chiaro) considerazione sulla questione “sembra un giocattolo / plasticosa” direi che la risposta a tutto questo è esattamente in quello che scrivi.

Punto 1
Hai scritto che sei un fotoamatore, e come tale devi provare soddisfazione negli oggetti che utilizzi. Personalmente non lo faccio più per lavoro da anni il fotografo e mai scelta fu più azzeccata: fotografo solo quando mi va e cosa mi piace. Tant'è che spesso preferisco 1Ds3 o 1Dx alla R6 old. È un gioco, e voglio giocare con quello che mi piace.

Punto 2
Però allo stesso tempo scrivi che ogni tanto lavori per altri con l'attrezzatura.

Alla luce dei punto 1 il mio consiglio è questo: prova a cambiare brand, Fuji/Nikon/Sony/Oly non ha importanza, muoviti in una direzione che ti consenta nuovamente di appagare la tua passione fotografica. MA abbiamo anche un Punto 2, dove il lavoro devi portarlo a casa. Quindi prima di rivoluzionare il tutto valuta bene di riuscire con i giocattoli nuovi a fare quello che hai sempre fatto e possibilmente farlo meglio.

Ti faccio un esempio. Io sono un homo-reflex, soprattutto per averci lavorato un decennio. L'anno scorso una mia amica mi ha contattato per il battesimo della nipote, non volevo farlo, ma ha insistito così tanto che alla fine ho ceduto, e come pagamento ho espressamente richiesto 2 barattoli di marmellata fatta in casa da sua mamma. R6old, 1Dx. In chiesa tutto liscio come l'olio, fino al momento del battesimo vero e proprio. L'eyeAF della R6 stava sul prete, non sul bambino. Fortuna che ho usato un diaframma chiuso e non se ne è accorto nessuno. Non mi era mai capitato ed è stata una pessima sorpresa. Solo dopo ho scoperto come passare da un soggetto all'altro, e attualmente l'ho di nuovo dimenticato per la cronaca.

Cambia brand ;-) e goditi la fotografia che è un mondo meraviglioso!

avatarsenior
inviato il 03 Febbraio 2024 ore 8:32

Si gente, ma se cambia sistema e poi non ci si trova lo stesso come la mettiamo?
Magari spende quattrini per poi avere i soliti problemi
Siamo sicuri che esista la macchina perfetta?
Magari ne prende una che gli va bene sotto alcuni aspetti ma poi lo delude per altri...

avatarsenior
inviato il 03 Febbraio 2024 ore 9:14

È esattamente quello che ho scritto @Lorenzo1910 ;-)

avatarsenior
inviato il 03 Febbraio 2024 ore 9:21

Prima di cambiare devi capire se altri lidi possono darti soddisfazione.
La strada più semplice sarebbe quella di provare le attrezzature di altri fotografi, se hai modo di collaborare con loro potresti sfruttare quei momenti per confrontarti con loro.
Diversamente dovresti sfruttare qualche evento in negozio, non è il massimo per il poco tempo a disposizione ma se sei fortunato e vai con le idee chiare qualche dubbio riesci a levartelo.
Chiedere ad un negoziante lo lascerei per ultimo, a meno che non abbiamo una rapporto molto buono con qualcuno in particolare; tenderanno comunque a consigliarti il marchio o modello che gli conviene di più vendere.
Nel frattempo, sempre per non prendere decisioni affrettate, mi farei delle domande sui "limiti operativi" della tua attrezzatura attuale per capire come superarli e se, magari, è solo un momento di sbandamento risolvibile prendendo un po' di confidenza con il manuale.

avatarsenior
inviato il 03 Febbraio 2024 ore 10:55

passa a pony,vedrai la luce (forse)

avatarsenior
inviato il 03 Febbraio 2024 ore 11:51

Da quel che mi pare di capire il problema gira, sostanzialmente, intorno alla resa a 12800 ASA.
Credo che l'unica cosa da fare sia vedere come si comportano le Sony e Nikon omologhe alla R6 II e trarne le conclusioni del caso.

avatarsenior
inviato il 03 Febbraio 2024 ore 12:00

Samuel87, perdonami, ma il tuo messaggio è un'accozzaglia di luoghi comuni, tanto che all'inizio pensavo che fosse solo un altro tentativo di litigare. Ma probabilmente la mia prima impressione è errata, per cui cerco di rispondere ai temi che hai posto.

