Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Canon RF 15-35mm f/2.8 L IS USM e Canon RF 24-70mm f/2.8 L IS USM in arrivo!


  1. Forum
  2. »
  3. Obiettivi
  4. » Canon RF 15-35mm f/2.8 L IS USM e Canon RF 24-70mm f/2.8 L IS USM in arrivo!





avatarsupporter
inviato il 13 Agosto 2019 ore 9:52

Perché per ultima? e Pentax?? MrGreen

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 10:18

Pentax chi? MrGreen

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 10:29

Ma voi credete davvero che la fotografia, chiamiamola seria, abbia ancora un futuro?
Ma nessuno di voi si è accorto che il mercato delle reflex e mirrorless digitali è in caduta libera dal 2011?
Ma davvero nessuno di voi si è reso conto che si parla di un calo, allo scorso anno, dell'80% di pezzi venduti rispetto all'ultimo anno di espansione del mercato ... il 2011 appunto?
E davvero nessuno di voi capisce che le stime prevendono una ulteriore contrazione delle vendite nell'ordine di un ulteriore 50% entro il 2021?
Insomma lo volete capire che tutto ciò sta a significare che se il mercato mondiale assorbiva, nel 2011, una cifra X ... diciamo un milione di pezzi, nel 2021 assorbirà si e no centomila pezzi?
Oh ... svegliatevi un poco tutti ... il vostro atteggiamento è lo stesso che sarebbe il mio se oggigiorno mi ostinassi a vaticinare il ritorno della pellicola ai fasti degli anni '80 e '90 del secolo scorso!

Lasciate perdere ... è una battaglia persa!

avatarsupporter
inviato il 13 Agosto 2019 ore 11:07

Mah.. sì… avrà un futuro ma sarà assai ridimensionato. Questo perché una volta anche chi voleva fare la classica foto ricordo, piuttosto che fotografie per lavoro, ecc, era obbligato ad utilizzare una fotocamera, reflex, compatta o a telemetro che fosse. Oggi gli smartphone soddisfano con una comodità imbattibile queste esigenze e spesso i mille automatismi e le funzioni smart aiutano chi non ne capisce di tecnica fotografica a fare fotografie migliori di prima. O comunque che lo soddisfano di più.

Quindi la fotografia, quella seria, rimarrà per appassionati e professionisti. Ore le marche pare stiano affrontando una specie di competizione spermatica per stabilire chi sopravvivrà. quando il mercato si sarà assestato probabilmente il fervore calerà e tutto sommato per noi non sarà nemmeno tanto male, perché la qualità e la potenzialità dei prodotti attuali è elevatissima e anche se il progresso rallenterà un po' assieme al marketing, noi saremo contenti ugualmente, anzi di più, spendendo di meno…

Un altro errore di Canon e Nikon, a mio avviso, è di non aver stretto accordi con i produttori di smartphone per la fornitura del comparto foto. eppure anche la più modesta delle ASD sa che in assenza di denari esterni per finanziare il settore agonistico si deve attingere a quello dilettantistico.

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 11:12

Carissimo Paolo, e' davvero INCREDIBILE come i nostri desideri, le nostre passioni, il nostro tifo, ci impediscono di vedere la fattualita' nuda & cruda, quale tu -LUCIDAMENTE- la rappresenti! Poi, STORICAMENTE, riguardando il passato, ci si chiede come l'umanita' o, nella fattispecie, una quotaparte dell'umanita' (il mondo della fotografia, in questo caso) abbia potuto combinare certe corbellerie, la cui evidenza "urlava" (sapendo/volendo guardarla)!
Bah!
Ciao. G.

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 11:22

Intanto però Paolo, in barba alle leggi di mercato, la pellicola esiste ancora, la usi ancora e la sviluppi ancora, con risultati che se li vedessero, sono convinto, tanti novellini del digitale, resterebbero a bocca aperta. E questo avviene non dopo qualche anno, ma dopo un secolo e passa che esiste la pellicola (e 2/3 decenni dopo che è arrivato il digitale).
Quindi francamente secondo me anche il pianificare la morte della fotografia digitale (DSLR o ML che sia), per mano dei cellulari da qui a qualche anno, equivale ad un gran bel vaticinio: anche al netto dell'accelerazione tecnologica esponenziale (che secondo me esponenziale fra l'altro non lo è più da qualche anno!).

Per inciso, io che trovo la spinta a fare quel che faccio (come tanti altri qui) nel "che bella questa foto" che mi viene detto a volte (e si punta al "spesso") quando la gente le guarda, trovo anche francamente sterile l'invito a "lasciar perdere" (che poi, lasciar perdere cosa? Il piacere di catturare immagini gradevoli che restino in futuro? No, grazie, quello è il mio "motus" e non lo abbandono ... ;-)).

