RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie


  1. Gallerie
  2. »
  3. Fotogiornalismo / Street
  4. » La rivolta di Spartaco

 
La rivolta di Spartaco...

Ti racconto una cosa

Vedi galleria (4 foto)

La rivolta di Spartaco inviata il 27 Dicembre 2017 ore 8:31 da Raffaele Carangelo. 19 commenti, 1233 visite.

, 1/60 f/9.0, ISO 200, mano libera. Santa Maria Capua Vetere, Italia.

Marco Tullio Cicerone (Arpino 3 gennaio 106 a.C. - Formia 7 dicembre 43 a. C.) La chiamava Altera Roma,cioè l'altra Roma,essendo l'attuale Santa Maria Capua Vetere nel IV secolo a.C. probabilmente la città più grande e popolosa di quelli che allora era l'Impero Romano. Villaggi intorno,successivamente fusi tra loro,diedero origine ad un unico centro,quello che poi sarebbe diventata Capua.Osci ed Etruschi si prodigarono non poco per ammodernarla e svilupparla. Fino a quando orde di vandali prima e saraceni dopo furono altrettanto attenti nel distruggerla. Era l' 841 a.C. Bisogna attendere tra miserie,splendori,ricchezze e carestie il passaggio di tale Simone figlio di Giovanni,diventato poi famoso con il nome di S.Pietro, che di passaggio,nell'andare da Antiochia a Roma,decise di consacrare Prisco a primo Vescovo di Capua, ed affidargli la comunità,affinchè ne potesse rinascere una città morigerata e timorata di Dio.Prisco,poi fu martirizzato nel 64 d.C.(forse lo stesso anno in cui sul colle Vaticano,che allora essendo fuori dalle mura di Roma,non era compreso nei famosi 7, veniva crocifisso a testa in giù,come da sua richiesta, Il suo sponsor,Simone,intanto diventato Pietro,Vescovo di Roma) facendone la premessa per santificarli poi. Intanto,la storia segue il suo corso,tra razzie,invasioni,cadute di imperi e periodi di relativa calma,arriviamo al I-II secolo a.C. quando presumibilmente viene costruito,inizialmente per sollazzo del popolo, quello che è stato il primo anfiteatro romano,conosciuto ora non il nome di Anfiteatro Campano.Usato poi, anche come riparo e fortezza dai principi longobardi,e successivamente cannibalizzato dagli stessi cittadini capuani per usarne i suoi materiali da costruzione,ricostruito da Adriano nel I secolo a.C. divenne poi, quello che fu preso a modello per il Colosseo. Nacque qui, la prima scuola dei Gladiatori. Lentulo Baziate,ricco e potente era il proprietario della più celebre e grande scuola di gladiatori dell'epoca,appunto,quella di Capua, non ancora Santa Maria. Qui,si allenavano a morire trucidati,gli schiavi, per la goduria del popolino e della aristocrazia romana. Solo i più forti sopravvivevano,certo,fino a quando non incontravano un altro più forte di loro. Tra questi sventurati,vi era un pastore (per altri un generale)proveniente dalla Tracia,probabilmente un disertore,che riacciuffato dai soldati,gli toccò in sorte la pena che si riservava ai disertori ed ai prigionieri in genere,essere decapitato su due piedi,o essere venduto per circa 600 denari (questa tariffa era applicata solo per i prigionieri destinati al macello dell'arena, Per una bella schiava,i romani spendevano dai 2000 ai 6000 denari,se trovavano uno schiavo specializzato in qualche arte o mestiere 2000 denari potevano bastare)e trasformato in gladiatore.( per fare un confronto,è opportuno ricordare che verso la fine I secolo a C. un denario,corrispondeva alla paga di un legionario per un giorno,a voler fare un confronto con oggi,il suo valore era di circa 25,00 euro)Nel 73 a.C. Spartaco ebbe l'uzzolo di impadronirsi, più che delle armi,di attrezzi rubati nelle cucine e nelle stalle,convinse (e non ci voleva troppo) circa 200 schiavi (gladiatori) a fuggire. Solo 78 vi riuscirono . Una sessantina, lo seguirono fino alle falde del Vesuvio. Affrontato da una pattuglia raccogliticcia dell'esercito romano,ebbe gioco facile a sconfiggerla. Si arricchì così, di armi e cavalli. Cominciò il sacco e la devastazione dei territori campani. A quest'orda di disperati,si associò di tutto,contadini,pastori,altri schiavi, cafoni di ogni genere( il termine “cafone” non era ancora nato,fu coniato circa tre secoli dopo,in “onore” di un caporale dell'esercito di Cesare,particolarmente volgare e ruvido di nome Cafo) cominciò a prendere le sembianze di un esercito. I romani si apprestarono a formare,quello che oggi diremmo un cordone sanitario,intorno al teatro delle operazioni della banda di Spartaco,ma quest'ultimo ebbe la meglio,rompendo L'accerchiamento. Più a sud, si aggiunsero altri uomini,e nel 73-72 a.C. l'esercito di Spartaco divenne davvero temibile. Forte di un'organico di oltre 100.000 uomini,Spartaco cominciò la risalita dello stivale. Il suo scopo era quello di oltrepassare le Alpi, liberando poi i suoi uomini dai vincoli,e portarsi successivamente nelle sue terre. Si sa,un esercito fatto non da soldati,ma da gente di quella risma,con l'assaggio della vittoria,quindi con l'incasso del bottino di guerra,è piuttosto difficile da dirigere. Si diedero, un po' come diremmo oggi alla pazza gioia. Di battaglia in battaglia,questa associazione di disperati, che si erano dati un tono da vero esercito,ripiegò verso Roma. Spartaco,sapeva di non riuscire nell'impresa di prendere la città,e riuscì ad ottenere di non marciare immediatamente su Roma,bensì,di portarsi nella Lucania alla ricerca di altri uomini,prima dell'assalto definitivo all'Urbe. Sarebbe inappropriato dilungarsi sulle altre peripezia di Spartaco e dei suoi uomini,ci allontaneremmo troppo. Dopo aver vinto ancora qualche battaglia,con Roma (che definire infastidita è un'uefemismo)decisa a porre fine alla storia,Spartaco ebbe in malasorte, di scontrarsi con l'esercito guidato da Pompeo e Crasso. Nei pressi del Sele la battaglia finale. Gli schiavi uccisi furono 60.000 a fronte dei 1000 soldati romani.Lo stesso Spartaco fu dato per morto,ma il suo corpo non fu mai ritrovato,alimentando una piccola leggenda. 6.000 i prigionieri. Crasso,esaltato dalla vittoria, li volle tutti crocifissi (come era d'uso) sulla via Appia,che da Capua porta a Roma. L'avventura di Spartaco era finita. Resta per sempre il dubbio. Spartaco chi fù? Bandito? Eroe? Sognatore? La Storia ancora non ha saputo rispondere.



