RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

Se vuoi, puoi anche abilitare o disabilitare specifici cookie tramite la pagina Preferenze Cookie.

OK, confermo



Nessunego
www.juzaphoto.com/p/Nessunego



avatarAlla ricerca della resa analogica
in Tecnica, Composizione e altri temi il 11 Ottobre 2021, 22:14


Dopo anni passati a cercare un sistema che restituisse una resa analogica come piace a me, ho trovato la soluzione.
La soluzione era molto vicina, ma per accettarla avevo bisogno che i miei ritmi fotografici si placassero. Di poter scattare meno e senza vincoli.
Così è stato e, finalmente, ho trovato il mio uovo di Colombo.
La resa analogica... la dà l'analogico. Punto.
Ho venduto con gratitudine il mio sistema Foveon, che reputo ad oggi ciò che più in digitale si avvicina all'analogico e con meno sforzo. E mi sono lanciato nel futuro della fotografia con tre fotocamere analogiche 135 Praktika (anni '70) e tre medio formato 6x6 (due pentacon six con parco ottiche completo e una Yashica Mat 124G). Io sono nato come fotografo (= colui che fa fotografie) da bambino con l'analogico, poi passato al digitale per star dietro a ritmi frenetici. Il ritorno all'analogico mi ha fatto bene, sia fotograficamente che esistenzialmente.
Ho riscoperto il valore dell'attesa, il fascino dell'incertezza e l'accettazione serena del limite e della fallibilità. Ho tirato fuori alcune delle foto più belle della mia vita. Che i miei amici mi hanno detto "ma come hai fatto??? Hai comperato la GFX!" E io "No, la GFX queste cose non le fa. Questa è tecnologia avveniristica: si tratta di una emulsione fotosensibile basata su sali d'argento e distribuita su una pellicola 120, impressionata mediante un corpo fotografico interamente meccanico, poi sviluppata e stampata in camera oscura con un ingranditore in formato 2mx2m".
Ho fatto due viaggi portando con me solo analogico. All'inizio la paura del "e se si rompe? E se non viene e poi te ne accorgi dopo? E se..." ti assale. Poi ti fidi e ti affidi e accetti che qualcosa potrebbe non andare e se sarà così si vedrà. E ti godi il viaggio e l'esperienza fotografica. Niente più lcd in cui passi il tempo a verificare gli scatti "per sicurezza", niente più "quando arrivo in albergo faccio il backup", niente più "avrò abbastanza batterie?". Avevo con me un cavo di scatto a distanza meccanico, un cacciavite, qualche guarnizione di gomma spugna, lubrificante, rullini e amen.
Sono stati i viaggi che mi sono goduto di più.
Obiettivo futuro: sviluppare da me e imparare a stampare da me in camera oscura (se vivrò abbastanza).
Perché la fotografia analogica sarà il futuro della fotografia con fotocamera? Perché gli smartphone e i droni che fanno foto autonomamente diventeranno i padroni della fotografia digitale. A quel punto, la fotografia con fotocamera sarà una nicchia. E, nicchia per nicchia, l'analogico ritroverà il suo spazio e un suo senso ancora maggiore di oggi. Fidatevi. Tempo qualche anno e vedremo nuove fotocamere analogiche sul mercato.




224 commenti, 5420 visite - Leggi/Rispondi


avatarLa street photography è illegale in Italia
in Tecnica, Composizione e altri temi il 22 Settembre 2021, 22:38


www.google.com/amp/s/www.laleggepertutti.it/amp/419688_lecito-scattare

Parrebbe, SE QUESTO ARTICOLO da me riportato È CORRETTO E COMPLETO, che come da sentenza della Cassazione del 2018, che il solo fatto di scattare una singola foto ad una persona senza che ricorra quanto previsto dall'art 96 e 97 della Legge sul diritto d'Autore (che regola le condizioni per la pubblicazione, non dello scattare), sia perseguibile in base al reato di molestie, a prescindere dal luogo dove viene fatto lo scatto.
Quindi vietato scattare anche una singola foto a qualcuno senza il suo consenso o senza che vi siano le condizioni per cui tali foto potrebbero essere pubblicate anche senza consenso (art.97 della Legge sul diritto d'Autore).

