Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Spedizione nel Finnmark, la Norvegia sconosciuta


Escursioni, Attività, Eventi » Spedizione nel Finnmark, la Norvegia sconosciuta

Tipo di evento: Viaggio organizzato

Proposto da: Gambacciani_FotoInViaggio

FinnMark, Norvegia (Est), dal 12 Febbraio 2019 al 19 Febbraio 2019





" Un lampo di Aurora sopra un'isolata casetta tra i fiordi di Gjesvaer - Zona di Capo Nord, Gennaio 2017 "



Faremo un vero viaggio fotografico, un avventura epica, senza compromessi, nelle zone più remote e sconosciute del nostro continente, in un itinerario che rappresenta il nuovo punto di riferimento per i viaggi fotografici nell'Artico.

Vivremo tra i borghi e le genti più a nord del Mondo. Ci imbarcheremo sul mitico postale dei fiordi per raggiungere il faro più a Nord del continente dove passeremo due notti circondati da animali incredibili. Poi la maestra di un porticciolo di poche anime ci racconterà di come si vive lassù, e come si lotta contro lo spopolamento. Assaggeremo cibi esotici, e perfino i waffel fatti con le uova del pollaio più remoto del mondo. Raggiungeremo anche la remota scogliera di CapoNord con un convoglio notturno, ed anche lassù, sul tetto del mondo, proveremo a catturare le Luci del Nord!

Saremo accompagnati nel nostro peregrinare dalla luce artica dei primi giorni dell'anno, la più incredibile che esista in natura, mentre di notte i cieli si riempiranno di lampi verdi, e potremo fotografare l'Aurora da uno dei territori più favorevoli del Pianeta. Sarà una sfida fotografica completa, adatta a chi vuole mettersi in gioco, scoprire zone vergini, e condividere tutto questo con nuovi amici.


IN BREVE
12-19 Febbraio 2019
Itinerario tra Finlandia e Norvegia
Gruppo di max 7 persone
Fotografo Master + 1-2 staff a seconda delle attività
Abbigliamento termico artico in dotazione
Spostamenti con veicoli artici
+ walkie talkie, prese USB, e inverter
Anello di circa 1600 Km
+ Tratti in mare con il Postale dei fiordi




--> Pagina aggiornata al 22 Gen 2019 <--






" Tra una sessione fotografica e l'altra, in attesa che il cielo torni a illuminarsi con nuovi sbuffi di Aurora, la cosa migliore da fare è che raccogliersi intorno al fuoco, riposarsi e bere qualcosa. Queste sono le notti che io amo passare in Lapponia, perchè non si vive di sola fotografia, ma sopratutto di emozioni, di stupore e di condivisione"



LA FILOSOFIA del VIAGGIO ...
... o meglio, da dove nasce questo progetto e dove vuole portarci.


Dopo le esperienze entusiasmanti degli anni passati non ci siamo fermati sugli allori. Con i partner lapponi con cui organizzo periodicamente queste “avventure”, quest'anno vogliamo proiettarci in una sfida ancora più grande. L'itinerario che ho ideato qualche anno fa nel FinnMark Norvegese è infatti diventato in breve tempo un grande classico, tanto che viene riproposto in varie versioni, e persino con altri fotografi alla conduzione (perchè la bellezza e le buone idee siano di tutti). Con questo nuovo percorso (di una complessità veramente notevole) vogliamo alzare ancora di più l'asticella alla qualità e allo stupore, e creare un nuovo punto di riferimento nei viaggi fotografici nel Nord Europa. Il fatto che siamo i soli a proporre questo tipo zone, questo tipo di itinerari nel pieno dell'inverno artico, la dice lunga?su quando sia straordinario questo lavoro, che esiste grazie soprattutto al rapporto umano che si è instaurato con la gente di questi luoghi.

Questo tour è dedicato ai veri appassionati di fotografia,?gente con fame di avventura diversa dal solito, con lo scopo di raggiungere?territori vergini in cui poter sviluppare il proprio stile e la propria creatività fotografica, senza per forza inseguire immagini stereotipate, viste e riviste, di cui sinceramente possiamo fare a meno.

