Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Dilemma 50mm: Zeiss o Nikon?


  1. Forum
  2. »
  3. Obiettivi
  4. » Dilemma 50mm: Zeiss o Nikon?





avatarsenior
inviato il 09 Giugno 2019 ore 22:33

Ciao a tutti!
Avrei bisogno di un consiglio.
Mi piacerebbe acquistare un 50mm per provare ad utilizzare questa focale fissa.
Ho trovato uno Zeiss planar 1.4 Zf usato buon prezzo e in effetti mi alletta parecchio. Qualcuno sa dirmene qualcosa? Come si comporta nell'uso di tutti i giorni? Ne vale davvero la pena in confronto al Nikon?
Grazie a chiunque saprà darmi un consiglio!Sorriso
Ciao! Gabriele

avatarjunior
inviato il 10 Giugno 2019 ore 3:04

Se parliamo della serie Classic, si tratta di uno schema ottico collaudato ma datato (la prima versione fu calcolata nel 1972, se non ricordo male), che rispetto alle più recenti realizzazioni (Zeiss Milvus, Sigma Art, eccetera) soffre alle maggiori aperture (fino a circa f/2.8) del classico velo da aberrazione sferica, che ne limita un po' l'uso. Comunque, ai diaframmi intermedi diventa un obiettivo nitido e corretto, anche per gli standard odierni. Un obiettivo con un comportamento simile era il Nikkor 50/1.4 Ai-S, di cui il Nikkor 50/1.4 AF-D era la versione autofocus (rispetto a questi, lo Zeiss possiede però un miglior trattamento antiriflesso e una resa cromatica un pochino diversa, più neutra ai miei occhi). Mentre il Nikon AF-S 50/1.4 G è certamente un obiettivo più recente, che però dovrebbe comportarsi solo leggermente meglio dello Zeiss ai diaframmi più aperti (non ho mai fatto comparazioni dirette). Se cerchi correttezza e nitidezza a quelle aperture (f/1.4), bisogna andare su Zeiss Milvus o Sigma Art.

avatarsenior
inviato il 10 Giugno 2019 ore 6:45

"Mentre il Nikon AF-S 50/1.4 G è certamente un obiettivo più recente, che però dovrebbe comportarsi solo leggermente meglio dello Zeiss ai diaframmi più aperti (non ho mai fatto comparazioni dirette)".

A tutta apertura mi è sembrato pessimo, direi inusabile, ma dopo la delusione dei primi tentativi non ho più scattato a 1.4 e neppure a 2,8, dovrei riprovare. A diaframmi più chiusi è ottimo. (su D800E).

avatarsenior
inviato il 10 Giugno 2019 ore 8:01

Nel complesso concordo in pieno con Apo anche se a me la timbrica cromatica degli Zeiss CY, che nella sostanza dovrebbe essere la stessa degli Zeiss ZE/ZF, ha sempre dato un nonsoche di "terroso"!

Per andare sul sicuro prenderei l'Art perché il Milvus, pur eccellente, è dichiaratamente inferiore all'Otus, col quale peraltro l'Art rivaleggia, e inoltre non è AF ... e questo senza contare il costo ovviamente!

avatarsenior
inviato il 10 Giugno 2019 ore 19:49

Grazie a tutti per le risposte! Si tratta dello zeiss planar Classic zf non il milvus, sia quello che il Sigma art costano davvero troppo e non ho un budget altissimo. Punterei sull'usato sia con lo zeiss planar che col nikon. Diciamo che lo zeiss mi attraeva per provare con le mie mani obiettivi che si dicono dare colori unici e grande tridimensionalità. D'altro canto il nikon ha autofocus ed e un po' più recente.
Se qualcuno volesse ancora dire la sua è molto gradito, nel caso vi farò sapere la mi scelta.
Ancora davvero grazie a Apo, Murmunto e Paolo.Sorriso
Ciao! Gabriele

avatarsenior
inviato il 10 Giugno 2019 ore 21:19

Beh Gabriele prova a cercare un Art nel mercato dell'usato.
Comunque a scanso di equivoci nessun obiettivo è tridimensionale, la sensazione di tridimensionalità deriva unicamente dalla luce!

avatarsenior
inviato il 10 Giugno 2019 ore 21:24

Vedrò cosa riesco a trovare Paolo:-P
Per quel che riguarda la tridimensionalità, immagino anche io non dipenda necessariamente dalla lente, ma tutti ne parlano sempre per quel che riguarda gli zeissMrGreen
Grazie davvero del consiglio;-)
Ciao!

