RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

Se vuoi, puoi anche abilitare o disabilitare specifici cookie tramite la pagina Preferenze Cookie.

OK, confermo

La stampa su carta naturale, le carte top


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » La stampa su carta naturale, le carte top





avatarjunior
inviato il 21 Giugno 2021 ore 19:32

continuiamo da: www.juzaphoto.com/topic2.php?l=it&show=last&t=3960223#23284299
Sono arrivate alcune carte nuove, sono le top di gamma, in primis la WaterColour che è una 60% cotone, poi, le Dolce vita bianco leggero ... la configurazione finale dell'offerta sarà le Dolce Vita Bianco, Bianco Soft e Avorio (leggermente strtutturate) come scelta per le carte fine art e infine per chi vuole qualcosa di particolare la WaterClour ... le dolcevita, quando saremo a regime, sarano in grammatura 320 gr/m ... Lasio aperto l'altra discussione per chi deve o vuole fare ancora commenti.

avatarsenior
inviato il 21 Giugno 2021 ore 21:35

Curiosissimo

avatarsenior
inviato il 21 Giugno 2021 ore 21:49

@Alessio
Quanto potrebbe essere la durata della stampa fatta con queste carte e la preparazione che vi fai?
Anni, decenni o meno?

avatarsenior
inviato il 21 Giugno 2021 ore 21:53

Continuo a seguire con interesse. Alessio pensi di poter fare qualche prova sulle foto che ti ho mandato?

avatarjunior
inviato il 22 Giugno 2021 ore 8:40

gianni 23 non rammento la tua immagine qual'è ?

SabbiaVincent ... è un discorso lungo e complicato. Queste carte, viste le certificazioni, assicurano la conservazione museale inquanto sono ISO9706, ma la realtà è molto diversa, per tutte le carte e i supporti.
La norma ISO 9706, come descritto dalla International Organization for Standardization, specifica i criteri di permanenza della carta espressa in questi termini:
- Forza minima misurata con un test di resistenza allo strappo.
- Quantità minima, misurata di riserve alcaline, sostanze che neutralizzano l'azione degli acidi presenti (per es., carbonato di calcio).
- Quantità massima di sostanze facilmente ossidabili misurata attraverso l'indice Kappa.
- PH massimo e minimo di un estratto acquoso a freddo della carta.
Quindi una carta con queste caratteristiche è una carta per stampa fine art. Gli inchiostri Canon sono dati per una durata tra i 100/140 anni a differenza degli epson che sono dati per 60/100 anni (gli HP sono dati per 150/200 anni) quindi, a livello teorico hanno una durata superiore ai 100 anni ma, mentre per le carte naturali e usomano si è visto quanto durano esistendo stampe e opere d'arte da centinaia di anni, per le carte digitali che esistono da una ventina di anni esistono solo test di laboraorio (http://www.wilhelm-research.com/). Dipende molto da come le stampe sono conservate ed esposte, la presenza di umidità, di inquinanti, l'esposizione ai raggi uv etc ... ho delle stampe fatte su carta hahnemuele cotone che dopo 5 anni hanno iniziato il processo di sbiadimento e ingiallimento), questo per le carte naturali, quelle sbiancate (tutte) dopo 5/7 anni tendono a diventare gialle poichè i solventi che servono per sbiancarle si ossidano (per questo le stampe fine art si fanno su carte cotone naturali).
I flattanti protettivi, sopratutto quelli a verniche, a base di acrilico, sono usati per proteggere in primis i quadri dei musei, e consentono di raddoppiare i tempi di conservazione ...

avatarsenior
inviato il 22 Giugno 2021 ore 10:26

gianni 23 non rammento la tua immagine qual'è ?


Te le ho mandate via mail.

avatarjunior
inviato il 22 Giugno 2021 ore 11:06

si .. qual'è il soggetto ? tutte quelle che sono arrivate le stampo ...

avatarsenior
inviato il 22 Giugno 2021 ore 11:27

Sono ritratti, ovviamente non tutti, quelli che possono essere più utili per le prove che stai facendo. Poi c'è una macro fasulla che ho mandato solo perché ha una bella varietà di colori, pensavo potesse essere utile come prova. Comunque ti riscrivo sulla mail.

avatarjunior
inviato il 22 Giugno 2021 ore 15:27

I flattanti protettivi, sopratutto quelli a verniche, a base di acrilico, sono usati per proteggere in primis i quadri dei musei, e consentono di raddoppiare i tempi di conservazione ...


Quindi teoricamente i posteri potranno vedere le nostre stampe nel museo di Louvre tra 3/400 anni???

avatarjunior
inviato il 22 Giugno 2021 ore 18:04

esattamente ... ma anche di più perchè le moderne tecniche di restauto, per le opere più importanti, consentono di togliere i flattante e metterne di nuovo ... è un problema molto sentito anche nell'antichità, le tele da pittura a olio venivano pre trattate con la mestica (da cui mesticheria) cioè una mescola di sostanze (miele, fiele, bianco di spagna etc ... etc ...) per preparare i quadri poi, si usava come protettivo la cera d'api tirata a lana, come per i mobili ...

avatarsenior
inviato il 22 Giugno 2021 ore 19:14

L'umanità è salva. Potrà godere dei miei capolavori a lungo

avatarsenior
inviato il 22 Giugno 2021 ore 19:32

Mai più senza! MrGreen

avatarjunior
inviato il 22 Giugno 2021 ore 20:02

blve mi potresti consigliare un flattante da usare sulle mie stampe su carta in cotone,sia come protettivo e intensificatore dei neri,possibilmente spray,ma va bene liquido con pennello.grazie

avatarjunior
inviato il 23 Giugno 2021 ore 9:45

Miguelandiaz ... a parte i prodotti Hahnemuhle varnish che sono ottimi ma cari, per aumentare i neri, per carte cotone e inchiostri inkjet puoi usare i protettivi per pittura ad acquerello o per canvas ... se vuoi puoi usarli anche diluiti e con pistola a spruzzo metterli come fosse uno spray. rammenta che questi prodotti, soprattutto in forma aereosol sono molto tossici, pertanto, per un uso "casalingo" è meglio metterli con pennello. Inoltre l'aereosol è di più difficile gestione. Ti consiglierei di provare Liquitex High Gloss Varnish costa 1/3 del corrispondente hahnemuhle o Ilford, oppure il top è Primal B 60 A, è un prodotto destinato ad uso professionale ed'è quello usato dagli Uffizi" di Firenze per proteggere le opere importanti. E' difficile da gestire poichè deve essere miscelato lentamente per evitare bolle che quando il prodotto è steso non vengono più via, non si può diluire più di 1 parte di acqua e 2 di Primal pertanto stendendolo col pennello (solo quello piatto) essendo denso devi usare molta tecnica per renderlo uniforme, devi dare almeno 3 mani aspettando tra una e l'altra almeno qualche ora ... devi fare delle prove, se usandolo col pennello vedi che il colore tende a sciogliersi, prima di mettere il protettivo devi usare uno spary fissativo, anche economico come il Contè ...

avatarjunior
inviato il 23 Giugno 2021 ore 18:11

ti ringrazio fino ad ora ho sempre usato i prodotti hahnemuhle.interessante il liquitex.grazie

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 211000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me