Saremo un piccolo gruppo, diventeremo amici, diventeremo una squadra, e agiremo come una squadra, decidendo insieme, volta per volta, come meglio inseguire le nostre ispirazioni fotografiche e come adattarci ai capricci del tempo. L'attività fotografica sarà sempre centrale, ma sarà forte anche l'esperienza, il coinvolgimento personale che un esperienza in questi luoghi può regalare, perchè prima di tutto nelle buone foto mettiamo un pezzo di noi, della nostra anima, delle nostre emozioni.

Avremo al nostro servizio potenti 4×4 attrezzati di tutto punto, e dotati di diverse chicche molto utili a noi fotografi come gli inverter per ricaricare le batterie anche in movimento. E' inutile dire che in inverno la mobilità è una delle sfide principali, però con questi mezzi, un uso sapiente del mitico “postale dei fiordi”, e la collaborazione di molte persone sul territorio, che ci apriranno le strade e le strutture, raggiungeremo i luoghi in assoluto più belli.

Attraversare queste zone in pieno inverno è una vera sfida e ostinarsi a raggiungere certi posti persino una follia. ?Vedremo la pianura diventare collina e poi montagna, e vedremo le alture tuffarsi in mare e diventare fiordi. Vedremo i boschi fitti e sani diventare radi e malconci, e poi sparire del tutto, lasciando spazio a grandi distese ricoperte di neve.?L'ambiente Artico cercherà in ogni modo di frapporsi tra noi ed il nostro scopo, ma arrivati lassù … e ci arriveremo … saremo ripagati di ogni sforzo, con una bellezza che non possiamo neanche concepire.



Quindi preparatevi a prendere freddo, ed a dormire poco! Avremo molto da fotografare ! MrGreen








" Una foto di gruppo durante una delle nostre sessioni fotografiche. Dal viaggio di Febbraio 2018 - Come si vede, nonostante il freddo, le tute artiche ci permettono di stare all'aperto senza problemi, e quindi fruttare a pieno le poche ore di luce"



PERCHE' QUESTE DATE
Quando progetto un viaggio fotografico, parto sempre pensando al tipo di luce che mi aspetto di trovate. E' la luce a fare la differenza, a rendere unico un viaggio fotografico, e quella artica è assolutamente la luce più incredibile del pianeta.
Tra metà gennaio e metà febbraio si hanno le condizioni migliori ed è per questo che organizzo sempre in questo periodo. Sono infatti i primi giorni in cui il sole torna a sorgere dopo la lunga pausa invernale e rimane a galleggiare sopra l'orizzonte per tutto il giorno. I suoi raggi corrono paralleli al terreno illuminando il paesaggio innevato con colori caldi, e trasformando il cielo in una tavolozza, con l'arancio in basso ed il blu in alto.
Ad esempio, il 16 febbraio, quando saremo nell'area del faro più a nord d'Europa, avremo un giorno di 7 ore, con il sole che raggiungerà appena i 6.8° di altezza, e poi avremo 1 ora e mezzo di ora blu prima dell'alba ed 1 e mezzo di ora blu dopo il tramonto, portando a ben 13 ore di fotografia senza sosta (meteo permettendo). Le restanti 11 ore sarà Aurora a bomba!! fate un pò voi ...

" Il fotografo dilettante si preoccupa di avere l'attrezzatura giusta, il professionista si preoccupa dei soldi e il maestro si preoccupa della luce"
" George B. IR"




QUESTO NON E' UN WORKSHOP...
... ne un corso di fotografia, ne una master class, ne cose del genere!

