RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Avvicinarsi alla macrofotografia


  1. Forum
  2. »
  3. Obiettivi
  4. » Avvicinarsi alla macrofotografia





avatarjunior
inviato il 25 Luglio 2022 ore 20:57

Ciao :)

sono sempre stato affascinato dalle foto super dettagliate degli insetti e mi piacerebbe farle, richiederà tempo per imparare ma voglio cimentarmi.

uno modo per iniziare è usando un anello per collegare l'obbiettivo al contrario:
it.aliexpress.com/item/32875955821.html?spm=a2g0o.cart.0.0.148d18fcDaB

altrimenti quale obbiettivo usato moderno sarebbe da considerare per iniziare e vedere come va?

avatarjunior
inviato il 25 Luglio 2022 ore 21:29

Attenzione che con un anello invertitore che non trasmette i diaframmi gli obiettivi senza ghiera dei diaframmi li potresti utilizzare solo a tutta apertura che non è il caso, se lo dovessi usare con un obiettivo con ghiera dei diaframmi ricorda che più chiuderai il diaframma e più diventerà buio il mirino (un obiettivo fisso invertito comunque avrà un singolo rapporto di riproduzione ad una data distanza dal sensore, su una reflex senza tubi di prolunga si ha circa un rapporto di 1:1 con un 50mm, maggiori con lenti più corte e minori con lenti più lunghe).

Come macro usati per Canon ce ne sono parecchi, visto che vuoi fotografare insetti ti consiglierei un macro abbastanza lungo direi 100mm in modo da poter stare più distante dal soggetto e non spaventarlo, volendo anche 180mm che ti consentirebbero di stare ancora più distante ma saranno più grandi e pesanti e pure più cari, puoi guardare tra gli usati i Canon 100mm ed i vari universali in attacco Canon come Sigma 105mm, Tamron 90mm (questi 2 certamente i compatibili più comuni) e Tokina 100mm tra quelli autofocus e se il fuoco automatico non ti serve anche il Samyang 100mm e se dovessi trovarlo usato soprattutto il Laowa 100mm che ti permetterebbe di arrivare fino ad un rapporto di 2:1 invece del classico 1:1.

avatarsenior
inviato il 25 Luglio 2022 ore 21:35

Anni fa iniziai a fare macro con aps-c + tele 55-250mm al quale ci tenevo montato il Raynox DCR-250 da 8 diottrie.
Un paio di esempi: www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=2265805
www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=1734082

avatarsupporter
inviato il 25 Luglio 2022 ore 21:46

Belle Roy

avatarsenior
inviato il 25 Luglio 2022 ore 22:01

Grazie Raffaele. Credo esistano altri sistemi più o meno economici per cimentarsi nella fotografia macro, tipo i tubi di prolunga che però non ho mai provato. Mi sono trovato molto bene col citato Raynox DCR-250 al punto che, nonostante abbia nel tempo comprato un obiettivo macro dedicato, lo conservo ancora quando voglio ottenere ingrandimenti di quasi 2:1 montato sul 100mm macro (esattamente 1,8:1). Costa poco e ci si diverte.

avatarsupporter
inviato il 25 Luglio 2022 ore 22:04

E ci credo Roy, quando sono in vena di macro utilizzo anche io il Raynox sia 250 che 150

avatarsenior
inviato il 25 Luglio 2022 ore 22:20

Tamron 90, si trova usato a buon prezzo ed è superiore al canon 100, come nitidezza, test MTF.

avatarsenior
inviato il 25 Luglio 2022 ore 22:28

Io ho speso un sacco di soldi, e non faccio neppure insetti ma solo close up di fiori e dettagli di fiori, a volte effettivamente macro di particolari di fiori.

Valuta che ti serve un treppiede almeno decente (ne butto lì due: Manfrotto 190 oppure Manfrotto 055, usati si portano a casa con un centinaio di Euro, non sono leggeri ma sono prodotti molto validi), una testa almeno decente (meglio se a movimenti separati e precisi, l'ideale è una micrometrica: Manfrotto 410).

