RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Nikon Z9: il suo EVF segnerà una svolta?


  1. Forum
  2. »
  3. Fotocamere, Accessori e Fotoritocco
  4. » Nikon Z9: il suo EVF segnerà una svolta?





avatarsenior
inviato il 16 Novembre 2021 ore 10:12

Apro questa discussione perché mi sembra doveroso discutere ed analizzare un po' più a fondo i vari aspetti innovativi introdotti con il nuovo mirino della Z9.

Dal sito ufficiale:







L'EVF della Z9 risulta essere il primo mirino elettronico realmente privo di blackout e senza ripetizioni di frames -come, invece, avviene negli evf convenzionali, anche se descritti come blackout free- cosa, questa, che permetterebbe, secondo Nikon, di seguire, perfettamente, ogni singolo movimento, anche alla frequenza di scatto di 120 FPS.

È un mirino da 3.69 milioni di punti, con frequenza di aggiornamento di 120 Hz, dotato di uno schermo OLED Quad-VGA personalizzabile ed in grado di raggiungere una luminosità di picco di 3000 nits, che lo rende, di fatto, il più luminoso attualmente in commercio.

Grazie a questa comparativa è possibile apprezzare come la luminosità del nuovo pannello sia in grado di apportare benefici alla gamma dinamica dello stesso schermo:




Queste, tuttavia, sono solo alcune delle peculiarità mostrate.

La più importante è, sicuramente, la tecnologia Dual Stream di Nikon, grazie alla quale è stato possibile creare un EVF innovativo che prende le distanza da tutto il resto e che, addirittura, viene descritto con l'appellativo Real Live , a sottolineare la naturalezza della visione.




Qui il video che illustra come la Z9 sia dotata di due distinti flussi di informazione, uno che converge verso il mirino e l'altro destinato all'acquisizione dell'immagine:



Vista la novità, c'era da aspettarsi l'arrivo delle prime considerazioni "a caldo" in merito e, su questo, DPreview non ha tardato ad arrivare.

Questo è ciò che dicono:
m.dpreview.com/articles/4210565040/shooting-experience-the-nikon-z9-is

Simply put, the Z9 offers one of the best viewfinder experiences of any camera on the market. In some ways, it's the most DSLR-like experience in the mirrorless camera universe, while also providing an experience a cut above even the likes of the Sony a1 with its nominally higher-resolution 9.44M-dot electronic finder.

Like a good optical finder, the Z9's EVF is basically transparent. It offers what is possibly the most natural-looking electronic viewfinder I've yet seen, showing its full resolution regardless of what the camera is doing (focusing, shooting, in playback, and so on). You basically forget it's an electronic viewfinder while still benefitting from all the advantages that it brings over an optical one.

Blackout-free shooting with the electronic-only shutter obviously helps here, but this isn't the first time we've seen it: Sony first offered that in a full-frame camera back in 2017 with the release of the a9. But there's more to it than that. Sony has recently upped the ante with the 9.44M-dot finders in its a7S III and a1 cameras, and in some scenarios, like playback, they look fantastic. But when I used the Sony a1 after the Nikon Z9 for actual shooting, I was underwhelmed.

That's because the Sony drops in resolution while you're focusing, regardless of what your display quality settings are. And when you've stopped focusing, the resolution rises again and the sensor stabilizer seems to hiccup and do a bit of a reset.

With the Z9, what you see when you first look through it is what you get. No resolution changes, no hiccups, no jolting. Just a smooth experience that allows for better focus (pun intended). Same resolution, same frame-rate, all the time.

There are even advantages when compared against the Canon EOS R3's electronic viewfinder as well. While the R3's 'OVF Simulation' mode takes better advantage of the HDR-capabilities of the viewfinder panel than the Z9 does (despite the Nikon's panel being capable of even brighter output), some of us found its UI to be a bit cluttered.

Basically, if the EOS R3 sees a face in the scene, it draws a gray box around it. And if there are lots of faces, well, there are now lots of boxes floating around over them. On the Nikon, you only see identified faces or eyes when they reach a certain proximity to your starting AF point. In other words, when it's the face the camera will actually focus on, as opposed to also showing you all the faces it won't focus on. It's a cleaner visual experience.


