RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Progetto floreale - Crescita Arroganza Relazioni


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Progetto floreale - Crescita Arroganza Relazioni





avatarjunior
inviato il 27 Giugno 2021 ore 23:00

Buonasera,
da principiante sento la necessità di un aiuto per strutturare un progetto fotografico (non di reportage) che vorrei realizzare.

In tutta onestà non so come si struttura un progetto fotografico. Ho letto diversi testi di tecnica e libri fotografici di grandi fotografi, sì, ma nessuno su come esprimere un progetto.

Inizierei dal descrivere le mie necessità espressive, l'oggetto, i limiti tecnici, le soluzioni a questi limiti. Dopo di che immagino di dover concepire una specie di mappa ad albero dove collocare in ogni foglia, per ogni ramo, una fotografia ideale che colga uno specifico aspetto del progetto.

Sento la necessità di avere un contatto con ciò che non è umano, cementificato, esterno rispetto al mio ufficio chiuso da muri e luci al neon.
Vorrei produrre dei ritratti, provare a comunicare una verità diversa, un punto di vista che si discosti dai canoni comuni, e così raccontare una storia o comunque emozioni correlate ad una atmosfera.
Vivo attualmente una vita felice, sono diventato padre da poco, ma devo trascorrere questi mesi in una casa non mia, senza autonomia, e non condivido lo stile di vita che mi circonda. Ho necessità di guardare l'orizzonte, oltre le montagne, oltre la TV.

Vivendo in una zona di campagna posso avere molti fiori come mio modello/a. Posso, e anzi devo, alzarmi molto presto per raggiungere il lavoro e dunque sto iniziando a ritagliarmi un quarto d'ora ogni mattina. I fiori non portano il COVID e non generano ansie in casa, e non si trovano a km di distanza come gli amici.

tre temi:
a)) Fiore singolo: Orgoglio ma che può diventare anche prepotenza, Arroganza.
b)) Fiore singolo: determinazione a crescere, fatica.
c)) Coppie di fiori: Sostegno, amicizia, ma che se limitato diventa distanza. Relazioni

Ho notato che da quando mi sono assegnato questi tre temi, la qualità delle foto è migliorata, e lo sguardo si è fatto più selettivo. E stato anche più facile trovare i soggetti.

Probabilmente non ho impostato neanche bene il quesito da porre a voi utenti del forum.
Avete consigli che mi aiutino a strutturare il progetto.

Grazie, Tizio
PS: seguranno i primi scatti, non appena avrò tempo di editarli.


avatarsenior
inviato il 28 Giugno 2021 ore 0:02

Trovo interessante quello che hai descritto e trovo che sia un bel progetto.
Solo non ho ben capito cosa chiedi. Riguardo a cosa senti l'esigenza di consigli? Composizione, luci, atmosfera, punto di ripresa, formato da usare e taglio fotografico... etc. etc.
Quali sono i dubbi e le domande che ti passano per la mente?

Una scelta interessante in alcuni casi potrebbe essere anche inserire nel progetto un dittico od un trittico di foto della stessa tipologia di fiore (anche se i fiori sono diversi): ad esempio un fiore che deve sbocciare, uno sbocciato ed uno in fase di perdita di petali.

I tre temi sono interessanti e quello che serve sono soggetti che ben rappresentino quello che tu hai in mente, forse con le coppie di fiori puoi sfruttare molto lo sfocato.

Non so se ti possa aiutare a chiarirti le idee e/o darti stimoli, io avevo fatto in passato questa foto (titolo "Quello che diventerà"):





...potrebbe essere un'idea di partenza valida per il "Tema b)" ?
Anche se più probabilmente sarebbe una fusione tra "Tema b)" e "Tema c)".

Non so se sarò in grado di aiutarti e darti buoni suggerimenti/spunti, ma seguirò la discussione: la trovo interessante. Sorriso

avatarjunior
inviato il 28 Giugno 2021 ore 8:09

Grazie McBrandon,
a mente fredda, rileggendomi, noto che manca la domanda principale, per cosa sto chiedendo aiuto.

