RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Tecnologia e fotografia? amore e odio!


  1. Forum
  2. »
  3. Fotocamere, Accessori e Fotoritocco
  4. » Tecnologia e fotografia? amore e odio!





avatarjunior
inviato il 01 Agosto 2020 ore 0:18

Spesso mi trovo a riflettere su una questione, da fotografo non vorrei più vedere tutta questa tecnologia, ormai macchine sempre più intelligenti, stiamo arrivando al punto che davvero devi solo schiacciare il pulsante di scatto, basta guardare che oggi se provi a scattare completamente in automatico, su 100 foto probabilmente 1 uscirà sbagliata, 2 non saranno come le avresti scattate tu, e 97 che praticamente sono perfette, esposimetro che ormai rasenta quasi la perfezione, difficilmente sbaglia, e con il tempo sarà sempre più automatizzato il tutto, grazie alla famosa intelligenza artificiale, stessa cosa per i software di post produzione, un click e hai una foto che fino a ieri richiedeva ore di photoshop. Insomma vorrei si corresse meno da questo punto di vista, ma poi... Eheheheh... ecco che da appassionato di tecnologia, mi gaso a morte quando vado sviluppare certe funzionalità e automatismi, arrivando spesso a scattare in completo automatismo (con foto non importanti) per toccare con mano i passi da gigante che la tecnologia fa, stessa cosa con i software pieni di automatismi (luminar, i software di TOPAZ, ecc) perché quando li vedo intervenire in maniera impeccabile, il sorrisino da amante maledetto della tecnologia... Viene inevitabilmente fuori, ma poi se ragiono anche da fotografo, un po' mi viene da piangere....! Insomma essere un fotografo e amante della tecnologia, non è affatto facile far convivere insieme le due cose, c'è sempre una parte felice e triste nello stesso momento. Chi di voi è nella medesima condizione? MrGreen

avatarjunior
inviato il 01 Agosto 2020 ore 0:39

Si ma foto perfette sotto quale aspetto?
E' brutto da dire ma seguendo i forum si ha poca difficoltà a capire come una stragrande maggioranza di interventi raffigurano un continuo ricambio di corpi e ottiche che dopo un paio d'anni vengono dismessi con su una barca di scatti da test, fatti a soggetti banalissimi solo per poi testarne le differenze a monitor, scatti che una volta visti vanno nel cestino oppure ad occupare molti HD di svariati tera in doppia/tripla/quadrupla copia più altrettanti spazi in cloud con scorta armata che nessuna anima viva guarderà mai, la tecnologia lavora dalla lente frontale dell'ottica fino all'oculare del mirino e li si ferma e dietro al mirino non c'è tecnologia che tenga, o c'è occhio buono che ci guarda dentro e destrezza sui mezzi o le foto saranno sempre le stesse, montagne di inutili gigabyte.Cool

avatarsenior
inviato il 01 Agosto 2020 ore 0:40

Daniele è una riflessione seria... che comprendo benissimo.
Sono appassionato di tecnologia... esco pazzo per l'elettronica, le ottiche, i software, mi sembra di entra in un modno magico. Forse di più, amo la fotografia, mi fa stare bene con me stesso. Mi mette pace.

Tu centri un punto che ho sempre osservato qui su juza, e ovviamente non solo qui, forse gli 8k hanno preso il sopravvento su un'arte, molti utilizzano migliaia di euro di attrezzatura, ma perdono il gusto della foto, si rincorre troppo la tecnologia a discapito del gusto. Ma nella realtà... la bella foto è un'altra cosa.

E' un pò che mi sto concentrando su un'area precisa, cosa realmente fanno fare i nuovi corpi o le nuove ottiche o i software? la questione non è banale o limitata alla performance. Sarebbe sbagliato avere questa visione, secondo me.
Esiste infatti un'area di interesse dhe la tecnologia mette a servizio della creatività... questa forse è la cosa interessante. Sotto questo punto di vista, provo (ma non ci riesco sempre, altrimenti sarei un bravo fotografo) a spingere un insieme del sistema a 200 all'ora.

Il sistema corpi performanti, obiettivi e software offre possibilità incredibili... ma quanti veramente si spingono ad utilizzarli? Quanti sono passati da reflex a mirrorless ma scattano nello stesso modo? Quanti si chiedono se la fotografia moderna sia il frutto qi quello che ci mette a disposizione la tecnologia?