In altre parole, l'EVF della Z9 sarebbe in grado di offrire una delle migliori "esperienze" rispetto a qualunque altra macchina attualmente in commercio, compresa la diretta concorrente, la Sony A1, rendendo la visione molto più simile a quella delle reflex che non a quella delle mirrorless.
Like a good optical finder , il mirino della Z9 è quello dotato dell'aspetto più "naturale" con una risoluzione che resta tale qualunque operazione si compia (a differenza di quello della A1), tant'è che sembrerebbe conservare tutti i vantaggi che offre un EVF, "dimenticando" che si tratti di un EVF.
Il confronto con il mirino della A1 è eloquente e quelli di DPreview affermano che, seppure questo sia dotato di una più alta risoluzione, dopo aver provato il mirino della Z9, quello della Sony appare "deludente" in funzione del fatto che il suo EVF cala drasticamente di risoluzione durante la messa a fuoco, anche impostando il più basso refresh rate (cosa questa che reputo, personalmente, assai limitante).
Con la Z9 tutto ciò non accade e, quando si guarda attraverso il suo mirino, non avviene nessuna alterazione nella risoluzione, nessun sussulto, garantendo una visione sempre fluida, anche durante la ripresa di scene dinamiche.


Quanto riportato nell'articolo, è stato, poi, in parte confermato, da un utente di JuzaPhoto, Torzy87, che scrive:

Ragazzi io ho provato in capanno durante due sessioni di due giorni la A1 e la cosa che mi ha meno convinto è proprio il mirino. Poco brillante e che risentiva molto della calura che proveniva dal terreno, tant'è che io con pa D850 e 500f4 non avevo problemi mentre gli altri con L A1 si. La persona che me l'ha fatta provare ha poi voluto testare quello della mia Z6 (che ha caratteristiche sicuramente peggiori di A1 e Z9) e a parte il problema blackout è rimasto molto sorpreso per la “chiarezza” e luminosità di quello Nikon. Figuriamoci, quello della Z9 sarà mostruoso.



Propongo anche un altro video in cui l'autore, al minuto 9:09, affronta il tema EVF, parlando di un mirino stupefacente, diverso dal resto e sicuramente tra i migliori:



Un'ulteriore novità che il mirino Real Live porta con sé e che merita di esser citata è la cosiddetta modalità Starlight , utile per chi lavora in low light, come gli astrofotografi, grazie ad una sensibilità AF che raggiunge i -8.5 EV.





Video di presentazione ufficiale della Z9 girato e montato dall'utente Nickland.org www.juzaphoto.com/me.php?l=it&p=5248




Queste le impressioni sul Real Live della Z9:

1)
Il mirino oculare migliore del mercato: sempre attivo, luminoissimo

Un altro punto qualificante della Z9 è il mirino oculare digitale denominato Real-Live: grazie all'assenza dell'otturatore meccanico, l'immagine è sempre presente sullo schermo, senza intervalli di "nero", neppure brevissimi, come quelli per esempio della Sony A1. In pratica, durante una raffica, si può seguire il soggetto con la massima attenzione, come se si fosse un operatore video.
Il vantaggio non è da poco: chi scatta abitualmente raffiche, per esempio nella foto sportiva, sa che il "black out" tra uno scatto e l'altro allunga di molto i tempi di reazione del fotografo nella correzione dell'inquadratura, aumentando non poco gli scatti da scartare perché con parte del soggetto tagliato. Succede abitualmente, per esempio, nei repentini cambi di direzione, e non solo nella fotografia sportiva ma anche in quella naturalistica, quando si "cacciano" animali e uccelli.
Ma non solo: il nuovo mirino oculare OLED Quad-VGA, oltre a essere nitidissimo e cromaticamente fedele, offre anche picchi di luminosità incredibili, capaci di rendere l'intera gamma dinamica della macchina. Se si aumenta la luminosità (che di default è più bassa, anche per preservare la batteria, si può arrivare a 3000 nit, un valore notevolissimo, soprattutto perché nell'oculare non ci sono luci parassite o ambientali.

