RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Ma quanto e' bella l'Iperfocale, siete sicuri che funziona con le fotocamere di nuova generazione?


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Ma quanto e' bella l'Iperfocale, siete sicuri che funziona con le fotocamere di nuova generazione?





avatarsenior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 1:52

MrGreenMrGreenMrGreenE qui casca l'asino o gli asini MrGreen

La sera prima mi studio bene il concetto Iperfocale e la profondita' di campo cerco di memorizzare due dati, monto la mia lente per foto panoramiche sulla mia nova e fiammante ML da 10.000.000 di Euro e scarico anche una app sul mio cellulare mah tanto per non rimanere in braghe di tela.
Mi faccio una bella dormitina e l'indomani sono sul campo pronto a fare foto.

Bene, monto il cavalletto setto la lente a 17mm ed imposto il diaframma a f8 e qui mi dimentico gia' a che distanza e' l'iperfocale con questo diaframma MrGreenMrGreen

Siccome ho la memoria corta ma ho anche il cellulare bello figo, apro la app e mi dice che mettendo a fuoco qualsiasi oggetto a 1.22 mt dal sensore della mia macchina Marziana ho a fuoco da 0.61cm a 1.22 mt fino a infinito.

Voglio essere un Marziano anche io come la mia macchina fotografica, giro a destra e a sinistra e trovo un oggetto esattamente alla distanza di 1,22mt da me.
Tie' ho trovato l'iperfocale MrGreenMrGreen

Metto fuoco in manuale con la ghiera della mia lente assicurandomi che da me a 0.61cm non ci sia altro e comincio a focheggiare in manuale mettengo perfettamente a fuoco l'oggetto della distanza Iperfocale segnalatami dalla mia app.
A questo punto sparo la foto e che succede?,Eeeek!!! la catastrofe, l'oggetto della distanza iperfocale e' perfettamente a fuoco ma tutto quello che c'e' dietro?non e' a fuoco se croppo e controllo insomma non mi ha soddisfatto Triste.

Cosi non contento del risultato mi chiedo come sia possibile tutto questo, ci sono Forum interi che parlano di Iperfocale compresi libri da leggere e io che faccio le cose per bene non sono soddisfatto di quelli che vedo nella mia fotografia?
Allora faccio a modo mio e a casa poi durante la PP poi controllero' meglio.

Lasciando sempre 17mm f8, muovo il cursore nel punto piu' lontano da mettere a fuoco e focheggio nuovamente fermendomi sul simbolo dell'infinito mostratomi sul mio diplay, una volta regolata la messa a fuoco sparo la foto e ricontrollo, urca che bella tutto bello nidito e a fuoco pure l'oggetto a 1,22mt.

Cosi non contento di queste due prove ne faccio una terza semrpe con 17mm f8
Mi fido della distanza focale che leggo sul mio display e giro la ghiera di messa a fuoco della mia lente e mi fermo tra 1mt e 2mt a questo punto sparo la foto e che succede? tutto a fuoco da 0.61cm da me fino a 2 mt ma oltre infondo infondo sulle montagne sugli alberi tutto poco a fuoco, non manca la nitidezza manca proprio la messa a fuoco.

Bene che cosa ci vogliamo raccontare su sta Iperfocale? andava bene tutto 50 anni fa ma oggi con le macchine moderne si devono tener conto di altre cose nella fotografia panoramica.

La conclusione per la mia esperienza e' che se voglio una bella foto panoramica a fuoco (non parlo di nitidezza) devo mettere a fuoco sempre l'oggetto piu' lontano che voglio a fuoco nella mia fotografia infischiandomi della Iperfocale o cumunque tenedone poco a conto basta sapere da dove sara' a fuoco la mia fotografia ma non dalla Iperfocale a infinito ma da infinito alla Iperfocale.