Intanto la fotografia è magia. E' far vedere cose che l'occhio umano non vede... il fotografo tecnologo dovrebbe essere agevolato in questa visione a fare magie nuove, diverse, a ricercarle. Dovrebbe avere una capacità di creare di granlunga più elevata rispetto anche a 10 anni fa.

Questo è il mio personale punto di vista.

avatarsenior
inviato il 01 Agosto 2020 ore 0:49

Quì dentro vedo piu' fregola nel cambiare materiale, testarlo e mostrarlo ai gonzi morenti d'invidia verso il possessore dell'ultimo ritrovato, che voglia di esprimersi con l'immagine. Fotografia anche tanta e bella, ma il piu' delle volte fatta con strumenti basilari, e con dietro tecniche di post poco automatizzate, ma fatte in modo sapiente e con i passaggi che solo il buon gusto riesce a mettere in risalto. La tecnologia da' quel quid in piu' che puo' portare e esaltare lo scatto, ma un immagine morta e banale, puoi modificarla con Topaz quanto vuoi in modo automatico, ma rimane tale e quale e senza senso. Su questo bisogna ragionare, se ci si vuole distingure in fotografi da schiacciabottoni casuali.

La cultura fa il resto. Giustamente va' sottolineato il fatto che non tutti l'abbiamo sviluppata allo stesso modo. Per me' e' su quello che oggi bisogna lavorare. Ormai le macchine si 5/6 anni fa erano gia' grasso che colava sul termine prestazionale.

Oggi fin esagerate, tendono ad essere esaltate nelle feature per dimostrare la prestazione, ma mortificata l'immagine con la banalita media dello scatto.

Convengo con quanto sotto:

“la tecnologia lavora dalla lente frontale dell'ottica fino all'oculare del mirino e li si ferma e dietro al mirino non c'è tecnologia che tenga, o c'è occhio buono che ci guarda dentro e destrezza sui mezzi o le foto saranno sempre le stesse, montagne di inutili gigabyte”


avatarjunior
inviato il 01 Agosto 2020 ore 0:56

Si, il problema è che mentre tantissime persone utilizzano o cercano la tecnologia per pigrizia o per fotografare bene (tecnicamente parlando, cioè esposizione corretta, messa a fuoco corretta, sensibilità ISO adeguata ecc) ed evitare errori ecc, io adoro usarla spesso, ma per pura e semplice passione tecnologica, e quindi a volte mi sento anche "in colpa" da fotografo, cioè come se avessi fatto chissà cosa, da l'altra parte però...ho soddisfatto il mio lato "nerd" che ama la tecnologia, ad esempio gli automatismi dei cellulari, il modo in cui riescono a creare lo sfocato sempre in maniera più realistica ecc... Lo so, da fotografo mi dovrebbero far letteralmente vomitare, ed è così effettivamente...... Ma da fotografo, da appassionato di tecnologia però, mi affascina e mi fa dire "wow che figata"... Insomma è un conflitto interiore non semplice MrGreen

avatarsenior
inviato il 01 Agosto 2020 ore 1:06

Non c'e' nulla di male ad amare gli oggetti tecnologici, non fa male a nessuno, e' sbagliato invece il fatto di recriminare in modo costante e sprezzante verso chi ne fa a meno, che senza certe tecnologie, sono precluse alcune tupologie di foto. Perche' e' fuorviante e falso verso chi ha meno esperienza e si accinge in questo caso a forografare e a ragionare fotogragicamente anche sulla tecnica.

Prova ad avere il pieno controllo del mezzo fotografico senza farti guidare nei ragionamenti forzati della tecnologia e comincerai veramente a esprimere te stesso. La macchina e' solo il mezzo per ottenere il fine che dovrebbe essere il file/stampa. Il resto uno strumento che ogni mese deprezza significativamente il suo valore di mercato.

avatarsenior
inviato il 01 Agosto 2020 ore 1:09

“The single most important component of a camera is the twelve inches behind it!” - Ansel Adams

avatarjunior
inviato il 01 Agosto 2020 ore 1:48

@Banjo911 infatti uso entrambi i "sistemi" MrGreen poi ovviamente in foto importanti, cioè per un committente ecc, uso il giusto compresso tra le due possibilità, perché ovviamente la sicurezza non è mai troppa, quando si tratta di lavoro, quindi in caso di errori umani da parte mia, avere la tecnologia che può salvarmi da quel errore o anche semplice distrazione, eh mi è utile. Fuori da questo contesto, adoro utilizzare tutto in maniera "analogico" tanto quanto in iper tecnologica assistita MrGreen quindi alterno MrGreen

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 196000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





10 Agosto 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me