Non ci saranno cioè inquadrature da ripetere, lezioni formali, esercizi, giochini a tema, e non metteremo i cavalletti uno accanto all'altro per fare la stessa foto con gli stessi parametri di scatto. Questo è un modo molto facile di gestire questi viaggi, ma a me non piace, anzi credo che uccida la creatività e il divertimento, specie quando si è tra fotografi che già hanno una loro autonomia ed esperienza. L'unica lezione un poco più formale che farò sarà quella incentrata sull'aurora, che è l'argomento principe del viaggio e che deve essere affrontato in maniera sistematica, perchè fotografare l'aurora non è facile, ma anzi molto specifico e peculiare, e se non si arriva pronti al buio non si ottiene nulla (anche solo arrivare ad inquadrare talvolta è una sfida). Quindi vi spiegherò come si leggono le previsioni, come si individua in cielo, come ci si muove sul campo, come si mette a fuoco ecc ecc. E poi vi aiuterò a scegliere l'attrezzatura migliore da portare in viaggio, e vi aiuterò a settarla al meglio prima di avventuraci nella neve, perchè le prime volte è tutto maledettamente complicato, in realtà anche le seconde, terze e quarte volte ...

Ma questo non vuol dire che non parleremo di fotografia, e non approfondiremo certe tematiche. Anzi .. ci sono molti argomenti e tecniche che sono molto utili in questi luoghi, e con questa luce, e varrà la pena di riprendere, approfondire, e sperimentare sul campo dove e quando ce ne sarà l'occasione, per poi magari rivedere i risultati al computer. Tra i temi più importanti, di cui tra l'altro ho anche molto material teorico disponibile, segnalo:
* Bracketing e ricomposizione: dai limiti della gamma dinamica del sensore, all'esecuzione corretta, fino alle tecniche di fusione.?
* Le lunghe esposizioni, ovvero come gestire i tempi lunghi, per creare l'effetto seta sull'acqua o sul cielo, con e senza i filtri.?
* Come si realizza un perfetto SunStar, cioè come si realizzano i bellissimi raggi intorno al sole quando questo è inquadrato direttamente.
* Come si realizza un perfetto TimeLapse, particolarmente utile per creare video mozzafiato dell'Aurora in movimento.
* I vantaggi di calibrare la fotocamera con il color-checker, per riprodurre fedelmente la luce e catturare tutte le sfumature di colore.
* Il complesso mondo dei filtri e le differenze tra i vari sistemi (anche se la poca luce non li rende molto usabili, a parte il pola)
* I vantaggi delle ottiche decentrabili/basclunati, per inquadrature perfettamente corrette o composizioni artistiche
* I nuovi punti di vista introdotti dalle fotocamere “volanti” cioè i droni (io ne porterò uno)
* La magia ed il fascino della fotografia analogica. A tal proposito io, nella nostra sede in Svezia, tengo sempre del materiale analogico, sia a rullino che a lastra, e se vogliamo potremmo fare qualcosa insieme. Se ad esempio, non avete mai usato un banco ottico a lastre vi invito a provare, potreste rimanere sorpresi dalla potenza del passato.

Sarà quindi un vero viaggio fotografico, cioè un viaggio ispirato e dedicato alla fotografia, in cui faremo continuamente attività sul campo in luoghi straordinari, ed i cui ritmi saranno decisi unicamente in base alla luce, al meteo, ed alle nostre aspirazioni, senza guardare in faccia alla stanchezza, o alla fame.?Io cercherò di condividere la mia esperienza accumulata in anni ed anni di viaggi in questi luoghi, dandovi tutto il supporto possibile, ma senza imporre il mio punto di vista fotografico. Potremo stare in gruppo o dividerci, ognuno con il proprio ritmo ed con i propri interessi. Lassù è tutto bello, e c'è così tanto spazio che non ha senso stare sempre tutti appiccicati a fare la stessa foto.?Faremo anche dello scouting, cioè gironzoleremo in luoghi e strade secondarie cercando gli angoli più nascosti e affascinanti.?Lo scouting del territorio è una parte che a me piace, e credo sia divertente anche per il gruppo, aiuta tutti ad esprimersi meglio, permette di trovare “cose” uniche e fa fare incontri inattesi (ad esempio con gli animali artici, alci, volpi, foce ecc). Il territorio lappone si presta molto bene a questo, meteo e mobilità permettendo.

