Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

La Natura del FinnMark. Viaggio Fotografico Norvegia. Agosto 2019


Escursioni, Attività, Eventi » La Natura del FinnMark. Viaggio Fotografico Norvegia. Agosto 2019

Tipo di evento: Viaggio organizzato

Proposto da: Gambacciani_FotoInViaggio

Estremo nord della Norvegia (Est), dal 02 Agosto 2019 al 11 Agosto 2019







DATE e LUOGHI

Questo viaggio di gruppo si svolgerà dal 2 al 11 Agosto 2019, con ritrovo ufficiale all'Aeroporto di Ivalo, in Finlandia. Percorreremo un anello molto ampio attraverso il Finnmark, cioè la contea più a nord della Norvegia, ed in parte la Lapponia interna Finlandese. Ci sposteremo con veicolo privato attrezzato e per un tratto di mare grazie al postale dei Fiordi.




PANORAMICA

Sarà un viaggio fotografico unico, una vera chicca per chi cerca luoghi intimi ed autentici, tanti animali, e la natura più selvaggia, sempre lontani dal turismo di massa. Attraverseremo solo zone incontaminate, dove regna il silenzio e la pace. Ci nutriremo di paesaggi sconfinati e incontreremo una fauna ed una flora che esiste solo là. E poi pittoreschi insediamenti umani restati immutati nei secoli, in cui ci troveremo a contatto con la vera gente del Nord, che si ostina a vivere in questi luoghi remoti, fuori dal tempo e della spazio.

Sarà un'avventura epica, di ben 10 giorni e nessuna notte. Un'esperienza profonda, ancora prima che uno dei viaggi fotografici più incredibili che si possano fare.

Saremo un piccolo gruppo ed agiremo come una squadra, e daremo la caccia alla luce più straordinaria che può regalare l'Estate Artica, cioè quella delle ultime notti bianche, quando il sole torna sotto l'orizzonte per pochi minuti, mischiando i colori del giorno con quelli della notte … trasformando per ore il cielo in una tavolozza di colori ... semplicemente STUPORE !!!



A CHI SI RIVOLGE

Questo tour è pensato per tutte le persone curiose del mondo, che vogliono vivere una profonda ed intensa esperienza. Per chi vuole conoscere ed esplorare zone inusuali, meno conosciute e per questo più autentiche, immergendosi nella vita e nella cultura del posto. Per chi cerca avventura. E' un viaggio anche per chi ama gli animali, gli uccelli ed in generale la natura, che lassù è davvero unica. E poi certamente per chi ama la fotografia, a chi cioè vuole "raccontare" tutto questo tramite le immagini, a prescindere dal proprio livello di competenza e dalla propria attrezzatura (non è una gara a chi fa meglio).

Il viaggio invece non è adatto a chi cerca un puro workshop fotografico, perchè non faremo formazione o lezioni vere e proprie. Allo stesso tempo non è adatto a chi cerca esclusivamente avifauna, perchè ad esempio staremo chiusi in capanno ad aspettare l'uccellino di turno.

Questo è un tour che cerca di mettere insieme il meglio che questo territorio può fornire, da tutti i punti di vista, e lassù è tutto così incredibilmente ricco di spunti che credo sarebbe un peccato escludere qualcosa.


PROGRAMMA UFFICIALE COMPLETO

www.giovannigambacciani.com/viaggi-fotografici/finnmark-08-2019/




CONTATTI DIRETTI

info@GiovanniGambacciani.com
+39 339 8111980







" L'anno passato una piccola e tenera volpina, ha fatto capolino folto dal bosco e ci è venuta in contro, si è fatta fotografare a lungo ed ha pure mangiato dalle nostre mani. Cose che capitano a queste latitudini.
"




UN VERO VIAGGIO FOTOGRAFICO

Questo è un viaggio con una forte impronta fotografica e naturalistica, il che significa che la maggior parte del tempo sarà dedicato alle sessioni fotografiche, sia di giorno che di notte, e che faremo molti km per raggiungere i posti più interessanti, sia sulla terra ferma che in mare, e staremo molto tempo in attesa della luce giusta o dell'arrivo degli animali. Anche i trasferimenti saranno sempre intramezzati da frequenti pause fotografiche. Io cercherò di condividere la mia esperienza accumulata in anni ed anni di viaggi in questi luoghi, dandovi tutto il supporto possibile, col fine ultimo di portarvi nel posto giusto al momento giusto, in modo che voi vi possiate esclusivamente divertire e dedicare alla fotografia.




