RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Amatoriale=confuso







avatarjunior
inviato il 28 Settembre 2016 ore 18:41

Ok...dopo un po' di confronti e comparazioni tra la a6000 e l'80d non c'è differenza di prestazioni sennò minima.
anche tra le ottiche, se si punta alla qualità, tra sony/zeiss e canon serie L le differenze di qualità sono minime, e di prezzo anche.
Il punto ora è partire per creare un corredo di qualità che copra più o meno tutte le focali fino al 200mm. Premetto che preferisco gli zoom quindi, rimanendo in Sony e-mount, provo a fare un corredo che possa coniugare qualità, prestazioni, e trasportabilità. Ovviamente da costruire nel tempo!

Wide: sony zeiss 16-35 f4 oppure sony 10-18 oss

tuttofare: sony zeiss 16-70 f4

tele: sony 70-200 g

i fissi potrebbero essere il sigma 30mm 1.4 e il 60mm 2.8

che ne dite...non linciatemi se ho detto qualche cosa azzardata

avatarsupporter
inviato il 28 Settembre 2016 ore 19:56

A nessuno passa per la testa di linciarti, anzi, hai elencato delle belle lenti.
Il 16-35 /4 pare sia molto buono. Però è un FE (FF) e lo prenderei in considerazione se pensassi di acquistare a breve termine un'A7. Altrimenti lo vedo un po' sprecato, come lo sono in genere i grandangoli FF su APS-C, che subiscono una sorta di depotenziamento. Se non hai in programma di passare a FF, con il 10-18/4 hai un wide spinto e molto compatto.
Il 16-70 non lo conosco direttamente e quello che so l'ho scritto qui:
www.juzaphoto.com/topic2.php?l=it&show=2&t=1889590#9048186
Il 70-200/4 g è probabilmente il miglior tele-zoom per ML Sony (a parte l'f/2.8, che però è molto grosso e costoso). E' anche esso un FE per FF e quindi un po' grossino, pesantuccio e caruccio. Ma se prezzo e peso non sono un problema, non vedo cosa ci sia di meglio.
I Sigma 30 e 60 f/2.8 garantiscono un rapporto spesa/resa clamoroso. Li ho usati entrambi (insieme al Samyang 12) un tre ore fa per documentare l'allestimento di uno spettacolo al Teatro Olimpico di Vicenza. Ho fatto qualche decina di scatti che ora sto visualizzando e, come al solito, non mi hanno deluso.
L'alternativa Sony è costituita dal 35 e dal 50 f/1.8. Avresti uno stop e 1/3 in più e la stabilizzazione, pagandoli di più ma il prezzo mi sembra giusto e ho visto ottimi feedback per questi due obiettivi.

avatarjunior
inviato il 28 Settembre 2016 ore 20:14

Grazie per la dettagliata risposta e l'ottimo consiglio in merito al wide. Ho adocchiato anche il sony zeiss 55 come fisso, penso sia ottimo per i ritratti

avatarsupporter
inviato il 29 Settembre 2016 ore 4:25

Si... gran bella lente.
E' un FE e ricordo che quando è uscito, sarà stato un tre anni fa, qualcuno aveva postato qui delle foto fatte con questo su un'A7R che avevano lasciato tutti a bocca aperta per la nitidezza.
Senz'altro va benissimo anche su APS-C, dove produce un angolo più adatto al ritratto.
La sola controindicazione è che costa il triplo del 50mm f/1,8.

Comunque se fai un pensierino per questi obiettivi FE come il 16-35, il 70-200 e il 55/1.8 (tra tutti e tre si parla di 2500-3000 €), potresti prendere in considerazione anche un'A7 in una delle sue varie declinazioni, magari tenendoti l'A6000 come secondo corpo.

