RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Una discussione seria sulla scelta di obbiettivi e adattatori.


  1. Forum
  2. »
  3. Obiettivi
  4. » Una discussione seria sulla scelta di obbiettivi e adattatori.





avatarsenior
inviato il 04 Luglio 2023 ore 15:26


La premessa è che spesso, quasi sempre, gli obbiettivi, sia all'interno dello stesso marchio sia tra marchi diversi, presentano differenze che li possono rendere più adatti a uno scopo, o a un gusto personale, rispetto a un altro. Inutile quindi sostenere che un obbiettivo/marca è migliore di un'altra, spesso con tifo da ultrà calcistico.

Non vero poi, almeno per tutti, che gli adattatori non siano utili. Io, per esempio, su Nikon Z7/Z8, uso un Voigtlander 50 1.2 con molta soddisfazione; questo non perchè sia meglio del corrispondente Nikon Z 50 1.2 ma semplicemente perchè pesa un un terzo del Nikon, oltre a costare molto meno, e questo per chi lo deve portare in giro per il mondo e sulle spalle a lungo è un elemento fondamentale.

Se viene prodotto un adattatore che consente di usare efficacemente ottiche Sony su Nikon, questa è una ricchezza per tutti (possessori di ottiche Sony e possessori di corpi macchina Nikon) perchè amplia le scelte possibili e aumenta anche la concorrenza sul mercato, con minori costi e più innovazione.

In questa situazione sarebbe molto interessante sapere quali siano le ottiche Sony potenzialmente utili (e utili non significa migliori) su Nikon (penso al momento al 135) e quali corpi macchina possano tornare utili ai possessori di Corpi macchina Sony.

Purtroppo una precedente discussione sul tema si è tradotto un litigio dai bassi contenuti, sia tecnici sia "etici", costringendo Juza giustamente a chiuderla. Mi scuso con lo stesso se provo a riavviarla, ma spero che ora si possa discutere serenamente di come, quando, se e in quali condizioni possa essere utile usare l'adattatore in questione, evitando le dichiarazioni di principio di chi e cosa sia migliore, assolutamente inutile per una discussione che deve riguardare unicamente come si possano fare foto migliori ( e questo dipende sempre dalla capacità di ognuno di noi e non dalla marca che usa: ovvietà che molti spesso scordano).

Un vero peccato che Juza giustamente

avatarsenior
inviato il 04 Luglio 2023 ore 15:36

In un mondo ideale esisterebbe una "baionetta standard" e tutti i produttori di fotocamere ed ottiche si adeguerebbero e tutti i componenti sarebbero intercambiabili.

Nel mondo reale purtroppo non è così, e quando possibile si deve ricorrere agli adattatori, dalla porcheria cinese che va e non va (ne ho usato uno per montare un obiettivo compatibile per Nikon su Canon) fino agli adattatori proprietari come il Canon EF-RF, sviluppato dallo stesso produttore degli apparecchi che deve far dialogare.

avatarsenior
inviato il 04 Luglio 2023 ore 15:54

@Alvar

Hai ragione .... però ora, pur se con l'adattatore, è ora possibile l'uso promiscuo di molte lenti; fino a pochi anni fa questo era assolutamente impossibile

avatarjunior
inviato il 04 Luglio 2023 ore 16:27

Gli adattatori sono una manna dal cielo sopratutto per i fotografi amatori, perché i professioni alla fine avranno anche più corredi completi di più marchi, se lo fai per professione probabilmente puoi permetterti di spendere di più nel settore.

avatarjunior
inviato il 04 Luglio 2023 ore 16:33

Io mi inserisco in questo (spero) confronto pacifico e costruttivo.
Ho avuto per anni reflex Nikon (D90 --> D7000 --> D750) ma per varie ragioni ho deciso di passare a ML.
Purtroppo ho trovato in Sony il mio corredo ideale. Dico purtroppo non perché con la A7III mi trovi male anzi, tutt'altro sono estremamente soddisfatto, ma avrei avuto piacere di continuare la mia storia con Nikon, marchio al quale mi ero affezionato amando anche le sue ottiche vintage.
Tornando al succo della questione, volendo scegliere un corpo Nikon, cosa che ho valutato (esempio la Z6II) vorrei poterci mettere un 16-35 che in Nikon non c'è e Sony ne ha ben TRE (un F2.8 e due F4) ed il Samyang 45mm f1.8 che è minuscolo e per i miei gusti ottimo.
Avessi avuto queste due scelte non sarei passato a Sony
Tuttavia mi sono tenuto una sola ottica Nikon da usare tramite adattatore sulla A7 che il 105 f1.8 AiS
Da questo punto di vista (ottiche vintage) secondo me gli adattatori hanno molto più senso, mi rimane comunque la curiosità di provare soluzioni ibride ottica/corpo dato che anche molti professionisti lo fanno senza troppe menate.