ATTENZIONE: Sarà un itinerario con ritmi intensi in un ambiente difficile e persino potenzialmente ostile. Saremo spesso isolati e con pochi servizi. Faremo tanti km e cambieremo strutture quasi tutti i giorni. Mangeremo ad orari strani, dormiremo poco, avremo momenti di scomodità e di attesa, e tutto potrebbe diventare molto frustrante in caso di prolungato maltempo. Quindi si necessita di spirito di adattamento, pazienza, e un minimo di forma fisica. Non consigliato per minori non autonomi.






" Eccoci, lo scorso anno, intenti a fotografare il delizioso porticciolo di Bugoynes e le relative isolette dell'arcipelago. In questo caso, non si direbbe, ma era notte fonda. In una di queste case colorate passeremo la prima notte del viaggio."




ITINERARIO in BREVE





Questo tour, arrivato alla 4a edizione, si svolgerà per intero molto al di sopra del Circolo Polare Artico.

Ci ritroveremo nel nord della Finlandia, ad Ivalo, in uno degli aeroporti più a Nord del mondo. Da qui partiremo in auto attraversando la rigogliosa Lapponia interna, fino ad entrare in Norvegia, nella selvaggia contea del Finnmark, in pratica una stretta lingua di terra costiera, dall'orografia complessa e suggestiva ai confini con la Russia. Vedremo la pianura diventare collina e poi montagna, le montagne tuffarsi in mare e diventare fiordi. Vedremo i boschi fitti e sani diventare radi e malconci, e poi sparire del tutto, lasciando spazio a grandi prati, distese di muschio, ed infine alla sola roccia nuda. Saremo cioè in piena Tundra.

Vivremo insieme alla gente del luogo ed esploreremo il vasto fiordo di Varanger, bagnato dal mare di Barents, zona famosa in tutto il mondo per la sua ricca fauna. Qui vivono imponenti colonie di uccelli marini come Urie, Edredoni, Gabbiani, ma anche Volpi, Foche, Balene e Delfini, e le immancabili Renne. Poi ci imbarcheremo sul postale dei fiordi, ed in questa mini-crociera notturna vedremo la costa da un punto veramente privilegiato. Arriveremo così al Faro più a Nord d'Europa, e vi dormiremo circondati dal nulla più assoluto e della natura più incontaminata, senza nessuna presenza umana se non noi stesso. Lassù, a 72°66" di latitudine ed a 3000 Km da casa, il mondo che conosciamo non esisterà più, tutto sarà apro, ostile ed alieno, e scopriremo per davvero cosa significa essere alla fine del mondo, ai confini della terra e della civiltà!

Da qui, di nuovo in auto, circumnavigheremo il fiordo più grande della Norvegia, cioè Porsanger per raggiungere il piccolo porticciolo di Repvag, e poi l'isola di CapoNord, con varie tappe in luoghi unici e suggestivi. Visiteremo paesini fuori dallo spazio e dal tempo, e scogliere mozzafiato. In questa zona faremo anche una delle gite naturalistiche più interessanti. Infatti in barca, tra le isole di uno degli arcipelaghi più particolari del nord della Norvegia, vedremo altre maestose colonie di uccelli ed in particolare di Puffin, di Sterne, e molte Aquile marine.

Arriveremo al promontorio di CapoNord, cioè la scogliera dove finisce il continente. Faremo la rituale foto di gruppo, renderemo omaggio a questo luogo simbolico, e quindi torneremo verso sud, in Finlandia. Chiuderemo il viaggio cenando da veri lapponi, in una capanna di legno, chiamata Kota. Ci riuniremo intorno al focolare sulle rive di un lago incantato, illuminati dalla calda luce del sole di mezzanotte. Sarà un'esperienza magica.