Poi non voglio fare la parte dell'aizzatore di scimmie.
Se, come hai detto, sei un principiante, forse faresti (sottolineo il condizionale) meglio, almeno per il momento, a imparare a sfruttare a fondo quello che hai, ovvero l'A6000 con il suo kit magari integrandolo con qualche fisso economico ma dalla buona resa, tipo i vari Sigma e Samyang; e piuttosto fare un corso o leggere qualche libro sulla composizione e la PP e studiare le opere dei grandi fotografi sui libri, in rete o visitando mostre. Penso che in tal modo si migliorano le proprie foto in misura molto maggiore che non acquistando aggeggi costosi.
Però non voglio fare la predica. Magari sei quel che si dice "un talento naturale" e fai foto 100 volte migliori delle mie (non che ci voglia molto).
E poi, al di la di questo, per me è un principio sacro e inviolabile quello secondo cui "uno dei propri soldi fa quello che vuole". Se hai voglia di comprare qualcuno di questi giocattoli (gli Zeiss, il 70-200 ecc.) è un tuo diritto farlo e, per contro, nessuno ha il diritto di farti la morale. Anche io ho talvolta speso cifre eccessive per togliermi degli sfizi.
Ecco... semplicemente volevo esporre la mia convinzione che non sempre le nostre foto migliorano automaticamente in misura direttamente proporzionale alle cifre spese per l'attrezzatura. Questo soltanto per evitare le delusioni che potrebbe insorgere da aspettative eccessive legate a certi acquisti.

avatarjunior
inviato il 29 Settembre 2016 ore 12:13

Il tuo consiglio è molto prezioso. Ti chiedo però un piccolo favore, non è che è potresti inviarmi qualche raw scattato col sigma 30mm 2.8?

avatarsupporter
inviato il 29 Settembre 2016 ore 18:23

Non c'è problema.
Non so se hai Doropbox e se riesci a scaricali anche senza. In caso negativo ti consiglio di installarlo: E' gratuito ed è utilissimo per mostrare le tue foto ad altri e anche per visualizzarle su diversi dispositivi (tablet, smartphone ecc) e pure come backup di sicurezza (di recente ho recuperato alcune foto che avevo perso su hard disk e a cui tenevo, facendo il download da Dropbox).

Questo è un ritratto a f/2.8
www.dropbox.com/home/Photos/Foto%20per%20forum%20Juzaphoto/RAW?preview
Qui è dopo la PP: ho alzato un po' la temperatura colore per migliorare l'incarnato e l'ho rifilata ai lati e impaginata in 4/3:



Tecnicamente non è perfetta: è a fuoco il volto del padre (che è un mio amico e collega*) e la bambina è leggermente sfocata; ma è colpa mia e non del Sigma 60. Nei ritratti sono una schiappa e ne faccio pochissimi, in genere quando me li chiedono. Qui invece ho colto l'attimo: ho messo in quattro e quatr'otto il 60 (o forse ce l'avevo già innestato) e ho detto al mio amico di guardare in macchina e, anche se è tecnicamente sbagliata, sono contento di averla fatta perché i due hanno una bella espressione (anche il mio amico e sua moglie l'hanno gradita).

Qui ci sono i RAW
www.dropbox.com/home/Photos/Foto%20per%20forum%20Juzaphoto/RAW?preview
www.dropbox.com/home/Photos/Foto%20per%20forum%20Juzaphoto/RAW?preview
da cui ho ricavato queste:
www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=1827024

* E' questo qui, con nove anni in meno:
www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=1355436

avatarjunior
inviato il 29 Settembre 2016 ore 22:06

Grazie mille...davvero gentilissimo!

avatarsupporter
inviato il 01 Ottobre 2016 ore 15:32

L'altro giorno ho accennato a delle foto, nel palladiano Teatro Olimpico di Vicenza, all'allestimento dello spettacolo GO. GO. GO del regista russo Aleksandr Sokurov* utilizzando L'A6000 con il Samyang 12/2 e i Sigma f/2.8 a diaframmi molto aperti.

Per le vedute generali ho usato il Samyang 12mm f/2.0.
Questa è l'unione in verticale di due scatti con Photomerge:



(ovviamente i rampicanti sulla parete del Palladio sono dati da una semplice proiezione)







Qui, essendo buio (molto più di quanto appaia nella foto) e con il divieto di uso del cavalletto, sono dovuto salire a 6400 ISO per avere 1/30 con f/2, e la nitidezza è quel che è:



quel signore seduto in alto con la maglietta chiara è il regista Sokurov.

