RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie



AlbertoIal
www.juzaphoto.com/p/AlbertoIal



avatarUtilizzo di flash in fotografia naturalistica - scatti di notte
in Tema Libero il 15 Novembre 2021, 14:42


Ho scoperto in un 3D sul sincro flash della Z9 che ci sono individui che usano flash di notte per immortalare animali in azioni predatorie. Nel caso specifico si trattava di uccelli predatori.
Ho espresso uno spiccato senso di disprezzo verso le persone che praticano tali pratiche che reputo invasive e non degne di un approccio etico alla fotografia naturalistica.

La reazione al mio sdegno (beh non solo mio a dir la verità) è stata quella di spiegarmi con toni anche derisori come sia un fatto notorio come tali pratiche non creino alcun danno agli animali e non influenzino in alcun modo la loro attività.
Poichè era un fatto notorio anche che la terra fosse piatta, ho chiesto di ricevere riferimenti ad articoli e/o ricerche che sostanziassero questo fatto notorio. Io non ne avevo trovati.

Un utente ha riportato questo articolo:
Per chi volesse approfondire:

FLASH NELLA FOTOGRAFIA NATURALISTICA: INFLUSSO SUL SISTEMA VISIVO DEGLI UCCELLI E ANIMALI
www.massimobasso.com/flash-fotografia-naturalistica/

Gli Autori dell'articolo tradotto da Massimo Basso sono:

Dennis Olivero laureato con dottorato in veterinaria presso l'Università del Minnesota, dove ha anche svolto un internato in medicina e chirurgia per piccoli animali. Ha svolto un tirocinio in oftalmologia comparata alla North Carolina State University, seguito da un post-dottorato con borsa di studio del Ministero della Salute presso l'Università del Minnesota – College of Medicine.
Diplomato all'American College of Veterinary Ophthalmologists ed ha lavorato come oculista veterinario in due collegi veterinari e in due cliniche private. Ha pubblicato ricerche sia in campo veterinario che medico umano.

Donald Cohen ha ottenuto il dottorato in medicina presso la State University of New York a Buffalo ed ha effettuato un internato flessibile al Mercy Hospital di Pittsburgh, in Pennsylvania. Ha completato la sua formazione specialistica oculistica al Pittsburgh Eye and Ear e ha praticato oftalmologia per vent'anni nella sua clinica a Mooresville, Carolina del Nord. L'interesse del Dr. Olivero per la fotografia risale ad un viaggio in Africa nel 1978. La passione dottor Cohen per la fotografia risale a 30 anni fa.


Quanto è interessante notare è che se sembrerebbe vero che sparare un flash negli occhi di un animale di notte non produrrebbe danni permanenti al sistema visivo, sarebbe però vero che arriverebbe a causare un temporaneo deficit visivo.

Dall'articolo infatti si puo leggere come "Il Flash come luce principale in condizioni di luce fioca invece è in grado di produrre una riduzione temporanea della vista, ma il danno non è permanente. Nel buio totale, l'uso del flash può causare una riduzione temporanea della visione notturna per 5-20 minuti . Ci vuole un'ora di condizionamento al buio per raggiungere il massimo delle risposte elettriche dai bastoncelli della retina."

inoltre "La ripresa della funzione dei bastoncelli, anche dopo lo “sbiancamento” effettuato da una luce intensa non è lineare con il tempo. Gli animali e gli uccelli, dovrebbero recuperare il 50% della funzione nei primi cinque minuti, e il 75% nei successivi cinque minuti. I bastoncelli recuperano rapidamente da zero alla piena sensibilità ed il recupero avviene quasi completamente nei primi 10-15 minuti."

Un comportamento etico vorrebbe che NESSUNO utilizzi tali tecniche perchè sebbene potrebbero non causare alcun danno permanente, di fatto CAUSANO un danno temporaneo e rendono l'animale fotografato non in grado di difendersi da attacchi di predatori e ne modificano il comportamento e l'abilità predatoria.
Un comportamento etico, come scritto nell'articolo, vorrebbe che tali tecniche fossero utilizzate solo per scopi didattici e, aggiungo io, di sensibilizzazione alla conservazione di una specie.








15 commenti, 417 visite - Leggi/Rispondi


avatarNikon z9 raw formats comparison
in Fotocamere, Accessori e Fotoritocco il 10 Novembre 2021, 14:32




Visto che trattasi dì un algoritmo novità assoluta ritengo opportuno un 3d dedicato


59 commenti, 2019 visite - Leggi/Rispondi





4291 messaggi, 0 foto

  ULTIME 10 FOTO PUBBLICATE 


Invia Messaggio Privato   Aggiungi Amico


AlbertoIal ha ricevuto 70508 visite, 0 mi piace

Registrato su JuzaPhoto il 12 Agosto 2016


AMICI (0/100)



 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me