RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Acquisto M1 portatile, come configurarlo


  1. Forum
  2. »
  3. Computer, Schermi, Tecnologia
  4. »
  5. Apple
  6. » Acquisto M1 portatile, come configurarlo





avatarjunior
inviato il 15 Maggio 2021 ore 20:07

Saluti a tutti, sono un po' titubante e vorrei chiedere consiglio.
Dovrei acquistare un portatile Apple, nuova generazione con M1 a questo punto, fondamentalmente per questi usi:

1) photo-stitching veloce di fotografie raw HDR a 360° (uso già PTGUI Pro). File da 20 megapixel (Ricoh Theta Z1).
2) post-produzione generica per altri raw sempre leggeri, da fotocamere m4/3 Panasonic, sui 20 mpx (uso Silkypix 10Pro per i raw + Affinity Photo per il resto)
3) forse servirà anche un programma come 3DVista VirtualTour per la creazione di visite virtuali dove sommare le varie foto
4) e queste visite potrebbero essere presentate anche sottoforma di video (qualità da YouTube o un poco meglio, certo non altissima definizione).
5) normali altre attività ordinarie

In più il portatile deve essere ... portatile, perché deve andare a fare delle presentazioni in giro, quindi 13 pollici penso sia la taglia giusta.

Di mio sarei orientato sull'Air. Ma non sono sicuro di come configurarlo.
Considerando che questo portatile non deve necessariamente stoccare a lungo termine molti dati (ho un iMac "chioccia" in ufficio per archiviare i lavori) ma che deve essere diciamo reattivo l'archiviazione da 256 GB è strettina? I 16 GB di memoria possono rivelarsi utili oppure non servono per gli usi sopra indicati?

Il prezzo dell'Air basico mi alletta (1159 euro) ma configurandolo "per paura" di essere stretto arrivo a 1659 euro.
Ballano 500 euro e si arriva quasi al costo del Pro che a quel punto offre qualcosina in più.
E per filosofia sono un po' contrario a corrazzare le prime versioni di nuove tecnologie, tanto sappiamo che per quanto buoni saranno presto superati dai nuovi arrivi.
Quindi mi fermerei non dico al minimo indispensabile ma sicuramente allo stretto necessario.

Chiedo a chi ha già esperienza su queste macchine.


avatarjunior
inviato il 17 Maggio 2021 ore 8:45

Insomma sto Air M1 che Amazon vende a 1038,99 euro…. s'ha da prenderlo o no?
Vengono a costare di più cavi e adattatori ancora un poco Cool

avatarsenior
inviato il 17 Maggio 2021 ore 9:32

Io lo vorrei maxato un portatile... soprattutto se hai intenzione di tenerlo un po'.

Quindi store apple, 16gb di ram e disco minimo da 1tb.

avatarjunior
inviato il 17 Maggio 2021 ore 9:47

È una scelta che avrei fatto anche io se si trattasse di un portatile tipo il MacBook Pro 16 pollici Intel ultimo venuto, perché è una macchina al culmine dello sviluppo di una tecnologia, perfezionata sotto tanti punti di vista, e quindi ci sta l'idea di configurarlo al meglio per poi tenerselo a lungo.

Ma, venendo ai Silicon attuali, il nuovo processore M2 (M1X) è già entrato in produzione. I modelli professionali appariranno entro breve, e già l'anno prossimo arriva anche il nuovo Air con lo schermo a led e credo il nuovo processore, quindi io non penso che - in questo specifico momento almeno - maxxare questi primi modelli Silicon poi ripaghi, come scelta.

Ma giustamente non devono neppure essere sottodimensionati rispetto alle esigenze. Sarebbe ancora più denaro sprecato. Cercavo un punto d'equilibrio pratico (e meno teorico) allo status quo.

avatarsenior
inviato il 17 Maggio 2021 ore 9:57

Io vorrei capire se realmente la mancanza di ram va a discapito delle scritture su disco... Allora si, vorrei più ram possibile.

avatarjunior
inviato il 17 Maggio 2021 ore 10:10

Si anche io.
Poi non capisco del tutto se e quali programmi/metodi di lavoro abbisognano di multi-core o gli basta velocità nel single-core. Perché li dovrebbero marcarsi le differenze, credo.
E se la taglia base insulsa del disco da 256GB possa ridurre e in che misura le prestazioni complessive, perché per la questione stoccaggio poi non è un vero problema, soluzioni più economiche se ne trovano considerando questi primi M1 come macchine transitorie su cui "investire" il giusto.

Andare da 1100 euro a 1500 euro su un Air M1 non è solo salire di 400 euro, significa aggiungere quasi un terzo di valore alla macchina. Spesa che deve rendere parecchio quindi per giustificarsi….