Posso concludere che viviamo in un Paese in cui la Legge viene dettata dalla percezione che le persone hanno di qualcosa, senza che si possa pretendere che tale percezione debba essere calmierata da equilibrio e buonsenso.

Se il fatto che tu mi scatti una foto senza il mio consenso mi provoca turbamento, allora tale comportamento è una molestia.

Tutto senza che si possa mettere in discussione se il fatto che una foto scattata senza consenso sia motivo ragionevole e valido per provocare tale turbamento.

Con tale deriva, se un domani a qualcuno darà fastidio essere guardato, la Cassazione stabilirà che guardare qualcuno sia punibile in base al reato di molestie.


224 commenti, 9553 visite - Leggi/Rispondi


avatarUn plauso a Fujifilm
in Tema Libero il 17 Settembre 2021, 22:34


Oggi sono 5 mesi che impiego Fujifilm. All'inizio è stato quasi per gioco, volevo una fotocamera capace di sfruttare a colori gli obiettivi M42 Carl Zeiss Jena che avevo comprato per la Sigma Sd Quattro H e su cui andavano meravigliosamente, ma solo in bianco e nero. E presi la X-E1.
Vedendo di cosa era capace, e volendola sfruttare anche in vacanza con famiglia, presi 2 X-E2 usate, che avevano un af-c usabile e l'otturatore elettronico, un 35mm f2 xc e un 16-50 xc. Era sempre quasi per gioco, ma anche per necessità, poiché con l'età ne apprezzavo la compattezza. E già la X-E1 aveva dato prova di una resa per me molto convincente (stesso sensore della X-E2). E fu così che, in piena vacanza, facendo due chiacchiere sotto l'ombrellone, venne fuori che dovevo fare uno shooting in studio fotografico. Questa fu la prova che mi convinse più di tutte della validità del sistema e del mezzo (avevo nel frattempo preso usato un 60mm f2.4 macro). Mi convinse perché riuscii insospettabilmente bene a gestire il tutto, attivando gli strobe dello studio in cui mi trovavo in slave col flash on camera della X-E2, perché trovai con estrema facilità i parametri che volevo impostare a livello di resa e riuscii a consegnare tutto praticamente subito come JPEG in camera. Andava bene così, come uscito dalla fotocamera. Non dovetti toccare neanche un RAW.
Così, tornato dalle vacanze in famiglia, mi misi a stampare le foto fatte a panorami e parenti e rimasi stupito ancora una volta dalla resa in stampa formato A3. Presi la decisione, quindi, di abbandonare il corredo reflex FF e di sostituirlo con un più snello corredo Fujifilm aps-c con 2 X-S10, un 16-55 e un 50-140. Messo alla prova in un paio di eventi e in foto di paesaggio difficili (alba, controluce pieno, latitudine di posa elevata). Mi ha dato risultati pazzeschi con minimo impegno in post produzione, stampe A3+ in cui vedevo dettagli che pensavo fossero appannaggio del medio formato e colori meravigliosi, senza sforzo.
Il tutto con un peso e un volume nettamente ridotti. E anche i costi decisamente buoni. Tanto che ho aggiunto 23mm f1.4, un 35mm f1.4 e un 56mm f1.2.
Questo riassunto per dire che sono molto soddisfatto e spiegare il mio percorso nel caso possa tornare utile a qualcuno.
Non dico affatto che Fuji sia il top o sia superiore a questo o a quello, non dico sia perfetta, non faccio confronti.
Semplicemente, in questo momento della vita, per quello che devo farci, mi soddisfa. E molto.