Il viaggio sarà molto intenso, perchè non farà quasi mai buio. Grazie alla luce delle notti bianche avremo possibilità di fare continuamente attività sul campo, e le ore serali o notturne saranno le più incredibili. Saranno 10 giorni, ma ci sembreranno una vita intera, e se il meteo sarà dalla nostra parte, dormiremo poco e ci divertiremo molto!




" Slettenes, il faro più a nord del Continente, ripreso a mezzanotte con il drone. Questo è anche uno dei posti più straordinari dove sia mai stato. Roba da pelle d'oca. Passeremo qui due notti magiche, circondati dalla natura più incontaminata, con tanti animali ed una costa ricca di spunti fotografici. Non avremo altro ed altri intorno a noi per km e km, e potremo gironzolare in tutta libertà. "




INFO BASE

9 Notti, 10 Giorni
Lapponia Finlandese e Norvegese
Anello di circa 1500 Km su strada + Passaggio in Nave

Gruppo di max 5 fotografi
2 persone di staff sempre presenti
Supporto fotografico e naturalistico

Sole 22 ore su 24
Luce 24 ore su 24



QUOTA DI PARTECIPAZIONE

Costo del soggiorno: 2490€ a persona, in camere doppie.
Supplemento singola: 450 € a persona (disponibilità limitata da verificare in base alle strutture)
Il viaggio si svolgerà se raggiungeremo il minimo di 4 adesioni.
Il viaggio non è adatto a bambini o ragazzi non autonomi.
Tutti gli altri dettagli sui prezzi ed i pagamenti verso il tour operator sono nel programma ufficiale.






" I colori della notte artica sul bordo di un placido lago"



Gli animali che incontreremo

In Lapponia è molto facile avvicinare gli animali, molto più che da noi, e di conseguenza fotografarli. Infatti ce ne sono tantissimi, ovunque, e non sono diffidenti nei confronti di noi "sapiens" perchè lassù non vengono cacciati, hanno un habitat vastissimo ed incontaminato, con scarsi o nulli insediamenti umani. E poi avendo sempre luce, sarà possibile osservare facilmente queste creature anche di notte, quando saranno anche più attive.

In questo tour avremo varie escursioni specifiche, e gite organizzate che ci permetteranno di avvicinare gli animali e visitare le colonie dove si riproducono, ma gli animali saranno intorno a noi sempre. Li incorreremo in mezzo alla strada, o nei sentieri, e talvolta ce li troveremo sotto casa. Di seguito una lista sommaria delle specie che potremmo incontrare.

UCCELLI: Urie, Aquile di mare coda bianca, Puffin (Pulcinella di mare), Edredoni, Sule, Sterne, Gazze marine, Pivieri, Piovanelli, Combattenti, Gabbiani comuni e tridattili, Cormorani. In più piccoli passeriformi, come la Ballerina bianca, il Ciuffolotto, la Cinciarella

MAMMIFERI: Volpi, Renne, Alci, Husky -- Foche, Balene, Delfini
















" Foto e video dall' incredibile colonia di Urie dell'isola di Hornøya. Materiale di Tormod Amundsen di BioTope (che ci daranno supporto per questa escurzione)"





" Splendide immagini dall'escursione naturalistica che è possibile fare nell'arcipelago di Gjesvaer (video ufficiale prodotto da Hurtigurten). Noi faremo un attività del tutto simile ma con una barca tutta per noi, e quindi potremo dire al comandante dove andare e quanto restare nei posti"




PERCHE' QUESTO PERIODO ?

Quando progetto un viaggio, parto sempre pensando al tipo di luce che voglio trovate. Credo fortemente che sia la luce a fare la differenza, a rendere unico un viaggio ed anche a determinarne il mood, che si cerchi la foto perfetta o il puro divertimento.