In sintesi quindi, mi piacerebbe che questo viaggio diventasse un pretesto con cui ognuno esprimesse se stesso e la propria visione della fotografia e del mondo. Ognuno potrà scattare come vuole, con l'attrezzatura che ha o che ama usare, senza sentirsi strano o giudicato dagli altri. Sono venuti fotografi con ogni genere di attrezzatura. C'è spazio per tutti, l'importante è sposare questa filosofia, adattarsi alle decisioni del gruppo nel rispetto degli altri. La competizione e l'egoismo devono essere lasciati a casa. Riscopriremo il gusto di fotografare più autentico, conosceremo luoghi nuovi e animali esotici, e cercheremo di imbrigliare tutta la bellezza che ci circonderà.?







------






" L'itinerario del viaggio. Sarà un anello nel nord della Norvegia, con partenza e ritorno dall'aeroporto di Ivalo (Nord della Finlandia). I puntini rossi rappresentano i luoghi dove soggiorneremo. Il percorso tratteggiato è quello che faremo con il postale dei Fiordi e che ci permetterà di vedere la costa e l'aurora da un punto di vista privilegiato"


-------



ALTRE INFO

www.giovannigambacciani.com/viaggi-fotografici/finnmark_12feb2019/

Al link ufficiale del viaggio (qui sopra) trovate l' ITINERARIO completo, in cui indico, giorno per giorno, tutte le attività previste per quella della giornata, i luoghi dove dormiremo e che visiteremo. Non riporto tutto qui perchè decisamente lungo. Vi invito a leggerlo solo se vi interessa e condividete la filosofia del viaggio. Credo che la riuscita di un viaggio, oltre che alla scelta del periodo (quindi luce) e dei luoghi (itinerario), nasca proprio dalla filosofa che lo anima e dalla coesione del gruppo.

Vorrei poi sottolineare che ci appoggeremo a strutture ed a personale del luogo, con cui divideremo tempo ed esperienze, e con cui conosceremo la Norvegia più autentica. Dormiremo in case o fattorie rustiche, in paesini di pochi abitati dimenticati da Dio. Questo tour, così particolare ed unico, esiste grazie alla collaborazione con il tour operator LappOne, che essendo svedese, riesce a gestire queste zone così particolari e selvagge ... e che ,con la sua sensibilità sul tema, mi aiuta a realizzare veri viaggi fotografici, pensati da fotografi per fotografi.


Sempre sul sito potete trovare importanti informazioni su questi temi:
* I costi del pacchetto, ed il dettaglio di ciò che è compreso.
* I voli consigliati dai maggiori aeroporti italiani
* Approfondimento sulla luce, e consigli sull'attrezzatura fotografica e non
* Quali condizioni ambientali sono attese, e che tipo di abbigliamento servirà (le tute sono comprese)
* Come sono le strutture ed il relativo confort
* Connettività sul mobile e in wi-fi nelle strutture. Prese elettriche e adattatori
* La moneta, il cambio, ed i documenti di viaggio
* Sicurezza delle attività, e rischi possibili durante il soggiorno



----------






Questi sono alcuni dei magici paesini che abbiamo attraversato nel viaggio dello scorso anno (Febbraio 2018) ripresi da un punto di vista insolito e cioè da cielo grazie all'impiego di un Drone professionale. Le riprese dall'alto raccontano la magia di questi luoghi più di ogni parola. Nell'itinerario di quest'anno torneremo a vivere molti di questi luoghi ed in alcuni passeremo anche delle notti indimenticabili.



------------



Questo viaggio è prodotto, organizzato e gestito in ogni suo aspetto dal Tour Operator Svedese LappOne - The Five Senses Of Lapland (Marchio di proprietà dell'azienda Monny AB con sede a Sågaregatan 13, 95333, Haparanda, Sweden,?Swedish org. n. 556855-5790,?VAT n. SE556855579001). I dettagli del viaggio sono riportati su questo sito in nome e per conto di LappOne, che sarà l'unico referente per le adesioni e il pagamento dei servizi di seguito riportati.