5 commenti, 302 visite - Leggi/Rispondi


avatarVendo tutto Nikon e passo a Fuji
in Fotocamere, Accessori e Fotoritocco il 09 Agosto 2021, 15:36


Mi sta solleticando un'idea che deriva dalla mia piacevolissima esperiensa con Fuji X-E2 durante vacanze in famiglia.
Apprezzo molto i JPEG pronti, che hanno superato le mie aspettative e che per il 90% non ho toccato in pp, smanettando i raw solo per alcuni scatti che avevano destinazione d'uso particolare (in vacanza ci è scappato uno shooting inatteso, che ho gestito benissimo anche con la Fujifilm X-E2, comandando gli strobe in slave col flash integrato).
Mi piacerebbe usare Fuji anche per eventi, sport e naturalistica.
Cosa potrei prendere?
X-T3, X-T4, X-S10?
I principali difetti che mi frenano su ciascuno dei succitati modelli:
X-T3 e X-T4 niente flash integrato (può essere molto utile per comandare in slave altri flash e per schiarire le ombre in controluce).
X-S10 singolo slot memoria, non tropicalizzata, evf minimo sindacale, soprattutto risoluzione in live-view castrata rispetto a playback.
Inizierei con 1 corpo solo, con idea di prenderne poi un secondo possibilmente uguale.
Ci abbinerei 16-55 f2.8 e 50-140 f2.8 (da
usare eventualmente con moltiplicatore 1,4x).
So che come af si equivalgono abbastanza col nuovo firmware della x-t3 che sostanzialmente la rende uguale alla x-T4 e alla x-s10.
La x-s10 come prezzo è ottima, potrei prenderne 2 quasi al costo di una x-t4, la x-t3 mi sembra manchi solo di stabilizzatore rispetto alla x-t4 (non mi serve) e costa una via di mezzo, ma non la fanno più :(.
Pareri?


92 commenti, 4810 visite - Leggi/Rispondi


avatar35mm mf molto luminoso per Fujifilm x-e2
in Obiettivi il 25 Luglio 2021, 18:58


Uso volentieri su Fujifilm x-trans 16 MP (X-E2/X-E1) ottiche manuali.
Amo la focale 35mm (angolo di campo equivalente su aps-c 50-52mm).
Fino ad oggi ho utilizzato con grande soddisfazione questo M42 Carl Zeiss Jena DDR 35mm f2.4:
www.juzaphoto.com/recensione.php?l=it&t=zeiss_flektogon35_f2-4

Se fossi ricco, mi piacerebbe provare questo, ma è fuori budget (Leica summicron 35mm f2 asph, prodotto fino al 2016): www.juzaphoto.com/recensione.php?l=it&t=leica_summicron35_f2asph
Oppure questo (Leica 35mm Summilux 35mm f1.4 versione 1960):
www.juzaphoto.com/recensione.php?l=it&t=leica_summilux_m35_f1-4


Siccome non sono ricco, cosa trovo secondo voi che mi dia una resa simile ai precedenti con una tridimensionalità e una luminosità maggiore del mio Zeiss 35mm f2.4?

Questo potrebbe fare al caso mio (Voigtlander Nokton 35mm f1.4 mc)?
www.juzaphoto.com/recensione.php?l=it&t=voigtlander_35_f1-4

Tenete presente che mi piace scattare sia a colori che in bianco e nero, quindi cercherei qualcosa che non sia ipercontrastato e con ombre chiuse.
Il Voigtlander sopra indicato esiste sia in versione single coated (sc) che multi coated (mc): quale delle due eventualmente conviene visto quanto sopra? Nella mia esperienza ho notato che più strati di antiriflesso spesso portano a contrasti e passaggi tonali più marcati con ombre più chiuse.

Dai, scatenate la scimmia...