Nei primi giorni estivi, in cui splende sempre il sole, c'è una luce molto particolare, spesso bellissima, ma anche stabile e uniforme. Fotograficamente questa "stabilità" può risultare un po' monotona, ed è per questo che organizzo sempre il viaggio fotografico di punta (questo) all'inizio di Agosto, quando ci sono i primi tramonti. In questi giorni il sole galleggia un po' sopra e un po' sotto l'orizzonte, e si ha una commistione di colori e di situazioni davvero particolari. Anche se certi scenari ricordano i nostri tramonti, quella che si ha in Artico è una condizione che noi mediterranei non possiamo proprio immaginare. Spesso avremo intere notti con un cielo letteralmente diviso in due: il blu ed il viola in alto, il giallo e l'arancio vicino all'orizzonte. La cosa più bella è che queste condizioni durano ore ed ore, praticamente tutta la notte, con evoluzioni del cielo e delle nubi davvero sorprendenti.

"Il fotografo dilettante si preoccupa di avere l'attrezzatura giusta, il professionista si preoccupa dei soldi, e il maestro si preoccupa della luce" George B. IR

AURORA: Sarà molto improbabile vedere l'Aurora, poichè la luce delle notti bianche è tanto forte da coprire qualunque altro chiarore in cielo. Detto questo, però, non è del tutto impossibile che questo accada.





" L'arcipelago di Gjesvaer a pochi Km da CapoNord, durante una colorata notte artica"








-----------------------------------------------------


ALTRE INFO

www.giovannigambacciani.com/viaggi-fotografici/finnmark-08-2019/

Al link ufficiale del viaggio trovate l' ITINERARIO completo, in cui indico, giorno per giorno, tutte le attività previste per quella della giornata, i luoghi dove dormiremo, e che visiteremo. Non lo riporto qui perchè troppo lungo. Vi invito a leggerlo ed approfondirlo solo se condividete la filosofia del viaggio che ho spiegato sopra. Credo che la riuscita di un viaggio, oltre che alla scelta del periodo (quindi luce) e dei luoghi (itinerario), nasca proprio dalla filosofa che lo anima e dalla coesione del gruppo.

Sempre sul sito potete trovare importanti informazioni su questi temi:

* APPROFONDIMENTO FOTOGRAFICO: condizioni di luce, consigli sull'attrezzatura, ecc

* VOLI CONSIGLIATI

* Le condizioni ambientali
* Consigli sull'Abbigliamento
* Zanzare, tafani ed insetti vari
* Il cibo in Lapponia
* Il comfort delle strutture
* Roaming, Wi-Fi, e rete elettrica
* Monete e valute
* Rischi, pericoli e criminalità
* Sicurezza delle escursioni




LA CHAT di GRUPPO

In vista della partenza creo sempre una chat di gruppo su WhatApp o simile. Inserisco anche il personale del tour operator che gestisce la logistica del viaggio, in modo tale da poter dare le comunicazioni fondamentali in tempo reale. Il gruppo è un ottimo modo per confrontarci, per decidere se fare eventuali attività extra, e per fugare tutti i dubbi in vista dalla partenza. Di solito l'argomento più gettonato è cosa mettere in valigia, e come comporre l'attrezzatura fotografica. Questa chat diventa anche un modo per conoscerci, e questo rende più facile "fare gruppo" fin da subito, ritrovarci in aeroporto e così via.




LAPPONE, il nostro Tour Operator

Il programma riportato in questa pagina corrisponde a un viaggio prodotto, organizzato e gestito in ogni suo aspetto dal Tour Operator Svedese LappOne – The Five Senses Of Lapland. LappOne, nato nella primavera del 2011, è l'unico tour operator specializzato nella Lapponia autentica, operante al di fuori dei circuiti turistici di massa. LappOne è un marchio di Monny AB, azienda di diritto svedese, posseduta e gestita da italiani che vivono in Lapponia (Monny AB, Sågaregatan 13, 95333, Haparanda, Sweden, Swedish org. n. 556855-5790,VAT n. SE556855579001 – www.LappOne.com). I dettagli del viaggio sono riportati su questo sito in nome e per conto del TourOperator che sarà l'unico referente per le adesioni e il pagamento dei servizi.



-----------------------------



MINI GALLERIA dal 2018







































-----------------------


Altri viaggi in programma, sia fotografici che non:

www.giovannigambacciani.com/category/viaggi-fotografici/






Per partecipare a questo workshop, contatta l'organizzatore via mail.



