RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Vivo 50h in macchina challenge


  1. Forum
  2. »
  3. Tema Libero
  4. » Vivo 50h in macchina challenge





avatarsenior
inviato il 17 Giugno 2023 ore 8:35

Domanda: Uno che vive 50h in macchina, gira a velocità folle in folle in città, combina un disastro e la morte di un bimbo di 5 anni, continua a creare e inviare video sul luogo dell'incidente non rendendosi conto di quello che ha fatto, quando sarà "grande" ammesso lo diventi, cosa può dare a questa società?Eeeek!!!

Domanda due: Le orde di (non so come definirli) che seguono in centinaia di migliaia questi canali esaltandosi in modo folle cosa potranno dare a questa società?Eeeek!!!

avatarsupporter
inviato il 17 Giugno 2023 ore 9:07

li chiamano anche generazione z......cioe' coloro i quali (soprattutto i giovani ma non solo) nascono anziche' col biberon con l'ultimo modello di smartphone e sviluppano la loro demenza (non sviluppo del cervello) con i social e le realta' virtuali di internet.....non e' che i genitori manchino ma spesso sono della stessa "specie" dei loro stessi figli es.: come fai a far capire a tuo figlio che ben altre sono le cose importanti della vita se a tua volta passi la maggior tempo libero a tua disposizione con lo smartphone? per poi non parlare della quasi totale di mancanza di dialogo con il proprio figlio....

avatarsenior
inviato il 17 Giugno 2023 ore 10:49

Questo argomento è destinato ad essere chiuso.

avatarsenior
inviato il 17 Giugno 2023 ore 11:18

Loro sono scemi ( visto cosa è successo è quasi un complimento)
I loro genitori ancora piu' scemi.
Ma il vero problema sono I 24.000 follower che si sono aggiunti dopo questo drammatico episodio.

PS: penso che l'unica pena esemplare sarebbe il divieto assoluto di usare uno smartphone per 20 anni.



avatarsenior
inviato il 17 Giugno 2023 ore 13:05

Questo argomento è destinato ad essere chiuso.


Dici che è meglio non discuterne e andare avanti convincendo tutti che son ragazzi ed è tutto nella norma?

Spero tanto di no.Confuso


Il vero problema non è questo caso anche se tragico ma l'ampia diffusione del fenomeno con una alta potenzialità che questi fatti accadano sempre più spesso,

il pericolo viene da quelli che eseguono queste azioni ma pure dall'infinità di persone giovani che si fanno soggiogare da tutto questo, quello che mi spaventa è che molti si buttano dentro questo modo di vivere per non sentirsi esclusi ed emarginati dai branchi,

io vedo sempre più spesso giovani che girano e attraversano strade con le cuffiette e completamente ipnotizzati dal telefono isolati completamente da quello che succede attorno, il bisogno di partecipare e farsi vedere presenti in questi contesti social è la peggiore delle droghe,

ai miei tempi di gioventù e quindi mezzo secolo secco fa il massimo del social/trasgressivo era sotto una pianta al parco con chitarra, amici, una canna racimolata dietro colletta e qualche birra,

risultato: niente violenze, niente corse in macchina ( costava cara, era scassata e soldi per la benzina pochi ), al massimo subivi la fame chimica.

Quello che succede oggi, di notte, nelle scuole, nelle teste di tanti giovani è migliore di quello che succedeva una volta?

avatarsenior
inviato il 17 Giugno 2023 ore 13:14

Mi ricorda Lo sciacallo (Nightcrawler).

avatarsenior
inviato il 17 Giugno 2023 ore 14:20

Sui vari social stanno già arrivando gli amici dei borderline che ci ammoniscono per i messaggi di protesta e insulti immessi sulla rete a carico degli occupanti della Lamborghini.

Alcuni ci correggono dicendo che non volevano guidare per 50 ore ma viverci, altri che non dobbiamo commentare perché con il fatto tante vite sono già state distrutte, ovviamente le aggiunte a quella persa di Manuel e della tragedia che ha colpito i suoi genitori e famigliari sarebbero a carico di chi ha causato la tragedia, "poverini",

altri affermano che è stato un fatto come tanti altri successi su tante altre strade,

dopo questo direi che per questi "difensori" io offrirei solo la scelta con quali scarpe ricevere un buon quantitativo di calci in culo e radiazione da qualsiasi mezzo di comunicazione.

