RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

Se vuoi, puoi anche abilitare o disabilitare specifici cookie tramite la pagina Preferenze Cookie.

OK, confermo

Postproduzione, fotomontaggi, taroccamenti


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Postproduzione, fotomontaggi, taroccamenti





avatarsenior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 0:08

Periodicamente si leggono post dove si parla della fotografia irrealistica con l'avvento del digitale.

Chi è un po' esperto sa benissimo che i "taroccamenti" (uso questo termine dispregiativo perché è quello più usato dai fautori dell'utopica "fotografia realistica") si facevano anche all'epoca dell'analogico, ma questi, non si sa perché, erano visti come alta fotografia, mentre se uno cambia un cielo con Photoshop è visto come un taroccatore. Voglio specificare che i cieli si cambiavano anche nel 1855 (!!!), però evidentemente questi fotografi non erano dei taroccatori!

In questo link c'è solo un piccolo assaggio di quello che si poteva fare all'epoca... ma nessuno parla di taroccatori... i taroccatori esistono solo ora con Photoshop! Beata ignoranza! MrGreen www.repubblica.it/tecnologia/2015/02/20/foto/quando_non_c_era_photosho

avatarsenior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 0:42

"Voglio essere sincero, una volta commentavo molte più foto, ora ho praticamente smesso di farlo e il motivo principale è proprio la sostituzione del cielo.

E questo perché trovo che nella fotografia paesaggistica, quella a cui sono piuttosto affezionato, le condizioni meteo e di luce sono un fattore determinante.
Il paesaggio è sempre lì che ci aspetta, sono proprio situazioni di luci particolari e/o condizioni atmosferiche insolite a renderlo più o meno interessante, se uno bara sostituendo il cielo o cambiando la luce per me quella non è più fotografia paesaggistica. (Possiamo chiamarla in un altro modo)

Detta così sembro uno molto integralista ma in realtà uso i programmi di editing e non mi faccio neanche tanti problemi a clonare qualche oggetto ma la sostituzione del cielo non la digerisco."

Questo è quello che ho scritto poco fa in un altra discussione.

Il problema non è la sostituzione del cielo oppure la rimozione di un elemento oppure l'aumentare della saturazione, il "problema" è quanto quell'intervento pesa nell'economia della foto in questione.

Per esempio nella fotografia paesaggistica la sostituzione del cielo ha per me un peso enorme e quindi non reputo più quella una foto.
Al contrario l'eliminazione di un cestino dei rifiuti non mi fa gridare allo scandalo.

avatarsenior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 0:57

i piu' grossi danni li ho visti anche io nella fotografia paesaggistica.

il problema è che piace.

è il vero spartiacque di chi ha una moralità' fotografica e chi cerca il like.

il fatto che vi è sempre stata è vero . ma prima almeno avevano un nome : fotomontaggi.
ora invece è la normalità'.
diciamo quasi sempre la normalità' .

avatarsenior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 1:06

Meno male che abbiano Taipan che mette tutti noi ignoranti sulla retta via.
Come faremmo senza le sue perle di saggezza

avatarsenior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 1:13

All'inizio ho provato a saturare poi ho provato l'hdr infine ho provato a sostituire il cielo in ben due foto, sinceramente non fa per me, nessuno ci obbliga a seguire le mode.

avatarsenior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 1:18

Matsev sicuramente non sapevi che si sostituivano i cieli anche nel 1855, ora la sai, per cui, grazie a me ora sai qualcosa di fotografia in più, anche se temo ti servirebbe proprio un corso di fotografia.

avatarsenior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 1:21

Ma certo, ho 12 anni e non ho mai letto nulla sulla storia della fotografia. Tu invece sembri saperla proprio lunga, bravo.

avatarsenior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 1:24

il fatto che vi è sempre stata è vero . ma prima almeno avevano un nome : fotomontaggi.