Vedi in alta risoluzione 1.1 MP  



Che cosa ne pensi di questa foto?


Hai domande e curiosità su questa immagine? Vuoi chiedere qualcosa all'autore, dargli suggerimenti per migliorare, oppure complimentarti per una foto che ti ha colpito particolarmente?


Puoi farlo iscrivendoti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 240000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.




avatarsenior
inviato il 27 Dicembre 2017 ore 9:38

Que Viva Spartaco!

Ossequio.

Bad Brain

avatarsenior
inviato il 27 Dicembre 2017 ore 13:20

Avremmo bisogno di un'altro Spartaco Bad.
Grazie ed ossequio.
Raffaele

avatarsenior
inviato il 27 Dicembre 2017 ore 14:32

Se non sbaglio nella versione cinematografica in cui Kirk Douglas lo interpretava ben diretto dal Signor Kubrick in una delle scene finali si vedeva una moltitudine che urlava: "Io sono Spartaco....Io sono Spartaco!". Quindi noi potenzialmente pure potremmo esserlo...o no???!!???


avatarsenior
inviato il 28 Dicembre 2017 ore 4:29

Gente che hanno fatto le 4 giornate non esistono più,i giovani,sono distratti da altro,le mafie,prosperano,i politici arraffano quello che possono,il Paese,è bello che affondato.
Bad,ci salva solo Putin,o Kim 'o coreano.
Leòn Degrelle:Godetevi la guerra fin che c'è,perchè la pace sarà terribile.
Statt bbuon.
Raffaele

avatarsenior
inviato il 28 Dicembre 2017 ore 12:08

Rafè...bisogna essere realisti...e tendere all'Impossibile.

avatarsenior
inviato il 29 Dicembre 2017 ore 3:47

:-P

avatarsenior
inviato il 29 Dicembre 2017 ore 4:54

Non potrà più venire un altro Spartaco, avrebbe lo smarPhone e sarebbe come tutti noi :-P
Ma il mondo è in pericolo, i nemici siamo noi tutti e la natura ci sta distruggendo, ma noi abbiamo lo smartphone TristeTriste
Ora il 4 Marzo 2018 abbiamo un'arma.......

