RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Iniziare con lo smartphone?


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Iniziare con lo smartphone?





avatarsenior
inviato il 22 Luglio 2022 ore 12:11

In genere quando qualcuno chiede consiglio su come fare per approcciarsi alla fotografia c'è chi consiglia una reflex, chi una ML, chi dice FF chi dice M4/3, chi dice di partire dall'analogico, tutti abbastanza concordi nel fatto che sia meglio avere una fotocamera che si possa regolare anche manualmente, il che permette di capire le basi tecniche del fotografare, di solito sono consigliate le ottiche intercambiabili eccetera eccetera. E per molti aspetti si può essere d'accordo.
Quasi nessuno però fa l'ovvia osservazione: beh, una fotocamera ce l'hai già in tasca, lo smartphone. Inizia con quello...
In fondo mi pare anche questa un'idea rispettabile, per vari motivi:
1) in realtà oggi tutti i ragazzini iniziano a far foto col telefono. E' un'esperienza che più o meno fanno tutti. Forse sarebbe bene che la potessero fare in modo più riflessivo, perlomeno chi vuole.
2) ci sono cose che si possono imparare anche usando solo gli automatismi: la composizione, capire in che modo la luce che cade sul soggetto lo "interpreta", valorizzandolo o rendendolo banale, imparare ad andare nei posti giusti e nei momenti giusti se si vogliono fare belle foto e soprattutto imparare a guardarsi intorno per vedere (vedere per davvero) tutte le meraviglie che quotidianamente ci cascano sott'occhio.
3) oggi anche lo smartphone consente un minimo di regolazioni manuali quindi ci si può addentrare anche un pochino nella parte tecnica
4) il fatto di usare gli automatismi potrebbe perfino essere un aiuto che ci consente di concentrarci su alcuni aspetti della fotografia che in realtà sono i più importanti, e cioè pensare all'immagine che si vuole senza preoccuparsi di altro.

Mi è venuto in mente questo perché noto che molti utilizzatori di smartphone dimostrano di avere un "occhio fotografico" ben sviluppato.
Se chi vuole iniziare a fotografare come prima cosa cercasse di avvicinarsi alle opere dei grandi fotografi e si leggesse magari qualche libro che aiuti a capirle, il tutto condito da una ricognizione su tutta la storia dell'arte per capire come si sono realizzate le immagini nella storia dell'uomo e solo in seconda battuta si addentrasse nella conoscenza del mezzo tecnico non sarebbe forse meglio?

Una volta questo era impossibile: per fare una foto che fosse semplicemente a fuoco e non dico ben esposta ma comunque leggibile usando una fotocamera analogica manuale bisognava capirci qualcosa, anche solo sommariamente, di tempi, diaframmi, misurazione della luce, sensibilità della pellicola. Tutte cose sacrosante ma che finivano, soprattutto agli inizi, per distrarre dalle cose principali: cosa sto fotografando? Perché lo voglio fotografare? In che modo è meglio fotografare questo soggetto?
Oggi invece è possibile provare a fotografare lo stesso soggetto da posizioni e distanze diverse, con illuminzazione diversa, senza dover pensare ad altro che a guardare e scattare.
Dopo di che si può anche prendere il file e provare, con un qualsiasi programmino di fotoritocco, a ritagliare lo scatto in dimensioni e proporzioni differenti, smanettare saturazione, luminosità, contrasto e WB. Tutte cose della fotografia che oggi si possono anche fare, volendo, prima ancora di comprarsi una fotocamera. Una figata, no?