PS: Lo so che le foto sono bidimensionali e che composizione e luce danno la tridimensionalità, ma sposo la filosofia Yakamoz, dove la tridimensionalità è aumentata da uno sfocato progressivo rispetto al soggetto, che non crea il classico effetto "figurina appiccicata su uno sfondo devastato dal bokeh".




13 commenti, 376 visite - Leggi/Rispondi


avatarDistrutta fabbrica componenti Sony, Canon, Nikon
in Tecnica, Composizione e altri temi il 08 Dicembre 2020, 12:15


Come da titolo, condivido la notizia in base a cui una importante fabbrica che fornisce componentistica per fotocamere Sony, Canon e Nikon è stata distrutta da un incendio e per 6-12 mesi non tornerà in funzione, generando un inevitabile blocco nella produzione di fotocamere dei succitati brand con deplezione degli stock e quindi impossibilità di approvigionamento di nuove fotocamere da parte dei clienti.

fstoppers.com/gear/we-may-soon-see-serious-shortages-sony-canon-and-ni

Prevedo un revival del mercato dell'usato...


47 commenti, 3206 visite - Leggi/Rispondi


avatarPerché ho Nikon, Sigma e Fujifilm?
in Fotocamere, Accessori e Fotoritocco il 05 Dicembre 2020, 8:32


Perché ho Nikon D850 e D600, Sigma SD Quattro H, e Fujifilm x-e1?

Perché ho capito che sensori diversi fanno la differenza.

Nulla di più versatile di un Bayer se servono anche alti ISO.

Nulla di più emozionante di un Foveon in bianco e nero (soprattutto con lenti vintage) o a colori (solo lenti Sigma) se servono resa analogica e simil-medio formato e si può scattare a ISO base (colori) o fino a 800 ISO (bianco e nero) o 3200 ISO (bianco e nero con resa fine '800-primi '900).

Nulla di più bello di un x-trans non troppo denso se si scatta a colori con lenti vintage.

Ai tempi dell'analogico potevo cambiare pellicola o dia, oggi col digitale mi tocca avere sensori diversi.

Perché il problema del digitale secondo me è che è sempre passato il conceto che la differenza la fa l'obiettivo, ma in realtà in analogico è sempre stata una combinazione di lenti + pellicola.
Probabilmente l'estremizzazione dell'importanza dell'obiettivo sul digitale è dovuta alla estrema diffusione di sensori Bayer molto simili tra loro che hanno in parte annullato il fattore "pellicola diversa".
Eppure una latente necessità di dare una resa particolare alle foto è sempre esistita anche in digitale, con color grading e simulazione pellicola, ma ritengo che i risultati ottimali si ottengano partendo da una giusta combinazione di obiettivo e tecnologia di sensore in base allo scopo da ottenere.


58 commenti, 2476 visite - Leggi/Rispondi


avatarNuovo uso droni in fotografia
in Tecnica, Composizione e altri temi il 09 Novembre 2020, 5:13


La fotografia di paesaggio cerca disperatamente qualcosa di nuovo. Laddove quasi tutto è stato fotografato quasi da tutti in quasi tutti i modi, ecco un guizzo di novità:
droni per illuminare selettivamente parti di paesaggio, creando così una fotografia basata su light painting con lunga esposizione.
Un ibrido tra still life con light painting e landscape photography.

mymodernmet.com/reuben-wu-long-exposure-composite-photos/


3 commenti, 345 visite - Leggi/Rispondi


avatarDitemi ancora quanto servono le auto elettriche
in Tema Libero il 01 Novembre 2020, 19:03


www.ilsole24ore.com/art/mercedes-e-bosch-i-motori-scoppio-sono-puliti-


224 commenti, 4447 visite - Leggi/Rispondi




avatarImogen Cunningham
in Tecnica, Composizione e altri temi il 28 Ottobre 2020, 7:06


