Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Parco del delta del Po


Forum » Viaggi, Natura, Escursioni ed Eventi » Parco del delta del Po




avatarsenior
inviato il 02 Dicembre 2018 ore 18:54

Buongiorno amici di Juza! Volevo chiedere, cortesemente, se potreste idicarmi qualche posto dove fotografare uccelli sul delta del Po. Purtroppo non ho molta esperienza ma sono disposto a compiere dei "sacrifici" per imparare a conoscere queste zone che reputo molto interessanti. Non so se chiedo troppo ma potreste indicarmi anche il periodo migliore per fotografare gli uccelli del delta? Mi piacerebbe, se possibile, conoscere il posto con una precisa collocazione geografica.
Nella speranza di consigli vi ringrazio in anticipo.

avatarjunior
inviato il 03 Dicembre 2018 ore 15:31

In Veneto non c'e' nessun posto che possa competere con il delta per quanto riguarda la fotografia all'avifauna. Anche se il periodo migliore e' la primavera per abbondanza di specie io preferisco l'inverno, comunque vale la pena andarci in ogni stagione.
Sono tornato giovedì scorso ed ho passato 3 giorni a fare foto,ti descrivo il mio itinerario a grandi linee, via delle valli di Rosolina, inizialmente poco interessante ma verso Albarella-valle Pozzatini ci sono i fenicotteri. Poi porto Levante-Ca Venier e questa e' una delle zone migliori, dove si puo' fotografare ma soprattutto osservare un po' di tutto, anche rari rapaci, poi Boccasette e sacca del Canarin per finire, sacca di Scardovari e l'oasi di Ca Mello, che non visito da diversi anni in quanto
non abbandono mai l'auto per il rischio furti, proprio qui ne ho subito uno e questo e' un problema da non sottovalutare, di conseguenza io fotografo quasi esclusivamente dall'auto.
Poi a s.Giulia conoscevo Alberto Barini e con lui si girava in barca per i canneti del Po di Gnocca e la sacca di Scardovari, purtroppo Alberto in febbraio e' mancato ma fortunatamente l'attivita' continua con Otello, della sua stessa famiglia, persone alle quali affidarsi per una esplorazione approfondita della zona. Tieni presente che, per fotografare ci vuole poco, ma realizzare ottime foto risulta più difficile, ci vuole sempre un po' di fortuna e di costanza senza lasciarsi abbattere da risultati poco soddisfacenti.





avatarjunior
inviato il 03 Dicembre 2018 ore 17:29

Quoto Ballacoicorvi io nel Delta del Po ci sono un giorno si e uno si. Ora nelle valli puoi trovare di sicuro Fenicotteri, alcuni limicoli, Svassi Minori e Maggiori, Tuffetti e svernante lo Smergo minore in Sacca degli Scardovari. Parecchie Poiane e Gheppi. Chiedi se serve.
Ps. Facile trovare nebbia

avatarsenior
inviato il 03 Dicembre 2018 ore 18:43

Grazie mille ad entrambi. Riguardo ai furti ne sono a conoscenza. Proprio ieri mi hanno aperto la macchina per fortuna non avevo niente dentro. Io vado "spesso",compatibilmente con gli impegni scolastici, a fotografare in queste zone ma non sono mai riuscito a fare grandi foto. Molti avvistamenti di cero ma niente di accettabile a livello fotografico. Pensavo di farmi portare da qualche guida. Io conosco Menotti passerella.

avatarjunior
inviato il 03 Dicembre 2018 ore 20:22

Ottima guida molto preparato

avatarsenior
inviato il 04 Dicembre 2018 ore 12:21

Per il delta non è un periodo bellissimo comunque.

Io sono entrato in salina a Comacchio (la parte vietata normalmente) e ci son solo fenicotteri lontani e gabbiani.

Ora secondo me vedi pochino a parte qualche gheppio e poiana.

avatarjunior
inviato il 04 Dicembre 2018 ore 16:50

Oggi (appena tornato dal Delta Rovigo) avrò visto non meno di 10 Poiane, oltre a 5/6 Gheppi, circa 30 Ibis Sacro, tantissimi Svassi sia maggiore che piccolo, Cormorani e Marangoni a iosa, stavo cercando le strolaghe fotografate in Sacca da un collega nei giorni scorsi.Fenicotteri lungo le valli Pozzatini e Bagliona ci sono a volte vicini altre lontani ma fotografabili con un 500.

avatarsenior
inviato il 04 Dicembre 2018 ore 17:07

Si anche io ho visto tuffetti, svassi, volpoche, scriccioli a go go, pettirossi, cavalieri, avocette...

