RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Ibis sacro







avatarsenior
inviato il 25 Novembre 2021 ore 16:06

Chiedo agli esperti: l'altro giorno passando in auto dalle mie parti, nella bassa trevigiana, in una zona di campagna (a dire il vero neanche tanto isolata) ne ho visti tre in due posti diversi.
Qui sembra sia abbastanza raro in Italia:
www.ohga.it/avvistato-per-la-prima-volta-in-molise-libis-sacro-in-ital

E' vero?
Leggo anche che è una specie dannosa...

avatarsenior
inviato il 25 Novembre 2021 ore 16:26

Qui sembra sia abbastanza raro in Italia:


Che io sappia, ci sono piani di abbattimento perché è una specie dannosa per altre specie autoctone.
Quindi non dovrebbe essere poi così rara, soprattutto nel nord Italia e lungo il Po

avatarsenior
inviato il 25 Novembre 2021 ore 17:01

Dalle mie parti (tra Cremona e Bergamo) se ne vedono parecchi, come anche molti aironi bianchi e cinerini e numerosissime garzette e guardabuoi.






avatarjunior
inviato il 25 Novembre 2021 ore 17:18

Foto fatta un paio di ore fa...100 metri da casa mia...(bassa Bresciana)

www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=4103074

PS... direi che non sono rari....MrGreen

avatarsupporter
inviato il 25 Novembre 2021 ore 17:19

Confermo, nelle campagne del Cremonese se ne sono visti parecchi negli ultimi anni.

avatarsenior
inviato il 25 Novembre 2021 ore 17:47

"direi che non sono rari"

Ma infatti vederne tre nello stesso giorno senza cercarli...
Certo che fino a un anno fa non se ne incontravano proprio.

avatarjunior
inviato il 25 Novembre 2021 ore 17:57

In alcune zone della laguna di Venezia se ne vedono abbastanza

Mi è stato detto che erano stati importati da un privato non ricordo dove e poi hanno proliferato lungo il Po' arrivando fino alla foce, non so quanto ci sia di vero

avatarjunior
inviato il 25 Novembre 2021 ore 17:58

presenti anche nella bassa reggiana!

avatarsupporter
inviato il 25 Novembre 2021 ore 18:02

quelli rari sono gli ibis eremita, che sono oggetto di progetto di ripopolamento. i sacri direi che sono frequenti in nord e centro italia.

qui un bell'articolo sulla loro distribuzione e gestione: www.mite.gov.it/sites/default/files/archivio/allegati/biodiversita/pia

avatarsupporter
inviato il 25 Novembre 2021 ore 18:09

Mi è stato detto che erano stati importati da un privato non ricordo dove e poi hanno proliferato lungo il Po' arrivando fino alla foce, non so quanto ci sia di vero

Sono arrivati dalla Spagna, via Camargue - Francia una ventina d'anni fa.
Ora sono molto comuni in tutto il nord Italia.
( aggiungo, nel passato gli Ibis erano un piatto prelibato in tutta Italia. Ciò ha contribuito alla loro scomparsa per circa un secolo da tutta la penisola. Soprattutto l' Ibis eremita. Ci sono diverse ricette del '700 e '800 su come servirlo in tavola. MrGreen )

avatarsenior
inviato il 25 Novembre 2021 ore 18:16

La popolazione italiana deriva da altra francese della quale ho letto che era in origine in cattività. Arrivati inizialmente in Piemonte, si sono poi diffusi in area padana. Nelle campagne del basso veronese sono comuni in inverno anche in numeri discreti; le ultime foto appena ieri. Mi sembra strano del programma di abbattimento di cui sopra perché i guardabuoi sono enormemente più presenti ed anch'essi non sono propriamente autoctoni. Non so dove si riproducano; mi è noto un solo evento nel padovano nel 2016. Adesso scarico il link governativo.

avatarsenior
inviato il 25 Novembre 2021 ore 18:26

L'ipotesi di Pegoraro è effettivamente meno avventurosa di quella da me appresa in passato ma se togliamo l'ipotetica cattività, peraltro da non scartare per intero come fenomeno ulteriore francese, non è che si contraddicano.

avatarsenior
inviato il 25 Novembre 2021 ore 18:39

ieri tra Lodi e Sant'Angelo Lodigiano ce ne erano una ventina al pascolo in un campo. Sono arrivati già da diversi anni insieme alle cicogne.

avatarjunior
inviato il 25 Novembre 2021 ore 21:48

Mi sembra strano del programma di abbattimento di cui sopra perché i guardabuoi sono enormemente più presenti ed anch'essi non sono propriamente autoctoni.


L'airone guardabuoi, diversamente dall'ibis sacro, è arrivato in Italia a seguito di espansione naturale dell'areale.

Possiamo dire che per il guardabuoi vale lo stesso discorso della tortora dal collare che ha invaso l'Europa occidentale a partire dal 1950, mentre l'ibis sacro lo possiamo mettere in buona compagnia con i parrocchetti, la nutria, il siluro, il gambero della louisiana, lo scoiattolo grigio, etc.

avatarsenior
inviato il 25 Novembre 2021 ore 22:07

In pianura padana e nella zona del Pavese è pieno

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 215000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me