Poi ovviamente verrà magari voglia di fare cose che si sono viste sulle foto fatte da altri e che non si riescono a fare col telefono, e da lì partirà poi tutto lo studio della tecnica. O magari no, e nasceranno (ma credo ci siano già) gli artisti dello smartphone. Una figata pure questa, non vi pare?

avatarsenior
inviato il 22 Luglio 2022 ore 15:01

Tempo fa al mio gruppo fotografico si faceva il classico corso base.
Si partiva pian piano a spiegare i vari tecnicismi, si spiegava come controllare la macchina per arrivare al desiderato e solo alla fine si faceva una lezione tutta dedicata alla composizione.
Ecco sinceramente ora partirei al contrario, partirei da li in modo che chiunque con qualunque mezzo può avere subito un miglioramento e sinceramente lo farei cercando di mostrare fotografie non solo "tecniche", ma con un concetto al loro interno in modo da spronare a pensare chi inizia
Qualche anno fa il mio stampatore insieme al fotografo Raul Iacometti aveva organizzato un corso di fotografia con il cellulare, all'epoca lo sottovalutai, ma nella realtà usando un mezzo che tutti abbiamo fece un corso molto legato sia all'estetica che alla comunicazione dello scatto obbligando tutti a smuovere il cervello e andare oltre il punta e scatta

avatarsenior
inviato il 22 Luglio 2022 ore 19:14

Si partiva pian piano a spiegare i vari tecnicismi, si spiegava come controllare la macchina per arrivare al desiderato e solo alla fine si faceva una lezione tutta dedicata alla composizione.
Ecco sinceramente ora partirei al contrario, partirei da li in modo che chiunque con qualunque mezzo può avere subito un miglioramento


Vedo che siamo almeno in due a pensarla così. E' già qualcosa...

avatarsenior
inviato il 22 Luglio 2022 ore 20:41

Al di là dei tecnicismi incominciare con uno smartphone potrebbe essere l'unica strada per portare la gioventù a fotografare con una macchina fotografica (tanta roba detta da me che odio i telefonini)
La cosa fondamentale in fotografia è ottenere una immagine che dica qualcosa... e purtroppo non è il mezzo che rende interessante una foto.
L'ultima delle mie tre figlie (17 anni) ha incominciato con un iPhone 4 che le ha passato la sorella più grande... Poi un'altro iPhone e adesso ha un iPhone 13... Ma le foto delle feste tra amici e per le vacanze (di recente è stata 15 gg. a Canterbury) le fa con una vecchia Sony A200 che le ho passato io.
Quindi, a mio avviso, i ragazzi (o chi comincia) sono benissimo in grado di capire le differenze tra fotografare con un cellulare o con una macchina fotografica... solo gli va dato tempo per apprezzarne le differenze.

avatarjunior
inviato il 22 Luglio 2022 ore 21:07

È un pensiero su cui riflettere effettivamente, un mio amico è rimasto affascinato dalla fotografia, la prima cosa che gli ho consigliato è stata di mettersi in gioco con il cellulare, quelli moderni permettono tante cose, e come giustamente sottolineato dal creatore del post, riducono la pressione iniziale a cui inevitabilmente va incontro un neofita, sommerso da una quantità di variabili assolutamente enorme da tenere presente per realizzare uno scatto.

avatarsenior
inviato il 22 Luglio 2022 ore 22:33

Personalmente proprio non mi riesce di usare lo smartphone al posto di una macchina fotografica ...! - detto questo, sul fatto di iniziare con lo smartphone .... sono assolutamente d'accordo - .... a patto però che l' approccio sia corretto

avatarsenior
inviato il 22 Luglio 2022 ore 22:59

Personalmente proprio non mi riesce di usare lo smartphone al posto di una macchina fotografica

Idem per me... ma penso sia normale.
Dopo più di 40 anni che porto l'occhio al mirino tenere un display a 30-40cm dal naso non mi è ne agevole ne congeniale (infatti ho faticato e poi abbandonato le prime compatte digitali)
Ma per le nuove leve non è sicuramente un problema... solo non riesco a capire come si possa comporre (correttamente) uno scatto guardando in un display che 90 volte su 100 è disturbato dalla luce che arriva alle spalle del "fotografo"...
Non mi ci abituerò mai.

avatarsenior
inviato il 23 Luglio 2022 ore 0:17

Anch'io non uso volentieri lo smartphone per fotografare, e nemmeno per fare altro: preferisco usare il pc e la fotocamera. Ma la questione è che invece così non è per le generazioni dopo la mia. Inoltre ci ha acchiappato tutti perché sostituisce decine di altri dispositivi in modo pressoché perfetto. L'unico problema è la maneggevolezza, viste le dimensioni, ma è tale la comodità di averlo sempre a portata di mano che ci si adatta. Noi migranti digitali con un po' di fatica, mentre I nativi nemmeno si pongono il problema.

avatarsenior
inviato il 23 Luglio 2022 ore 8:06

Chi fotografa col cellulare non vuole avere impicci di sorta, questo mi pare evidente.