Mentre aggiungere 400 euro per avere qualcosa in più su una macchina che di base costa già 2500/3000 euro è ben diverso. Io spendo sempre sti benedetti 400 euro in più ma non "stravolgo" il valore frazionale dell'insieme.

Quindi ad esempio non capisco se "quel qualcosa in più" non sia meglio speso scegliendo di avere con il Pro 13" M1 uno schermo più luminoso, un sistema di raffreddamento vero, audio di tutto altro livello, ecc… Ieri Amazon vendeva il Pro base a 1299 euro! Cioè 260 euro in più dll'Air base sempre venduto da loro.

Non è facile decidere se e dove valga davvero la pena spendere per qualcosa in più, su macchine così entry level. Io, in ordine di importanza metterei la cosa così:

1) l'hardware del Pro è oggettivamente migliore e dovrebbe garantire migliori prestazioni sotto stress (ma è vero? comunque l'up-grade rispetto all'Air è poco costoso frazionalmente);

2) i 16 Gb rendono questi M1 migliori quando? Dove? Non è che l'Air attuale per come è costruito non li possa sfruttare comunque a pieno? Non riesco a capire quanto sia determinante averli o no;

3) capacità disco SSD. La taglia d'ingresso di 256 Gb è limitante per le prestazioni o no? E fino a che punto. Discorso stoccaggio a lungo termine lasciamolo pure da parte.

avatarjunior
inviato il 17 Maggio 2021 ore 10:46

Secondo me prendi quello base, non dal sito Apple ma su amazon o da altri venditori.
Lo tieni un paio di anni e poi lo rivendi, così intanto capisci cosa ti serve, tanto per quello che devi fare ti dovrebbe bastare.

Probabilmente perdi meno soldi rivendendolo che spendendo ora per customizzarlo a piacere sul sito Apple.

avatarjunior
inviato il 17 Maggio 2021 ore 11:10

Si, la penso anche io così, Maurese.
Ma volevo che qualcuno mi dicesse che poi "muoro" se spendo così poco ;-)Cool

No dai, effettivamente non so cosa prendere. Per quello più che altro spenderei il minimo possibile, purché non sia un errore di sotto-dimensionamento "grave".

avatarsenior
inviato il 17 Maggio 2021 ore 11:12

Poi non capisco del tutto se e quali programmi/metodi di lavoro abbisognano di multi-core o gli basta velocità nel single-core


va visto software per software se è o meno ottimizzato per multi-core o no. Ed in quali operazioni.

1) l'hardware del Pro è oggettivamente migliore e dovrebbe garantire migliori prestazioni sotto stress (ma è vero? comunque l'up-grade rispetto all'Air è poco costoso frazionalmente);


dipende cosa ci fai. Io se sapessi di lavorare continuamente in rendering video prenderei un pro (cioè, non prenderei nessun M1 ora, ma se proprio, prenderei il pro).

2) i 16 Gb rendono questi M1 migliori quando? Dove? Non è che l'Air attuale per come è costruito non li possa sfruttare comunque a pieno? Non riesco a capire quanto sia determinante averli o no;


nulla si crea e nulla si distrugge... se non hai ram swappa su disco. I dischi sono molto veloci e questo ti da l'impressione che la macchina sia molto rapida. Ma le continue scritture su disco, come influenzeranno prestazioni ed affidabilità nel tempo?

3) capacità disco SSD. La taglia d'ingresso di 256 Gb è limitante per le prestazioni o no? E fino a che punto. Discorso stoccaggio a lungo termine lasciamolo pure da parte.


vedi sopra. Se deve swappare usa spazio. Considera che tutti gli SSD sopra il 50% di spazio occupato calano drasticamente a livello prestazioni.



avatarjunior
inviato il 17 Maggio 2021 ore 11:23

Giuste osservazioni si.
Quindi la capacità del SSD viene prima della ram, come upgrade.
Non tanto per lo stoccaggio ma per il discorso swap.
Poi l'eventuale upgrade hardware Air > Pro
Ultima la RAM (su questi M1).

Ecco perché Amazon non vende quelli con 16Gb di RAM! :-P:-P:-P
Può dirsi così?

avatarsenior
inviato il 17 Maggio 2021 ore 11:24

Poi non capisco del tutto se e quali programmi/metodi di lavoro abbisognano di multi-core o gli basta velocità nel single-core.
I programmi che utilizzano con grande efficienza i multi-core sono soprattutto i motori di rendering e software di calcolo.