Mi sono imbattuto nuovamente negli scatti di una delle fotografe della vecchia guardia che mi ha più ispirato e sono rimasto nuovamente colpito dalle sue foto.
Trovo i suoi scatti mirabili per la potenza evocativa della composizione, valorizzata dai giochi sapienti di luci e ombre e dal simbolismo che sanno esprimere.
blogs.getty.edu/iris/picturing-equality-how-imogen-cunningham-lived-an


0 commenti, 105 visite - Leggi/Rispondi


avatarNon mi convincono queste foto
in Tecnica, Composizione e altri temi il 22 Ottobre 2020, 22:33


Sono capitato per caso su questa pagina, ho guardato le foto e devo dire che, pur non essendo male, non mi convincono, soprattutto vista la rivista su cui sono pubblicate, l'importanza delle opere e la caratura dell'influencer.
Mi sono piaciute le idee e la composizione.
Il principale difetto che ho trovato consiste nel bilanciamento non azzeccato tra luce del flash e luci ambiente. Inoltre in alcune ci sono dei dettagli che mostrano artificiosità che stona (mi riferisco in particolare a quella in cui la Ferragni tocca le mani alla statua, quel vestito lì si vede veramente troppo che è tenuto a mano da qualcuno fuori inquadratura, distoglie dalla scena).
Non ho idea di chi abbia realizzato le foto e non mi interessa, non è una discussione sul valore del fotografo, ma una critica costruttiva alle fotografie e una riflessione sul perché delle foto fatte in uno dei musei più importanti del mondo e con una delle influencer più famose del mondo, pubblicate su Vogue, non siano state realizzate con un miglior risultato complessivo (non capisco nulla io di foto e in realtà le immagini sono grandiose? L'importanza della qualità delle foto è ormai marginale, basta che ci siano? Sono io che mi aspettavo troppo?).

www.finestresullarte.info/musei/ecco-le-foto-di-chiara-ferragni-agli-u


221 commenti, 7871 visite - Leggi/Rispondi





4617 messaggi, 0 foto

  ULTIME 10 FOTO PUBBLICATE 



AMICI (100/100)
66tasca
Afrikachiara
Alanmontesanto
Alberto
Alberto Ghizzi Panizza
Alessandro Bergamini
Alessandro Siciliano
Alessandro Vannucci
Alessandro Viarino
Alfredo Pastorino
Andi44
André Roveyaz
Antonio Concas
Arnosiemons
Attilio Molteni
Bececcomanuelo
Blade_71
Bonali Giuseppe
Bruno De Faveri
Canopo70
Caputo
Chiodofisso
Claudio Carpinato
Cristian Sartori
Daniele Boffelli
Diego.armando.parafango
Dmano_90
DuilioFiorille
Emilio94
Eros Penatti
Fabio Conte
Fabio1951
Federico Isacchi
Flyingalex
Francesco Merenda
FrancescoSchiraldi
Giorgiomilone
Giovanniquerzani
Giuliano1955
Grost76
GSfotografia
Hiram1973
Il Vime
Ivano Tsunami
Jacopo.melchiorri
Julian Lops
Left
Lopez980
LorenzoVitali
Lo_straniero
Luca Guido
Luca160
Lucaluca
Luciano Leuzzi
Marco Fortunato
Marco Patti
Marcoiannaccone
Mario Vigo
Mark_65
Massimoleone68
Matteo Lazzari
Matteo Visconti
Maumi
Maurizio Colombini
Maurizio Trifilidis
Max010
Melugo
Miguel40
Nicola Pezzatini
Nicoruffato
Nonno Baker
Nya
Ollen
Paco68
PaulVega
Pontremolig
Pumabg
Roberto Copeta
Roberto P
Savastano
SergioDerosas
Simofoto
Simone De Cillia
Simone.80
Simone1976
Sparello Pierangelo
Stefano_viola
Stefy Matalone
Steor78
Supercecc56
Susy Dan
Tiziano Ferlanti
Ulysseita
Vcfm
Vincenzo De Santis
Wazer
Wells
Werner
Yuliya Vassilyeva
Zman



 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me