RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Stampanti surecolor sc-p600 o canon pixma pro-10s ?


  1. Forum
  2. »
  3. Computer, Schermi, Tecnologia
  4. » Stampanti surecolor sc-p600 o canon pixma pro-10s ?





avatarjunior
inviato il 13 Dicembre 2019 ore 13:01

Buon giorno, dal 2003 mi è capitato di stampare con stampanti espson fotografiche per casa, ultima di queste è stata la r 800 8 colori, usata pochissimo perchè il prezzo era improponibile degli inchiostri e con i cicli di pulizia finivano subito, oggi rivedendo le vecchie foto dal 2003 ad oggi ( per fortuna dietro c'era scritto tipo inchiostro usato) tutte quelle con inchiostro originale sono perfette mentre provate tutte varie marche compatibili ho dovuto buttare le foto, scolorite e impastate e dominanti spiacevoli.Unica cosa che mi è piaciuta stampe belle e inchiostri duraturi sulle espson , le cose negative che ho riscontrato è che si guastano subito poco dopo la garanzia o anche prima, le testine si intasano e bisogna pulirle spesso, costo inchiostri elevato.( Ho avuto 10 stampanti fotografiche e altre 3 uso ufficio sempre ad inchiostro tutte espon)
Mi chiedevo se vale la pena cambiare marchio o rimanere su epson.
Unica stampante che ho usato fotografica a 6 inchiostri verso il 2006 era una hp lo ritornata subito al negoziante, dopo poche ore i colori nelle stampe cambiavano, provata con tutte le carte
Su queste due stampante elencate sopra qualcuno mi può dire qualcosa? o ce di meglio rimanendo sullo stesso budget.

avatarjunior
inviato il 14 Dicembre 2019 ore 9:18

Ciao Pricar è noto che le stampanti epson a pigmenti siano più delicate rispetto alla serie pro di Canon riguardo intasamenti ugelli inoltre le testine Canon le sostituisci da te mentre epson devi mandare in assistenza con costi molto superiori. Valuterei piuttosto la frequenza delle stampe perché se stai periodi piuttosto lunghi senza stampare meglio pensare agli inchiostri dye dove Canon ha un ottimo prodotto come la pixma pro 100s che anche dopo più di un mese di inattività non da problemi di intasamento inoltre i dye originali rispetto a quelli di 15 anni fa sono molto migliorati e durano senza sbiadire o virare tonalità per parecchi anni se esposte mentre per decenni negli album

avatarjunior
inviato il 14 Dicembre 2019 ore 9:19

Non conosco bene Epson, ho avuto una p600 in prestito da un amico che lamentava intasamenti, quindi me l'ha prestata perché voleva capire se il problema era lui o la stampante...a me in 3 mesi non mi ha mai dato nessun problema, ma io stampo per me e per altri quasi ogni giorno...gli incontri a pigmenti se si usa poco la stampante danno problemi a lungo termine...io fossi in te valuterei anche la Canon pro100s, anche Epson fa una stampante ad inchiostri dye analoga alla canon pro 100. Non fare il paragone con stampanti da ufficio con queste che ti ho elencato, perché sono altri inchiostri e non danno poi scolorimenti e viraggi che menzioni tu.
Per le cartucce con inchiostri compatibili anche li dipende da cosa usi, chiaramente con inchiostri compatibili non hai le stesse prestazioni degli OEM, ma se vai su marche serie hai sicuramente meno problemi. Più che le cartucce complete con inchiostri compatibili dentro è 1000 volte meglio ricaricare le cartucce originali con siringa ecc. Specialmente se devi ricaricare stampanti con inchiostri dye.

avatarjunior
inviato il 14 Dicembre 2019 ore 19:32

Grazie mi immaginavo che mi avreste consigliate la dye, effettivamente non mi capita di stampare ogni settimana.
Ogni tanto mi viene lo sfizio di stampare qualche foto, però sarebbe un dispiacere vedere la foto che cambi tonalità dopo averla realizzata, allora rivaluto la situazione.
Ma qualcuno di voi la possiede la pro 100 s?

