RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Utilizzo di flash in fotografia naturalistica - scatti di notte


  1. Forum
  2. »
  3. Tema Libero
  4. » Utilizzo di flash in fotografia naturalistica - scatti di notte





avatarsenior
inviato il 15 Novembre 2021 ore 14:42

Ho scoperto in un 3D sul sincro flash della Z9 che ci sono individui che usano flash di notte per immortalare animali in azioni predatorie. Nel caso specifico si trattava di uccelli predatori.
Ho espresso uno spiccato senso di disprezzo verso le persone che praticano tali pratiche che reputo invasive e non degne di un approccio etico alla fotografia naturalistica.

La reazione al mio sdegno (beh non solo mio a dir la verità) è stata quella di spiegarmi con toni anche derisori come sia un fatto notorio come tali pratiche non creino alcun danno agli animali e non influenzino in alcun modo la loro attività.
Poichè era un fatto notorio anche che la terra fosse piatta, ho chiesto di ricevere riferimenti ad articoli e/o ricerche che sostanziassero questo fatto notorio. Io non ne avevo trovati.

Un utente ha riportato questo articolo:
Per chi volesse approfondire:

FLASH NELLA FOTOGRAFIA NATURALISTICA: INFLUSSO SUL SISTEMA VISIVO DEGLI UCCELLI E ANIMALI
www.massimobasso.com/flash-fotografia-naturalistica/

Gli Autori dell'articolo tradotto da Massimo Basso sono:

Dennis Olivero laureato con dottorato in veterinaria presso l'Università del Minnesota, dove ha anche svolto un internato in medicina e chirurgia per piccoli animali. Ha svolto un tirocinio in oftalmologia comparata alla North Carolina State University, seguito da un post-dottorato con borsa di studio del Ministero della Salute presso l'Università del Minnesota – College of Medicine.
Diplomato all'American College of Veterinary Ophthalmologists ed ha lavorato come oculista veterinario in due collegi veterinari e in due cliniche private. Ha pubblicato ricerche sia in campo veterinario che medico umano.

Donald Cohen ha ottenuto il dottorato in medicina presso la State University of New York a Buffalo ed ha effettuato un internato flessibile al Mercy Hospital di Pittsburgh, in Pennsylvania. Ha completato la sua formazione specialistica oculistica al Pittsburgh Eye and Ear e ha praticato oftalmologia per vent'anni nella sua clinica a Mooresville, Carolina del Nord. L'interesse del Dr. Olivero per la fotografia risale ad un viaggio in Africa nel 1978. La passione dottor Cohen per la fotografia risale a 30 anni fa.


Quanto è interessante notare è che se sembrerebbe vero che sparare un flash negli occhi di un animale di notte non produrrebbe danni permanenti al sistema visivo, sarebbe però vero che arriverebbe a causare un temporaneo deficit visivo.

Dall'articolo infatti si puo leggere come "Il Flash come luce principale in condizioni di luce fioca invece è in grado di produrre una riduzione temporanea della vista, ma il danno non è permanente. Nel buio totale, l'uso del flash può causare una riduzione temporanea della visione notturna per 5-20 minuti . Ci vuole un'ora di condizionamento al buio per raggiungere il massimo delle risposte elettriche dai bastoncelli della retina."

inoltre "La ripresa della funzione dei bastoncelli, anche dopo lo “sbiancamento” effettuato da una luce intensa non è lineare con il tempo. Gli animali e gli uccelli, dovrebbero recuperare il 50% della funzione nei primi cinque minuti, e il 75% nei successivi cinque minuti. I bastoncelli recuperano rapidamente da zero alla piena sensibilità ed il recupero avviene quasi completamente nei primi 10-15 minuti."

