Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni). Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

OK, ho capito

EF 300f.2.8 L USM II _EF 400do f.4 ISO USM II - EF 500 f.4 ISO ISM


Forum » Obiettivi » EF 300f.2.8 L USM II _EF 400do f.4 ISO USM II - EF 500 f.4 ISO ISM




avatarsupporter
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 10:17

Sono indeciso su quale prendere, premetto che userei sia per Avifauna a mano libera per la stragrande maggioranza dei casi ho ambedue i MT serie 3,ho anche la passione per le gare di Moto, sarei propenso a scegliere il 300 per la leggerezza e praticità d'uso non trascurando la qualità con i MT 1/4-e 2X serie 3,ho provato anche il 400 DO II e mi è piaciuto molto sia con 5DIII che con 7DII, ma pensando che per il 70% ne farò un uso maggiore in avifauna non mi dispiacerebbe anche il vecchio 500f..4 ISO USM.
Cosa ne pensate? Accetto consigli Grazie Massimo

avatarjunior
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 11:10

Un bel problema!Sorriso
Il 300 in avifauna a mio avviso è corto e lo useresti sempre col 2X, la qualità dell'immagine non ne risente, ma l'AF un poco sì.
Il 500 sarebbe l'ideale anche perchè con i moltiplicatori arriva a focali molto lunghe, ma pesa.
Il 400 potrebbe essere un buon compromesso focale/peso, ma se utilizzato col 2X potresti utilizzare solo il punto centrale che nei soggetti in volo, a meno che tu non abbia una 1DX2 o una 5D4 è decisamente problematico...........
Alla fine dipende da che uso ne devi fare e dove...............;-)

avatarjunior
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 11:30

Non so quanti anni hai e come sei messo in quanto a muscoli.

Io il 500 f4 IS I serie con l'1,4x l'ho usato a mano libera per un po' di tempo, anche con risultati molto buoni, ma ora, con l'avanzare degli anni e il calo delle forze, lo uso quasi esclusivamente su monopiede. Qualche volta anche a mano libera su soggetti in volo, appoggiando il gomito sullo stomaco, sul quale ho ancora un po' di muscoli, ma per brevissimo tempo. Il problema a mano libera con obiettivi così pesanti sta soprattutto nel "trovare" i soggetti.

A mano libera mi diverto moltissimo col leggerissimo 400 mm f5,6. Cercare un soggetto in volo, ma anche tra i rami degli alberi, con un obiettivo da 1250 grammi è ben diverso che farlo con una lente che di grammi ne pesa 3870.
Pensa che ho anche il 100-400 II serie, che uso per architettura e non per avifauna, perché, ti assicuro, i 320 grammi in più rispetto al 400 fisso si sentono tutti.

Se fossi in te, farei un pensierino, perché l'ho fatto anch'io, sul 400 DO II serie. Il 300 lo trovo troppo corto. In fin dei conti lo useresti sempre moltiplicato. Tieni anche conto che con l'1,4 non perdi quasi nulla in nitidezza, ma non penso che la perdita di nitidezza sarebbe così bassa con il 2x, senza contare la perdita di velocità AF.

avatarjunior
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 11:39

Ciao Massimo,

il 300 2.8 IS II è il miglior compromesso, liscio è il migliore di tutti, moltiplicato offre maggiori soluzioni rispetto al DO.

Tieni presente che essendo un 2.8 ti offre la possibilita di fotografare in condizioni di luce scarsa.

Il 500 IS lo scarterei a priori.

avatarsupporter
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 12:33

Allora per adesso ringrazio per le risposte che mi avete dato e riguardo la mia attrezzatura attuale posseggo il 400mm 5.6 che uso con entrambi i corpi macchina ma molte volte con luce scarsa ho problemi di qualità e risoluzione, ho anche il 300 f.2.8 L che usato liscio va benissimo chiudendo di uno stop ma a volte mi trovo molto corto e con MT 1/4 e 2X ho bisogno di più luce lo uso fra f.6.3- f.8 con eccellenti risultati.
Per i seguenti motivi pensavo al 400DO 2serie o al 300f.2.8 II per leggerezza e qualità con luce più scarsa.
Lupo lui hai detto di essere passato al 400DO ma la prima o la seconda versione?
Come ti stai trovando?