Anche oggi una sostituzione del cielo è un fotomontaggio. Però, se non lo si doveva moralmente/eticamente specificare 150 anni fa non vedo perché lo si debba fare ora. Io giudico la stampa finale, non il come sia stata ottenuta. D'altra parte la fotografia è anche creatività, fantasia. Detto questo mi trovo d'accordissimo con i concorsi seri dove in caso di premiazione si deve inviare il raw per vedere che non siano stati spostati dei pixel.

avatarsenior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 1:36

Mostrami una foto che per te é pp bene dove vi é creatività e fantasia.
Così per capire il metro di giudizio.

avatarjunior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 1:37

Ho nei giorni scorsi commentato che personalmente mi disturba vedere un cielo al tramonto sopra una scena di architettura manifestamente con le ombre di mezzogiorno. L'autore non pare aver recepito la critica, anzi è un sostitutore seriale di cieli, nella sua galleria sono tutti falsi, e anche ripetuti in foto diverse. Ma quello che dispiace sono i molteplici commenti entusiastici...

avatarsenior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 1:42

Lastprince ti faccio un esempio concreto: un'agenzia ti manda in Patagonia a fotografare il Cerro Torre. Vai e trovi sempre un cielo grigio insignificante. Torni in agenzia e inevitabilmente consegni foto a dir poco mediocri. Credi che l'agenzia ti richiami per un altro lavoro? All'agenzia, come al cliente che ti compra una foto, non frega assolutamente nulla sul come hai ottenuto una certa foto, loro pagano se la foto piace. E' questo il mondo della fotografia, tutto il resto sono un po' chiacchiere da bar e in taluni casi (spero pochi) vale anche un po' la favola della volpe e l'uva.

avatarsenior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 1:47

Sgatto di porcherie ne ho viste tante anch'io, soprattutto su Facebook: quando si fa post produzione o addirittura fotomontaggi bisogna stare attentissimi a fare le cose molto bene, con la massima coerenza fotografica, controllando direzione delle luci/ombre, toni, contrasto, saturazione, ecc. Ora che Photoshop ha messo una funzione apposita per cambiare i cieli in molti si sono cimentati senza avere la necessaria esperienza, da cui certi risultati pessimi.

avatarsenior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 1:57

Peda
Il paesaggio è sempre lì che ci aspetta, sono proprio situazioni di luci particolari e/o condizioni atmosferiche insolite a renderlo più o meno interessante...


Beh, se fai un viaggio aereo di 10 ore e ti ritrovi con un cielo grigio che fai, butti via tutte le foto? A quel punto io mi sento obbligato a migliorare in qualche modo il materiale che ho, poi ovviamente anche io provo a fare paesaggio all'alba o al tramonto e in condizioni di cielo con nuvole, ecc. ma soprattutto alle alti latitudini trovare un cielo grigio piovoso non è così strano, anzi.

avatarsenior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 9:04

Si, sinceramente mi tengo il cielo che ho trovato.

Anche perché dobbiamo distinguere il professionista dall'amatore, il professionista deve vendere, quindi come dici te conta il risultato per cui si adeguerá al mercato

L'amatore, e io sono un amatore, fotografa per se, la sua foto di paesaggio è anche allo stesso tempo un ricordo di quella esperienza, appiccicare un cielo che non sì è trovati è barare, in primis proprio con se stessi, a questo punto allora perché non comprarsi un poster se si vuole un ricordo di una esperienza che non si è vissuti?

Sarò un romantico ma ogni mia foto mi riporta alla mente la giornata vissuta.
In questa foto ad esempio, probabilmente il miglior tramonto che abbia mai fotografato, io e mio fratello ci siamo fatti più di 400km in giornata, abbiamo preso freddo, i nostri capelli erano incollati da tutto il sale che c'era nell'aria, il vento ad un certo punto ha quasi ribaltato il treppiede, ho avuto male all'orecchio sinistro per circa una settimana per tutto il vento preso quel giorno e proprio mentre stavamo andando via il cielo ci ha premiato con questo tramonto.
Ecco cosa mi racconta una foto, se avessi cambiato il cielo si sarebbe perso tutto, magari non per chi mette like su Instagram ma per me si.




avatarsenior
inviato il 14 Settembre 2021 ore 9:33

Il professionista, se il cielo non è quello giusto, ASPETTA.
Anche dei giorni.
E' li per fare "lo scatto"... non è di passaggio o in vacanza.

No, io il cielo lo lascio com'è.
(A dire il vero lascio sempre tutto così com'è...)
Tanto a taroccare i colori ci pensa la macchina MrGreen

(OM-D E-M10 SCN-Tramonto)



Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 212000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me