RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Foveon, rumore e recupero delle ombre.


  1. Forum
  2. »
  3. Fotocamere, Accessori e Fotoritocco
  4. » Foveon, rumore e recupero delle ombre.





avatarjunior
inviato il 01 Novembre 2020 ore 11:59

Ciao a tutti, sono un fotoamatore con un po' di esperienza ma neanche poi troppa. Ho letto un po' in giro (su questo sito e altrove) della magia e dei limiti dei sensori foveon. Siccome mi piace fotografare il paesaggio sono abbastanza interessato alla faccenda. Ho letto che questo sensore ha una resa straordinaria per quanto riguarda il dettaglio e la resa dei colori, ma mostra i suoi limiti se utilizzato alzando gli ISO. Mi domandavo però se il problema si pone soltanto quando si impostano ISO alti sulla fotocamera oppure se ci sono problemi anche quando, pur impostando bassi ISO, si fotografa una scena con grandi dislivelli di luminosità tra ombre e alte luci, è necessario poi aprire le ombre per recuperare dettaglio in postproduzione. Attualmente uso una Canon 60D e il recupero delle ombre lo trovo spesso problematico e "rumoroso".

avatarsenior
inviato il 01 Novembre 2020 ore 12:04

Con Foveon puoi fare ancora meno recuperi!

avatarjunior
inviato il 01 Novembre 2020 ore 20:04

Con Foveon puoi fare ancora meno recuperi!

Quindi mi consiglieresti di buttarmici? E da che parte sarebbe meglio iniziare? Una compattona sigma (DP1 merrill? DP1 Quattro? Quale sensore è meglio?) giusto per vedere come mi trovo? O meglio pensare direttamente a una reflex?

avatarsenior
inviato il 01 Novembre 2020 ore 22:28

Con Sigma Sd Quattro e Sd Quattro H per paesaggio con ampia gamma dinamica puoi utilizzare la modalità super fine detail (che poi è un bracketing di esposizione ottimizzato) e puoi ottenere un file molto pulito anche nelle ombre e con enorme gamma dinamica.
Sono passato a Sigma Sd Quattro H per le mie foto di still life, ritratto, fashion, paesaggio, architettura e non tornerei mai più ad un sensore Bayer per questi usi. A malincuore uso Bayer solo dove mi servono ISO alti per via di scarsa luce e tempi rapidi da impiegare (naturalistica, sport, eventi).
Considero la mia Sigma Sd Quattro H come un banco ottico digitale con il benefit della portabilità, di un sistema AF, della previsualizzazione del risultato e di un parco lenti molto versatile (per quello che manca, tipo un decentrabile, puoi prendere una lente Canon EF e cambiare la baionetta con una Sigma SA).

avatarjunior
inviato il 01 Novembre 2020 ore 22:34

Miopiartistica mi sa che Gobbo ti ha detto che con il foveon recuperi ancora meno che con la 60D che hai già...

avatarsenior
inviato il 01 Novembre 2020 ore 22:45

Nel paesaggio i recuperi non sono praticamente mai necessari.
Filtri soft/hard grad e/o multiesposizione rendono il recupero superfluo.

avatarjunior
inviato il 01 Novembre 2020 ore 22:48

Aaaaaah! Avevo capito che avesse più limiti

avatarsupporter
inviato il 01 Novembre 2020 ore 22:51

Col foveon recuperi pochissimo la singola esposizione. Ha bisogno di luce.

avatarsenior
inviato il 01 Novembre 2020 ore 22:56

Il Foveon è un poco come le vecchie dia. Ma con filtri e/o multiesposizione, entrambi usabilissimi e infatti usatissimi nel paesaggio, problemi non ce ne sono. E con la previsualizzazione e pure l'istogramma sbagliare esposizione di tanto è davvero difficile.

avatarsenior
inviato il 02 Novembre 2020 ore 2:31

si ciao come le diapositive!...magari!
fate vedere le foto poi ne parliamo! ;-)
@Otto...ha ragione! ...
Foveon è simpatico! ma finisce li! ;-)

avatarsenior
inviato il 02 Novembre 2020 ore 5:58

Nel senso che hai poco margine di errore nell'esposizione.

avatarsupporter
inviato il 02 Novembre 2020 ore 7:16

Gobbo sai come la penso, per me meglio una bigmpx ricampionata (e postprodotta con grazia) alle dimensioni del foveon, ma non voglio aprire l'ennesima guerra di religione. ;-)
Di sicuro con le Sigma per gestire forti contrasti, o meglio, se si vogliono rendere leggibili ombre molto chiuse mantenendo una certa qualità dei colori, bisogna andare di multiesposizioni o filtri.

avatarsenior
inviato il 02 Novembre 2020 ore 7:17

Qualità straordinaria già con le compatte, che fra l'altro montano ottiche stellari.
Proprio nel paesaggio queste macchinette danno il meglio di sè.
L'effetto presenza che hanno è inconfondibile.
E che sarà mai poi se qualche ombra rimane quello che è, ossia un'ombra...
Non è che sia sempre così bello poi aprirle, le ombre, spesso il risultato non è altro che slavare e togliere profondità alla scena.

avatarsenior
inviato il 02 Novembre 2020 ore 7:34

Il problema per me è che il foveon ha GD ristretta, se salvi le luci le ombre risultano sempre troppo chiuse, se le apri escono colori slavati e macchie

avatarsenior
inviato il 02 Novembre 2020 ore 7:37

Per fortuna nel paesaggio la latitudine di posa non conta molto

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 201000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me