Obiettivo macro: per fare insetti l'ideale è un 180mm, ti permette di stare più lontano dal soggetto e sfuoca di più lo sfondo). Io ho sia il Canon 100L che il Sigma 180 f3.5.
Il primo costa un sacco e non è migliore del modello precedente (Canon 100 macro USM, si trova sui 300 Euro, l'ho avuto e mi sono pentito di avere buttato soldi per fare il cambio). Il secondo si trova usato sui 350-400 Euro.
Sono entrambi bei giocattoli che permettono foto magnifiche.
Il Canon ha colori più vivi, il Sigma è più spento.
Tutto risolvibile in post, ma è una cosa in più da fare.

Poi possono servire un po' di aggeggi vari: pannelli riflettenti e pannelli da usare come sfondo, flash macro (ma non sono banali da usare, infatti io non sono capace, li ho ma non li so usare ...).

In passato ho provato anche ad usare un TC 1.4 sul Canon 100 Macro USM (era un TC Kenko, se ricordo bene il TC Canon non si monta su questo obiettivo)

In generale gli obiettivi macro sono tutti molto buoni, la discriminante è la lunghezza focale, più è "lungo" più puoi stare lontano dal soggetto a parità di ingrandimento.

Non ho mai provato gli obiettivi specialistici, tipo l'MPE 65mm, o i vari ultra-macro per esempio di Laowa, e non so dirtene nulla.

avatarsenior
inviato il 25 Luglio 2022 ore 22:37

"In generale gli obiettivi macro sono tutti molto buoni"

Mi hai tolto le parole dalla bocca.

avatarsenior
inviato il 25 Luglio 2022 ore 23:21

Non so quanto ti sia informato per la macrofotografia, quindi forse scriverò cose che sai già.

La profondità di campo è molto ridotta, quindi se vorrai fare uno scatto singolo dovrai tenere il soggetto parallelo al sensore e più ti avvinicenrai al soggetto e maggiori saranno gli ingrandimenti più la profodità di campo si ridurrà.
Per fare foto in cui tutto è a fuoco bisogna usare la tecnica del focus stacking, quindi ti servirà una slitta micrometrica oltre al treppiedi ed ad un soggetto che rimanga ben fermo.

Attenzione al vento, un minima brezza può spostare enormemente il soggetto se si trova su un filo d'erba, una foglia, un fiore, una spiga... etc. etc. Il vento oltre a muovere enormemente il soggetto (a seconda se il soggetto sarà un insetto, un ragno, un fiore...) e/o il suo posatoio renderà sffocato il soggetto, poiché te lo sposterà da dove avrai fatto cadere la messa a fuoco.

Suggerisco anche questo video (basta cliccare su "Guarda su Youtube):


avatarjunior
inviato il 26 Luglio 2022 ore 0:34

Venus laowa 65mm

avatarsenior
inviato il 26 Luglio 2022 ore 0:58

Io mi orienterei sul Sigma 105 usato, costa poco e otticamente vale (come tutti i macro, come ricordato dagli altri). Sulla tua apsc "vede" come un 170mm, quindi ottimo, anche se io con questa focale mi trovo bene pure su FF figurati.
Ha un autofocus/stabilizzatore che sembrano il trattore di mio nonno, tanto ronzano, ma chissene, è fatto così e funziona.
Io personalmente amo alla follia il mio Canon 100 2.8 USM (non il serie L insomma, è quello cha ha suggerito Alvar e che poi si è pentito di aver venduto), ma mi rendo conto che quello comporta un altro tipo di spesa in confronto al Sigma 105 usato e non ho capito sin dove potresti spingerti in tal senso.

Il meno che potresti spendere, senza invertire la lente, è usando i tubi di prolunga coi contatti su un cinquantino, io mi son divertito anche in quel modo:



(ma per insetti se non sono morti o davvero davvero fermi la vedo dura)

avatarsenior
inviato il 26 Luglio 2022 ore 7:56

Rosssiiii - considera che il super dettaglio che trovi nelle fotografie di insetti, e che tu tanto aneli, almeno al 90% è dovuto alla post produzione!

avatarsenior
inviato il 26 Luglio 2022 ore 8:03

No Paolo, te lo assicuro. A meno di focus stacking, il 90% di dettaglio, almeno nella mia esperienza, si ottiene in fase di scatto. Forse perché non sono bravo io in post produzione.

avatarsenior
inviato il 26 Luglio 2022 ore 8:21

Beh se intende il focus stacking come post produzione (anche se non lo è in senso proprio stretto) potete avere ragione entrambi. MrGreen

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 223000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me