RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Sito modelle







avatarsenior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 14:18

Ma cosa sarebbe sto TF?

it.wikipedia.org/wiki/Time_for_print

Do ut des: tu modella ci metti il tuo tempo per posare, io fotografo in cambio ti do delle stampe (TFP, si usava una volta, ora quasi mai) o un cd (TFCD) con le immagini (o te le faccio avere in formato digitale in qualche modo).

avatarsenior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 14:26

Luca Fornaciari, non diciamo fesserie, se io firmo un contratto non posso ripensarci, a meno che il contratto non sia fallace.

avatarjunior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 14:59

Luca Fornaciari, non diciamo fesserie, se io firmo un contratto non posso ripensarci, a meno che il contratto non sia fallace.


Le fesserie le dice chi non si informa...

www.laleggepertutti.it/110187_pubblicazione-della-foto-si-puo-revocare

avatarjunior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 15:01

"Il soggetto fotografato – ricorda la Cassazione – può sempre revocare il consenso all'uso della sua immagine al di là di compensi ricevuti e termini pattuiti: ciò significa che se anche questi ha ricevuto un corrispettivo in denaro per tale pubblicazione, non è vincolato dal contratto e può sempre imporne la cancellazione. L'assenso alla pubblicazione di foto ben può essere inserito in una scrittura privata, ma resta distinto da tutto il resto delle clausole, in quanto frutto di diritto inalienabile. Resterà, però, solo in tal caso, il diritto di chi ha pagato a pretendere la restituzione dei soldi ed, eventualmente, il risarcimento del danno".


avatarsenior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 15:11

Seguo, discussione davvero interessante.

avatarsenior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 15:22

E' vero che il consenso si può revocare, ma se ti ho pagato ed hai accettato la liberatoria mi ridai anche i soldi che ho pagato nel mentre che io cancello le foto.
Se hai preso 150 euro per farti fotografare gambe all'aria nel bosco ed oggi decidi che visto il matrimonio imminente non vuoi fare figuracce con i futuri suoceri devi restituire i 150 euro ed evitarti di citarmi in tribunale per "difendere la tua immagine".
Il pezzo di carta dimostra che non ti fotografato di nascosto mentre facevi la doccia o che ho pubblicato le tue foto di nascosto.

avatarjunior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 16:05

">www.laleggepertutti.it/110187_pubblicazione-della-foto-si-puo-revocare

da queste discussioni si impara sempre qualcosa...

il diritto alla Privacy è inalienabile e il soggetto ritratto può cambiare idea...poco male... la liberatoria comunque rimane il documento che attesta il fatto che si sia sottoposto "volontariamente" alla sessione di scatti e consapevole che quegli stessi scatti sarebbero stati pubblicati (quindi non ti può citare per danni perchè la suocera vedendo una foto pelo al vento ha fatto saltare il matrimonio)... può richiedere la rimozione, restituendo il compenso e rifondendo gli eventuali danni provocati... sapendolo d'ora in poi valorizzerò nella liberatoria il valore presunto della prestazione (del tipo 200€ noleggio sala - 120€/h per 4 h il costo di attrezzatura, fotografo e assistente, specificando che sarà in contropartita con il tempo e l'immagine offerta dalla modella)... in caso di servizio professionale aggiungerò una clausola a titolo di "penale" (che sarà in funzione di quanto dovessi avere come impegno col committente)...

sento il mio avvocato e gli faccio sistemare le diciture....

avatarjunior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 16:17

Siccome la prova del danno è in capo al fotografo, in caso di tf oltre le spese di viaggio, ben poco si potrà pretendere, mentre per lavori commerciali il discorso è diverso, quindi non è corretto parlare di penali, anche perché non si possono mettere paletti che limitano un diritto.

avatarjunior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 17:02

Sto aspettando la risposta del mio avvocato...

comunque se io documento preventivamente il valore del servizio offerto (spese vive tipo noleggio sala/attrezzature/oggetti etc...) qualora il soggetto ritratto decida di far valere il suo diritto e revochi il permesso di utilizzare le immagini almeno quelle spese me le deve rifondere...

dal punto di vista dei lavori commerciali non vedo dove sia il problema nel mettere una "penale" (che poi vada chiamata in modo differente non lo so... ci penserà l'avvocato)... ho fatto delle foto ad una ragazza (nulla di particolare, in tuta da metalmeccanico con in mano un trapano), lavoro commissionato e regolarmente retribuito... adesso il mio committente ha mandato in stampa qualche migliaio di depliant per i suoi punti vendita perchè per natale uscirà una campagna promozionale... se adesso lei decidesse di far valere il suo diritto credo non sarebbe impensabile chiederle indietro oltre al compenso i costi di impaginazione e stampa di tutti i cataloghi da buttare, no?

avatarjunior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 17:31

Certo, tutte le spese documentate puoi richiedere il rimborso, viaggio; studio; mua - ma la dicitura penale a mio avviso non è corretta in questo caso, ma la parola + adatta è rimborso spese vive. Nel caso di lavoro commerciale oltre volantini ecc secondo me è sacrosanto richiedere anche il mancato guadagno o anche il danno, esempio io azienda faccio un volantino per natale e tu a pochi mesi dalla festività mi fai buttare via tutto il materiale, rendendomi impossibile visto i tempi stretti riorganizzare una campagna pubblicitaria, in quel caso quel danno andrà risarcito.
Quello che invece vedo difficile dimostrare è nel caso io fotografo pago una modella per delle foto per il mio portfolio, e poi la modella ritira il consenso, ecco in quel caso oltre le spese vive richiedere un danno perché ho perso una giornata di lavoro (che potevo impiegare a fare altro, magari starmene in famiglia), ecco in quel caso sarà difficile dimostrare questo danno. Ancor + difficile andare oltre le spese vive lo sarà per i fotoamatori. Spero di essermi chiarito

avatarjunior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 17:36

si si chiarissimo!

sei stato gentilissimo e la chiacchierata molto utile... le diciture le lascio decidere al mio avvocato, ad ognuno il suo lavoro...

avatarsenior
inviato il 09 Ottobre 2019 ore 17:38

Come immaginavo, deve pagare una penale per rescindere il contratto.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 181000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





Fujifilm

Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me