RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Archiviazione per Fotografi


  1. Forum
  2. »
  3. Fotocamere, Accessori e Fotoritocco
  4. » Archiviazione per Fotografi





avatarjunior
inviato il 08 Ottobre 2019 ore 22:24

Il tema dell'archiviazione mi sta un po' pressando. Conservo tutti i raw che produco in unica copia su hd esterni marca lacie rugged. Salvo i jpg in alta delle foto finali anche su cloud. So di rischiare di perdere i raw negli hd. Scatto per l'abbigliamento lookbook e cataloghi d'immagine, inoltre scatto molto anche per cose mie. Prendiamo il caso dei lookbook. Solitamente è un tipo di lavoro in cui scatto circa 2000 foto per usarne al massimo 150. Fino a adesso ho sempre tenuto tutto ma sto pensando di eliminare i file non selezionati per il lavoro finale. Non so se faccio bene a tenere ogni singolo scatto, voi tenete tutto?
Le macchine di adesso fanno file enormi! (D850). La risoluzione serve per stampare grande e avere più informazioni ma genera il problema della gestione e archiviazione.
La soluzione del NAS è costosa e non mi pare neanche definitiva.
Spero che in un breve futuro si possa conservare tutto on line in maniera sicura e veloce. Voi che ne pensate?

avatarsenior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 0:25

Io conservo solo i file selezionati: Raw e Jpeg finale ad alta risoluzione.

Salvo su 2 HD esterni i raw ed i jpeg;
Tengo anche sul PC i file dell'ultimo anno;
Salvo su iCloud i Jpeg per averli a disposizione da qualsiasi dispositivo in qualunque momento.
Stampo tutte le foto in formato piccolo ogni mese;
Faccio delle foto più belle dei fotolibri professionali formato A3 ogni 2 anni.

Ma
Non sono un fotografo.

avatarjunior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 0:52

Anche io mi sono appena addentrato nei problemi di spazio. Attualmente mi sono messo a ripassare le foto vecchie ed eliminare i raw “di troppo”.
In contemporanea stavo cercando qualche soluzione alternativa.
Forse la vera soluzione è la corretta selezione iniziale.

avatarjunior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 0:55

Su amazon se iscritto Prime hai spazio illimitato per uppare file raw con amazon photo.
Non so se il cloud attira, ma come “deposito” può essere un'opzione interessante a costo annuo sostanzialmente ininfluente, mentre magari decidi come snellire i tuoi archivi casalinghi.

Poi è buona norma salvare una seconda copia dei file importanti, possibilmente in un disco in un altra lochesciòn (voto: 10), io “sfrutto” un disco che lascio a casa dei miei, ad esempio.

Ti direi di cancellare bellamente le foto non selezionate per i lavori, soprattutto se quelle selezionate sono in numero sensibilmente maggiore di quelle effettivamente poi utilizzate, così si ha margine per far tacere l'eventuale tarlo del “e se se poi mi chiedono altre foto più avanti?” (ti è successo?). Se vince il tarlo, invece, diventa dura dare consigli a riguardo MrGreen

avatarsenior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 1:00

Io sono appena passato ad un servizio cloud con spazio illimitato dopo aver costruito da me il NAS casalingo. Facendo due conti mi costa uguale ma ho una sicurezza e ridondanza maggiore. C'è da dire che non fotografo per lavoro e pertanto le foto ho deciso di caricarle senza particolari precauzioni in termini di sicurezza. Nel frattempo utilizzerò il NAS (non in copia mirror) come backup locale

avatarsenior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 20:15

Per me il cloud è la terza copia di archivio. Non metterei mai su cloud ciò che non ho o non posso gestire su HDD locali, soprattutto se è materiale di lavoro.

Se non puoi spendere molto, ti consiglio un sistema Raid compatto come il LaCie 2big RAID. Con circa 700€ ti fai il modulo da 16TB (2x8) e campi per un bel po'.

Un buon sistema di memorie di archiviazione in studio (o a casa) fa parte degli strumenti fondamentali di lavoro. Spendiamo migliaia di euri in fotocamere, obiettivi e computer, poi non sappiamo dove mettere ciò che produciamo? Confuso

avatarsenior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 20:20

Poi mi permetto di aggiungere un'altra personale osservazione.

La quantità dei dati va gestita in tutto flusso di lavoro, a partire dalla produzione, altrimenti diventiamo "garbage collectors", come dicono alcuni colleghi americani. Rimanendo sul tuo esempio, fare 2000 scatti per usarne 150 vuol dire che oltre il 92% del lavoro prodotto non serve, usi un 7,5% scarso.
Migliorando l'efficienza operativa diminuisce la spazzatura accumulata (oltre che il tempo trascorsp a selezionare in post)...e non di poco.

