RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Il perfetto obiettivo moderno


Forum » Obiettivi » Il perfetto obiettivo moderno




avatarjunior
inviato il 09 Maggio 2019 ore 11:32

Ciao,

Mi sono letto quasi tutto questo 3d: bellissima la serie di foto, che mi fa ripensare ai film di fantascenza di fine anni 70, tipo il primo indimenticabile alien o il nostro molto meno indimenticabile scontri stellari oltre la terza dimensione.

Abbiamo un gusto per le ottiche molto diverso, ma ti raggiungo totalmente sul fatto che la ricerca della nitidezza estrema blocca la creatività. ho avuto per pochi mesi la a7r2 e ho avuto l'impressione di dover essere io ad adattarmi alla fotocamera, piuttosto che la fotocamera ad essere adatta alle mie foto... non era mai pronta per lo scatto e "seguire" i 42 megapixel nitidi mi irritava.

Pietro



avatarjunior
inviato il 09 Maggio 2019 ore 23:42





Grazie 1000 a Pie11: ci troviamo al 100% su un argomento fondamentale, tanto che nella foto proposta qui sopra ho starato manualmente il fuoco apposta. Per curiosità e poi la Sony che fine ha fatto ???

Ecco una NON-LENTE; ho ambientato lo scatto usando come sfondo un render, riprendendo il modello poligonale con un obiettivo virtuale molto difficile da realizzare fisicamente, questi i suoi parametri: ultragrandangolare con effetto profondità di campo 8mm con diaframma impostato a 7 lame, f 0,3, iso 5, tempo di scatto 0,1 secondi.

Questa la didascalia completa che trovate anche in galleria:

Allineati i cilindri, l'Esploratore si dirige verso la navicella: attraverserà la proiezione del Grande Calcolatore, una immagine non-reale mediante la quale il computer centrale ingannava gli abitanti del pianeta, proponendo ad essi una annichilente visione della sua presenza. ILLUMINAZIONE: monitor Philips BDM3270v1 con pannello amva 10bit. SET: rendering 3d sviluppato in 3DMAX e V-RAY NEXT GPU su 4 Nvidia GTX980ti. OBIETTIVO: lato render, camera virtuale ultragrandangolare con effetto profondità di campo 8mm con diaframma a 7 lame, f 0,3, iso 5, tempo di scatto 0,1 secondi; lato reflex: Nikkor 35-70 a 50mm. L'esploratore è appoggiato su di una tavoletta WACOM Intuos Pro A3 posta davanti al monitor ad una distanza di circa 18 cm. Il fuoco è preso manualmente circa 3 cm dietro il nostro Eroe per non renderlo troppo nitido rispetto all'immagine renderizzata e mascherare la trama di pixel del pannello. JPG dalla scheda di memoria, pp in macchina.

avatarjunior
inviato il 10 Maggio 2019 ore 6:48

Ottimo, qui siamo oltre, in un territorio in cui i sigma art non ti seguiranno mai

avatarjunior
inviato il 10 Maggio 2019 ore 9:56

Altra bella foto, grazie.
L'a7r2 la presi dopo la buona esperienza con la a7s, pensando di rimpiazzare con sony il poco di nikon che mi rimaneva.
La a7r2 fu venduta dopo pochi mesi (per fortuna che l'avevo presa usata) e rimpiazzata non troppo rapidamente da una 5d4 usata.
è stato uno de pochi errori di aquisto fatti: mi vengono in mente la pentax sfx, che poi mi porto' in canon, il canon 100-300 usm (orribile) che tenni meno di un'anno, la d800e (che vendetti molto in fretta e per fortuna senza aver già venduto la d700), il 55/1.8 sony (che rimandai indietro su amazon due volte, il primo pensavo fosse un esemplare iellato, il secondo andava male quasi uguale) e l'a7r2.
Oggi di sony mi rimangono la a7s, il 28/2, il 50/1.8 che non uso praticamente mai, e l'85/1.8 e il 24-105/4 (con cui ho avuto un grande problema in assistenza, ottica decentrata per me e per il negoziante ma dritta per sony).
Apprezzo di sony il video fullhd della a7s (ottimo), la capacità di montarci i miei vecchi pentax e le mie ottiche a vite m39, la pulizia dei colori e lavorabilità dei file ad alti iso, mai vista su nessun altra camera.

avatarjunior
inviato il 10 Maggio 2019 ore 10:38

Se un terrorista libico mi sequestrasse la famiglia e come contropartita per il mio rilascio mi obbligasse ad abbandonare le reflex a favore delle mirrorless, penso che prenderei anch'io la A7S..... quella macchina mi affascina, ma la meccanicita' e i suoni celestiali delle D200, D300 e D700 mi acchiappano troppo !!!

avatarjunior
inviato il 10 Maggio 2019 ore 12:00

Un thread atipico e corredato con immagini molto affascinanti. Complimenti, Jacopo!

avatarjunior
inviato il 10 Maggio 2019 ore 12:13

Grazie !

avatarsenior
inviato il 10 Maggio 2019 ore 13:03

Jacopo, coraggio! Accetta (almeno una tantum -una bomber?-) la sfida-Sigma ART! Ciao. G.

avatarjunior
inviato il 10 Maggio 2019 ore 13:55

Cool

avatarjunior
inviato il 12 Maggio 2019 ore 18:28




Ecco il Nikkor 55 f 3,5 micro, liscio senza PK-13, sulla D200. In questo caso l'asettica & chirurgica perfezione della tradizionale foto macro non era nelle mie intenzioni, dato che ricercavo un'inquadratura ed una resa che mi restituissero il fascino arcano e polveroso dell'interno di un vecchio pianoforte. Ho così impostato composizione e settaggi della reflex per ottenenere e amplificare l'effetto che mi suggerivano i vetusti martelletti felpati, ossia di una fila di decadenti soldatini, dimenticati in qualche oscura caserma di confine, in eterna, sfiduciata attesa di un ordine che non giungerà mai .....