Un comportamento etico vorrebbe che NESSUNO utilizzi tali tecniche perchè sebbene potrebbero non causare alcun danno permanente, di fatto CAUSANO un danno temporaneo e rendono l'animale fotografato non in grado di difendersi da attacchi di predatori e ne modificano il comportamento e l'abilità predatoria.
Un comportamento etico, come scritto nell'articolo, vorrebbe che tali tecniche fossero utilizzate solo per scopi didattici e, aggiungo io, di sensibilizzazione alla conservazione di una specie.






avatarsenior
inviato il 15 Novembre 2021 ore 15:18

Seguo

avatarsupporter
inviato il 15 Novembre 2021 ore 15:20

Credo il succo sia in quanto ho qui estratto.
“ Causa la perdita della vista originata dal lampo del flash nel buio più totale, ulteriori flash indirizzati ad uccelli o animali in questa situazione non sono consigliabili. I fotografi naturalistici che seguono un'etica cercano di non alterare il comportamento del soggetto che stanno fotografando. L'uso giudizioso del flash in situazioni completamente buie che causino un'alterazione breve della vista dovrebbero essere compensate dal valore educativo della fotografia fatta .”

Aggiungo la mia posizione
Se ha un contenuto educativo, scientifico, ok.
Se serve a pompare l'ego o a vendere le foto allora magari è criticabile;-)

avatarsenior
inviato il 15 Novembre 2021 ore 15:25

Alberto, seguo.

È un argomento controverso. C'è chi sostiene una cosa e chi l'esatto opposto.
Ma una cosa è certa, al netto di ciò che raccontano gli "amici" del WWF (bisognerebbe sapere qual è il grado di preparazione in materia), non esistono articoli scientifici recenti a sostegno di una delle due tesi.

avatarsenior
inviato il 15 Novembre 2021 ore 15:48

La logica però mi fa dire che se accechi anche solo momentaneamente un gufo, ad esempio, potenzialmente lo metti in pericolo di vita per tutto il tempo che non riacquista le sue capacità visive.

Personalmente non lo farei. Poi per carità ognuno risponde alla propria cosciena.

avatarsenior
inviato il 15 Novembre 2021 ore 16:01

Max, anche io non lo farei mai e poi mai (idem per tanti altri mammiferi notturni).
Ero tesserato LIPU e WWF da quando ero molto piccolo (abbonamento junioresMrGreen e costringevo i miei anche a fare donazioni).
Da anni non ho più rinnovato la tessera ma mai dire mai.

Tuttavia, una cosa che continuo a portare con me, nonostante gli anni passati, erano le parole degli "educatori" (li ho sempre chiamati così, ora capisco il perché) sul rispetto degli spazi che non ci appartengono.
Insegnavano a studiare senza disturbare.


A leggere le parole di alcuni utenti, mi rendo conto, tuttavia, che i miei "educatori" erano diversi, probabilmente, da quelli di qualcun altro.

avatarsenior
inviato il 15 Novembre 2021 ore 16:12

La logica però mi fa dire che se accechi anche solo momentaneamente un gufo, ad esempio, potenzialmente lo metti in pericolo di vita per tutto il tempo che non riacquista le sue cpacità.


La logica mi farebbe anche dire che se mi piace credere di essere una persona che tiene alla natura, nel dubbio che possa accecare un animale semplicemente non faccio la fotografia.
Ma purtroppo l'arroganza dell'essere umano è fatto noto. in definitiva è un gufo che si fotta.

avatarsupporter
inviato il 15 Novembre 2021 ore 16:20

potenzialmente lo metti in pericolo di vita per tutto il tempo che non riacquista le sue capacità visive.

Si, cosi muoiono i gatti di notte, vengono investiti perché i fari delle auto gli accecano

avatarsupporter
inviato il 15 Novembre 2021 ore 20:04

Ho scoperto in un 3D sul sincro flash della Z9 che ci sono individui che usano flash di notte per immortalare animali in azioni predatorie. Nel caso specifico si trattava di uccelli predatori.
Ho espresso uno spiccato senso di disprezzo verso le persone che praticano tali pratiche che reputo invasive e non degne di un approccio etico alla fotografia naturalistica.