Quindi mi spiace per te ma concordo pienamente con Luca (Victor - poi mi spiegherai questo dualismo MrGreen), e su un orizzonte non di pochi anni ma di molti.

Comunque siamo un *** filino *** OT MrGreen

avatarsupporter
inviato il 13 Agosto 2019 ore 11:30

(Victor - poi mi spiegherai questo dualismo)


"Made in Swden By Victor Hasselblad" ...quante volte l'ho letto e riletto su corpi e dorsi..

Correva la fine degli anni '90 quando ho iniziato ad iscrivermi sui primi forum e siti di mio interesse. Allora fotografavo ancora con le Hasselblad e le Contax di famiglia, ed ero (sono) un estimatore del personaggio Victor Hasselbald. Di qui il nick che ho utilizzato anche su forum che trattano di tutt'altro argomento. Sorriso


avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 11:49

Domando, sperando di non offendere.
In fondo, sotto alcuni punti di vista, non é meglio cosi?
Ritornare al passato, nel senso delle macchine fotografiche solo a chi é veramente appassionato e gli altri cellulare?

user187183
avatar
inviato il 13 Agosto 2019 ore 11:55

eh si,negli anni 80 (quando ero un ragazzino) solo pochi avevano le fotocamere "vere",la maggior parte usava le compattine punta e scatta se non le polaroid,però era normale,non c'era mai stata una diffusione massiccia delle fotocamere,che erano oggetti costosi e avevano un mercato limitato,da sempre.
oggi un ritorno a quei numeri sarebbe un vero e proprio bagno di sangue per i produttori,con gli annessi e connessi dal punto di vista occupazionale per esempio

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 11:59

La diffusione ha un limite toccato il quale fisiologicamente cala. In tutto. Mi pare ci sia stata una flessione perfino nei cellulari

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 12:10

"Made in Swden By Victor Hasselblad"
Cool



avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 12:11

In fondo, sotto alcuni punti di vista, non é meglio cosi?
Ni, nel senso che in quelle condizioni secondo me tutto va a costare un botto, perché diventa mercato elitario... Triste

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 12:16

@Black. No, ma guarda, qui' nessuno (o, per lo meno io,...parlo per me!) immagina la "fine" della fotografia, sic et simpliciter! Cio' che prevedo -l'ho scritto millemilavolte!- e' quanto GIA' SUCCESSO nel mondo Hi-Fi, dove tutta "la panoplia" (amplificatori, casse acustiche, ecc.) resta (in quantita' limitate) in produzione per il settore professionale (studi d'incisione, predisposizione di concerti, ecc.), ed una "nicchia" di amatori appassionati & FACOLTOSI.
Nel "nostro" caso, basta sostituire la tipologia della professionalita! That's it!
Ciao. G.

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 12:22

@Stefano. Tu la metti sull'ipotetica ("...sarebbe un vero e proprio bagno di sangue...") ma, come DIMOSTRANO i dati citati dall'amico Paolo, puoi tranquillamente adoperare il tempo presente (e/o addirittura l'imperfetto!). E' questo che il "parco buoi " si OSTINA a NON VOLER vedere! Ciao. G.

avatarsenior
inviato il 13 Agosto 2019 ore 12:31

Parzialmente concorde... Alla fine la differenza e le tempistiche le detterà la "qualità percepita" (ahinoi, neanche quella reale o presunta tale) del prodotto fotografico (i file) dei nuovi mostri (i cellulari) agli occhi dei consumatori medi.

L'inizio della fine sarà segnato solo quando quegli apparecchi si avvicineranno alla qualità dell'output dell'attrezzatura media: ora come ora un cellulare non può produrre ciò che produce una buona entry, e solo i francobolli dei social potrebbero decretare un illusorio pareggio fra il primo e la seconda.
L'inizio della fine delle compatte invece, come molti hanno già scritto altrove, è già in stadio avanzato (a quella qualità i telefonini ci sono già arrivati, e restano solo i megazoom a distinguere le compatte fotografiche dai cellulari - e nemmeno da tutti). Lì se ci pensate, prima di pensare ad acquistare una compatta, bisogna avere: un cellulare con pessima fotocamera; oppure potersi permettere una cosiddetta "compatta premium"; oppure volerne una "rugged".

Per cui quello su cui concordo è l'ultima parte del discorso, e come ho scritto a Nico lo temo, che il tutto resti - ma ripeto, fra anni e anni - solo per "facoltosi" (perché io non lo sono)! Triste

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 179000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





AutoElettrica101



 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me