avatarsenior
inviato il 04 Luglio 2023 ore 18:43

A mio personalissimo parere, la possibilità di poter utilizzare il parco ottiche Sony su corpi Nikon Z, mantenendo automatismi e dati exif, rappresenta una soluzione ottimale per i nikonisti possessori di macchine Z nonché per i fotografi che passano dal sistema Sony a quello Nikon Z.
Inoltre, lo spessore irrisorio dell'anello adattatore non modifica assolutamente peso, dimensioni, bilanciamento ed ergonomia della fotocamera.
Da ultimo, la 'querelle' circa la superiorità degli obiettivi Sony oppure di quelli Nikon è speciosa e senza senso: ogni brand ha i suoi vetri eccellenti accanto ad altri onesti obiettivi senza particolari pretese; e sia i primi che i secondi possono presentare difetti e/o malfunzionamenti.

avatarjunior
inviato il 04 Luglio 2023 ore 19:37

Parlo per me:

Acquistato per usare 24 1.4 (dimensioni, luminosità, prezzo, ghiera diaframmi Vs nativo 1.8)
200-600 (in mancanza, al momento della mia scelta della versione Z + super prezzo trovato)

Futuri:
135 1.8 (anche qualora presentassero il nikon sarà certamente moooooolto fuori budget x me e con attacco FE esiste l'interessantissimo Samyang, che per quello che dovrò farci pare perfetto)
Interessantissimo anche il 20.18 (dimensioni, prezzo vs. nativo)

Nativi:
40/2 --> prezzo, dimensioni, qualità ottica "classica"
24-120/4 --> devo commentare?

Futuri
85 1.8
da valutare 70-200S... costa un tot ed è grosso rispetto al Sony, ma pare una splendida lente.

avatarsenior
inviato il 04 Luglio 2023 ore 20:31

Per esperienza personale… dove si abbina elettronica e adattatori, qualche problemino lo si incontra… in quel caso meglio ottiche con attacco nativo
Ma pensare a che tipologie di ottiche esistono con attacco E o M manuali….
Ben vengano gli adattatori

avatarsenior
inviato il 05 Luglio 2023 ore 6:48

Seguo con interesse..
avendo un piccolo corredo Leica M , sto sperimentando le qualità delle ottiche Leitz su mirrorless Z Nikon. Inutile dire che x dimensioni e peso hanno già vinto ;-) , spettacolare poi le agevolazioni per la maf. Utilizzo al momento un semplice adattatore senza contatti o automatismi, sto aspettando per provarlo il nuovo TTArtisan con chip a 6 bit

che promette di lavorare in "trap focus " e non vi nego che sono molto incuriosito dagli adattatori motorizzati che permettono la maf automatica ( megadap e techart tzm-02 ) quest'ultimi dal costo importante.

Qualcuno ha esperienze o consigli concreti riguardo questi ultimi..? Valgono quello che costano ? sono realmente efficaci ? o se ne può tranquillamente fare a meno..?
Thanks :-P




avatarsenior
inviato il 05 Luglio 2023 ore 7:25

io sin dall'inizio ho usato con Z7 il 21 e 28 zeiss biogon, per entrambi è sufficiente un comune adattatore, hanno funzionato tutti bene.

Con Voigtlander 50 1.2 e Leica elmarit 90 2.8 uso un Megdap.
Costa caro ma essendo distribuito in Italia dalla Nital, usufruisce della relativa assistenza. Esiste anche una recensione di un noto testimonial della Nikon, che ovviamente ne esalta le qualità ma non ne rileva i difetti.

Il mio, dopo un passaggio in assistenza, funziona benino e ha il merito di mettere a fuoco con una discreta precisione. Ovviamente, si tratta di una maf "lenta" e quindi adatta a soggetti fermi o poco mobili (modelle in posa, paesaggi, ec.ec.). Inoltre, talvolta la MAF deve essere aiutata con un iniziale avvicinamento manuale al punto di fuoco prima di lasciare fare all'automatismo, altrimenti questo gira a vuoto.
Ovviamente fauna e sport sono esclusi; per la street è maglio lavorare in iperfocale.
Nel settaggio della mia Nikon, la macchina non scatta se il megdap non mette a fuoco, questo preclude il ricorso alla messa a fuoco manuale e può essere un grave difetto quando la maf automatica non è possibile (ad es. per mancanza di luce o di contrasto). Forse si può risolvere con diversi settari della fotocamera.

Non sono aggiornato sull'effettivo possibilità di eseguire aggiornamenti del firmware.





Questa è una foto realizzata con il Megdap e il Voigt 50 1.2 alla massima apertura

avatarsenior
inviato il 05 Luglio 2023 ore 8:33

Qualcuno ha esperienze o consigli concreti riguardo questi ultimi..? Valgono quello che costano ? sono realmente efficaci ? o se ne può tranquillamente fare a meno..?


Ho da qualche tempo il Techart Pro 9 per Sony (seconda versione che dovrebbe garantire più stabilità nel tempo) e fa quello che deve fare: funziona in AF-S, AF-C e riconoscimento occhio (e probabilmente con altre modalità AF della fotocamera, ma non ho provato) con ottima precisione e percentuale di scatti a fuoco. Non aspettarti però la stessa velocità di un obiettivo AF ultima generazione. Preso per usarlo con obiettivi a fuoco manuale Nikon ed M42 con altro adattatore in cascata, per non avere ulteriore spessore ho iniziato a prendere qualche obiettivo con attacco Leica M o M39. Lo ricomprerei.