Per la progettualità, in primo luogo, ovvero come si scrive un progetto fotografico.Forse si immagina già la mostra completata e si cercano di realizzare i singoli scatti, oppure è un divenire ? come si fa ?
Mi domando se già tre temi non siano troppi per esempio.

Poi l'ispirazione: già tu mi hai dato delle chiavi di lettura, e un esercizio interessante quello del dittico o del trittico.

per la parte tecnica, luci comprese, ne so già qualcosa, ma la pratica non è stata molta fino ad ora :-) quindi non è essenziale, ma c'è sempre da imparare :-)

Grazie, tutti spunti preziosi i tuoi

avatarsenior
inviato il 28 Giugno 2021 ore 8:54

È un progetto interessante. Il mondo vegetale è talmente differente da noi che ci risulta difficile approcciarlo, considerando ogni pianta come un singolo individuo e non come un elemento indistinto che compone un tutto generico.
Dopo aver letto un interessantissimo libro sulla vita degli alberi, ora quando cammino in montagna non vedo più il "bosco" ma tanti singoli alberi che stanno in comunità. Ed ogni albero individualmente è un potenziale soggetto perché ha caratteristiche distintive. Questo ha cambiato radicalmente il mio modo di fotografare in quell'ambiente.

Dal punto di vista del tuo progetto mi pare che tu abbia fatto già un ottimo lavoro individuando tre piste di indagine. Essendo una strada molto guidata dalla tua sensibilità, non mi porrei ora dei limiti più rigidi. Le cose prenderanno forma con il procedere del lavoro.

Piuttosto rifletti su soluzioni che ti possono essere utili per comunicare meglio il tuo pensiero attraverso le tue foto.
Ad esempio l'idea dei dittici mi sembra molto buona e proficua. Accostare due immagini non tanto o non solo per motivi estetici, ti permette ad esempio di mettere in relazione i tuoi fiori a qualcos'altro anche molto differente. Anche a qualcosa di "umano", perché no. Puoi lavorare sulle metafore.



avatarsenior
inviato il 28 Giugno 2021 ore 12:20

Figurati, Tizio_82. ;-)

Per la progettualità non sono in grado di darti grandi consigli, in quanto non ho mai creato un progetto: ho avuto qualche idea (ad esempio le foto sfocate), ma non ho ancora realizzato un progetto in maniera definitiva.
Nel tuo caso direi che forse potrebbe esserti d'aiuto cercare di capire quale caratteristiche debba avere il soggetto e la scena per rientrare in uno dei temi.
Facciamo qualche esempio. Un fiore che sbuca in mezzo alle rocce o in una zona poco ospitale può andar bene per il "Tema b)"? Un fiore penzolante (magari non messo bene) leggermente distante da un gruppo di bei fiori al massimo del loro splendore, può andar bene per il "Tema c)" (una sorta di contrasto tra amicizia e solitudine?
Credo, che il tema più difficile possa essere il "Tema a)". Non so se hai già qualche idea su come rappresentare l'idea di "Orgoglio/prepotenza". Così, a caldo, non ho molto idea di quali caratteristiche in un fiore potrebbero rappresentare l'idea che hai in mente.
Questo per aiutarti a trovare i soggetti adatti, poi anche la fortuna può aiutare. Tuttavia sapere cosa andare a cercare (se non l'hai già in mente, almeno a grandi linee) potrebbe essere un buon punto di partenza.

Concordo con Ale Z sopratutto su questo punto:
Dal punto di vista del tuo progetto mi pare che tu abbia fatto già un ottimo lavoro individuando tre piste di indagine. Essendo una strada molto guidata dalla tua sensibilità, non mi porrei ora dei limiti più rigidi. Le cose prenderanno forma con il procedere del lavoro.

