RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Ritratti: Rapporto lunghezza focale - distanza soggetto per ovali del viso fedeli alla realtà


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Ritratti: Rapporto lunghezza focale - distanza soggetto per ovali del viso fedeli alla realtà





avatarjunior
inviato il 02 Novembre 2017 ore 10:49

Qualcuno conosce se c'è un criterio / rapporto indicativo da rispettare?
Cerco di spiegarmi meglio... al variare della focale (35/50/85/105....) per ottenere un primo piano un mezzobusto etc devo pormi a distanze diverse per ottenere la "stessa" inquadratura.
Il soggetto inquadrato assume distorsioni differenti per cui il volto risulta più paffuto o più sottile, e spesso le persone che si vedono dicono che le foto non li rispecchiano o li "deformano".
Leggendo un po in giro (a prescindere dalle preferenze per la lunghezza focale per fare ritratti) mi sembra che si possa individuare una distanza di "sicurezza" (un range) entro il quale fotografare affiche il soggetto risulti più naturale.
La composizione complessiva può piacere più o meno ma quello che mi preme capire in questo post è se qualcuno ha identificato un rapporto tra la focale e la distanza con riferimento specifico alla riproduzione "fedele" dell'ovale del viso nelle sue proporzioni (es. 35 mm - 2 mt di distanza, 50mm - 4 mt etc.)
La lunghezza focale intesa come (35mm eq. FF).

avatarsenior
inviato il 02 Novembre 2017 ore 12:02

Il «problema» è proprio la distanza ed è questa che a rigore non deve essere cambiata utilizzando focali diverse.

avatarsupporter
inviato il 02 Novembre 2017 ore 12:18

Scusa se sono presuntuoso.. (Tra l'altro i ritratti non sono il mio forte) ma non basta che fai delle prove? Ti prendi un soggetto e ti avvicini o allontani a seconda di quello che ti piace o meno come deformazione..

avatarjunior
inviato il 02 Novembre 2017 ore 12:22

Grazie Alby (visto che non sono molto esperto) mi chiedevo se ci fosse una regola più o meno esplicita da cui partire per evitare prove empiriche.

avatarjunior
inviato il 02 Novembre 2017 ore 12:23

Il «problema» è proprio la distanza ed è questa che a rigore non deve essere cambiata utilizzando focali diverse.

Non capisco cosa intendi esattamente, se scatto un ritratto con un 35 mm dovrò essere molto vicino al soggetto, se scatto con un 105 dovrò essere più distante per ottenere la stessa inquadratura...

avatarsenior
inviato il 02 Novembre 2017 ore 12:28





Scegli la distanza, poi la focale la scegli in base a quanto vuoi stringere

avatarsenior
inviato il 02 Novembre 2017 ore 12:29

Non capisco cosa intendi esattamente, se scatto un ritratto con un 35 mm dovrò essere molto vicino al soggetto, se scatto con un 105 dovrò essere più distante per ottenere la stessa inquadratura...


Non è la focale in sé che deforma, ma il fatto che tu ti avvicini (al ridursi della focale) al soggetto per riempire il fotogramma. Se tu ti poni alla «giusta» distanza, cambiando l'obiettivo non avrai certo «deformazioni». Naturalmente - passando dai medio tele ai grandangolari - oltre al soggetto principale inquadrerai un campo sempre maggiore.

Se continui ad avvicinarti per «riempire» il fotogramma dovrai accettare che i risultati saranno quelli di cui ti lamenti.
Ripeto: il problema non è la focale ma la distanza tra la fotocamera e il soggetto ripreso.

avatarjunior
inviato il 02 Novembre 2017 ore 12:34

www.dropbox.com/s/565801a1jgjhush/Senza%20titolo-2.jpg?dl=0
Questo è quello che intendo ... stessa inquadratura ottiche diverse

avatarsenior
inviato il 02 Novembre 2017 ore 12:35

La prova la puoi fare anche senza macchina fotografica.
Prova a metterti davanti ad uno specchio e guarda la tua immagine riflessa. Poi comincia ad avvicinarti (sino a quasi toccare con il naso la superficie dello specchio). Guarda cosa succede...

user91788
avatar
inviato il 02 Novembre 2017 ore 12:36

Credo che in ultima analisi volesse sapere quale.sia.la.distanza correta dal soggetto per non incappare in distorsioni.
Per la mia esperienza consiglierei tra i tre e i cinque metri, scegliendio la focale in funzione se si vuoke una figura intera o mezzo busto e così via.

avatarjunior
inviato il 02 Novembre 2017 ore 12:37

Non è la focale in sé che deforma, ma il fatto che tu ti avvicini (al ridursi della focale) al soggetto per riempire il fotogramma. Se tu ti poni alla «giusta» distanza, cambiando l'obiettivo non avrai certo «deformazioni». Naturalmente - passando dai medio tele ai grandangolari - oltre al soggetto principale inquadrerai un campo sempre maggiore.

Se continui ad avvicinarti per «riempire» il fotogramma dovrai accettare che i risultati saranno quelli di cui ti lamenti.
Ripeto: il problema non è la focale ma la distanza tra la fotocamera e il soggetto ripreso.


Capito! Grazie illuminante!

avatarjunior
inviato il 02 Novembre 2017 ore 12:38

Credo che in ultima analisi volesse sapere quale.sia.la.distanza correta dal soggetto per non incappare in distorsioni.
Per la mia esperienza consiglierei tra i tre e i cinque metri, scegliendio la focale in funzione se si vuoke una figura intera o mezzo busto e così via.

Esattamente ... Grazie!!
Un'ultima cosa... spero di non essere ripetitivo, ma ho scattato con un 300 (450 FF Eq) a più di 15 mt di distanza ad un matrimonio di un amico facendo una inquadratura stretta di volto e spalle.
In questo caso non ho percepito frosse distorsioni, però come si configura in ciò che mi hai scritto prima? sono ben più dei 3 5 metri di cui mi dicevi...

avatarsenior
inviato il 02 Novembre 2017 ore 12:39

www.dropbox.com/s/565801a1jgjhush/Senza%20titolo-2.jpg?dl=0
Questo è quello che intendo ... stessa inquadratura ottiche diverse


Ma quelle quattro foto non hanno la stessa inquadratura (sono state scattate a distanze diverse e il rapporto tra il soggetto e lo sfondo cambia). E, in maniera più o meno evidente, si hanno proprio quelle «deformazioni» che tu non vorresti avere.

user91788
avatar
inviato il 02 Novembre 2017 ore 12:39

Insomma se vuoi riempire il fotogramma, se usassi un 50mm eq dovresti avvicinarti a meno di un metro ed il viso apparirà piu tondo del reale, quindi dovresti indietreggiare ed usare un 135 mm ad esempio.

avatarsenior
inviato il 03 Novembre 2017 ore 11:30

Quell'esempio per me calza invece, perché più o meno si inquadra la stessa porzione del soggetto che è la donna; in questo caso un mezzo busto o quasi. E ovviamente si è a distanze differenti dal soggetto.
Si vedono perfettamente le differenze di "deformazioni" e il diverso schiacciamento dei piani. Sta al singolo gusto scegliere quello che più aggrada.
Non credo ci sia una "regola" che ci dica con la X focale, devi metterti alla Y distanza per avere un ritratto "perfetto" senza deformazioni.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 193000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





05 Giugno 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me