mamma mia non ce la farei... piuttosto fotografarli di giorno ma non di notte e accecarli

avatarsenior
inviato il 15 Novembre 2021 ore 21:04

Personalmente utilizzo due reflex-trap nell'ambito di un progetto per la pubblicazione di un libro fotografico sul ritorno del lupo in Valle d'Aosta con la speranza di far sfumare, almeno in parte, l'ignoranza che avvolge questo splendido predatore.
Vista l'elusività dell'animale si è deciso di integrare le foto ottenute da appostamenti con quelle ottenibili dalle fototrappole.
Con il tempo ho imparato alcuni accorgimenti che riducono di molto il disturbo alla fauna (che si crea comunque inevitabilmente purtroppo, e sto lavorando per ridurlo ulteriormente).

Ovviamente i flash disturbano non ci sono ca**i che tengano. Quello che faccio per limitare al massimo l'influenza sul comportamento è NON scattare a raffica (quindi un solo scatto alla volta) e alzare parecchio gli iso in modo da utilizzare i flash ad una potenza di 1/64.

Il lampo a 1/64 è molto debole e molto veloce (1/30'000 di secondo) cervi, caprioli, camosci ecc generalmente non fanno una piega, lupi e volpi si fermano qualche secondo poi riprendono a camminare.

Sto valutando di convertire almeno una delle due macchine all'IR e tramite apposito filtro per i flash di scattare sfruttando questa lunghezza d'onda che dovrebbe essere praticamente invisibile. Ovviamente le immagini non saranno a colori ma in bianco e nero.
Un'altra cosa che sto facendo (soprattutto nel periodo estivo quando le ore di luce sono molte di più) è di scattare senza flash allora il disturbo è pari a zero.

Ci sono comunque altri fattori etici da tenere in considerazione ad esempio il luogo;
MAI in prossimità di strade o centri abitati
MAI su passaggi obbligati; ci sono certi percorsi che sono praticamente obbligati per spostarsi da una zona ad un'altra, mettere una fototrappola lì vorrebbe dire impedire all'animale di passare oppure costringerlo a fare altri tragitti magari più pericolosi per lui.

Arci è vero quello che dici, i fari abbagliano tanti animali a bordo strada rischiando di metterli in pericolo; il faro però crea un'esposizione prolungata un flash è molto più rapido (se usato a potenze basse) non credo siano paragonabili.



avatarsenior
inviato il 15 Novembre 2021 ore 21:26

Grazie per le info professionali Andrè.

Mi sembra che il vostro sia un approccio molto soft che mette in primo piano la sicurezza della fauna.

Tu te la sentiresti, o magari lo hai già fatto, di flashare un volatile, magari notturno, mentre vola rischiando di accecarlo momentaneamente e quindi disorientandolo?
Non lo trovi pericoloso (per l'animale stesso intendo)?

avatarsenior
inviato il 15 Novembre 2021 ore 21:34

No, non lo farei, e non l'ho mai fatto; ma non lo farei nemmeno sugli altri animali se non "necessario". Infatti una volta portata a termine la pubblicazione credo che l'attrezzatura per fototrappolaggio la venderò visto che sarà poi inutile.


avatarjunior
inviato il 15 Novembre 2021 ore 21:42

Oltretutto i flash nel camera trap non sono mai frontali ma laterali, per cui non essendo puntati diritti negli occhi “accecano” molto meno

avatarsenior
inviato il 15 Novembre 2021 ore 21:47

Vero, sono laterali e spesso lontani 6/7 metri

avatarsupporter
inviato il 15 Novembre 2021 ore 22:57

Andre' quello che dici è giusto il povero gatto infatti fa sempre una brutta fine, il flash ha un impatto più moderato anche se dipende dalla distanza e potenza del lampo.
Grazie per il tuo contributo e spiegazione del tuo progetto, e' sempre un piacere leggere gente capace, moderata e competente, in mezzo a fotografi della domenica arroganti.
In bocca al lupo per i tuoi progetti….ovviamente è simbolico visto che fotografi lupi, diventa una battuta scherzosaMrGreen;-)

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 220000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me