avatarsenior
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 14:15

www.the-digital-picture.com/Reviews/ISO-12233-Sample-Crops.aspx?Lens=7

se tanto mi da tanto io andrei sul 400/4 DO II

www.the-digital-picture.com/Reviews/ISO-12233-Sample-Crops.aspx?Lens=9

avatarsenior
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 15:06

"
Allora per adesso ringrazio per le risposte che mi avete dato e riguardo la mia attrezzatura attuale posseggo il 400mm 5.6 che uso con entrambi i corpi macchina ma molte volte con luce scarsa ho problemi di qualità e risoluzione, ho anche il 300 f.2.8 L che usato liscio va benissimo chiudendo di uno stop ma a volte mi trovo molto corto e con MT 1/4 e 2X ho bisogno di più luce lo uso fra f.6.3- f.8 con eccellenti risultati.
Per i seguenti motivi pensavo al 400DO 2serie o al 300f.2.8 II per leggerezza e qualità con luce più scarsa.
"

Se intendi operare principalmente a mano libera, personalmente opterei per vendere il 400 f5.6 e acquistare il 400 DO II is usm. Poi, in base all'uso valuterai se sia il caso di tenere o meno anche il 300 2.8 L usm.

Il 500 f4 L is usm, peso a parte (quasi doppio, rispetto a quello del 400 DO II), ha ingombri superiori a quelli del 400 DO II, per cui soprattutto se si deve sostenere l'ottica in posizione non parallela al terreno, è decisamente più affaticante da gestire a mano libera.

Un altro fattore da non trascurare è che il 500 f4 L is usm è uscito di produzione nel 2011: vi è il rischio che nell'arco di un paio d'anni i ricambi non vengano più forniti, e a fronte di una spesa probabilmente superiore ai 3000 euro è un elemento che terrei in considerazione. Per contro, tra le tre citate il 500 f4 L is usm è indubbiamente l'ottica meno costosa da reperire usata.

avatarjunior
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 15:39

" Lupo lui hai detto di essere passato al 400DO ma la prima o la seconda versione?"

Non sono passato: ci ho fatto solamente più di un pensiero, e ce lo faccio ancora, ma poi mi fermo lì perché penso che, rispetto al 400 f5,6, a fronte della spesa, non farei un così grande guadagno in termini di luminosità e millimetri. E, in confronto al 500 f4, avrei qualcosa di più maneggevole, ma perderei molti millimetri.

Ora che conosco la tua attrezzatura, comprendo meglio i tuoi dubbi e le tue esigenze. In effetti penso che tu necessiti di una focale decisamente più lunga, da usare, come faccio io, in appoggio al 400 f5,6.
In effetti, quando esco per fare foto agli uccelli mi porto sempre dietro sia il 400 f5,6 che il 500 f4 I serie sul quale tengo costantemente montato l'1,4x.
Quando sono in auto e giro per le lagune, cercando limicoli e acquatici, tengo sulle ginocchia il 500 con l'1,4x. Quando giro a piedi, sempre in zone acquitrinose, tengo in mano la medesima attrezzatura fissata su un monopiede leggero e di ottima qualità e porto nello zaino il 400 f5,6. Quando giro per campagne e boschi in cerca di passeriformi e rapaci, tengo nello zaino il 500 mm e giro con in mano il 400 f5,6, che mi consente di cogliere meglio e più velocemente gli uccelli tra rami e in volo.

avatarsenior
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 16:08

Qui vi è una recensione sul 400 DO II, nell'ambito della fotografia di volatili: molte delle foto sono state scattate con extender 1.4x e 2x.

arihazeghiphotography.com/blog/one-year-with-ef-400-do-is-ii/

avatarjunior
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 16:37

" Qui vi è una recensione sul 400 DO II, nell'ambito della fotografia di volatili: molte delle foto sono state scattate con extender 1.4x e 2x. "

Le foto sono, naturalmente, bellissime e dettagliatissime. Purtroppo c'è un piccolo dettaglio: sono state tutte scattate a cortissime distanze. A quelle distanze, anche un Tamrom 100-500 avrebbe dato risultati più che soddisfacenti, se non del tutto simili.
Qui in Italia, foto a quella distanza, a meno di non usare appostamenti fissi ed esche vive, te le sogni. E, in ogni caso, al massimo becchi qualche gheppio.