La maggior parte delle applicazioni invece usano il single-core a partire dai CAD come autocad, revit sino a Fusion 360.
knowledge.autodesk.com/support/autocad/learn-explore/caas/sfdcarticles

Anche i prodotti Adobe sfruttano soprattutto il single-core... direi purtroppo ma a questo punto non saprei perché ho scoperto recentemente che molte operazioni non possono proprio sfruttare processi paralleli perché non è proprio nella natura delle operazioni che effettuano. Da quello che ho capito il calcolo parallelo si può usare per migliorare le prestazioni di calcolo ed eseguire per esempio nell'analisi in meno tempo su modelli complessi ed in presenza di un numero elevato di elementi, ma non si può utilizzare con gli strumenti di modellazione.
Se il ragionamento è corretto probabilmente per i software grafici e fotografici il futuro è single-core

avatarsenior
inviato il 17 Maggio 2021 ore 11:33

Se il ragionamento è corretto probabilmente per i software grafici e fotografici il futuro è single-core


Si e no. Secondo me dipende invece dalla volontà di usarli i core... Affinity ne fa un uso sostanzialmente milgiore di tutta la suite adobe, dove il multi core viene usato in batch processing ed altre funzioni come applicazione filtri etc.

Nei software di montaggio video/audio sicuramente sono ottimizzati per il multi-core.

Avendo più app aperte etc sicuramente molti core aiutano. Ma molti core devono essere supportati anche da ram per core.

Imho il punto è che i processori del futuro avranno sempre più core, ma a livello di software è molto più complesso scriverlo per gestire il multi-core che no... Quindi dipenderà soprattutto dalla volontà delle software house.

avatarsenior
inviato il 17 Maggio 2021 ore 11:54

Imho il punto è che i processori del futuro avranno sempre più core, ma a livello di software è molto più complesso scriverlo per gestire il multi-core che no... Quindi dipenderà soprattutto dalla volontà delle software house.


A cena con un ingegnere del settore, ho scoperto che è un mondo particolarmente complesso... ovviamente è logico che ho compreso molto meno di quello che lui mi ha spiegato ;-)

Ho capito che è facile parallelizzare operazioni che si possono suddividere (siamo in due e avvitiamo quattro viti sullo stesso piano) mentre non è possibile farlo su operazioni che sono conseguenti l'una con l'altra (non posso lavare il piatto sino a che tu non me lo passi). La maggior parte delle operazioni di software CAD, grafici e fotografici devono lavorare su operazioni che sono l'una conseguenza dell'altra.
Per i video e i rendering, invece, si parla di operazione che possono essere suddivise in blocchi... come si vede proprio durante un rendering.

Io ho semplificato quello che lui mi ha semplificato... tipo, mentre scrivi il software ti può proporre X parole che iniziano con le lettere che stai scrivendo (multicolore), ma non può sapere ciò che effettivamente vuoi scrivere /single core). Nello stesso modo un software CAD può proporti delle soluzioni (multicore) ma deve aspettare la tua (single core)

avatarsenior
inviato il 17 Maggio 2021 ore 13:17

Sicuramente. Ma ci sono tantissime cose come ad esempio generazione anteprime, tagging, batch processing etc che possono essere parallelizzate.

Altro esempio: se hai un STL, il remesher per fare la retopology automatica potrebbe essere parallelizzato. Generazione di array, copie, clone.. tutta roba che trarrebbe grande beneficio da più core.

E' solo che a livello software è molto più semplice non farlo. E contare sui mille mila Ghz delle macchine.

Poi ovviamente ci sono processi, tool etc che beneficiano maggiormente di grande potenza in single-core e non sarebbe nemmeno possibile parallelizzare.

Se i core non servissero e/o non fossero li per essere usati, tranquillo che l'esponenziale crescita dei core negli ultimi anni non sarebbe mai avvenuta. Il problema è che poi a livello software non li usano, perchè il codice richiesto è più complesso.

In pratica se guardi a livello hardware grandi stravolgimenti a livello di Ghz non ne sono successi... Si è provato ad aumentare la quantità di core, per dare una svegliata al software, che dorme beato.

avatarsenior
inviato il 17 Maggio 2021 ore 14:07

Ma ci sono tantissime cose come ad esempio generazione anteprime, tagging, batch processing etc che possono essere parallelizzate.

Ma infatti, la mia indicazione era in risposta a
Poi non capisco del tutto se e quali programmi/metodi di lavoro abbisognano di multi-core o gli basta velocità nel single-core. Perché li dovrebbero marcarsi le differenze, credo.


Comunque si parlava di velocità effettiva e velocità apparente.
Quantità di ram ed altre cose del genere.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 209000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me