Attori che provano presi con il Sigma 30/2.8 alla massima apertura:










e con il Sigma 60/2.8 sempre alla massima apertura (a parte la penultima che è a f/3.2: devo aver mosso la ghiera per sbaglio):
















Qui, sempre con il Sigma 60, ho paparazzato il regista Sokurov mentre veniva intervistato per non so quale rete televisiva nel giardino del teatro:



Con un crop in scala 150%:



E con il Sony 55-210 a 210mm:





* P.S.: www.rainews.it/dl/rainews/media/Aleksandr-Sokurov-Go-Go-Go-al-Teatro-O

www.scenecontemporanee.it/aleksandr-sokurov-go-go-go/

avatarjunior
inviato il 03 Ottobre 2016 ore 16:51

Good job!

avatarsupporter
inviato il 03 Ottobre 2016 ore 17:34


Thank you.

avatarjunior
inviato il 03 Ottobre 2016 ore 18:45

Ciao Andrea. Con la tua domanda apri un mondo: è una richiesta semplice e concisa, ma la risposta non lo è!

Inanzitutto poni una questione esistenziale: mirrorless o reflex? Credo che, navigando sulla rete, le differenze che ci sono fra questi due mondi lo potrai trovare facilmente, ma provo a riassumere quelle che, secondo me, sono le più importanti:
- Dimensioni e peso: il solo corpo è decisamente più leggero e compatto nelle ML.
- Durata batterie: non c'è paragone, le reflex con una carica fanno molti più scatti (il motivo è dato dal prossimo punto).
- Mirino ottico VS mirino elettronico: ah! Questa è una diatriba tosta! Il mirino delle ML è elettronico (che sia un mirino vero e proprio o che tu stia usando lo schermo), consuma la batteria (per se stesso e perchè il sensore d'immagine è sempre on anche lui) ma ha il vantaggio di mostrare l'esposizione reale. Il mirino ottico delle reflex, beh, vede la luce che vedi tu e devi affidarti alle indicazioni dell'esposimetro. Con le Reflex si può comunque usare il Live View.
- AF: sinceramente non so che velocità di AF abbia la 5000 e le ML in generale, però credo che abbiano raggiunto un ottimo livello. Le reflex, usando il mirino, usano sensori a rilevamento di fase: possono essere validi o meno validi (la 80D che citi è piuttosto valida, ce l'ho), in genere sono piuttosto veloci. Canon ha da poco introdotto, con la 70D e proseguito con la 80D, il DualPixelAF che permette di focheggiare in automatico anche in Live View con ottima reattività (penso che siano uguale alla o migliore della 5000 Sony).

Bene, ora si parla di obiettivi. Tu citi il 10-18. Mi fido di chi lo conosce e dice che è ottimo, ma voglio dire una cosa: si tratta di un ultra-grandangolare, perciò una lente dall'uso abbastanza particolare e, a mio avviso, non facile. Fare inquadrature belle con un 10 (che vale un 16 in formato 35mm) per mia esperienza è tuttora una sfida, spesso e volentieri (possiedo un 10-22). Perciò, senza voler assolutamente insultare le tue doti (ma sei tu a definirti alle prime armi), ci penserei bene prima di comprare un obiettivo così. Agli inizi sono molto più "educativi" dei fissi luminosi. Uno dei primi obiettivi che comprai fu un 50 1.4, eccellente per il ritratto, e di recente ho preso un pancake 24mm f2.8. Quello che voglio dire è lo stesso che anche altri hanno già scritto: occhio, prima di mettere mani al portafogli! Cerca di documentarti molto bene su come si usano le varie focali, cerca di capire cosa ti piace fotografare di più e che scatti vuoi ottenere (non è così banale, nella mia esperienza), scoperto questo vai a rivedere quali sono le focali a te più utili e, a quel punto, compra un obiettivo. Per il corpo, ML o Reflex sappi che il discorso pesi e ingombri non è banale! "Cosa vuoi che sia, un po' di peso in più...". Vuol dire eccome. Io passando da 40D a 80D i circa 120g di risparmio effettivi li sento tutti, in positivo.

Medita bene, spero di essere stato utile!

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 195000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





16 Luglio 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me