In ultima analisi, la risoluzione.
Non sempre servono realmente i 45 megapixel della D850, anzi, servono in rari casi. Anche la macchina deve essere programmata in base alla finalità d'uso. Nella stra-grande maggioranza dei casi, scattare in M-RAW (25,5MP) basta e avanza, soprattutto per i lookbook di medio-piccolo formato di stampa e l'online.

Tutti questi fattori viaggiano insieme e, se sommati, fanno una grande differenza a medio-lungo termine. ;-)

avatarjunior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 23:26

Grazie Makexaos, mi hai dato dei consigli veramente centrati. Effettivamente sono uno che scatta tanto, ma i lookbook che faccio sono anche un'po d'immagine; altrimenti potrei fare anche una foto a ogni cambio d'abito se fossero lavori puramente commerciali, come ad esempio foto da e-commerce ecc. In realtà ho dei motivi per fare anche 15 foto ad ogni cambio d'abito (considera 120/130 cambi), potrei sicuramente scendere ma penso che ne pagherei, per assurdo, in termini di tempo sul set. Il motivo per cui non uso m-raw quasi mai è che spesso dalle foto anche di lookbook si traggono dei rollup che sono stampe 1x2 metri, quindi per quelli uso tutti i pixel e non sto a cambiare la risoluzione a seconda della foto che sto facendo, anche perché non si sa prima quali saranno le foto da stampare in roll up. I tuoi consigli mi saranno molto preziosi, è una cosa di cui mi rendo conto adesso con d850. Sicuramente cercherò di scattare meno sul set, userò più spesso m-raw e s-raw quando possibile.

avatarjunior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 23:43

Nicfit il tuo consiglio mi sembra il migliore. Amazon drive con foto illimitate è top. Credo proprio che lo proverò.
In qualsiasi caso ho deciso di sfoltire gli archivi che a questo punto verranno più che dimezzati. Così ne guadagno in hard disk! Me ne avanzeranno un paio! In realtà poi ci sono tutti i tif dei lavori finiti, ma saranno sempre meno della mole di raw dei vari servizi. Per i raw farò così: quando riguardo lo scattato di un servizio in cui diciamo che ho fatto 2000 foto solitamente uso le stelle di capture one per fare una prima scrematura grossolana. Seleziono circa 300 immagini in tutto. Ecco questa prima scrematura (da cui vengono tratte le foto finali) sarà quello che terrò. Se così fosse posso farmi anche una doppia copia su hd oltre a Amazon Drive.

avatarsenior
inviato il 10 Ottobre 2019 ore 0:19

Sta lontano dai sistemi raid, non sono un backup.
Nel tuo caso servirebbero solo a farti spendere soldi per niente.

avatarsenior
inviato il 10 Ottobre 2019 ore 2:49

Sta lontano dai sistemi raid, non sono un backup.

Addirittura "sta lontano"...e perché un sistema raid non sarebbe un backup?


avatarjunior
inviato il 10 Ottobre 2019 ore 8:17

Il nas non è da considerarsi un backup perché si può rompere, sopratutto se solo di 2 dischi in striping come il lacie. In pratica, in quel caso, raddoppi le possibilità di perdere i dati.

Io ho inserito un nas 6 dischi nel mio workflow, ma comunque tengo un totale di 3 copie dei dati dell'anno e due degli archivi passati.

avatarjunior
inviato il 10 Ottobre 2019 ore 8:36

Rappi, stampe di 2mt x 1mt ti vengono bene con 25mpx senza andare a scomodare i 45mpx
Mi è capitato di fare stampe in HQ per vetrine di 3mt x 2mt e il risultato era ottimo. Dipende tutto dal file di partenza e dalla post peoduzione.
Personalmente ogni tanto rastrello gli hdd eliminando eventuali versioni psd o cartelle con file inutili.
Prossimo passo eliminazione file nef che non mi servono.
Anche se scatto molto poco mi trovo spesso ad avere file in esubero.
Ad ogni modo io solitamente opto per copia su due hdd separati e non raid.

avatarjunior
inviato il 10 Ottobre 2019 ore 9:08

Se il NAS non è un backup cosa bisogna usare?
E soprattutto, per quanti anni le conservate?
Anche se è stato un lavoro importante mica sarà ancora importante dopo 15 anni...

avatarjunior
inviato il 10 Ottobre 2019 ore 9:56

Io ho un NAS con 3 dischi (2 in raid e uno di riserva programmato per sostituirsi ai primi due qualora ci fosse un guasto), il NAS è raggiungibile via FTP così posso consultare l'archivio ovunque io sia.

Sul NAS tengo tutte le foto postprodotte e tutti i grezzi dell'ultima stagione (per grezzi intendo sia i RAW che i JPG come usciti dalla macchina, per lo sport lavoro quasi esclusivamente in jpg...)... i grezzi delle stagioni precedenti li passo mano a mano su HD esterni "a riempimento" (quando mi serve spazio... cancello gli anni più vecchi...).



Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 181000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





Fujifilm

Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me