Fonte: www.dday.it/redazione/41262/nikon-z9-i-primi-scatti-e-le-prime-riprese

2)
Per sostituire una reflex il mirino è fondamentale e Nikon ha lavorato su due fronti in questo ambito. Da un lato troviamo un pannello OLED Quad-VGA da 3,690k punti ad elevata luminosità, in grado di arrivare fino a 3.000 nit di picco. Dall'altro il sistema Dual-Stream, che sfrutta la capacità di calcolo del processore quad-core EXPEED 7 e riesce a gestire in modo separato i dati che vanno memorizzati sulla scheda di memoria e quelli che invece devono servire alla visualizzazione in tempo reale delle immagini nel mirino. In questo modo è garantita una visione 'migliore del pentaprisma' in cui il flusso di immagini nel mirino ( che può arrivare fino a 120 fps ) non è mai interrotto: nessun black-out (tipico dell'alzata dello specchio nelle reflex o della memorizzazione del file nelle mirrorless), ma nemmeno nessun rallentamento. Le immagini scorrono nel mirino sempre fluide anche durante le raffiche più profonde. Davvero a volte non ci si accorge nemmeno di scattare.

Il mirino è davvero uno dei punti di forza di questa fotocamera: è sempre fluido e chiaro, con un'esperienza che può essere paragonata a quella del vetro delle reflex. In più anche durante le raffiche più profonde la visualizzazione è sempre fluida, senza blackout o frame persi, superando in questo aspetto l'esperienza delle fotocamere reflex.

Fonte: www.fotografidigitali.it/articoli/6181/nikon-z9-pazzesca-la-raffica-a-



Che dire?
Credo, realmente, che questo EVF sia un "game changer" e spero vivamente che la medesima tecnologia venga portata anche nei nuovi corpi che seguiranno l'ammiraglia Nikon.





Aggiornamento del 21/11/2021: l'EVF della Z9 ha refresh rate di 120 Hz.




AVVISO: Cerchiamo di far in modo che ne esca un bel dibattito fatto di confronti e scambi di opinioni tra persone civili.
Non sono, pertanto, graditi flamer e troll.



avatarjunior
inviato il 16 Novembre 2021 ore 10:21

Questo mirino e' una rivoluzione reale. Fara' dimenticare quello delle reflex. E sara' la prima ml a farlo.

avatarsenior
inviato il 16 Novembre 2021 ore 10:23

Da verificare sul campo appena arrivano le prime macchine in preorder.
Se è come dicono significa che si può avere una visione ottimale anche senza spendere in EVF di alto livello.
Il che è positivo anche per i prezzi.

avatarjunior
inviato il 16 Novembre 2021 ore 10:24

Credo che questa volta Nikon, senza ombra di dubbio abbia voluto riaffermarsi sui competitor, investendo su un segmento che ormai rappresenta il futuro, ha fatto quello che sa fare da sempre, prodotti al top della categoria, smentendo con i fatti e non con puro marketing menzoniero quelli che la davano per morta. Ci ha messo del tempo, come giusto che sia per progettare e produrre un prodotto davvero innovativo. Brava Nikon. Del resto alzando l'asticella ha fatto si che anche altri si impegnino a stargli dietro o superarla e rincorrersi come sempre, questo farà bene a tutti noi.

avatarjunior
inviato il 16 Novembre 2021 ore 10:28

sarà pure una fotocamera al top ma..il posto è stratosferico.

avatarsenior
inviato il 16 Novembre 2021 ore 10:49

Come avete detto, a questo giro, mi pare lampante il lavoro di ricerca ed innovazione seguito da Nikon.
Ci troviamo di fronte ad una tecnologia che sembrerebbe relegare all'angolo prodotti, certamente ottimi, ma non al passo con quanto offerto dalla Z9.
Senza far scaturire polemiche, mi pare evidente, ad esempio, il distacco rispetto alla A1, un corpo ben fatto ma che non va oltre dei numerini che, come di consuetudine, poi calano nell'utilizzo reale (risoluzione e frequenza di aggiornamento che sono pieni di asterischi e note a fondo pagina).
Il Dual Stream brevettato da Nikon porta, per la primissima volta, un mirino elettronico su un altro pianeta, quello degli OVF, i quali, prima della Z9, conservavano ancora un ampio vantaggio sugli EVF.

avatarsenior
inviato il 16 Novembre 2021 ore 11:35

quando uscii la z6II sperai che avrebbero messo un evf da 5mpx e devo dire che la conferma dello schermo a 3.7 mi fece tentennare nell'acquisto. La comprai e l'ho utilizzata per 1 anno senza grossi problemi, di giorno preferisco il mirino ottico ma di notte le ml effettivamente danno un valore aggiunto.

non vedo l'ora di utilizzare il nuovo evf della z9, se dovesse davvero dare sensazioni visive pari a quelle del mirino ottico forse mi spingerebbe a vendere la mia d850.

avatarsenior
inviato il 16 Novembre 2021 ore 11:42

La comprai e l'ho utilizzata per 1 anno senza grossi problemi, di giorno preferisco il mirino ottico ma di notte le ml effettivamente danno un valore aggiunto.

