RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo



 
Il telefonino...

Street

Vedi galleria (22 foto)

Il telefonino inviata il 04 Marzo 2020 ore 16:05 da Daniele52. 4 commenti, 82 visite. [retina]

, 30 sec f/7.1, ISO 100, treppiede. Venezia, Italia.




Vedi in alta risoluzione 22.1 MP  



Che cosa ne pensi di questa foto?


Hai domande e curiosità su questa immagine? Vuoi chiedere qualcosa all'autore, dargli suggerimenti per migliorare, oppure complimentarti per una foto che ti ha colpito particolarmente?


Puoi farlo iscrivendoti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 201000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.




avatarsupporter
inviato il 21 Marzo 2020 ore 13:14

la scia del telefonino persa in un vicolo storico mi fa pensare ai profondi cambiamenti della nostra vita quotidiana negli ultimi decenni legati alla tecnologia e alla scienza, ma anche come le nostre radici selvagge e il profondo della nostra psiche siano rimasti gli stessi nei secoli, pronti a prendere il sopravvento.

avatarjunior
inviato il 21 Marzo 2020 ore 15:09

Ciao, grazie per il passaggio!
Venezia non è solo una realtà storica, non basta aver visto San Marco, la Ca' Granda (o Palazzo Ducale), il ponte di Rialto, quello dei Sospiri, i canali, le gondole.
Il Grande Pubblico non conosce la realtà di Venezia, dove abita un popolo (una minoranza) che L' ha sposata con tutte le Sue insidie, che la vive in taluni casi nel Suo abbandono ancorché utilizzando tutti gli strumenti che la società moderna mette a nostra disposizione.
E', purtroppo, un popolo anziano, talvolta abbandonato dai propri parenti che vivono altrove in realtà completamente diverse e non comprendono il perché ed il percome si viva, e si possa vivere, in una Città simile.
E' triste, ma purtroppo molti sono i casi, le realtà, che non si vedono e si potrebbero toccare con mano solo scendendo tra le calli, conoscendo chi - dietro quelle finestre - vive la propria quotidianità!!
Grazie a tutti quelli che, nell'anonimato, svolgono la propria opera di assistenza a queste persone, in taluni casi fronteggiando situazioni che - nelle città normali - non rappresenterebbero alcun problema!!
Grazie, anche per Loro.
Un saluto
Daniele

avatarsupporter
inviato il 21 Marzo 2020 ore 17:39

Uno zio della mia mamma era di Venezia e amava l'arte, quando ero bambina, quasi 50 anni fa, ci accompagnava nella Venezia meno nota. Ci svelava tesori e racconti del tempo passato. Ho un forte legame affettivo con Venezia e la laguna, da adulta ci sono tornata molte volte ma ormai è da oltre 10 anni che non torno più e l'ultima volta ho trovato la vita quotidiana molto cambiata.
Le tue parole sono amare ma descrivono bene le difficoltà dietro tanta bellezza.

avatarjunior
inviato il 21 Marzo 2020 ore 21:29

Allora:
1) io non sono abituato alle chat, Juza è l'unica che frequento, per cui non sono abituato a non conoscere le persone con cui "parlo";
2) parli di "adulta", dovrebbe significare che dietro ad un anonimo "Parvati" ci sia una ragazza che probabilmente ha un nome;
3) il cuore di Venezia ha molte sfaccettature che sono rimaste ancorate ad una vita passata, magari non da 50 anni fa, ma molti anni sì!!
Tu Valdostana: fortuitamente...............quanti ricordi!!
6 mesi di Scuola Militare Alpina, 6 mesi ogni giorno su per quelle montagne così diverse dalle mie Dolomiti.
E poi - quando abitavo a Milano - a sciare su tutte le piste, la traversata de La Mer du Glace, il ghiacciaio del Rutor, il Monte Rosa che ho salito 2 volte, il Gran Paradiso che sogno ancor ora.
Perdonami, divento prolisso, ma ad una certa età i ricordi valgono molto.
Un caro saluto e ricorda che se vuoi venire da queste parti c'è sempre un posto per gli ospiti.
Daniele




Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)

Alcuni commenti possono essere stati tradotti automaticamente con Microsoft Translator.  Microsoft Translator



 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me