Ho riesumato questo discorso della Iperfocale perche' un dilettante che si presta a fare le prime foto si pone tutti sti problemi...e magari qui su questo Forum puo' schiarirsi le idee.
Voi che esperienza avete e che ne pensate ai nostri giorni dell'uso della Iperfocale?

avatarsenior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 2:15

Sei certo di aver compreso il concetto di profondità di campo e di iperfocale? Non è una domanda retorica: te lo chiedo perché da nessuna parte nella pur dettagliata descrizione che fai menzioni le dimensioni di stampa o in generale il circolo di confusione, che sono necessari per la definizione dei concetti di cui sopra.

avatarsenior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 2:39

Posso aver creato confusione Ironluke hai ragione non parlo di stampa e dimensione di stampa dove il concetto Iperfocale e profondita' di campo sono fndamentali.
Parlo di foto visionate per il Webquindi che saranno spulciate solo su di un monitor

avatarsenior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 2:44

Parlo di foto visionate per il Webquindi che saranno spulciate solo su di un monitor


Stessa cosa: bisogna stabilire un opportuno circolo di confusione in base alle condizioni in cui le foto verranno visionate, stampa o monitor che sia, altrimenti non ha senso parlare di profondità di campo o iperfocale. Se hai fatto le regolazioni basandoti sui valori predefiniti del calcolatore, che verosimilmente fanno riferimento a condizioni molto meno restrittive della tipica visualizzazione a monitor della foto ingrandita al 100% (se è quello che intendi), è normale che i risultati poi non soddisfino le tue esigenze.

avatarsenior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 3:09

Fa un esempio concreto

avatarsenior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 3:42

Fa un esempio concreto


Di solito il circolo di confusione predefinito nei vari calcolatori è attorno a 0.03 mm per il formato 24x36, più o meno quello tradizionalmente adottato in passato e in base al quale sono calcolate le scale della profondità di campo quando presenti sugli obiettivi. Tradotto in termini pratici vuol dire, a spanne, che con i calcoli così fatti il risultato dovrebbe essere accettabile quando si guarda una stampa 20x30 da una trentina di centimetri di distanza. Ma se invece, per esempio, si esamina la foto al 100% sul monitor, allora probabilmente non sarà più accettabile. Un articolo che illustra molto bene l'argomento è questo: web.archive.org/web/20170708060415/http://toothwalker.org/optics/dof.h .

avatarsenior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 6:16

@Maxmr71 complimenti, sei arrivato alle stesse conclusioni di Merklinger!;-) drive.google.com/open?id=1gmwkneFaoMQFxB_SuvigN1Ut3xCRGd7n
Confronta l'approccio storico di Ironluke. Anch'esso ha i suoi meriti.
Il circolo di confusione è un'astrazione basata sull'acuità visiva umana. In altre parole, cade miseramente se fai vedere a un robot dotato di acuità visiva maggiore della nostra una fotografia e gli fai stimare la messa a fuoco. Il coc è nato da Leitz e Zeiss, ossia il top (+o- nel 1920-30) nel campo della tecnologia fotografica.
Hai avuto un approccio scientifico al problema. Se hai completato un paio d'anni di Università scientifica non hai fatto che applicare quello che hai imparato. Invece se sei un artista, dimostri buon senso scientifico, che personalmente reputo un dono di natura, come il tocco di palla di Maradona o l'orecchio musicale.
Merklinger è un PhD in fisica, è uno statunitense che lavorava per il governo canadese. Lo segnalo sempre (con scarso successo) nei 3D iperfocale.
Ecco un esempio banale. f/16, messa a fuoco su infinito, focale 30mm. Merklinger prevede che sia RAGIONEVOLMENTE a fuoco qualsiasi dettaglio > 30/16 ossia ~ 2mm. Si legge tranquillamente Monza sugli spogliatoi della Gerardiana, la gru è a fuoco perfetto, come anche il palazzo in costruzione. Ma anche l'erba in primo piano è ABBASTANZA a fuoco, o no? Per correttezza: è una foto Merrill-Foveon, in generale un Bayer è leggermente peggio
(cfr. www.juzaphoto.com/topic2.php?l=it&t=3244007 sono ancora stupito delle 4000 visite, significa che gli Juzini sono interessati a prove scientificamenre "solide", nonostante nel Forum abbondino tromboni e tromboncini...).
Il primo articolo di Merklinger del 1991 su Shutterbug è questo: drive.google.com/open?id=1aAfTXYpp6faoe5SkpMfN05lhR7sc50M3
come puoi leggere, sono le tue stesse conclusioni, bravo!;-)
flic.kr/p/2gHqpWA




avatarsenior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 8:46

Anche Colin Prior, fotografo di paesaggio, ha sempre sostenuto che l'iperfocale è un ottimo modo per fare foto deludenti, anche lui dice di mettere a fuoco all'infinito e tirare dentro il primo piano diaframmando, tutto qui.