E secondo voi uno che non vuole avere impicci di sorta domani che fa... lascia il cellulare e si compra la macchina fotografica?
E poi come fa a far vedere a tutto il mondo quello che sta facendo illudensosi così di essere LUI al centro del mondo?

Io non credo sia una buona idea e men che meno che sia una cosa fattibile... anche perché necessiterebbe di uno svolta di 180° rispetto a quello che, OGGI, è il sentire comune! Triste

E poi, parliamoci chiaro, la tecnologia digitale prima ha mangiato la fotografia chimica e ora, col cellulare, sta fagocitando se stessa Eeeek!!! e se devo essere sincero la cosa MI FA MOLTO PIACERE! ;-)

avatarsenior
inviato il 23 Luglio 2022 ore 8:34

Lo smartphone non è propriamente ergonomico, ma secondo me da molte possibilità.
Molti vedo che hanno paura del cellulare perché scoprono che tutti possono fare quel che fanno loro con l'attrezzatura fica
Ho un amico a cui hanno da poco stampato un bel libro davvero studiato e con una signora introduzione e la realtà é che ha la gran parte degli scatti con una compatta, alcuni con la reflex e alcuni con il cellulare.
Però credo sia molto importante più che altro fare cultura visiva e credo sia fondamentale insegnare a raccontare qualcosa
Il mezzo viene dopo

avatarsenior
inviato il 23 Luglio 2022 ore 9:19

Mi sono trovato nella situazione di decidere qualcosa del genere, non molto tempo fa. Un'amica lavora per un comune della cintura esterna della città, altissima concentrazione di immigrati recenti con tutti i problemi annessi e connessi, e mi diceva che spesso organizzano attività varie per tenere i ragazzi fuori di casa ma dando loro qualcosa da fare.

Una sera mi chiede "ma perchè, visto che ti piace così tanto la fotografia , non prendi qualcuno di questi ragazzi/e e gli insegni qualcosa?” complice anche qualche birra di troppo ho accettato.

Ed è lì che ho dovuto affrontare il dilemma di cui parla Miopiartistica.. il famoso "Che fare?” diciamo MrGreen

Ovviamente nessuno di loro possiede una macchina fotografica, ma tutti hanno un cellulare con fotocamera.

Long story short, la primissima cosa che ho chiesto alla mia amica "io lo faccio ma trova il modo di farmeli portare a qualche mostra al Fotografiska, solo poi li porterò in giro a fotografare ".

La seconda, ho fatto installare a tutti la Gcam della versione corretta per il loro smartphone in modo che tutti avessero quel minimo di impostazioni manuali perché io sono ancora convinto che va bene la composizione l'occhio fotografico etc ma è ancora basilare capire PRIMA cosa si sta facendo, non dopo forse magari dopo mesi.

Anche perché diciamocelo, quanto tempo ci vuole a spiegare come funziona la terna dell'esposizione e in generale le basi basi basi della tecnica fotografica? 15 minuti? 20? Ma facciamo pure mezz'ora?

secondo me è sempre importante partire da lì , per där loro un minimo di strumenti non solo per capire cosa succede, ma soprattutto per fare in modo che possano ottenere quello che hanno in testa senza andare a casaccio. Questo tra l'altro elimina alla radice un bel po' di frustrazione e rischio di disinnamoramento precoce.

Cose del tipo "ma perché mi viene tutto troppo scuro o troppo chiaro o le persone mi vengono mosse" sono risolte alla radice perché saranno in grado di darsi la spiegazione da soli e di sapere come porre rimedio al problema.