Puoi porti qualche paletto che ti aiuti ad indirizzare il progetto, poi se dovessi constatare che questi paletti sono troppo rigidi puoi spostarli o indirizzarli meglio: un minimo di flessibilità in corso d'opera credo ci voglia. ;-)

Un'altra cosa su cui ragionerei è la questione della luce. Magari trovi una scena molto bella, ma la luce non è adatta o non ti piace. Si può tornare in un secondo momento, questo è vero, ma la scena potrebbe cambiare. Ad esempio qualcuno potrebbe aver colto quella margherita che per te era importante a livello di composizione.
Non saprei, ma forse converebbe ragionare anche su flash con diffusori, gelatine colorate per flash, un pannello riflettente o diffusore del tipo 5 in 1? Su questo non sono in grado di esserti molto d'aiuto: anch'io per le mie foto sto facendo ragionamenti del genere.
Qualche tempo fa ho comprato questo:
https://www.amazon.it/Mantona-Riflettore-pieghevole-1-110-colori/dp/B0
...per ridurre almeno un po' la durezza della luce del sole in alcune condizioni o per riflettere la luce del flash. Purtroppo, a causa del poco tempo, non ho ancora potuto provarlo adeguatamente in mezzo alla natura. Comunque so che mi tornerà utile.


Anche a qualcosa di "umano", perché no.

Interessante, Ale Z. Sorriso

avatarsenior
inviato il 28 Giugno 2021 ore 12:23

Un video che vidi tempo fa (però dopo il mio acquisto), ad un certo punto fa vedere anche l'effetto su un fiore, minuto 2:20 circa:


avatarjunior
inviato il 01 Luglio 2021 ore 15:43

Ho preso a scattare con più costanza, senza troppa progettualità ma avendo ben in mente i tre temi.

Effettivamente aiuta avere un filtro

Ho scelto il bianco e nero. Mi sembra comunichi più facilmente i concetti e le relazioni tra i soggetti.
I fiori sono la casa del colore, ma il colore crea anche atmosfera e comunica emozioni,potrebbe generare una immagine confusa. Che ne pensate? (Ohhhhh no no nnon me lo proponete, non avró tempo con la piccola Giulia in braccio di fare color grading, anche se mi piacerebbe)

Come posso pubblico qualcosa così da aggiustare il tiro.

Orgoglio - presunzione
Crescita - fatica
Vicinanza - lontananza.

Effettivamente è quel che vivo quotidianamente, spero di riuscire a fare arrivare qualcosa di questi sentimenti a chi guarderà le foto.

Grazie a tutti per i consigli, vi aggiorno

avatarsenior
inviato il 01 Luglio 2021 ore 17:09

Le foto di più piante nello stesso luogo sono interessanti, per un profano (il sottoscritto) è difficile capire se c'è aiuto reciproco o competizione, o entrambi. Difficili da fare però, se si gioca con lo sfocato probabilmente la pianta non a fuoco diventa irrilevante. Un focus stacking di qualche scatto rischia di presentare un'immagine improbabile. Nei prossimi giorni salirò al Laghét a vedere a che punto sono i Ranuncoli glaciali, le Armerie alpine e le Genziane bavariche che avevo visto tutte molto vicine lo scorso anno, però a stagione un po' tarda e ormai a fine antesi. Ma è improbabile che possa riuscire a fotografare insieme in modo decente esemplari delle tre specie.
Per il tema 1/2 (spesso ci sono interconnessioni strette tra i due temi) un close-up ambientato con una focale corta è molto indicato, soprattutto per la flora alpina.

avatarjunior
inviato il 18 Novembre 2021 ore 17:45

Buonasera a tutti, vi aggiorno su "crescita, arroganza, relazioni"

Huston abbiamo un problema!
Si tratta del linguaggio scelto per le foto.

Il bianco e nero mi sembra davvero espressivo, riesce a trasmettere qualche sentimento.
Ma io non sono ROBERT MAPPLETHORPE, le mie foto sono un po' meschine rispetto a quel che avevo in mente.

Inoltre i fiori in bianco e nero sono proprio mortificati, le foto esprimono sí qualcosa, ma mi sembrano monche, manca il colore della natura. Ho tolto tanto ai soggetti con la scelta del bn.

