RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

curvatura di campo, 50mm e amici su M e FE.


  1. Forum
  2. »
  3. Obiettivi
  4. » curvatura di campo, 50mm e amici su M e FE.





avatarsenior
inviato il 07 Agosto 2022 ore 19:04

Apro questo per dare indicazioni tecniche abbastanza importanti e non sempre visibili riguardo la curvatura di campo e di come varia a seconda di dove si montano i vetri.

Ho avuto la possibilita' di provare la CDC di tre dei miei vetri su due corpi, Sony e Leica M e i risultati sono la sintesi di quanto visto in anni, sembra quasi sia IL TEST DEFINITIVO per quanto riguarda adattamenti e rese ai bordi ma non solo, anche sfocato e comportamento della lente.
Fonte del test, Roger Cicala di Lensrentals.
www.lensrentals.com/blog/2016/09/fun-with-field-of-focus-part-1/

Ho fatto il test davanti casa, su un prato inclinato e quindi la pendenza a destra e' normale e non un difetto del test.
Fuoco a 3 m.
Le prove sono da TA, mezzo stop e poi di uno stop fino a f16.

Parto da Sony, perche' in genere siu adattano su Sony le lenti Leica M...

Sony- Voigtlander 40 1.2





Vedete i bordi andare via?
Lo stesso vetro su Leica M

Leica M - Voigtlander 40 1.2





ed e' palese come la differenza si enorme a TA per adattarsi chiudendo; non una UWA ma l'impatto c'e' fra i due sistemi e la curvatura rimane una caratteristica della lente.

Sony - Noxlux 50 1.1..





qua la discesa conta ma anche la lente non perfettamente allineata, guardate cosa mi combina e come si comporta..

Leica M - Noxlux 50 1.1





qua e' palese che i cinesi han lavorato a meta' per rendere il vetro pari su Sony, Leica o altri sistemi, comportamento IDENTICO.

Sony - Voigtlander 28 2 ii





Leica M - Voigtlander 28 2ii





e qua c'e il mondo di differenza, wide ottimizzato su M che a TA spacca ai bordi, che su Sony pareggia da f8 in poi...

a voi ;-)





avatarsenior
inviato il 07 Agosto 2022 ore 20:00

Eeeek!!!
non pensavo fosse così evidente il comportamento di una stessa lente su corpi di marchi diversi.
Nell' esempio che posti del Voigt 40 f1.2, mi viene in mente la resa a TA che ho avuto sulla R a proposito del fratello 40 f1.4, ovvero una CDC obliqua....

avatarsenior
inviato il 07 Agosto 2022 ore 20:05

Da cosa può dipendere, dall' adattatore che magari non è perfettamente piano?
edit: differenze di tolleranze di micron?

avatarsenior
inviato il 07 Agosto 2022 ore 20:37

Confermo sull'adattatore (che sia chiaro e' un Voigtlander close focus da 250 sterline), ma a parte quel poco dell'adattatore (su i due voigt su Sony) c'e' anche sul noxlux sia su Sony che Leica.

Quindi da un lato adattatore, dall'altro lente disassata.

Notare cmq adattatore o no, i bordi...


Sotto i 50 le lenti NON RENDONO per come son fatte se M e adattate ad altri corpi.
Solo le ultime cinesate sembrano essere fatte a meta'.. e rendono quasi ugualmente.

avatarsenior
inviato il 07 Agosto 2022 ore 21:51

Non è una questione di cinese o no.
È una scelta di design dello schema ottico.
Storicamente leica ha usato pupille di uscita molto piccole, anche sul sistema r, così canon per gli fd.
Più la pupilla di uscita è "corta", più i raggi arrivano inclinati sul sensore, più lo spessore del vetro proteggi sensore diventa critico.
Canon, visto che sul sistema eos digitale ha variato lo stack tra meno di 1mm e 3mm, si è trovata con lenti che andavano a meraviglia con alcuni corpi (es il 24-70/2.8 mk1 con la 1ds1) e che facevano schifo ai bordi con altri (5d2 in poi).
Per risolvere il casino che hanno fatto, hanno poi usato schemi retrofocus anche sui normali e i mediotele.
Questo lo si è pagato in lunghezza delle ottiche. Vedi il 16-35/2.8 mk3 che è lunghissimo.
Su rf hanno seguito sony nel fissare lo spessore del filtro e usare schemi con pupille di uscita "corte" per ridurre le dimensioni al massimo.
Leica, all'epoca del film, per miniaturizzare, usava schemi tele anche sui normali.
Un esempio è il tele-elmarit, bellissimo su film e inguardabile su sony. Visto dal sensore è come un 38mm.
Lo schema tele non vuole dire ottica lunga, ma ottica che ha una pupilla di uscita più corta della focale. Da li i tele-arton, tele-xenar, tele-elmarit. L'esatto opposto dei distagon retrofocus.
Il 50/1.2 ef ha una pupilla di uscita di oltre 100mm, il noctilux attuale credo di 36mm.

avatarsenior
inviato il 07 Agosto 2022 ore 21:53

Quasi tutti grandangoli per film e i luminosi per film fanno schifo su digitale (anche 1-1.2mm di vetro danno fastidio) e li si pensa scarsi perché non si ha mai comparato una dia a una foto.
Caso classico l 50/1.4 ef, valido su film e discutibile in digitale.

avatarsenior
inviato il 07 Agosto 2022 ore 22:41

Impressionante la differenza del 28 F2... Non ho mai provato il 25 biogon ma immagino che la sarebbe stato un massacro ...

avatarsenior
inviato il 07 Agosto 2022 ore 22:51

Quasi tutti grandangoli per film e i luminosi per film fanno schifo su digitale (anche 1-1.2mm di vetro danno fastidio) e li si pensa scarsi perché non si ha mai comparato una dia a una foto.