Questa è con Leica 90mm f/4 e modalità riconoscimento occhio; con fuoco manuale riuscivo ad avere una tale precisione di messa a fuoco una foto su 10, adesso ne sbaglio una su 10.






avatarsenior
inviato il 05 Luglio 2023 ore 8:36

Il mio, dopo un passaggio in assistenza, funziona benino e ha il merito di mettere a fuoco con una discreta precisione. Ovviamente, si tratta di una maf "lenta" e quindi adatta a soggetti fermi o poco mobili (modelle in posa, paesaggi, ec.ec.). Inoltre, talvolta la MAF deve essere aiutata con un iniziale avvicinamento manuale al punto di fuoco prima di lasciare fare all'automatismo, altrimenti questo gira a vuoto.


Ecco, leggendo la tua descrizione io questo lo considero una porcheria che va e non va.
Inoltre "costa caro" ... insomma, da evitare.

avatarsenior
inviato il 05 Luglio 2023 ore 8:44

Come detto, ogni cosa ha la sua funzione e utilità per uno scopo ed è inutile per altri.

Non sarei stato in grado di scattare la foto che ho postato senza il megdap (solo un professionista giovane con un'ottima vista riesce a mettere a fuoco manualmente a 1.2) ... la foto, oltre E.P. su Juza, ha avuto numerosi riconoscimenti in concorsi internazionali. Personalmente non posso certo condividere "da evitare", anzi è molto utile se si sa esattamente cosa si compra e la sua compatibilità con l'uso che se ne vuole fare .

Per fare un esempio, per fotografare le maschere del Carnevale di Venezia, che in genere posano volentieri in posizione statica è ottimo e consente di usare il diaframma 1.2. Poi è ovviamente possibile ottenere risultati molto simili, e anche migliori, con il 50 1.2 della Z (ma costa più del doppio e pesa il triplo) o simili con Af-s 85 1.4 attacco F e FTZ; i risultati ottenibili nelle stessa situazione con 85 1.8 Z presentano invece differenze nello sfocato che per me sono significative, anche se per altri possono non essere rilevanti. Le cromie ottenibili invece con un Leica 90 e Megdap sono significativamente diverse, ciò non vuol dire che sono migliori, ma che per alcuni sono preferibili . Poi ovviamente, se potessi, mi piacerebbe avere tutti gli obiettivi che ho nominato (e non solo alcuni) e utilizzare di volta in volta quello più adeguato al tipo di foto che voglio scattare.

Per il ritratto, la mia focale preferita è sempre stato il 135 ... con le Z posso rinunciarci o utilizzare il 70/200 (con peso e ingombro conseguente) ... se però ne posso utilizzarne uno di altra marca efficacemente con un adattatore, certamente non mi pongo il problema di quale marca sia.

avatarsenior
inviato il 05 Luglio 2023 ore 9:48

In un mondo ideale esisterebbe una "baionetta standard" e tutti i produttori di fotocamere ed ottiche si adeguerebbero e tutti i componenti sarebbero intercambiabili.


quello è il mondo m43 MrGreen




per il resto ben vengano gli adattatori e gli accrocchi. ma bisogna spiegare ai novizi che come per le ottiche di terze parti non originali ci sono dei rischi quando si entra in questi prodotti: rischio di non compatibilità futura, rischio che i risultatati siano subottimali perchè non sono specificamente ingegnerizzati, rischio che il prodotto di terze parti dopo pochi anni sia obsoleto e inrivendibile, rischio che marchi di terze parti non abbiano standard e qualità produttiva adeguata e altri problemi ancora, come garanzie, esportazione, importatori strani etc etc
se uno considera tutte queste eventualità e le bilancia con il costo, allora fa una scelta consapevole e ne beneficerà

io rimango dell'umile pensiero che già con i prodotti standard di case che hanno 100 anni di esperienza a volte c'è il rischio di problemi... e quindi preferisco non accrocchiare a meno che non sia l'unica soluzione possibile
e sono contento che oggi uso fotocamere del 1995 canon con le ultime lenti canon prodotte pochi anni fa e addirittura mi funziona il focus by wire e stabilizzatore. quindi alla fine sono soldi bene spesi. ma ovviamente ci sono casi in cui questo potrebbe non funzionare. per esempio con le lenti af (senza motore interno) da nikon f a nikon z.

mio pensiero da fotoamatore

avatarsenior
inviato il 05 Luglio 2023 ore 10:28

Gli adattatori sono una manna dal cielo sopratutto per i fotografi amatori, perché i professioni alla fine avranno anche più corredi completi di più marchi, se lo fai per professione probabilmente puoi permetterti di spendere di più nel settore.


No, su 4 amici fotografi di professione di cui conosco l'attrezzatura almeno 3 hanno adattatori, con me siamo 4 su 5.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 240000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve una commissione in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me