E' che per me è poco, il periodo non è il massimo. Tutto li.

Fenicotteri a distanza, normalmente non mi ci stanno nel 100-400 Sony... Poi certo, domenica era una giornata sul delta che si faceva un affare a starsene in casa sul divano ed il camino.

Oggi era molto meglio e più temperata.

avatarsenior
inviato il 04 Dicembre 2018 ore 18:20

Grazie ancora a tutti

avatarsupporter
inviato il 04 Dicembre 2018 ore 20:42

Seguo MrGreen

avatarjunior
inviato il 06 Dicembre 2018 ore 15:55

Vedendo di dove sei, oltre al Delta del Po, dove ultimamente, in particolar modo per come è (malissimo) gestito il parco, si fanno sempre meno belle foto, ti consiglierei qualche altro posto.

Il Parco di San Giuliano, per esempio, sulla sinistra prima di imboccare il Ponte della Libertà per Venezia, offre, a volte, ottime possibilità di fare foto a distanza abbastanza ravvicinata. Sono state censite più di 300 specie, tra stanziali e di passo. Tra i soggetti non facili, il mese scorso, per esempio, si fotografava a pieno fotogramma, la schiribilla. In questa stagione ci sono porciglioni confidenti, beccamoschini a volontà, pendolini e altri passeriformi. In passato ho fotografato perfino lo zigolo delle nevi.

Per le strolaghe (oggi hanno fotografato bene quella beccogiallo), i posti migliori sono lungo la costa tra Grado e Trieste, luoghi dove si fotografano, in questa stagione, anche orchi e orchetti marini.

avatarjunior
inviato il 06 Dicembre 2018 ore 18:01

Lupolu, domanda, per scattare a specie pelagiche ti appoggi a delle imbarcazioni o conosci punti specifici?

(ps se vai a San Giuliano fammi sapere, sono di Treviso e avrei giusto bisogno di due dritte per farci una visita..MrGreen)

avatarsenior
inviato il 06 Dicembre 2018 ore 18:11

Grazie mille Lupolu.

avatarjunior
inviato il 06 Dicembre 2018 ore 18:31

Le specie pelagiche si fotografano abbastanza bene anche da riva in certi punti specifici. Poi dipende sempre dalla fortuna. Nel Porticciolo di Duino, per esempio, a seconda delle giornate, le strolaghe arrivano anche sottoriva o addirittura dentro al porticciolo, così come gli edredoni, che lì sono stanziali.

Dalla Valle Cavanata a Miramare ogni affaccio al mare è buono, anche i porti industriali, dove si può entrare.

I pelagici sono abbastanza confidenti. Le strolaghe in genere non scappano quando vedono un uomo. Certo, ci si deve muovere lentamente, senza movimenti rapidi e, dove si può, si fotografa dall'auto.

avatarjunior
inviato il 07 Dicembre 2018 ore 19:53

Concordo pienamente, il parco Veneto del delta e' gestito male, persone capaci solo di scaldare la poltrona e non mi dilungo oltre.
Non sono d'accordo sul fatto che questo penalizzi i risultati fotografici che si possono ottenere.
Questi, possono invece essere influenzati da particolari condizioni, vento forte, nebbia, pioggia e altro. Frequento il delta del Po Veneto da dieci anni e solo negli ultimi due, per sole tre volte, ho avuto la fortuna di assistere a quella che potrei definire " l'aurora boreale del Polesine " il paradiso del fotografo naturalista appassionato di avifauna. Un evento del tutto fortuito, non collegato a condizioni meteo ne a orari, ne maree o altro. Una volta ero in moto e non mi porto mai attrezzatura fotografica, mi sono fermato ed ho osservato per un po' la scena, la settimana scorsa, ho solo visto gli ultimi secondi dell'evento, non potendo fare altro, due anni fa, mi sono trovato, senza saperlo nel bel mezzo del fatto, che dire, in meno di venti minuti ho scattato centinaia di foto. Non voglio scendere nello specifico spiegando esplicitamente di cosa sto parlando, chi frequenta il delta forse avrà capito di cosa si tratta e la cosa migliore sarebbe scoprirlo di persona, darebbe vero appagamento vedere "l'aurora boreale in Polesine" un paradiso per l'appassionato di avifauna. Frequento da molti più anni la montagna, ma oramai il delta mi e' entrato nel cuore, impossibile non frequentarlo, da due anni, spero sempre di imbattermi in questo fenomeno osservato solo qui.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 161000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me