avatarjunior
inviato il 14 Dicembre 2019 ore 20:55

Io ho la pro 100s da due anni e l'ho scelta proprio per il problema degli intasamenti visto che sto lunghi periodi senza stampare mai avuto un problema macchina ben costruita e resa eccellente,fisicamente è piuttosto grande e pesante (quasi 20 kg) identica alla pro10 cambiano solo gli inchiostri,da una rassicurante impressione di solidità,ho delle stampe appese alla parete da circa due anni e nessun viraggio dei colori,se poi le proteggi con vetro diventano eterne,per me consigliatissima,poi se hai bisogno per forza dei pigmenti perché vendi le tue stampe forse meglio la p600 epson per i serbatoi più capienti e la possibilità di stampare con carta in rotolo che permette dimensioni maggiori e panoramiche però riguardo intasamento la pro 10s risulta meno delicata pur essendo anche lei a pigmenti e in più nel caso si rovini la testina è molto semplice cambiarla da te 4/500 euro mentre epson va in assistenza con spese assai maggiori e rotture di spedizione

avatarjunior
inviato il 14 Dicembre 2019 ore 21:28

Anche io ho la Pro100s, presa proprio perché ho trasformato una stampante Epson di pari fascia in un simpatico fermaporta, neanche il centro di assistenza è riuscito a risolvere l'intasamento.
Per me, che stampo a ondate e ho spesso periodi (anche lunghi) di inattività, i pigmenti sarebbero una condanna.
Certo, la resa su carte matte non è top, non serve il paragone con una stampante a pigmenti per capire che la profondità dei neri non è quella ideale, ma è comunque buona e su carta lucida offre davvero tante soddisfazioni. Altro neo, le cartucce poco capienti, pazienza.
Riguardo al viraggio, credo che la soluzione di tenerle sotto vetro quando esposte ed altrimenti in luogo idoneo al riparo dalla luce sia sufficiente, con gli inchiostri dye moderne, per garantire una longevità adeguata.

avatarsenior
inviato il 16 Dicembre 2019 ore 10:49

Occhio che la profondità dei neri dipende anche dalla carta, non solo dagli inchiostri.

avatarjunior
inviato il 16 Dicembre 2019 ore 17:00

Gli inchiostri dye danno colori più vividi dei pigmenti, ma i pigmenti hanno più resistenza nel tempo, oltre al fatto che la stampa va fatta e incorniciata su carte con ph neutro, esenti da lignina, lontane da fonti di luce diretta. Le carte matte hanno una gran resa in funzione della stampa. Le lucide hanno neri più intensi ma non sempre la stampa richiede quel tipo di nero. Canon ha la testina intercambiabile a differenza di Epson. Epson se ben ricordo ha il passaggio da nero foto a opaco, Canon lo fa da sola.
Sulla mia (pigmenti) faccio qualche stampa a intervalli regolari di una settimana, l'importante è lasciarla accesa per prevenire cicli di pulizia invasivi alla riaccensione

avatarsenior
inviato il 25 Marzo 2020 ore 2:19

Ragazzi la Canon 100s come ricambi colori come siamo messi? 100 euro a botta di originali o si riesce a risparmiare in qualche modo?

avatarsupporter
inviato il 25 Marzo 2020 ore 6:46

Vala la stampa è lo step definitivo della fotografia, io non andrei al risparmio proprio su questo passaggio proprio per avere la massima qualità, visto che una stampa te la godrai per il resto della vita.
Eviterei cartucce compatibili per evitare brutte sorprese, stessa cosa la carta usala di eccellente qualità.
Io ho la 10S e stampo su fine art solo con cartucce originali e mi trovo veramente, veramente bene.

avatarsenior
inviato il 25 Marzo 2020 ore 15:04

Capisco bene il discorso, però siccome sto raccogliendo info sulla 100s volevo sapere sia il prezzo con le pratiche raccomandate che con quelle proibite se qualcuno ha provatoMrGreen

avatarjunior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 9:29

Salve a tutti,
Mi aggiungo e chiedo ad Alessandro che ha la 10s...
Ma realmente gli inchiostri durano così poco?
Per stampe in a3 canon per alcuni inchiostri dichiara 31 stampe... dichiara... ma sembra che di fatto se ne facciano molto meno.
Capisco che dipende da tanti fattori, ma da tua esperienza quante stampe fai prima di ricorrere al cambio di una cartuccia?

avatarsenior
inviato il 01 Aprile 2020 ore 9:35

Scellos secondo me si possono fare, ovvio che se fai una stampa al giorno non ci arriverai mai... l'inchiostro viene sprecato nelle fasi di avvio e accensione.
Sono calcoli fatti in uso continuativo.

avatarsenior
inviato il 02 Aprile 2020 ore 9:49

Io con la pro100s compro circa un pacchetto completo di ricariche ogni 4 mesi, di stampe ne faccio abbastanza, pochi A3, molti A4 e tanti 13x18 15x10
Costano di più le carte buone MrGreen

avatarsenior
inviato il 02 Aprile 2020 ore 9:51

Poi all'inizio ne usi di più per "farci l'occhio" e le prove con le varie carte.
Adesso non ne sbaglio una e mi sono stabilizzato su quelle 2, 3 carte che mi piacciono di più

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 190000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me