avatarsenior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 8:54

@Murmunto Prior è un fotografo dotato e c'è arrivato by trial and error, Merklinger si appella all'ottica geometrica e da fisico ne trae le conseguenze. Molte volte i fisici spiegano male quello che hanno capito benissimo, HM invece prende per mano il fotografo hobbysta e gli indica una metodica partendo da principi primi. All'ingrosso, la differenza fra Leonardo e GalileoMrGreen

avatarsenior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 8:56

Confesso, anche se sono ridicolo, Leonardo mi è sempre parso un gran pasticcione. Peraltro Galileo gli esperimenti li teorizzava quando parlava di metodo, ma non è che ne facesse così tanti (a parte le osservazioni al cannocchiale), da matematico si fidava ancor più delle necessarie dimostrazioni e le sensate esperienze (da grande scrittore) spesso le immaginava.

avatarsenior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 9:19

Non è che l'iperfocale non funziona con la macchine moderne ... la questione è che l'iperfocale NON funziona e basta!
Anche perché nella sua nebulosa essenza si basa su un presupposto in realtà errato in partenza: l'esistenza della Profondità di Campo Cool

avatarsenior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 9:20

@Murmunto se pensi che nel Duomo di Pisa ha intuito l'isocronia del pendolo basandosi sui battiti del suo polso, oppure tutti gli esperimenti sui piani inclinati. Non aveva a disposizione la notazione moderna algebrica delle equazioni e ovviamente neanche il calcolo sublime di Newton e LeibnizEeeek!!!

avatarjunior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 15:07

Stampa la foto in formato 20x30, guardala a circa mezzometro di distanza e vedrai che è tutto a fuoco

Guardarla al 200 % sul PC inficia i calcoli fatti per ottenere la distanza iperfocale

avatarsenior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 15:51

Max, come ben dice Iron, devi riconsiderare il circolo di confusione per le tue esigenze, il problema stà tutto lì. Se guardi la foto al 100% a video dovrai stare molto più conservativo, con un Coc di 0.02 o anche meno. In più dovrai tenere conto di errori di misurazione della MAf e della valutazione delle distanze, sempre difficoltosa. Io ti consiglio di fare una cosa molto fotografica e poco scientifica.. fai un bel pò di prove in condizioni comode, con un primo piano fatto da un oggetto e lo sfondo ad infinito, trova la condizione migliore PER LE TUE ESIGENZE e fissati i valori. Da quel momento non sbaglierai più una foto! (ed avrai il miglior af del mondo!)

Aggiungo una mia opinione personale, in una foto di paesaggio con primo piano ben presente sulla scena è preferibile un fuoco perfetto su questo che sull'infinito, dove accetto anche una nitidezza non perfetta. Questo perchè siamo abituati a vedere bene le cose relativamente vicine e meno dettagliate le cose lontane, questo per diversi fattori.
Quindi l'idea della maf su infinito e poi sfruttare la PDC sul primo piano, relegando a questo il minor dettaglio, non mi pare una grande idea. ;-)

avatarsenior
inviato il 22 Agosto 2019 ore 16:01

siamo abituati a vedere bene le cose relativamente vicine e meno dettagliate le cose lontane

Per chi, come me, è ipermetrope, le foto scattate in iperfocale sono "sbagliate" e fastidiose da guardare... perché cozzano con la mia visione naturale, che è nitida più da lontano che da vicino MrGreen ragion per cui vado sempre ad infinito e tiro dentro il necessario diaframmando. Per me uno sfondo men che nitidissimo è qualcosa di innaturale Sorriso

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 196000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





08 Agosto 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me