------------





" Nei giorni del viaggio il sole salirà pochi gradi sopra l'orizzonte. La luce radente al terreno crea effetti incredibili, dividendo il cielo in bande di colore e giochi di luce ed ombre nei boschi .. che sembrano illuminarsi da dentro, come per magia"






" Il faro più a Nord d'Europa. Un posto mitico e quasi irraggiungibile, all'interno di un'area naturalistica strepitosa. Riusciamo ad andarci quest'anno dopo tanti tentativi, grazie al supporto della gente di Gamvik ed al convoglio che prepareranno per noi. In quella casetta bianca a sinistra del faro passeremo due notti incredibili ed in totale autonomia. Dovremo anche cucinare perché circondati dal nulla più totale"






" Cosa può fare la luce artica a queste latitudini"






" Questo è un momento del trasferimento in "convoglio" verso il promontorio di Capo Nord. Il tetto del mondo. Venti magnifici chilometri di strada sulla scogliera, in cui l'unico segno di civiltà è la strada stessa, scortati dai mezzi di sicurezza norvegesi - In tutto l'inverno solo poche decine di persone hanno l'opportunità di raggiungere il luogo dove inizia e finisce il nostro continente - Questo scenario rende bene l'idea dell'ambiente grandioso e remoto in cui ci muoveremo in questo viaggio"






" L'alba artica di "mezzogiorno" : il sole galleggia pochi gradi sopra l'orizzonte colorando il mondo con la sua luce radente"



-----------



Programma completo e tutte info del caso: www.giovannigambacciani.com/viaggi-fotografici/finnmark_12feb2019/

Con il supporto di LighTrack: www.lightrackphoto.com/events/norvegia-finnmark-febbraio-2019/

Questo viaggio è realizzato in collaborazione con il Tour Operator svedese www.LappOne.com

Contattami per info e prenotazioni: qui su Juza, per mail a Info@GiovanniGambacciani.com, telefono, WhatApp o Telegram al +39 339 8111980



---------





" Eccomi a CapoNord. Questa scogliera, alla fine del mondo, è il simbolo dei viaggi in Norvegia, e icona identificativa di tutto il grande Nord"



-----------

Altri progetti / partenze :

5 – 10 Febbraio 2019
Viaggio e workshop fotografico dedicato alla ricerca della luce artica e dell' Aurora Boreale, con due docenti di eccezione, Me e Francesca Dani. Andremo proprio al circolo polare, in una delle zone più interessanti della Lapponia interna, cioè la Val di Tornio, tra Svezia e Finlandia, conosciuta fin dall'antichità per la sua bellezza ed armonia. Questo territorio fatto di boschi, fiumi e laghi, conserva edifici e borghi storici perfettamente integrati nella natura. E' infatti una delle poche zone non distrutte dai Nazisti in ritirata. Per posizione e clima è anche uno dei luoghi del mondo dove è più facile avvistare l'aurora boreale, ed è per questo che è il luogo ideale dove ambientare un workshop di questo tipo. E poi avventura e divertimento con tante attività all'aria aperta sia di giorno che di notte, per entrare nella vita e nella cultura di questi territori e avere tante occasioni fotografiche con cui esprimere la propria creatività.
www.giovannigambacciani.com/viaggi-fotografici/aurora_tornio_5feb2019/

20 – 27 Febbraio 2019
Viaggio di gruppo non fotografico, fatto di emozioni e stupore sotto cieli illuminati dai lampi di Aurora. Scopriremo la grandiosità dei territori più remoti ed autentici del nostro continente, vivremo un'esperienza vera e profonda, in un itinerario unico e particolare sempre a contatto con la gente del luogo, per scoprire la bellezza che si cela in questi posti alla fine del mondo. Un avventura itinerante dalla Finlandia fino a CapoNord e poi sui grandi fiordi della Norvegia fino al confine Russo. Attraversare queste zone in pieno inverno è una vera sfida e ostinarsi a raggiungere il tetto del mondo è persino una follia (tanto che potremo farlo solo scortati in convoglio). L'ambiente Artico cercherà in ogni modo di frapporsi tra noi ed il nostro scopo, ma arrivati lassù … e ci arriveremo … saremo ripagati di ogni sforzo, con uno spettacolo che non possiamo neanche concepire.
www.giovannigambacciani.com/viaggi-fotografici/caponord_20feb2019/

