Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Macchine 6x6 biottica vs slr


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. »
  5. Fotografia Analogica
  6. » Macchine 6x6 biottica vs slr





avatarsenior
inviato il 12 Agosto 2019 ore 13:25

In questi giorni mi sto godendo la mia yashica 124g, biottica.
Sto apprezzando la silenziosità e la totale assenza di vibrazioni quando scatto.

Il medio formato su pellicola mi sta prendendo la mano e ora ho qualche domanda per i più esperti

1. Mi sono trovato a scattare fini a 1/8 di secondo, è un tempo gestibile con una biottica?
2. Mi manca la possibilità di cambiare pellicola prima di finirla, per questo sento la necessità di una macchina con magazzino.
3. Cambiare ottica potrebbe essere interessante, oltre alla focale normale mi interesserebbe un grandangolo.

Con queste premesse, e volendo stare economici consigliate una senza brinica come la etrs?
Quali problemi hanno le slr medio formato con i tempi di scatto? Considerate che non uso mai il cavalletto

avatarsenior
inviato il 12 Agosto 2019 ore 13:36

Se prendi la zenza…(che resta una ottima macchina)

Controlla l'alloggiamento pila, che non sia ossidato.
Controlla pure la contattiera del corpo vicino alla baionetta.
E' una specie di mezzaluna nera in bachelite con dei contatti che rientrano con delle molle.

Controllala bene con una lente. Con il tempo la bachelite si secca e si screpola.
Una volta partita la crepa non c'e' piu niente da fare, i contatti si muovono e la macchina scatta solo piu ad 1/500 di secondo.

Il ricambio e' introvabile… e tocca comprare un secondo corpo da cannibalizzare.
Controlla anche che il cinematismo di ricarica non giri troppo liberamente. Deve girare ma con una leggera resistenza. Pochi giochi meccanici insomma.

Il magazzino ha il vizio di far passare luce, ma con un po' di lavoro si sistema.

se no una hasselblad.. ma dimenticati la praticita' della biottica..

io ho una rollei e una hassie… in giro vado con la rollei biottica..


avatarsenior
inviato il 12 Agosto 2019 ore 13:48

Grazie per la dritta, la SQ ha gli stessi problemi?
Stante così le cose tengo la yashica :), meccanica e con esposimetro :)

avatarsenior
inviato il 12 Agosto 2019 ore 14:06

Ho avuto la rolleiflex 3,5 planar biottica e poi col tempo son passato all'hasselblad, acquistate trutte e due nuove di fabbrica. Più dinamica la foto con la Rollei, più meditata con hasselbald. Utilizzabili tutte e due a mano libera, ma l'hasselblad con cavalletto e flessibile è la morte sua. I tempi di scatto vanno generalmente da 16 sec .fino a 1/500 esimo, ma non servono tempi più veloci. L'immagine si ferma col flash

avatarsenior
inviato il 12 Agosto 2019 ore 22:29

Ecco quella che fa per te:

camera-wiki.org/wiki/Mamiya_C220

;-)

avatarsenior
inviato il 12 Agosto 2019 ore 22:34

Haha, si era un modello che avevo puntato per le ottiche intercambiabili. Poi ho girato su yashica per esposimetro, costruzione senza soffietto e dimensioni.

Certo che se mamiya avesse avuto il magazzino per le pellicole non avrei avuto scuse :)

avatarsenior
inviato il 12 Agosto 2019 ore 22:38

@Bergat: Hasselblad con tempi lunghi fino a 16 secondi?!Eeeek!!!Confuso a meno che tu non stia parlando dei modelli 202 FA, 203FE, 205TCC, 205FCC, i tempi arrivano al massimo a 1 secondo, poi c'è la posa B.

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 0:09

Si ha ragione, mi riferivo alla 503 e il tempo va fino a 1 secondo; mi sono confuso con le nikon fe che ho avuto ...fino a 1000 la fe e fino a 1/4000 la fe2, e si solo loro andavano se ben ricordo fino a 16 secondi. Grazie per avermi corretto;-)

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 11:50

Per me l'ottica intercambiale è fondamentale, più dei magazzini. Avevo una Rollei biottica (planar f3,5) sostituita senza troppi rimpianti con una Pentax 645n con discreto parco ottiche. I magazzini sono precaricabili, ma una volta iniziato il rullino va finito (in fondo sono 16 scatti), a meno di non disporre di una Darkroom Bag ove compiere le operrazioni di cambio magazzini con pellicole già iniziate.

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 12:08

MANNO ETTORE..
con zenza ,hassie e compagnia, carichi i magazzini con quello che ti serve e li cambi al volo mentre fotografi.
Ci sono i volet..MrGreen

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 13:34

So che sono poco diffuse e conosciute, ma il top della praticità è dato dalle Rollei serie 6000, tutte (a parte magari il primissimo modello). Sono quasi sconosciute perché al tempo inavvicinabili per i prezzi elevatissimi. Ora invece disponibili a prezzo di saldo, praticamente a peso
Al di là della qualità costruttiva estrema di corpi, ottiche e accessori, anche l'uso è estremamente pratico.
I punti di forza sono l'esposimetro incorporato, anche molto sofisticato nella 6008, utilizzabile senza pentaprisma, dunque solo con pozzetto. Il motore incorporato, che mantiene dimensioni entro valori accettabili.
I costosissimi, al tempo, bellissimi magazzini intercambiabili, privi di volet da perdere alla prima occasione, con saracinesca incorporata.
Il mirino con vetro di maf intercambiabile, perfettamente funzionale coi vari ausili, telemetro ad immagine spezzata, microprismi, entrambi, diversamente da altri marchi famosi come Hasselblad, col solo vetro smerigliato scarso di corredo, e quello buono costosissimo fatto da Minolta da comprare a parte.
Alzo specchio elettrico, con ottimo telecomando all'uopo. Praticissime maniglie multifunzione laterali o inferiori. TTL flash e tanto altro, numero di accessori inverosimile.
E poi le ottiche spettacolari, Zeiss, Schneider, Rollei, di livello stratosferico, oltre che con caratteristiche sconosciute in altri sistemi. Come 50/2.8, 80/2, 300/4 e altri

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 13:50

@ Salt
MANNO ETTORE..
con zenza ,hassie e compagnia, carichi i magazzini con quello che ti serve e li cambi al volo mentre fotografi.
Ci sono i volet..

Si, lo so, ma faccio solo B & N ma, a parte qualche rara occasione, non sento l'impellenza di cambiar tipo di pellicola a metà rullino, diverso è l'aver pronta una "ricarica" in tempi brevi laddove un magazzino già "carico" mi risolve il problema. Diverso è per chi usa B & N, Colore e magari Dia in una medesima sessione ma, ripeto, non è il mio caso.

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 15:18

La Senza Brinica è interessante, specialmente in inverno, grazie al suo sistema di sbrinamento automatico MrGreen

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 15:38

Zenza Cronica se non funziona bene;
Zenza Cronaca quella dei fotogiornalisti;
Zenza Comica se vieni deriso perché sembra che tu stia usando una macchia fotografica vecchia;
Zenza Cosmica quella che doveva andare sulla Luna al posto dell'Hasselblad;
"Zanza" Bronica quella con cui ti t*fano quando la compri (magari on-line);
Zenza Atomica il prototipo con batteria all'uranio.
MrGreen

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 15:41

Diebu: MrGreenMrGreenMrGreen

Per la Rolleiflex c'è il Mutar, da montare davanti.
Tele 1.5 x, e Wide 0.7 x
Costano 2 reni ognuno...

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 178000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





26 Agosto 2019

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me