Dalla domanda iniziale mi sembra che Massimo cercasse qualcosa da usare a mano libera e, quindi, a distanze non così ravvicinate. Penso che il 400 DO II sia un'ottima lente, ma vorrei vederla in azione qui da noi, a mano libera, fuori dai capanni e con le nostre distanze di fuga degli uccelli. E, a queste distanze, vorrei vederla confrontata, per esempio, a un Sigma 150-600 Sport, una lente che, al tiraggio elevato, unisce un peso decisamente inferiore ai supertele Canon.

avatarsenior
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 17:39

"
Le foto sono, naturalmente, bellissime e dettagliatissime. Purtroppo c'è un piccolo dettaglio: sono state tutte scattate a cortissime distanze.
"

Ovviamente sono state scattate ad una distanza a cui avesse un senso fare uso di quell'ottica, altrimenti l'autore avrebbe utilizzato un 600 f4, verosimilmente, e le immagini non sarebbero state certo inserite nella recensione dell'ottica.
"
A quelle distanze, anche un Tamrom 100-500 avrebbe dato risultati più che soddisfacenti, se non del tutto simili.
"

Se si valuta il livello di microcontrasto offerto dalle due ottiche le differenze sono abbastanza marcate. Poi, intervenendo con sharpening selettivo e quant'altro si può migliorare la resa dei file, ma si può fare altrettanto con le foto scattate con il 400 do II...
"
Qui in Italia, foto a quella distanza, a meno di non usare appostamenti fissi ed esche vive, te le sogni. E, in ogni caso, al massimo becchi qualche gheppio.
"

Dipende da cosa si fotografi: il 400 do consente di arrivare fino a 800 mm equivalenti con un peso di circa 2.5 kg, mantenendo la messa a fuoco automatica (a meno di utilizzare reflex di fascia bassa o relativamente datate) e una resa ottica dena di nota (almeno per quanto ho visto) e con una maneggevolezza ben superiore a qualsiasi 500 o 600 mm a lunghezza focale fissa. Tempo fa un utente aveva condiviso delle foto (anzi, i file raw) scattate con una 1d mark IV e tale ottica, unitamente agli extender 1.4x III e 2x III: con quest'ultimo il calo di microcontrasto era maggiormente evidente, ma per notare le differenze era necessario ingrandire al 100% il file. Peraltro, si trattava di volatili di piccole dimensioni, che non erano certo stati fotografati da oltre 30 metri di distanza...

Detto ciò, se nemmeno 800 mm fossero sufficienti per avere un'inquadratura accettabile (leggasi il soggetto inquadrato occupa una porzione ridotta del fotogramma o comunque risulta molto inferiore a quella voluta), allora probabilmente il problema si avrebbe anche con il 500, pur se accoppiato ad un extender 2x.

Peraltro, più la distanza è elevata e più i fattori ambientali incidono sulla resa finale dell'immagine, quindi le qualità ottiche dell'obiettivo vengono vanificate anche da questo. Pertanto è piuttosto ovvio che a distanze elevate la qualità dell'immagine peggiori, ma in buona parte sono noti fenomeni fisici su cui non si ha molto controllo.
"
Dalla domanda iniziale mi sembra che Massimo cercasse qualcosa da usare a mano libera e, quindi, a distanze non così ravvicinate. Penso che il 400 DO II sia un'ottima lente, ma vorrei vederla in azione qui da noi, a mano libera, fuori dai capanni e con le nostre distanze di fuga degli uccelli.
"

Vedi sopra.
"
E, a queste distanze, vorrei vederla confrontata, per esempio, a un Sigma 150-600 Sport, una lente che, al tiraggio elevato, unisce un peso decisamente inferiore ai supertele Canon.
"