Con un'ottica ed una macchina moderna, senza pesante pp esterna ad hoc, nutro seri dubbi che avrei ottenuto una foto come questa ( ho appunto venduto il pur ottimo Canon 180 Macro perchè, nonostante i miei sforzi, ottenevo foto solo estremamente nitide e dettagliate, ma prive di personalità e fascino ). Ora, con il vecchio Nikkor da 90 euro e le lenti close-up sulle altre ottiche sono immensamente più felice e mi diverto un mondo a fare ciò che prima, sfiduciato, non riuscivo in alcun modo ad ottenere.

Dalla galleria, ecco i parametri di scatto ed il set:
Interno di un pianoforte verticale LIPT del 1921, restaurato e funzionante. Fuoco manuale, esposizione MATRIX 3D. Immagine presa vicino ai martelletti, con scatoletta di buonissimi fagioli bianchi di spagna in equilibrio sulla tastiera per dare l'alzata che mi interessava ai meccanismi. A differenza della esplorazione Armonica n°1, qui ho usato il Micro 55 f 3,5 alla massima apertura e ai massimi iso per dare un'atmosfera tutta particolare. Luce azimutale da lampadina led 60 w di resa a luce calda. WB auto. Post in camera con la mitica D200, ecco i parametri per il Jpg: Ottimizzazione foto personalizzata, Nitidezza +2, Più Contrasto, Modo Colore III, Saturazione Esaltata, Variazione Colore +9.

avatarjunior
inviato il 13 Maggio 2019 ore 20:41

Jacopo, che dire..il tuo ottimo lavoro prosegue.
Qui per un attimo ho pensato avresti potuto aumentare leggermente la profondita' di campo per rendere più leggibili i martelletti dietro..e invece no !
Convengo in pieno con la tua realizzazione.

avatarjunior
inviato il 14 Maggio 2019 ore 11:08

Meno male un altro che glipiace fotografare e non di dire scemenze.
Complimenti Jacopo!

avatarjunior
inviato il 14 Maggio 2019 ore 13:05

Grazie !

avatarjunior
inviato il 17 Maggio 2019 ore 12:20

Ecco il vecchio Vivitar 19-35 a 19 mm su D700 a tutta apertura con filtro polarizzatore LINEARE Hoya, lenti addizionali close-up 2X e 10X sovrapposte, alle prese con la luce del laser. Notate la resa ed il divertimento garantito da queste vecchie lenti e macchine che, in virtu' dei loro limiti, ti lasciano libero da ansie di prestazione, così da poterti concentrare su soggetto e luce ( e sperimentare uno stimolante tuning sul campo con i settaggi nativi della reflex.... )



Questa la didascalia completa presa dalla galleria.
Oltre la Grande Illusione, l'Esploratore ritorna alla Stanza Del Mainframe: riallinerà per l'ultima volta le piastre logiche incontrate all'inizio della sua avventura. Dopodichè il pianeta potrà rinascere ed il computer, ora funzionante, garantirà il perfetto equilibrio della vita. ILLUMINAZIONE: Laser piatto da edilizia tenuto a mano a ore 10. SET: Tavolo luminoso spento, 5 cassette C60 del 1976, 2 in pp speculari divergenti, 2 in secondo piano più strette parallele, 1 centrale in fondo appena percepibile in asse con il nostro Eroe. Obiettivo: Vivitar 19-35 f 3,5 a 19 mm su D700 con polarizzatore lineare Hoya e 2 grosse lenti close-up da 77mm 2x e 10x sovrapposte. Il polarizzatore lineare ha un potentissimo effetto sul micidiale laser: fonte luminosa capace di mandare velocemente in crisi il sensore producendo bizzarri ed incontrollabili artefatti, qui viene efficacemente domata dall'elemento filtrante di vecchio tipo, permettendo un'efficace, purissima illuminazione a luce rossa sullo stage. L'enorme lente close-up frontale da 77 mm presenta una convessità estrema che provvede a deformare la prospettiva e i bordi dell'immagine e garantisce, grazie alla pila formata dal 2x e il polarizzatore una formidabile vignettatura, qui gradevolmente sfumata grazie al diaframma 3,5. SETTAGGI MACCHINA: Saturazione normale, contrasto al minimo impostabile, nitidezza +6, ISO quasi massimi a 12800 per aggiungere la giusta grana, Compensazione -3.0 per contrastare il laser ed ottenere il buio attorno, Exp. Matrix 3d, WB Auto, fuoco manuale al minimo sull'Esploratore. Inquadratura decentrata a SX per seguire la dinamica della posizione nell'Esploratore ed assecondare la direzione della luce.

avatarsenior
inviato il 17 Maggio 2019 ore 12:44

MrGreenMrGreenA quando la scoperta di altre forme di vita? MrGreen

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 173000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me