Non ho mai provato i vecchi grandangolari su pellicola o diapositiva, li uso su digitale e chiusi ad f/8/11 generalmente sono sufficientemente nitidi anche agli angoli.

Chiedo a chi li ha usati su pellicola, vanno proprio tanto meglio?

A giudicare dai vecchi test MTF effettuati su pellicola che si trovano in questo sito

www.photodo.com/lens/Nikon-24mm-f2-193/images
www.photodo.com/lens/Nikon-24mm-f28-195/images
www.photodo.com/lens/Leica-SummicronM-35mm-f2-870/images

e su riviste cartacee tipo Tutti Fotografi, sembrerebbe che avessero grossi problemi fuori dal centro con calo dei valori MTF e forte astigmatismo, anche ad f/8.

Non è che ai tempi della pellicola erano pochissimi quelli che analizzavano il negativo al microscopio ed invece adesso tutti controllano gli angoli al 100% a TA di immagini fatte con sensori da oltre 40MP?

avatarsenior
inviato il 08 Agosto 2022 ore 11:23

Può essere una spiegazione Rolubich se dacevi negativi per accorgersi dovevi fare un bel ingrandimento ma se usavi diapositiva proiettavi anche 1 metro per 1,5 e lì difficile che le magagne non saltassero fuori

avatarsenior
inviato il 08 Agosto 2022 ore 11:39

magagne non saltassero fuori


E generalmente saltava fuori qualche carenza od erano perfetti anche agli angoli?

I grafici MTF che ho linkato hanno andamenti che dimostrano diversi difetti.

D'altra parte non è semplice fare buoni grandangolari adesso, figuriamoci qualche decennio fa.


avatarsenior
inviato il 08 Agosto 2022 ore 12:04

Gli mtf del 20/2.8 canon sono comparabili a quelli dell'85/1.8.
www.the-digital-picture.com/Reviews/MTF.aspx?Lens=244&FLI=0&LensComp=1
Su film a ta sono paragonabili, il 20 un pò meglio chiuso.
Il primo in digitale l'85 va decentemente e il 20 è inguardabile.
Idem l'ef 50/1.4 che ha una aberrazione cromatica e un glow mostruoso a 1.4. Su film è più secco e con uno sfocato più dolce.
Analogamente i pentax, dove il 15/3.5 e il 20/2.8 erano già discreti a ta. Per avere sia gli angoli che il centro all'infinito a ta devi chiudere ad almeno f/11.
E non ditemi che oggi si ingrandisce di più, perché una dia perdona molto meno di uno schermo. (Ca laterale, vignettatura, distorsione, morbidezza)

avatarsenior
inviato il 08 Agosto 2022 ore 12:09

Chi parla di qualità incontrollabile su film non conosce le diapositive.

Io per quanto mi riguarda posso solo confermare il cambiamento di alcuni vetri fra 5dii e 1ds2 pensando che le 1d fossero fatte in una fabbrica diversa per come rendevano meglio...

avatarsenior
inviato il 08 Agosto 2022 ore 12:31

Gli mtf del 20/2.8 canon sono comparabili a quelli dell'85/1.8.


Gli MTF che hai riportato sono ricavati da banco ottico, quindi rappresentano il comportamento su pellicola.

Io vedo, per il 20mm, un calo notevole ai bordi con contrasto che cade sotto il 20% (limite di visibilità) per le curve a 40/50lp/mm (quando un 42MP ne ha 110), con un'astigmatismo notevole più o meno fuori dalla zona APS-C.

Non voglio dire che il sensore non peggiori le cose, ma non è che ogni difetto (caduta di nitidezza ai bordi, astigmatismo, curvatura di campo) che riscontriamo usando i vecchi grandangolari sui sensori sia dovuto solo al filtro davanti al sensore, un importante contributo lo dà anche l'obiettivo in sé.

avatarsenior
inviato il 08 Agosto 2022 ore 13:20

Gli ef 20/2.8 e 85/1.8 sono nati prima del digitale.

Per le lenti pensate per il digitale aggiungono un vetro di spessore e indice di rifrazione congruo.
Altrimenti gli mtf sarebbero inguardabili, almeno sotto i 100mm.
Tra il 1.5mm di spessore della 5d1, il 1.0 mm della 1ds2 e i 2.2mm della 5d2 ci passa tanta differenza.
Credo che la prima 1ds avesse un filtro da 0.5-0.6mm o giù di li.

avatarsenior
inviato il 08 Agosto 2022 ore 14:34

Credo che uno dei campioni della curvatura di campo sia il mio Distagon ZF2 25 F/2,8, nel bene e nel male. Non so perché, ma con me è più intollerante a F/5,6 che a F/2,8. A F/2,8 sembra che al centro sia migliore in un'area più ampia che non a F/5,6. Boh, forse è dovuto a me più che che a lui. Peraltro non ha focus shift. C'è anche il fatto che la ghiera di messa a fuoco ha la graduazione e lo stop oltre la distanza minima dichiarata, e probabilmente questo mi ha fregato più di una volta, ora cerco di non andare comunque più vicino di 17 cm.
Si capisce che non ho mai fatto prove?

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 224000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me