RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie


  1. Gallerie
  2. »
  3. Fotogiornalismo / Street
  4. » Ingresso Palazzo Baronale Carafa (vista interna)

 
Ingresso Palazzo Baronale Carafa (vista interna)...

I Carafa

Vedi galleria (2 foto)

Ingresso Palazzo Baronale Carafa (vista interna) inviata il 19 Dicembre 2017 ore 6:48 da Raffaele Carangelo. 8 commenti, 966 visite.

, 1/40 f/6.3, ISO 200, mano libera.

Carafa.All'origine Caracciolo.Il primo fù Gregorio,figlio di Giovanni Caracciolo,vissuto nel XII secolo.Il suo incarico era la riscossione della gabella sul vino,detta “campione della carafa” In seguito, la scissione in due rami della famiglia:Della Spina e Della Stadera.I “nostri” appartengono ai Della Stadera. Diomede Per meriti militari,diplomatici,e politici il padre di Diomede Carafa,Antonio, conosciuto con il nome “Malizia” ebbe rilievo a corte,ma più che Antonio,fù Diomede ademergere,oggi diremmo più per “cazzimma” genio militare, e voglia di emergere, anche se poi,con l'esperienza,cultura e raffinatezza,divenne un punto di riferimento vero,per tutta la corte,a cominciare dal re. Lungo, l'elenco dei meriti che il Malizia acquisì presso la corte,meriti e riconoscenza che si possono rilevare anche dallo stipendio che “Malizia” riceveva,cioè 50 once d'oro che venivano rilevate dalla dogana di Bari.Certamente il Re doveva ad Antonio Carafa prima ed a Diomede dopo,l'aver mantenuto il suo regno. Nella seconda rivolta dei Baroni (1482) contro Ferrante d'Aragona,organizzata dal conte Di Sarno e Antonello Petrucci,Diomede diede ulteriore prova di fedeltà al Re,scoprendo il loro piano,denunciando tutto,facendoli condannare a morte con l'esecuzione avvenuta poi il 15 Maggio 1487.Tanta fedeltà,doveva essere premiata,anche per puro calcolo,infatti il Re,per auto proteggersi,assegnò i territori, che in caso di guerra o di rivolte gli sarebbero tornati utili alla difesa,a persone di sua totale fiducia. I Carafa,certo non solo per una forma di assicurazione che il Re volle farsi,ma,e forse,trattandosi del figlio di “Malizia” che tanto,forse più del padre,aveva conquistata la fiducia del sovrano,il Re oltre a nominarlo in pratica suo braccio destro,gli fece dono di immensa fortuna(in soldoni,nel 1459 con atto scritto,gli donò tutti i proventi delle tasse dirette alla corona,che provenissero dalle terre a lui donate.Una ulteriore rendita di 1000 ducati da prelevare dagli incassi fiscali di Bari ed Otranto gli fu attribuita nel 1463,e nel 1465,il contado di Maddaloni. Formicola era in questo territorio.Diomede Carafa,ed i suoi successori disponeva del mero e misto imperio,senza bisogno di intervento di altra autorità,e altri privilegi,che a tanti altri erano preclusi. Caratterialmente molto diverso dal diplomatico padre,Diomede IV era piuttosto ruvido,anzi,per dirla tutta,particolarmente rissoso,facile alle scazzottate,e ancor più facile al duello.Ma ebbe cura di potenziare il proprio portafoglio,spesso finanziando con l'aiuto del banchiere Bartolomeo D'Aquino le spese di corte,ricavandoci grossi utili.Divenne,ricco, tanto,rispettato e temuto. Raccolse un esercito per soccorrere il Re,durante la rivolta di Masaniello,assieme al fratello Giuseppe,che poi fu decapitato dallo stesso popolo napoletano, e assieme alla testa,portò in giro,come trofeo,anche un suo piede,in quanto aveva l'abitudine di prendere a calci,chiunque volesse umiliare,e la sua tomba si trova a Formicola nella chiesa dello Spirito Santo,Diomede, fu sospettato di voler attentare alla corona di Spagna,ma non fù mai dimostrato. In tutto questo,in un periodo denso di tensioni,lavorìo sottobanco,di Principi,Baroni,e non ultimi,Papi,cui l'unico passatempo era quello di consolidare il loro potere, con guerre,congiure e spesso mozzando qualche testa,Diomede Carafa, ebbe modo di consolidare la sua posizione. Forte di una cultura umanistica,tra il 1467 ed il 1469,scrisse tredici memoriali,indirizzati a personaggi della politica,della corte,militari.Memoriali scritti in forma di scritti personali,ma pieni di buon senso,regole e consigli che accrebbero il suo già grande prestigio. Bellissimo il suo “Libro delli precepti o vero istructione delli cortesani” scritto per il figlio Giovanni Tommaso dove con garbo ed ironia (materia sconosciuta a quei tempi),consiglia il figlio ad essere fedele al Re,in quanto espressione di Dio essendo il Re più in alto di tutti gli uomini,ma nel contempo,pure “tenerli d'occhio” in quanto essendo uomini,ci si potrebbe aspettare pure una bella fregatura,e mai obbedire agli ordini,seppur di un Re,che sono in contrasto con i princìpi di Dio,in quanto resta sempre il solo e più alto di tutti. Un piccolo trattato di pedagogia,è il memoriale “De Principe” destinato al figlio di Ferrante,Alfonso Duca di Calabria ed erede al trono. L'apice lo raggiunge con il “Trattato sull'ottimo principe” del quale si dice che lo stesso Macchiavelli abbia preso spunto per il suo capolavoro