Tu pensa com'è vario il mondo...a me succede la cosa totalmente opposta

avatarsenior
inviato il 16 Novembre 2021 ore 11:46

davvero Valerio... a me di notte fa comodo perchè ovviamente ci vedoooooo ;-)Sorriso

avatarsenior
inviato il 16 Novembre 2021 ore 11:54

Io spero che una prossima Z7III o Z8 possa sfruttare questa tecnologia per un EVF con meno velocità e maggiore risoluzione, a questo punto potrebbe essere la soluzione perfetta per chi non cerca velocità e non vuole spendere 5/6k per un corpo macchina.

avatarsupporter
inviato il 16 Novembre 2021 ore 11:59

Ancor oggi (non io) c'è chi si lamenta dell'EVF rispetto all'OVF.

Sono certo che, grazie anche a queste innovazioni, nel giro di 3/5 anni la visione tramite i nuovi EVF accontenterà proprio tutti!

avatarsupporter
inviato il 16 Novembre 2021 ore 12:03

Sono d'accordissimo con Riccardo!
grande prova di Nikon ad essere la prima su tale innovazione. Cool
Direi che ci voleva proprio una svolta in tal senso, perchè sono troppi, gli utenti che ancora oggi lamentano i limiti dell'EVF, (sebbene sia molto migliorato) ma che ad oggi non lasciano le reflex proprio per questa ragione.

avatarsenior
inviato il 16 Novembre 2021 ore 12:08

Mettendo l'occhio in diversi monitor, la differenza che notavo era, appunto, la mancata naturalezza rispetto all'OVF e la modalità con cui si seguiva un'azione (anche se non particolarmente dinamica) e, in misura minore, il blackout.
La prima caratteristica soprattutto è quella che mi blocca ancora oggi nel fare il passaggio verso ml.

avatarsupporter
inviato il 16 Novembre 2021 ore 12:22

E' solo una questione di abitudini, almeno nel mio caso è stato così, oggi non riuscirei a fare a meno della miriade di informazioni che un EVF restituisce, poi se diviene buono per tutte le case (o anche meglio se possibile), di quello mostrato sulla Nikon Z9, ben venga!!! Sorriso

avatarsenior
inviato il 16 Novembre 2021 ore 12:30

Dei vari youtubers mi 'fido' il giusto .. ovvero poco più di san Tommaso.
A sentir loro ogni nuova uscita è poco meno di un game changer .. quante volte avrebbe dovuto cambiare sta benedetta partita? MrGreen
Sono curiosissimo di verificare se, finalmente, almeno un produttore è riuscito a risolvere i limiti che ancora oggi gli EVF hanno e che li rendono di fatto un compromesso da accettare rispetto alla visione con OVF.
In primis la naturalezza di visione quando si sposta rapidamente l'inquadratura.
Poi la resa quando la luce scende parecchio, sino ad arrivare ai limiti della visibilità.
E poi la combinazione delle due situazioni, che al momento dà un vantaggio incolmabile agli OVF in tale particolare condizione di utilizzo.



Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)



Questa discussione ha raggiunto il limite di 15 pagine: non è possibile inviare nuove risposte.

La discussione NON deve essere riaperta A MENO CHE non ci sia ancora modo di discutere STRETTAMENTE sul tema originale.

Lo scopo della chiusura automatica è rendere il forum più leggibile, sopratutto ai nuovi utenti, evitando i "topic serpentone": un topic oltre le 15 pagine risulta spesso caotico e le informazioni utili vengono "diluite" dal grande numero di messaggi.In ogni caso, i topic non devono diventare un "forum nel forum": se avete un messaggio che non è strettamente legato col tema della discussione, aprite una nuova discussione!





 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me