30 Aprile – 6 Maggio 2019
Viaggio di bio-watching, per scoprire la natura Lappone nel momento del risveglio dopo il lungo oblio dell'inverno artico. Vivremo in una luce perenne, sfruttando le prime notti bianche dell'anno. Incontreremo piante esotiche, animali tenerissimi, e sopratutto i grandi volatili in nidificazione o al ritorno dalla migrazione. Faremo escursioni, foto e esperienze intense nei parchi, e nel cuore della natura più incontaminata, accompagnati da naturalisti esperti. Con un pò di fortuna vedremo persino lo scioglimento dei corsi d'acqua e la corsa degli iceberg di fiume verso il mare.
www.giovannigambacciani.com/viaggi-fotografici/biowatching_maggio2019/


---------





" Un'incredibile notte di aurora tra i fiordi vicino CapoNord, Gennaio 2018"








Per partecipare a questo workshop, contatta l'organizzatore via mail.



Questa pagina riguarda un evento già trascorso. Per vedere i nuovi eventi, vai nella pagina iniziale della Sezione Incontri!


Domande, commenti, discussione


avatarsupporter
inviato il 06 Dicembre 2018 ore 10:34

graditi commenti e suggerimenti

avatarsenior
inviato il 07 Dicembre 2018 ore 21:12

Mamma mia,ci verrei solo per come lo hai raccontato,deve essere una esperienza fantastica,
Sfortunatamente i miei figli sono ancora piccoli e non posso permettermi questo tipo di viaggio,ma vedo che ci vai quasi tutti gli anni,magari fra 2/3anni
Ci potrò venire(lo spero).
Comunque complimenti veramente
Luciano

avatarsupporter
inviato il 09 Dicembre 2018 ore 11:15

Grazie Luciano. mi fa piacere leggere le tue parole.
Queste cose si fanno per passione, sarebbe impossibile altrimenti.

e poi è bello far conoscere queste aree semi sconosciute, ed aiutare le popolazioni che vi abitano a non spopolarsi del tutto. anche con i nostri piccoli gruppi, anno dopo anno, riusciamo a dare un motivo a certe comunità a tenere aperte le strutture o a crearne di nuove così da non essere costrette a emigrare in qualche grande città

avatarsenior
inviato il 11 Dicembre 2018 ore 23:58

Anche io, prima della fine del mondo, giuro che questo viaggio me lo regalo. Per ora, il mio budget perde uno zero per strada...

Complimenti comunque!

avatarsenior
inviato il 12 Dicembre 2018 ore 9:29

" Anche io, prima della fine del mondo, giuro che questo viaggio me lo regalo. Per ora, il mio budget perde uno zero per strada...
"


+1

ogni volta leggo tutto, riga per riga, sono andato anche nel sito, visitato i link suggeriti... insomma tutto tutto... come se potessi davvero Triste


comunque, complimenti, una proposta originale e tremendamente piena di fascino.
Beati quelli che possono.

avatarsenior
inviato il 14 Dicembre 2018 ore 20:44

s p e t t a c o l o

avatarjunior
inviato il 14 Dicembre 2018 ore 22:48

L'unica parte che mi manca della Scandinavia è proprio quella settentrionale. Da marzo a settembre di quest'anno, in due viaggi distinti organizzati autonomamente: a marzo mi sono girato la Lapponia finlandese con base a Rovaniemi e mi sono spinto a Nord fino al Pallastunturi, a Sud fino a Kemi e a Est fino a Kuusamo al Oulanka national park. Lo scorso settembre invece mi sono mosso tra il parco nazionale di Abisko in Lapponia svedese fino a Reine nella parte finale delle isole Lofoten sull'oceano atlantico.