Molte foto, a colori le sarebbero pregevoli.

Cavolo pensavo di avere materiale migliore. Stasera dovrei riuscire a pubblicare qualche esempio in una galleria di juza per darvinuna idea, non sono ancora post prodotte a dovere.

Seguirà una versione a colori

avatarjunior
inviato il 18 Novembre 2021 ore 17:47

@murmunto
Interessante l'uso del grandangolo. Dovrei provare. Per adesso mi sono basato sulle geometrie

avatarjunior
inviato il 19 Novembre 2021 ore 6:37

Galleria provvisoria: www.juzaphoto.com/me.php?pg=320663&l=it#iniziopaginagalleria

I colori dicono tanto di un fiore, togliere tutte queste informazioni risulta utile, o significativo per il pubblico?

avatarsenior
inviato il 19 Novembre 2021 ore 7:41

Per quanto riguarda i colori, controlla l'istogramma in fase di scatto, è facile bruciare le corolle nei canali del blu al mattino e del rosso al pomeriggio. Comunque ho poi combinato poco al Laghét, solo un paio di foto ai Ranuncoli glaciali, modeste (però ce n'erano alcuni in acqua e addirittura sommersi quasi totalmente, non li avevo mai visti così www.nikonclub.it/forum/uploads/ori/202107/e955190cccf3ec7cd4de6b9dfc00 ) e un focus stacking alle Genziane bavariche, che però poi ho rinunciato a unire. Forse le riprendo e provo a tirarci fuori qualcosa. Ad agosto poi è arrivata la solita IVU recidivante estiva, favorita dalla disisratazione, in effetti mi ero accorto di aver bevuto meno in quei giorni e anche di aver trattenuto qualche volta. Anche se l'ho stroncata in un giorno, ho perso la voglia, poi un mese di antibiotici.

P.S. Le foto dei fiori di Mapplethorpe sono belle, ma mi sembrano algidamente formalistiche, sterili, un esercizio di stile, come in generale la sua fotografia.

avatarsenior
inviato il 19 Novembre 2021 ore 8:44

I colori dicono tanto di un fiore, togliere tutte queste informazioni risulta utile, o significativo per il pubblico?

La domanda più importante è se tu sei soddisfatto. Altrimenti non vai avanti. Tu ricevi la motivazione dai tuoi risultati non dal pubblico.

Il b/n è ricchissimo di informazioni ma sono più centrate sulle forme, sul rapporto figura/sfondo, ecc. Quindi l'inquadratura, l'illuminazione e la separazione dei toni di grigio diventano molto importanti e togliere il colore può rendere le cose più difficili.

Io ti consiglierei:
1) lavora di più sulla separazione dei grigi. Ad esempio in Crescita e Arroganza il soggetto si deve staccare dallo sfondo. In post puoi fare moltissimo
2) sfrutta meglio tutta la gamma dei grigi, dal quasi bianco al nero. Nel b/n un punto di nero-nero ci dovrebbe sempre essere. Aiuta l'occhio a creare il contrasto. Regoletta piena di eccezioni come tutte…
3) per evitare di clippare un canale, cosa comune coni fiori dai colori saturi come ti dice Murmunto, fai qualche scatto un po' sottoesposto e in post se puoi usa un profilo lineare.
4) cura l'illuminazione. La luce laterale disegna meglio le forme e crea profondità.

Non avevi parlato di dittici? Era una buona idea. Non perderla.

PS: tra i mostri sacri c'è anche Edward Weston
pin.it/2VwtfwK



avatarjunior
inviato il 25 Novembre 2021 ore 16:44

Hai ragione, non sono soddisfatto, specialmente dalla gestione della luce negli scatti.
Troppa fretta realizzativa, approccio troppo reportagistico, qui con la fotografia macro serve un maggior studio, o fotografare direttamente in studio al chiuso.

ho acquistato un libro su Edward Weston. INTERESSANTISSIMO !

vi aggiornerò.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 215000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me