Non è sorprendente che un 150-600 f5-6.3 abbia un peso inferiore ad un 500 f4 o 600 f4: basta solo considerare il diametro delle lenti frontali in relazione all'apertura. Se avessero realizzato un 150-600 f5.6 il peso e gli ingombri sarebbero stati apprezzabilmente maggiori: per la cronaca, è probabilmente per tali ragioni che canon non ha mai realizzato un'ottica zoom con tale escursione di lunghezze focali.
Dovendo garantire la funzionalità ottimale della messa a fuoco con tutte le fotocamere eos, non potrebbero spingersi a valori di f-stop superiori a f5.6 (a f6.3 si è già fuori specifica per diverse reflex): a quel punto, l'ottica sarebbe ingombrante, pesante e necessiterebbe anche di una buona costruzione meccanica per mantenere i gruppi ottici alle distanze di lavoro previste. Il diametro della lente frontale supererebbe i 100 mm, e a quel punto dovrebbero aggiungere un portafiltri nella parte posteriore dell'ottica, cosa che probabilmente ne aumenterebbe ulteriormente gli ingombri...

avatarsupporter
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 18:16

Lupolu hai propio azzeccato il mio problema ho 57 anni e ancora sto lavorando non è che mi manchi la forza sulle braccia ma avendo un pò di acciacchi e dalle mie parti non ci sono moltissimi luoghi dove avvistare moltissime specie animali non posso permettermi di girare con molti pesi ho anche il Tamron 150-600 ma usabile solo con 5DIII e in movimento non mi azzecca molti fotogrammi mentre su cavalletto va benissimo fino a 500mm per poi decadere un pò a 600mm. Per il mio modo di fotografare mi ci vuole un 500-600mmm da poter usare con entrambi le macchine.
Appena è uscito il Sigma 150-600 s ho avuto la possibilità di confrontarlo con il Canon 500f.4 ISO USM non ci crederete ma usandolo per circa 1 ora entrambi i Canon 500 era molto più maneggevole del Sigma a 500mm.
Riguardo il 400DO purtroppo non ho potuto usarlo a molta distanza con animali ma ha un velocità AF velocissima anche con il MT 1/4 è leggerissimo ma anche il 300f.2.8 II anche se più pesante del 400DO è molto più stabile.
Il problema per ora è solo economico perché avrei trovato il 300f.2.8 ISO USM II a 4600euro come nuovo usato solo per poco tempo,mentre il 400DO f.4 ISO USM II costa non meno di 6000 euro nuovo perché usato non lo si trova.

avatarsenior
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 18:52

Un mio amico ha comprato di recente un 300/2.8 di fine anni '80 quasi senza vernice dall'uso intenso a 700 euro: va ancora benissimo, anche moltiplicato, e ha una resa eccellente. Ho avuto 300, 400, 500 (non tutti ultima serie). Ottiche bellissime. Il 500/4 l'ho venduto 3 anni fa e ho preso il nuovo. Volendo fotografare uccelli mi sono spesso trovato corto anche col 500 e i moltiplicatori, figuriamoci con 300 e 400. Per questo a suo tempo presi l'800 (che si riesce a usare a mano libera anche moltiplicato). Per cui tra spendere 4600/6000 euro e rimanere infine insoddisfatto, preferirei spendere molto meno (3000-3200) e avere la massima focale possibile. Il 500/4 non ha alcuna limitazione operativa o qualitativa, se va bene subito senza alcun problema, tenendolo bene difficilmente ne avrà in seguito, e rimangono 1500-3000€ in tasca

avatarsupporter
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 19:16

Grazie Leone del consiglio era proprio quello che pensavo io ma bisogna trovare un buon 500mm non molto usurato d'occasione .

avatarsenior
inviato il 14 Febbraio 2017 ore 19:36

Massimo, se ne trovano. Già sul mercatino ce ne sono diversi. Magari puoi provare a contrattare un po', sui 3.300 dovresti riuscire a trovarne. Sono dei carri armati. Nel 2005 vendetti il 500/4.5 L, comprato nel 1992, ad un amico. Ce l'ha ancora, dopo 12 anni, perfettamente funzionante come il primo giorno in cui lo acquistai, 25 anni fa

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 116000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.







 ^

www.JuzaPhoto.com - Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me