avatarsenior
inviato il 17 Giugno 2023 ore 14:20

Mi capita di condividere lo spazio della "pausa caffè" sul luogo di lavoro con de-ficienti che hanno il cellulare con volume al massimo e guardano tre-quattro-cinque volte un mini filmato con qualcuno che fa scemenze... e ridono 'sti trogloditi... come parte il video so già come va a finire (ripetizione su ripetizione) quindi mi alzo e me ne vado.
Per certe cose sono veramente tempi di m...a

avatarsupporter
inviato il 17 Giugno 2023 ore 16:25

Due cose : il f ar a b u t t o che riprendeva gli attimi concitati poco dopo l'incidente credo non si renda conto della fortuna che ha avuto dato che gli astanti non si sono accorti di ciò che faceva e che era uno di quelli della macchina, perché diversamente se lo sarebbero mangiato .
E , due , spero solo che li facciano piangere , tutti e quattro o cinque che fossero , anche se su questo ho i miei dubbi .
Per il resto , non ho più parole , certe cose per me travalicano la possibilità di qualunque considerazione o discorso.

avatarsupporter
inviato il 17 Giugno 2023 ore 17:06

non voglio difenderli, ma guardate che l'odio che stanno subendo sui social e l'altra faccia della medaglia del loro successo, adesso é un proliferare di commenti sul condannare e insultare questi ragazzi, ci scommetto le palle che sono gli stessi che guardavano quei video e mettevano i like

non sono i giovani ad essere sbagliati, e questa societa moralista e ip0crita plasmata dai social che mi fa vomitare

avatarsupporter
inviato il 17 Giugno 2023 ore 17:26

La società ? È sempre colpa della "società " ? La "società non è un concetto astratto, la società è "anche" quei giovani , i loro genitori e , purtroppo , anche quei migliaia (o milioni) di sballati che li seguono e magari li imitano per non parlare di coloro che , chissà come , riescono quasi a giustificarli !

avatarsupporter
inviato il 17 Giugno 2023 ore 17:42

nessuno li giustifica per aver continuato a riprendere e nemmeno voglio difenderli, ma posso dire che trovo l'odio nei loro confronti malsano, alla fine é un incidente stradale, una distrazione puo capitare a tutti me per primo, perche nessuno guida sempre concentrato, a volte si mangia, si parla al telefono, si ascolta la musica e si va veloci ben oltre il limite, nessuno se guida puo dirsi immune da questi comportamenti

avatarsupporter
inviato il 17 Giugno 2023 ore 18:38

Con tutto il rispetto e senza alcuna intenzione polemica , mi permetto di dissentire totalmente : a parte il fatto che esiste un codice della strada che andrebbe rispettato e che non prevede di mangiare mentre si guida e disciplina con precisione l'utilizzo del telefono oltre che dei limiti di velocità , nella fattispecie la situazione NON è di quelle che si possono ascrivere a un normale contesto automobilistico (posto che anche in un normale contesto automobilistico quando si arriva a provocare delle vittime credo si vada ben al di là della sfortunata disattenzione o fatalità!) .
Persino chi della guida fa un mestiere, come i camionisti o i conducenti di autobus , hanno limiti di tempo/guida ben precisi e CINQUANTA ore consecutive di guida sono una follia che non è giustificabile in alcun modo , tanto più a quelle velocità , è un giocare con la vita propria (liberissimi di farlo) ma anche con quella degli altri e questo NON è una banale disattenzione , è un crimine e la leggerezza e la agghiacciante noncuranza della vita propria e altrui è dimostrata , se mai ve ne fosse bisogno , dall'inqualificabile comportamento del teppista (e sono ancora magnanimo) che riprendeva la scena del misfatto , incurante della tragedia e del lutto provocato .
Dire perciò che è un qualcosa che può capitare a chiunque è voler capovolgere la realtà e spingere ancora un po' più in là il limite tra ciò che è lecito e ciò che non lo è.

avatarjunior
inviato il 17 Giugno 2023 ore 19:24

In Italia e tutto super normato, ed esistono norme a volte molto stupide per qualunque cosa.
Si pretende di normare qualunque aspetto della vita quotidiana e non ci rendiamo conto che tante norme in realtà stanno ottenendo l'effetto opposto tanto sono talmente tante che alla fine nemmeno si applicano.
Sarebbe utile tornare al buon vecchio buon senso ma lo vedo impossibile.

avatarjunior
inviato il 17 Giugno 2023 ore 19:34

Qualcuno dove essersi s-copato il proprio cervello lo ha cacat-o partorendo le minkiate che scrive.



Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve una commissione in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me