avatarsenior
inviato il 10 Giugno 2019 ore 22:55

Per quel che riguarda la tridimensionalità, immagino anche io non dipenda necessariamente dalla lente, ma tutti ne parlano sempre per quel che riguarda gli zeiss



Non dipende affatto dalle lente caro Gabriele e del resto nemmeno potrebbe essere visto che la capacità di vedere in tre dimensioni necessita della visione binoculare ... e un obiettivo non può averla semplicemente perché ci vede con un occhio solo ;-)

In buona sostanza questa della tridimensionalità è solo una delle tante leggende che circolano intorno alle ottiche tedesche!

avatarjunior
inviato il 10 Giugno 2019 ore 23:12

Ma quelli che si occupano di 3D, quindi, che sono?
t*fatori?

avatarjunior
inviato il 10 Giugno 2019 ore 23:13

tr-uff-atori, dicevo.

avatarjunior
inviato il 11 Giugno 2019 ore 9:15

Paolo, ti avevo già risposto in un altro forum su sta faccenda, ma forse non hai voluto leggerlo o preferisci restare attaccato ai tuoi dogmi.

La visione binoculare è il modo principale con cui percepiamo il mondo in tre dimensioni, ma è una percezione, e può essere ingannata.

C'è un episodio dei Simpson dove Homer entra in una casa progettata male con i corridoi che paiono in prospettiva ma le misure falsate lo rendono profondo un metro o poco più e la porta in fondo è in verità piccolissima. MaA forse non guardi i Simpson.
Comunque, mi serviva per parlare di PROSPETTIVA, che hanno definito qualche anno fa più o meno, tipo nel Quattrocento, dopo che l'hanno percepita per qualche secolo.
E nella prospettiva che succede? Non c'è forse un ordinamento degli oggetti dal più grande al più piccolo a secondo la distanza dall'osservatore? Non è forse un'illusione di profondità?
Allo stesso modo lo sfocato, i circoli di confusione, che decresce fino al piano a fuoco per poi aumentare ancora.
Qualche giorno fa ho aiutato per un lavoro agli Uffizi di Firenze, stavamo discutendo con poco tempo a disposizione di quale stanza sarebbe stata la migliore e ci hanno portato in una sala laterale e c'era un quadretto appeso coi colori molto belli.
Era l'annunciazione di Leonardo.
Ma questo Leonardo, il grande irreprensibile Leonardo, che non sapevo facesse anche quadretti, come ci dava quella meravigliosa impressione di profondità?
Ci ha aggiunto anche i livelli di aria, tendenti all'azzurrino con la distanza.

Ecco, ci sono anche i colori, che ci ingannano. Il rosso, o i colori caldi che sembrano emergere, il blu e i freddi che ci allontanano.

E nei video come si risolve senza occhiali? Con la parallasse.
C'è una visione binoculare? No, guardiamo uno schermo piatto.
C'è la sensazione di tridimensionalità?
Dai un'occhiata a Braccio di Ferro.


Qui te lo spiegano bene, se vuoi capirlo.


Se ho fatto errori storici è per mia ignoranza, e per velocità. Liberi di confutarmi, sono andato a ricordi, vado a lavorare, ciao.


avatarsenior
inviato il 11 Giugno 2019 ore 10:59

Maurese sul mio profilo ci sono due fotografie di muri (a proposito: tu conosci qualche soggetto più bidimensionale di un muro di mattoni?) ... osservale anche in maniera distratta e poi dimmi se non sono la quintessenza della sensazione della tridimensionalità, e soprattutto COSA è che ti regala quella sensazione!

avatarsenior
inviato il 11 Giugno 2019 ore 11:07

E comunque io parlo di obiettivi che nella vulgata comune sono aprioristicamente considerati tridimendionali solo perchè tedeschi, e non già degli artifici grazie ai quali si può indurre, o perché no anche deprimere, la sensazione stessa della tridimensionalità Cool

avatarsenior
inviato il 11 Giugno 2019 ore 11:12

In altre parole io rispondevo a Gabriele parlando di fagioli e tu te ne sei uscito con la meccanica quantistica ... che sarà anche interessante non lo metto in dubbio, ma c'entra poco!

avatarsenior
inviato il 11 Giugno 2019 ore 11:32

Grazie davvero delle delucidazioni, valuterò di conseguenza come muovermi;-)

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 174000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me