RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

Se vuoi, puoi anche abilitare o disabilitare specifici cookie tramite la pagina Preferenze Cookie.

OK, confermo

Google AI, un incredibile algoritmo di ingrandimento


  1. Forum
  2. »
  3. Fotocamere, Accessori e Fotoritocco
  4. » Google AI, un incredibile algoritmo di ingrandimento





avataradmin
inviato il 31 Agosto 2021 ore 14:15

Google ha creato un algoritmo di ingrandimento immagini tramite intelligenza artificiale che promette risultati mai visti: di seguito potete vedere un paio di esempi.

Ovviamente, non si tratta di recuperi "miracolosi", ma di un algoritmo che va a inventare un dettaglio che non c'è, in pratica una ricostruzione fotorealistica (ma non rappresentativa della scena reale) fatta basandosi su immagini sfocate o a bassissima risoluzione.

Il risultato in ogni casi è impressionante, ma per il momento non è noto quando tali algoritmi saranno utilizzabili a livello "commerciale".








Un approfondimento su Dpreview: www.dpreview.com/news/0501469519/google-researchers-detail-new-method-

avatarsenior
inviato il 31 Agosto 2021 ore 14:29

Davvero interessante, capita spesso di dover croppare e poi stampare, in questo caso sarebbe utilissimo

avatarsupporter
inviato il 31 Agosto 2021 ore 14:31

Sulla carta pare spettacolare... è da vedere quanto ci sia di vero! Anche la super resolution di Photoshop sembrava una figata, ma dopo averla provata mi sono subito ridimensionato!

Ricordo ancora i post entusiastici di chi diceva che non servono più le bigmegapixel! basta una A7S e il super resolution di Photoshop! MrGreen

EDIT: Eccone uno dei tanti




avataradmin
inviato il 31 Agosto 2021 ore 14:48

Anche la super resolution di Photoshop sembrava una figata, ma dopo averla provata mi sono subito ridimensionato!


Sì, vero... anch'io dai primi test ne ero molto entusiasta, ma dopo averla usata "sul campo" in varie occasioni ne ho visto i limiti... sicuramente aiuta, ma non fa miracoli.

A livello teorico penso che quello che mostra Google sia possibile, però non so quanto tempo ancora ci vorrà prima di avere un algoritmo con cui si possano ottenere regolarmente quei risultati.

avatarjunior
inviato il 31 Agosto 2021 ore 18:45

Mi sembra improbabile che l'algoritmo, partendo dall'immagine pixellata, "inventi" i difetti di dentatura della ragazza e la lieve asimmetria del labbro inferiore del ragazzo. Mi sembrano più realizzazioni pubblicitarie, dove l'immagine pixellata viene spacciata come punto di partenza, ma potrebbe essere in realtà l'ultra-low res dell'immagine originale, che viene proposta come "risultato".
Almeno a prima impressione eh...
Ciao
Luca

avatarsupporter
inviato il 31 Agosto 2021 ore 20:24

Ricordo ancora i post entusiastici di chi diceva che non servono più le bigmegapixel! basta una A7S e il super resolution di Photoshop!


Youtube è pieno di questi fenomeni ma è bastato qualche test sul campo per mostrare i limiti di questa funzione. L'ho provato in più occasioni, con soggetti diversi e spesso creava artefatti poco "dignitosi", diciamo che la funzione di per se è molto interessante ma al momento è utilizzabile in qualche contesto circoscritto.

avatarjunior
inviato il 31 Agosto 2021 ore 21:03

Avevo provato le demo di topazlab.. anche per il video.. molto pesanti.. aiutano.. ma niente miracoli.. anche in immagini test senza artefatti da compressione

avatarsenior
inviato il 01 Settembre 2021 ore 0:03

Luca Donegà, stessa impressione che ho avuto io guardando quelle immagini.
non stento a credere che possa prima o poi uscire un sw in grado di inventare così tanti dettagli mancanti partendo da immagini a bassa risoluzione/pixellate, ma ci sarebbe da ridere a vedere le differenze tra la foto "inventata" ed il soggetto reale.

avatarsupporter
inviato il 01 Settembre 2021 ore 0:15

Così finalmente diventeranno realistici tutti quei film dove prendono un'immagine sfocata e "ingrandiscimela ancora un po': taaak, ecco l'assassino"

avatarsenior
inviato il 01 Settembre 2021 ore 11:39

Personalmente più avanza la tecnologia in campo fotofotografico è più vedo la morte della fotografia stessa.
È un argomento che ormai è stato più volte ripreso fin quasi allo sfinimento. Ma ogni passo e volto sempre più alla lavorazione digitale in post, piuttosto che allo scatto pensato ed eseguito in macchina.

avatarsenior
inviato il 01 Settembre 2021 ore 11:53

Non so quanto sia parente ma già oggi con Topaz Gigapixel si fanno belle cose, tra l'altro mi è appena arrivato un aggiornamento che devo provare ma gia l'attuale lo trovo molto prestazionale funziona con un concetto simili sulle reti neurali.

avatarjunior
inviato il 01 Settembre 2021 ore 11:54

Ciò che non esiste non può essere riprodotto.
L'algoritmo probabilmente userà dei patterns per "incollare i pezzi mancanti" attingendo a delle basi dati visuali, e poi "modellando" sul soggetto ritratto.

Ma se sull'oggetto ritratto c'era una crepa o sul labbro c'era un segno della pelle e voglio riprodurlo, se non l'ho catturato la vedo dura ad inventarlo ...
Ma sono aperto alle novità Cool

avatarsupporter
inviato il 01 Settembre 2021 ore 12:10

Ciò che non esiste non può essere riprodotto.
L'algoritmo probabilmente userà dei patterns per "incollare i pezzi mancanti" attingendo a delle basi dati visuali, e poi "modellando" sul soggetto ritratto

Si fa in fretta a fare un test fatto bene... si prende la foto di un ritratto a 50mpx la si riduce a 5 e la si da' in pasto ad uno di questi software.

Se il risultato dei 5 scalati a 50 non è uguale al file nativo, il software è una cacata! MrGreen

avatarsenior
inviato il 01 Settembre 2021 ore 12:11

Mi sembra improbabile che l'algoritmo, partendo dall'immagine pixellata, "inventi" i difetti di dentatura della ragazza e la lieve asimmetria del labbro inferiore del ragazzo. Mi sembrano più realizzazioni pubblicitarie, dove l'immagine pixellata viene spacciata come punto di partenza, ma potrebbe essere in realtà l'ultra-low res dell'immagine originale, che viene proposta come "risultato".
Almeno a prima impressione eh...


no, al contrario.
Sono immagini migliorate utilizzando le reti neurali. In pratica si inventano quello che manca, in base a quello che hanno imparato in precedenza vedendo immagini simili. Ovviamente non saranno identiche all'originale in alta risoluzione, ma per lo meno sono dei risultati realistici.

avatarsenior
inviato il 01 Settembre 2021 ore 12:12

Se il risultato dei 5 scalati a 50 non è uguale al file nativo, il software è una t*fa!


ma quale t*fa MrGreen

documentatevi su come funzionano le reti neurali, e poi commentate.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 212000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me