RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Help Stampa







avatarjunior
inviato il 12 Febbraio 2012 ore 18:57

Salve ragazzi,
volevo confrontarmi con voi sulla stampa delle foto.
Ho portato dal fotografo alcuni file tiff con spazio colore adobe rgb chiedendogli di stamparle senza correzioni ma tal quali (la macchina processava file anche in adobe rgb).
L'effetto finale è che le foto sono venute con una brutta dominante rosso/arancio che ha fatto diventare l'incarnato dei soggetti (i miei bimbi) inguardabile come se le foto fossero anche sovra-saturate.
Il monitor del mio PC è calibrato con la sua procedura nativa e lasciatemi dire che le stesse foto si vedono senza variazioni di colori nel monitor che uso a lavoro e nel mio iphone.
come è possibile tutto ciò?
ha sbagliato il fotografo oppure ho sbagliato io qualche passaggio?

saluti

avatarjunior
inviato il 12 Febbraio 2012 ore 19:15

...che macchina è stata usata per stampare?...procedimento chimico o altro?Te le ha stampate col suo minilab o le ha spedite a qualche lab?

avatarjunior
inviato il 12 Febbraio 2012 ore 19:18

con il suo mini lab nell'arco di 15 min. il procedimento non lo conosco ma ritengo di non sbagliare nel dire che la macchina è del tipo "comune anche se professionale" di quelle: scarica il file e stampa.
ciao

avatarjunior
inviato il 12 Febbraio 2012 ore 19:37

Bhe i minilab non stampano male, anzi, a volte meglio dei macchinoni da laboratorio a grossa tiratura...solitamente i minilab, e comunque la stampa a procedimanto chimico, non vanno altre il profilo sRGB. Possono processare i file Adobe RGB, ma covertono in sRGB per stampare.
Di solito si ottengono colori saturi quando ad un'immagine con profilo sRGB viene assegnato un profilo più ampio tipo Adobe RGB, lo puoi vedere tu stesso aprendo una foto con Photoshop:convertila in sRGB e poi assegnale un Adobe RGB...vedrai che i colori saranno più saturi.
Poi cosa sia successo realmente lo sa solo chi ti ha stampato...
Non avete guardato assieme le foto su un monitor tarato lì in negozio prima di stampare?

avatarjunior
inviato il 12 Febbraio 2012 ore 19:40

in realtà non perchè ero sicuro del fatto che avevo dato in pasto il file nelle migliori condizioni possibili.
Possibilmente dalle tue parole mi sembra di capire che è meglio riconvertire l'immagine in srgb prima della stampa onde evitare qualche strano passaggio in macchina.
infatti una delle prove che volevo fare era quella di stampare la stessa immagine in Adobe RGB e srgb. Chiramente metto tutto in conto perchè ho tanti file da fare stampare ed è meglio spendere qualcosina all'inizio piuttosto che avere la carrellata di foto tutte sbagliate.

Ho fatto la prova ed effettivamente succede che la foto si avvicina molto al risultato stmpato.
farò la prova di cui sopra
ciao

avatarjunior
inviato il 12 Febbraio 2012 ore 19:42

Propendo per la scarsa qualità del laboratorio.
Infatti non importa in quale spazio colore le tue foto si trovino, purchè siano taggate, cioè rechino l'info del loro spazio.
Prima della stampa infatti avverrà una trasformazione dallo spazio colore tuo al profilo della stampante. In pratica i numeri RGB (non c'entra niente con sRGB!) verranno modificati per mantenere "al meglio del gamut" i valori colorimetrici (Lab) della tua immagine dal file alla carta stampata.
Questo procedimento vale per tutte le stampanti con tutti i metodi di stampa.
Esistono però alcuni laboratori di bassa qualità che "assumono" che le foto siano tutte in sRGB e non leggono il tag del file.
per questo motivo è sempre meglio consegnare un file in sRGB se si stampa da un laboratorio (escluso i laboratori di Fine Art). Il gamut di stampa di un minilab è comunque molto ridotto e non si guadagna niente a consegnare un file in AdobeRGB

avatarjunior
inviato il 12 Febbraio 2012 ore 20:09

Difficile essere scarsi coi minilab del giorno d'oggi, a meno che non segui le classiche procedure di taratura oppure pasticci con le tarature stesse o coi file dei clienti.
Per controllare ciò sarebbe meglio tornare con le stesse immagini nelle due versioni, con Adobe RGB e con sRGB, e chiedere anche di poterle visualizzare su un monitor tarato con la macchina prima di stamparle.
Prova a chiedere inoltre di ristamparti i primi file portati, vedi se escono gli stessi colori della prima volta...se così non fosse vuol dire che pasticciano troppo.
Insomma occorre fare delle prove prima di emettere sentenza.
Tengo inoltre a precisare che convertendo in un profilo si ottiene una cosa, assegnandolo un'altra...può anche essere che i file da te consegnati non fossero "ideali"(lo hai affermato anche tu).