Buon viaggio a tutti voi che intraprendete questo viaggio nel Finmark, 5 giorni saranno sufficienti per focalizzarvi bene sulla zona, e che la fortuna sia dalla vostra. Io mi sto organizzando per il 28 febbraio fino al 12 marzo per un giro sempre in autonomia di tutte e 3 le Lapponie e stavolta mi spingerò anche a Nord dove andrete voi, credo tappa di un giorno a Inari e 2 a Skarsvag per poi a scendere di nuovo a verso Kemijarvi e dintorni e poi a Ovest fino alle Lofoten. Una delle cose che mi piace della Lapponia è guidare su ghiaccio e neve, quindi fotografia e motori connubio perfetto.

avatarsupporter
inviato il 16 Dicembre 2018 ore 20:31

mi fa piacere che vi piaccia questo itinerario alla fine del mondo ... e che le mie parole non siano così noiose da leggere Cool

volevo sapere... che ne pensate del'approccio dal punto di vista fotografico ? cioè della parte "QUESTO NON E' UN WORKSHOP... "

avatarsenior
inviato il 17 Dicembre 2018 ore 8:11

insomma tutto molto bello
ma in pratica alla portata di pochi......
circa 400 euro al giorno a capoccia mi
paiono tantini .....
certo l'ambiente e le attrezzature sono costose però....

avatarsupporter
inviato il 17 Dicembre 2018 ore 22:38

premesso che la parte economica è gestita esclusivamente dal TourOperator, quello che posso dire è che la Norvegia è cara (sappiamo tutti che hanno uno dei giacimenti di petrolio più grandi del pianeta, e la loro moneta è molto forte) ed in particolare la zona di questo tour, cioè il finnmark, è una delle più belle ma anche delle più remote e mancando completamente i servizi di base ... per cui è tutto molto più complicato. come dicevo nelle descrizione generale non c'è nessun altro (italiano o straniero) che riesce a lavorare in queste zone, se non noi. forse è una follia, ma secondo me ne vale la pena.

allo stesso tempo io organizzo anche dei workshop in finlandia, dove c'è l'euro, dove tutto molto più a portata di mano, perchè siamo in una zona completamente civilizzata, e dove di conseguenza tutto costa molto meno. quello di inizio febbraio, per dire, è un viaggio che costa esattamente la metà del giro in norvegia... ed è un viaggio fotografico molto bello, ma è completamente diverso ...

avatarsupporter
inviato il 19 Dicembre 2018 ore 18:57

** ATTENZIONE ** 19/12/2018 **

Il Tour Operator mi ha comunicato un piccolo cambio del programma, perchè ci sono stati problemi di prenotazioni, specie con la nave. L'itinerario e le attività restano sostanzialmente le stesse del vecchio programma, ma faremo più km in strada e meno con la nave, e dormiremo in una struttura diversa per le ultime due notti. Sul mio sito c'è già il programma aggiornato.

Questo ha portato anche ad una SIGNIFICATIVA RIDUZIONE del COSTO, e credo che questa non possa che essere una buona cosa!

Al momento restano 3-4 posti disponibili






avatarsenior
inviato il 28 Dicembre 2018 ore 1:44

Sempre più in alto . Complimenti Gio !!

avatarsenior
inviato il 29 Dicembre 2018 ore 0:10

Mamma mia che spettacolo...

avatarsupporter
inviato il 03 Gennaio 2019 ore 11:35

++ ULTIMO POSTO ++

avatarjunior
inviato il 11 Gennaio 2019 ore 0:10

Farei una pazzia a venire.
Complimenti Gio sempre meglio

Questo evento si è concluso da oltre un mese; non è possibile inviare nuove risposte. Se vuoi organizzare un altro evento, clicca qui!


23 Marzo 2019

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)




Escursioni, Attività, Eventi » Spedizione nel Finnmark, la Norvegia sconosciuta



 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me