D'altra parte io non ho mai visto nessuno imparare a suonare uno strumento partendo da "massì usa le basi preregistrate e poi vediamo", per me è solo una illusoria scorciatoia che non porta da nessuna parte.

Tutto IMHO, come sempre parlo per me.

avatarsenior
inviato il 23 Luglio 2022 ore 9:29

Sono pienamente d' accordo sull' uso del cellulare. La controprova sta in questo forum, pieno zeppo di fotocaxxoamatori che cercano il " miglioramento" cambiando macchina e/o obbiettivi nella vana speranza di produrre belle fotografie.
Posto che il miglioramento può scaturire da buone letture, cultura in special modo incentrata su storia dell' arte ecc. il cellulare toglie al principiante ogni preoccupazione tecnica, indirizzando la sua attenzione verso l' immagine. Potrà continuare ad usare il cellulare per tutta la vita e solo se ne sentirà la necessità, interessandosi a qualche branca specifica della fotografia, passare ad attrezzature più adatte.

avatarsenior
inviato il 23 Luglio 2022 ore 9:40

Capire la terna ci vuol un po' chi ascolta deve sedimentare la cosa.
Ma cercare linee guida, imparare come i colori interagiscono tra di loro, mostrargli storie e autori che hanno avuto un idea e l'hanno rappresentata bene ecco per me vale molto riuscire a fare fare questo click, fatto questo a chi vuole scatta la voglia di studiare e li puoi spingere sulle basi

avatarsenior
inviato il 23 Luglio 2022 ore 9:41

Fotografare per fare cosa? Perché fotografare?
Ecco, queste sono due domande fondamentale per capire anche come iniziare, con quale strumento.
Immagino che i più si aspetterebbero che a questo punto io rispondessi dicendo smartphone per fotografia "poco importante" e macchina fotografia per fotografia "più di qualità e più ricercata".
Invece, io consiglio macchina fotografia per una fotografia generalista e smartphone se vuoi impostare la tua formazione verso una forma di ricerca fotografica, un livello più elevato. Questo perché lo smartphone ti evita qualsiasi masturbazione mentale spesso inutile di tipo tecnico/tecnologico e ti lascia concentrato sull'immagine, sulla ricerca delle tue immagini. La tecnica poi l'approfondirai se ne avrai voglia dopo che la ricerca delle tue immagini sarà ben avviata.
Per una inizio di ricerca però ti servirà qualche "mentore", qualcuno che attraverso dei workshop possa tirare furi l'idea delle tue immagini e ti possa indirizzare

Se chi vuole iniziare a fotografare come prima cosa cercasse di avvicinarsi alle opere dei grandi fotografi e si leggesse magari qualche libro che aiuti a capirle, il tutto condito da una ricognizione su tutta la storia dell'arte per capire come si sono realizzate le immagini nella storia dell'uomo e solo in seconda battuta si addentrasse nella conoscenza del mezzo tecnico non sarebbe forse meglio
Ma vedo che con questa tua frase hai già capito. Bravo! Meglio spendere in libri e workshop specifici piuttosto che in attrezzatura che distrae dallo scopo del creare immagini con creatività. Almeno all'inizio ;-)

avatarsenior
inviato il 23 Luglio 2022 ore 10:29

Sia chiaro, giusto x rispondere a Paolo .... Il 90% degli utenti smartphone rientrano esattamente nei termini che hai descritto - poco gli importa di composizione esposizione ecc e men che meno sono interessati alle basi dell' educazione visiva - unica priorità, catturare l' attenzione e la max condivisione --- ma esiste una minoranza, che spinta dalla curiosità, vuole andare oltre, ma non ritiene opportuno avventurarsi in un mondo che non conosce ( i sistemi fotografici) - al netto dei limiti di sensori ed ergonomia, uno smartphone con gcam, potrebbe aprire loro un mondo - Maltsev ha interpretato correttamente questo potenziale - su 10 soggetti, solo uno proseguirà il suo percorso fotografico ? ..... Obiettivo raggiunto .... Lunga vita allo smartphone

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 222000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me