avatarjunior
inviato il 12 Febbraio 2012 ore 20:19

beh io credo che erano ideali. Ho lavorato con spazio colore adobe rgb a 14 bit e consegnato tutto in tiff senza conversioni.
Però faccio atto di umiltà prima di spostare il baricentro delle responsbilità...e quindi mi/vi sto chiedendo se ho sbagliato pure io in qualcosa.
farò le prove che avete suggerito che daranno una risposta certa.
se poi con i due spazi colore si ottengono foto scalibrate allora cambio fotografo.
ciao

avatarjunior
inviato il 12 Febbraio 2012 ore 20:24

Non mi sembra che Ildiora abbia detto che i suoi files non fossero ideali a meno che io abbia perso qualcosa.
Comunque io non ci sprecherei tempo. Passerei subito a file jpeg sRGB (non ha senso portare i file tiff, magari a 16 bit Eeeek!!! a un minilab per stampare max A4) e piuttosto farei stampare lo stesso file da due lab diversi.
Il test di stampare la stessa foto da AdobeRGB e da sRGB non ti porterà nessuna farina in cascina. I casi sono due: le foto vengono uguali e non guadagni niente da AdobeRGB, oppure il file AdobeRGB viene sbagliato e quindi devi usare sRGB...igitur...

avatarjunior
inviato il 12 Febbraio 2012 ore 20:28

Io ti consiglio di portare sempre file in jpg qualità da 8 in su, 8 bit per colore, spazio colore sRGB(ovviamente se si parla di stampa chimica).
Non vorrei che abbia convertito lui i tiff prima di mandarli in stampa, commettendo qualche errore.
Io lavoro su Frontier e solitamente mi tocca elaborare prima alcuni tipi di file(tipo quelli a 16 bit) perchè il software che gestisce la macchina non li accetta.
Comunque se fai due prove lo capisci subito dove sta l'inghippo.
Il test di stampare la stessa foto da AdobeRGB e da sRGB non ti porterà nessuna farina in cascina

il bello è che nella stampa i colori son venuti più saturi, cosa che invece non dovrebbe avvenire passando da Adobe RGB a sRGB che è uno spazio più "chiuso".
Ovviamente questo da ragione a te Moulin che affermi che il lab è di scarsa qualità...

avatarjunior
inviato il 12 Febbraio 2012 ore 20:32

Quoto Marcudes in toto

avatarjunior
inviato il 12 Febbraio 2012 ore 21:11

Si i file erano esagerati dalla serie: sparare con il cannone all'uccellino ma la ma intenzione era quella di dare in pasto i migliori file che potevo creare. Forse ha creato più confusione che altro.
Effettivamente può essere successo che il PC che riceve i file da USB e poi li manda alla stampante esegua un processo di conversione di cui non ho contezza.
@marcudes come si fa ad avere più di 8 bit per canale in un jpg? credevo fosse impossibile.
Nei prossimi giorni farò qualche prova e vi farò sapere
grazie
ciao

avatarjunior
inviato il 12 Febbraio 2012 ore 21:20

JPG sono solo a 8 bit, Marcudes lo diceva per chiarezza, ma in effetti è ridondante.

avatarsenior
inviato il 13 Febbraio 2012 ore 7:40

Secondo me c'è concorso di colpa,lavorare con Adobe RGB ha senso solo se si gestisce personalmente tutto il processo,dallo scatto fino alla stampa finale con stampanti di un certo livello.
Il minilab in genere converte in sRGB,si tratta di una macchina per stampe in quantità,anche se l'operatore vedendo stampe sballate dovrebbe perlomeno chiedere al cliente se si tratta di un effetto voluto o effettivamente le stampe sono sballate.
Farò una prova con il mio minilab,si tratta di un Kodak XL22 (o Noritsu 1501)ex analogico e comunque a procedimento chimico,opportunamente modificato in Full Digital,ora opera molto similmente come la stampa per contatto,aggiungo un link per aiutarvi a capire:
labnetplus.com/index.php?p=artykulyShow&iArtykul=102
Anche il mio converte e stampa in sRGB,farò 2 scatti,uno in Adobe RGB e l'altro in sRGB per vedere l'effettiva differenza.

avatarjunior
inviato il 13 Febbraio 2012 ore 12:06

Ho visto il link e credo che stiamo parlando della stessa tipologia di macchina.
Il tuo, come di chi ha precedentemente postato, sarebbe un grande aiuto che da valore al senso di consivisione del forum.
Attendo incuriosito.
ciao

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 228000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me