Auguriiiiiiiiiiiiiii e buon 2018 Raffaele ,....Tristeho acritto con lo smarPhone TristeTriste

avatarsenior
inviato il 29 Dicembre 2017 ore 6:48

Claudio:-P
Il buon Spartaco,da pastore prima,si arruolò,ma per non combattere disertò.
Da disertore,ripreso,divenne schiavo.
Da schiavo,volle combattere.
Tutti,siamo Spartaco.
Tu,stamattina,sei uscito molto presto per andare a combattere per la tua famiglia,contro uno Stato che fa il possibile per sfiancarti e per distruggere le tue speranze,i tuoi sogni,le tue aspettative,la tua salute,oggi,come ogni giorno combatti la tua battaglia.Ogni giorno,milioni di persone lottano,chi semplicemente per vivere dignitosamente,che per la pura sopravvivenza,chi per non scivolare nella povertà più assoluta.Certo,a Marzo,avremo in mano un'arma,l'unica che temono per davvero,ma a noi,interessa Napoli-Juve,di politica poco sappiamo e poco capiamo.Per quanto mi riguarda,a suo tempo,posterò una foto molto eloquente,che spero l'amministratore non mi censureràMrGreen
A tutti gli Spartaco d'Italia,a partire da te,auguro un sereno Capodanno,esteso a tutti i componenti delle famiglie.
Buon lavoro Claudio (non pensare alla pensione).
Raffaele

avatarsenior
inviato il 30 Dicembre 2017 ore 12:21

Bella l'immagine ma molto più interessante la didascalia la cultura e la narrazione degli eventi che metti nei tuoi scatti
Auguri di buon anno Raffaele.
Ciao Tore.
.

avatarsenior
inviato il 31 Dicembre 2017 ore 3:52

Tore:-P
Mi fa davvero piacere la visita.Grazie.
Tanti auguri a tutti voi.
Raffaele

avatarsupporter
inviato il 31 Dicembre 2017 ore 19:48

Ciao Raffaele, sono breve! Grazie! FB-

avatarsenior
inviato il 01 Gennaio 2018 ore 5:21

Franco:-P
Sarò brevissimo!Onorato.
Grazie.
Raffaele

avatarsenior
inviato il 15 Gennaio 2018 ore 0:47

come scritto da Tore, la foto passa anche per me in secondo piano, rispetto alla storia da te narrata....
in verità, appena guardata ed a voler dirla tutta, la costruzione sulla dx (i resti dell'anfiteatro....) mi ha ricordato immediatamente la più ben nota costruzione romana....
I romani sono dei copioni, allora....MrGreen

tornando alla storia, narrata davvero con perizia e dovizia, devo dire che l'ho letta tutta d'un fiato (davvero interessante, a me quasi sconosciuta), io Spartaco lo conoscevo, appunto, dal film.....MrGreen...(si scherza, neh...), visto tra l'altro da piccolo....

Ma poi leggi i commenti degli altri utenti e scopri che altri hanno le tue stesse idee, provenienti da tutte le parti del nostro Belpaese, ce lo ricorderemo poi il 4 marzo? credo di no, come dici tu ci sarà il Napoli contro la JuveInterMilanGenoaSampdoriaFiorentinaLazioRomaecc... per metterci ancora tutti in letargo, magari facendoci vedere negli spazi pubblicitari il nuovo I-Phone X e l'ultima auto megastrafica piena di accessorichequasitelaregalanopagandouncentinaiodirateimpoverendotiadismisura, ma felice perché ci farai una figura da figo.....

vedi, Don Raffaè, chi vuole cambiare magari c'è, ma è stato messo in condizione di non nuocere....
continua così, complimenti!
ciauuuzz Mario

avatarsenior
inviato il 15 Gennaio 2018 ore 6:27

MarioMrGreen
Continuo,si,continuo.
Lo devo,lo dobbiamo.
Dalla Tracia,ci hanno indicato che se un uomo è messo con le spalle al muro,sa ritornare a diventare anche una belva,in fondo siamo animali...inde....
Ciauzzzzz
Raffaele

avatarsupporter
inviato il 30 Gennaio 2018 ore 6:46

Molto bella. Un saluto Corrado

avatarsenior
inviato il 31 Gennaio 2018 ore 3:38

Grazie Corrado.
Una ottima giornata.
Raffaele

avatarsenior
inviato il 07 Marzo 2018 ore 18:22

Bella didascalia travolgente. Immagine ben ripresa

avatarsupporter
inviato il 07 Marzo 2018 ore 19:30

Raffaele, sono tornato perchè lessi questa interessante Storia, troppo di fretta.Come
da te scritto, hai compresso il racconto, pregio piacevole per me-
Buona serata da FB-

avatarsenior
inviato il 13 Marzo 2018 ore 8:50

Franco,contro le mie previsioni,eccomi.
Che tu trovi interessante le mie storielle mi fa piacere,sei ben oltre l'altezza per apprezzare ed approfondire,la tua terra,ha scritto pagine di gloriosa Storia.Sarebbe bello che tu,mi facessi da sponda.Senza merito alcuno,ho sdoganato la foto ×sca-ironica e vedo alcuni,ancora timidi "seguaci" magari sdoganiamo pure la foto-storia? Si fotografano troppe cose delle quali non conosciamo l'origine,già,la curiosità è......(completa a tuo piacimento)
Piacere e stima Franco.
Raffaele




Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)

Alcuni commenti possono essere stati tradotti automaticamente con Microsoft Translator.  Microsoft Translator



 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve una commissione in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me