Domande, commenti, discussione


avatarsenior
inviato il 29 Marzo 2019 ore 10:54

Un altro splendido viaggio, da aggiungere alla mia lista. Se ne parlerà fra qualche anno...

avatarsupporter
inviato il 29 Marzo 2019 ore 15:06

Fadeslayer sono contento che ti piaccia.. spero attiri l'attenzione di molti fotografi naturalisti ... credo che sia uno dei più bei viaggi che abbia mai "progettato".

e sopratutto grazie per i consigli ed il supporto che tu e gli altri avete dato anche nell'altro post (che ora è chiuso). Vi devo a tutti molto più di una birra

avatarsenior
inviato il 30 Marzo 2019 ore 1:03

Basterebbe soffermarsi solo su 24 ore di luce su 24 di cui 22 col sole (se presenteMrGreen...ma lo sarà;-)). Inoltre poter unire la passione per i paesaggi stupendi che si incontreranno a quella per gli animali (e che animali) è certamente un motivo ulteriore di interesse.
La cosa positiva è che non è il classico viaggio in cui ci si "fossilizza" esclusivamente in foto di animali o in foto di paesaggio ma cerca di unire le due bellissime passioni.
Complimenti

avatarsupporter
inviato il 02 Aprile 2019 ore 22:36

Grazie Antonio. Hai colto nel segno. Quei territori là alla fine del mondo siano così ricchi di spunti che sarebbero un peccato accontentarsi solo di una parte. Vanno goduti appieno. Io sono un animale curioso, e credo che sia la curiosità che debba spingere chiunque a mettersi in viaggio, anche per un viaggio fotografico, che per come la vedo io .. è sempre prima di tutto un viaggio.

avatarsenior
inviato il 06 Aprile 2019 ore 20:58

Di Bugoynes manca l'informazione fondamentale, il pranzo al Bugoynes Bistro a base di granchio gigante (non sono riuscito a non tornare la seconda volta).
www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g5979099-d9747250-Reviews-Bugoyne

avatarsupporter
inviato il 07 Aprile 2019 ore 10:15

Una magnifica proposta :-P

avatarsupporter
inviato il 09 Aprile 2019 ore 11:06

Francesco Sestili
Di Bugoynes manca l'informazione fondamentale, il pranzo al Bugoynes Bistro a base di granchio gigante (non sono riuscito a non tornare la seconda volta).



ahh bene francesco .. quindi sei stato a Bugoynes. bravo bravo. estate o inverno ?

guarda.. io non sono un amante dei "mostri marini", ma con i vari gruppi ci fermiamo spesso a mangiare queste specialità. perchè ... va bene fotografare ... ma ogni tanto ci si deve pure riposare e sfamare. MrGreen

Il bistro di Bugoines non è male, ma noi quando siamo lì ci fermiamo sempre da Elsa, la ex maestra del paese ed ora anima e motore di questa comunità (al sua casa è la prima a sx entrando in paese). Lei ci prepara sempre del pesce buonissimo, sopratutto il Pollok con cipolle e carole. E' la sua specialità. Poi fa zuppe ed altri tipi di pesce. La cosa bella di Elsa, è stare con lei e sentire le storie di questo posto magico, visitare la sua casa restata al dopo guerra, e realmente immergersi nella vita di questi norvegesi alla fine del mondo (in realtà lei una Kwan), dove il tempo si è fermato. La prima notte ad Agosto la faremo proprio qui da lei.

Invece il granchio reale di solito si mangia a Skarsvag, da un'altro personaggio mitico, Heidi, ribattezzata da noi "la mamma dei troll". Il granchio lo pesca il marito e lei te ne da in quantità disumane, che poi non chiedi cibo per tre giorni, e te lo fa ad un prezzo che negli altri posti te lo fanno giusto annusare.