Sensore: spesso si parla delle macchine, di qualsiasi marchio, in modo sensazionalistico, sia in positivo che in negativo. Per questo motivo bisogna sempre cercare di leggere tra le righe. Per dire... della 6D2 si è sempre parlato male ma l'ho presa lo stesso perché sapevo che molte critiche erano esagerate, e in effetti, dopo anni di utilizzo posso testimoniare che erano veramente esagerate. Il sensore è una bomba. Gli mancano solo i numeretti dei test di laboratorio ma in situazioni reali va benissimo.
E la R6mk2? Ha un ottimo sensore, qui ci sono anche i numeretti dei test, ma come mi aspettavo i miracoli non esistono.

Materiali: le macchine che ho avuto sono sempre state sullo stesso livello (60D, 6D2, R6mk2) e i materiali usati sono molto simili. Mai avuto un problema, ne' di utilizzo e nemmeno estetico. La 60D che possiedo dal 2010 è ancora perfetta, sembra nuova. Al tatto danno tutte sensazione di solidità. Sarò io di bocca buona.

Autofocus: qui la differenza con le reflex è in effetti molto più marcata se parliamo di tracking. Serve, come sempre quando c'è una novità, un periodo di adattamento e di studio. La macchina ti fornisce degli strumenti molto avanzati che vanno imparati. Ad esempio per tenere il fuoco incollato su un soggetto c'è caso AF specifico, se invece preferisci che il fuoco si sposti più facilmente da un soggetto all'altro c'è un'altra opzione da selezionare.
Però, il punto singolo esiste e funziona esattamente come sulle reflex. Se non riesci ad adattarti usi il punto singolo, senza tracking, e lo sposti con il joystick, esattamente come sulle reflex.

Obiettivi: capisco che avere più scelta possibile sia sempre la cosa migliore e su questo sono pienamente d'accordo. Canon però ha reso perfettamente compatibile tutto il parco obiettivi EF. Una quantità sterminata di obiettivi. Oltre a questo ha prodotto obiettivi RF che non esistevano nel mount EF. Se guardo alla concorrenza non c'è nulla che mi interessa anche perché in EF ho già tutto quello che mi serve e un eventuale cambio, per me, sarebbe solo uno spreco di soldi.
Sicuramente arriverà il momento che Sigma e Tamron decideranno di pagare i brevetti a Canon e inizieranno a produrre obiettivi anche su mount RF.

Numero scatti otturatore: sto pensando di vendere la 60D, tre macchine per me sono troppe, e per venderla devo sapere il numero di scatti per poterlo dire nell'inserzione. Questa mattina, in meno di 2 minuti ho scaricato un programma, ho collegato la 60D, e ora so quanti scatti ho fatto. Fra 15 anni, quando avrò bisogno di vendere la R6mk2, scaricherò nuovamente il programma e avrò il numero di scatti.

Altri marchi: Tieni conto che molte delle cose che ho detto valgono anche per gli altri marchi. Se vuoi passare ad altro fallo pure, risolverai il problema della simpatia/antipatia verso il marchio e probabilmente tornerai ad essere sereno, ma le problematiche saranno le stesse. Con un marchio che ti sta simpatico spenderai più soldi ma almeno non farai caso ai problemi che ci saranno (perché sicuramente ci saranno) e scatterai felice.
Tenendo conto del tono che hai usato nel tuo messaggio probabilmente è la scelta migliore.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 240000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve una commissione in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me