Che cosa ne pensi di questa foto?


Hai domande e curiosità su questa immagine? Vuoi chiedere qualcosa all'autore, dargli suggerimenti per migliorare, oppure complimentarti per una foto che ti ha colpito particolarmente?


Puoi farlo iscrivendoti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 240000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.




avatarsupporter
inviato il 19 Dicembre 2017 ore 9:35

Bel particolare di un antico palazzo, molto interessante la didascalia.
Buone Feste Raffaele! Ciao!
Sergio;-):-P

avatarsenior
inviato il 19 Dicembre 2017 ore 11:09

Sergio.:-P
Il tuo autorevole commento è una medaglia.
Sono onorato,e ringrazio.
I migliori auguri a te e tutti i tuoi cari di tantissima serenità.
Raffaele

avatarsenior
inviato il 27 Dicembre 2017 ore 0:11

Ciao Raffaele , bella la ripresa , ma la didascalia è veramente interessante
complimenti e ...auguri , in ritardo ma di cuore :-P

claudio c

avatarsenior
inviato il 27 Dicembre 2017 ore 6:13

Claudio:-P
Sempre un piacere le tue visite e i tuoi auguri che ricambio con piacere.
Se mi è possibile,ti darò ancora da leggere,e sentire il tuo parere,sarà importante.
Ti ringrazio.
Raffaele

avatarsenior
inviato il 27 Dicembre 2017 ore 7:26

Mi fanno copagnia in treno ,ho il tempo per leggerle con più calma ;-) complimenti scrittore , ancora auguri e...alla prossima

Claudio

avatarsenior
inviato il 28 Dicembre 2017 ore 5:34

:-P:-P:-P

avatarsenior
inviato il 15 Gennaio 2018 ore 0:50

solo complimenti, Raffaele, non mi dilungherò....bravissimo!
nella narrazione poi ti do un bel 10 e lode!
ciauuuzz Mario

avatarsenior
inviato il 15 Gennaio 2018 ore 6:33

MarioMrGreen
Il 10 e lode,va a chi ha la pazienza di reggermi e leggermi.
Il 10 e lode,lo meritano quelli che hanno curiosità e voglia di conoscere.
A me,basta l'apprezzamento e la critica di chi passa.
Una serena giornata.
Raffaele




Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)

Alcuni commenti possono essere stati tradotti automaticamente con Microsoft Translator.  Microsoft Translator



 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve una commissione in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me