Questo il pollok di Elsa






La mitica "Sala Aurora" di Elsa dove si cena e dove si vede appunto l'Aurora






Il primo giro di granchio da Heidi.






avatarsenior
inviato il 09 Aprile 2019 ore 20:45

Eccellenti le tue informazioni gastronomiche; averne potuto disporre prima! Ci sono stato nel 2018 tra il 31 maggio e l'8 giugno; il periodo era mirato alle foto del combattente in abito. Per la verità abbiamo subito centrato l'obiettivo ma a posteriori la settimana prima, che ci avrebbe permesso anche il piovanello maggiore, sarebbe stata scelta più felice. Il fatto è che le date del movimento migratorio sono sempre più aleatorie.

avatarsupporter
inviato il 09 Aprile 2019 ore 23:22

vero .. per i combattenti in abito maggio è l'ideale. avevo appunto messo in calendario un viaggio a inizio maggio, più a sud, nella lapponia finlandese, ma l'abbiamo rimandato perchè c'erano pochi interessati. saremmo anche stati assistiti dai mitici ragazzi di finnature ... che ci avrebbero portato nelle loro zone .. nei loro capanni.

questa una delle loro foto che mi avevano girato






invece di questi c'è pieno nel fiordo di varanger... sia in estate che in inverno (come in questa foto che ho fatto a febbraio scorso sulla neve). poi io non sono il massimo esperto di queste bestiole .. ma credo sia un piovanello.




avatarsenior
inviato il 10 Aprile 2019 ore 6:55

Forse un Piovanello violetto

avatarsenior
inviato il 10 Aprile 2019 ore 17:30

...vero .. per i combattenti in abito maggio è l'ideale.

Il problema dei combattenti è altro e più grave; le presenze al Varanger, nel corso degli ultimi dodici anni, si sono ridotte del 90% (conferma di ornitologi locali). La causa è stata individuata nel fatto che durante la stagione subsahariana sono loro purtroppo a finire a tavola, non il granchio gigante. Foto ravvicinate alla fine si ottengono percorrendo intensivamente le sterrate retrolitoranee ma richiedono tempo; l'alternativa è la solita, l'ammucchiata generale in fondo alla K......... valley ben nota e per questo non bisognosa di ulteriore pubblicità. Conoscendo il fiordo non so dove Finnature possa avere i capanni, probabilmente più all'interno verso l'altopiano, ma dubito che possano anche loro ormai dare certezze , prezzi assurdi a parte. Uno sbocco ornituristico interessante anche a questo riguardo potrebbe essere la penisola di Kola da quanto ho appurato.

avatarsupporter
inviato il 15 Aprile 2019 ore 15:43

Francesco, che certe popolazioni di uccelli siano diminuite è sicuro, ma sinceramente non credo che se li mangino o per lo meno, questo comportamento sconsiderato è poco diffuso, tanto che non me ne hanno mai parlato. Oltretutto sono così pochi gli abitanti di quella zona, che la caccia difficilmente può incidere in modo significativo sulle colonie di uccelli. A me hanno sempre parlato di cambiamenti climatici, di problemi con l'habitat,. ma visto che mi metti la pulce nell'orecchio chiedo lumi ai diretti interessati.

Finnature è finlandese, non norvegese, e lavora prevalentemente in Lapponia interna (dove hanno parchi e capanni), anche se ormai girano tutto il mondo (e quindi spesso vanno anche varanger). Sono uno dei gruppi di naturalisti e fotografi più attivi e famosi a livello globale. Conoscerli e collaborare con loro è un vero piacere ed onore.

qui un pò di roba loro : www.flickr.com/photos/finnature/albums

avatarsenior
inviato il 16 Aprile 2019 ore 14:11

Quanto ho detto è il risultato di un'indagine di ornitologi norvegesi; è da loro che ho appreso che questo accade in Africa. So bene che Finnature è finlandese. Offre molto, secondo me a prezzi eccessivi, ma non è dalla parte del torto dal momento che molti fotografi, per i più svariati motivi, preferiscono appoggiarsi ad un' organizzazione piuttosto che organizzare il viaggio da soli.

avatarsupporter
inviato il 16 Aprile 2019 ore 15:39

ahaha ... in africa ... ok .. mi torna di più. avevo capito che se li mangiassero in norvegia Eeeek!!!

avatarsupporter
inviato il 22 Aprile 2019 ore 19:57

splendido viaggio … peccato che ho un po di acciacchi alle ginocchia e in generale attualmente.. altrimenti avrei partecipato volentieri ..




Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)




Escursioni, Attività, Eventi » La Natura del FinnMark. Viaggio Fotografico Norvegia. Agosto 2019



 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me