RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


  1. Gallerie
  2. »
  3. Astrofotografia
  4. » La cintura di Orione (Parte I)

 
La cintura di Orione (Parte I)...

Nikon D750 IR-CUT

Vedi galleria (20 foto)

La cintura di Orione (Parte I) inviata il 10 Ottobre 2016 ore 11:05 da AngeloPerronePhoto. 5 commenti, 1398 visite.

, Posa B f/4.0, ISO 1600, treppiede. Otranto, Italia.

La Cintura di Orione (prima parte) Per info e tutorial: it.blurb.com/b/7336394-fotografare-il-cielo-notturno Questa notte ho potuto provare anche se per poco tempo lo Star Adventurer. Dopo una mezz'oretta di prove e puntamento della polare, finalmente sono riuscito ad allineare e a inseguire correttamente. Premetto che il nikon 300mm f/4 IF-ED è una bella bestia e insieme alla Nikon D750, supera abbondantemente il peso di 2kg. Per questo motivo l'utilizzo della barra contrappesi è stato fondamentale per evitare il trail delle stelle. Questo è il risultato di 30 minuti di posa a 300mm, con sensibilità ISO differenti per aumentare la gamma dinamica, più una posa da 5 minuti per il nucleo della nebulosa M42. Vi dico che 35 minuti di posa sono veramente pochi per questa porzione di cielo e che in seguito integrerò molte altre ore. Concludo dicendo che ci sono alcuni difetti (ho spinto molto sulla post produzione) e che verranno corretti con i prossimi scatti :)



Vedi in alta risoluzione 2.5 MP  



Che cosa ne pensi di questa foto?


Hai domande e curiosità su questa immagine? Vuoi chiedere qualcosa all'autore, dargli suggerimenti per migliorare, oppure complimentarti per una foto che ti ha colpito particolarmente?


Puoi farlo iscrivendoti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 210000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.




avatarsenior
inviato il 10 Ottobre 2016 ore 12:28

Lo scatto è davvero bella Angelo, nonostante i soli 30 minuti di esposizione totale...come ti sei trovato con lo Star Adventure? Hai usato un'autoguida? Quanto hai inseguito senza notare il trail?? MrGreen

avatarjunior
inviato il 10 Ottobre 2016 ore 18:36

Complimenti, bel risultato!
Io a 300mm con lo Star Adventurer riuscivo a fare 180sec stabili senza guida! ;-)
Certo che utilizzare una FF vedo che aiuta parecchio ad avere definizione e nitidezza! ;-)

La prossima volta magari chiudi un pò il diaframma per evitare quelle "cose strane" alle stelle luminose! Diaciamo un f/5

avatarsenior
inviato il 11 Ottobre 2016 ore 9:28

Come primo approccio niente male Angelo! ben dosate le esposizioni per il nucleo (trapezio) della M42 che normalmente vedo bruciare inesorabilmente. A parte la poca integrazione, già si intravvedono le nubi molecolari di entrambi gli oggetti, il che vuol dire che fino a qui sei andato bene ;-) Secondo il mio pensiero le lenti fotografiche oltre una certa focale, anzichè migliorare la qualità dell'immagine, la degradano... questo dipende per il numero di lenti che compongono l'obbiettivo e direi che fino a 400mm ci possiamo stare con certi limiti. Il mio SW è ancora fermo nel suo bauletto Geoptik perchè non avevo trovato ancora un modo soddisfacente per sistemare l'autoguida QHY5-L III colore sullo S.A. inserirlo sulla slitta flash della reflex è stata una scelta scellerata poichè esistevano delle micro flessioni che inficiavano l'allineamento alla stella guida... Ho risolto disegnando una dima, per costruire una piastina di supporto in alluminio spesso 2mm e lungo 160mm da fissare tra reflex e piastra SW alla quale alla sua estremità, va fissato il sistema di autoguida senza temere qualsiasi flessione indesiderata. Purtroppo qui da me le crisi ha fatto chiudere tutte le officine meccaniche e avendo da costruire di sana pianta una slitta a coda di rondine da sistemare sulla Losmandy della Celestron CGEM-DX per sostenere il collare della CCD Starsense, ho dato impegno a Riccardo di far fare questi lavori di tornio e di fresa presso un suo conoscente che ha una officina meccanica di precisione a Fano. La peculiarità dello Star Adventurer è che supporta l'autoguida sulla porta ST4 e che tramite una staffa supplementare può supportare o un piccolo tubo ottico oppure un'altra reflex da far lavorare in parallelo, a questo scopo SW fornisce la barra e un contrappero di 1 Kg, sufficenti per bilanciare il carico massimo. Sfiga vuole che il meteo nel frattempo è cambiato, quindi al momento non posso usare lo Star Adventurer neanche senza autoguida. L'altra montatura Celestron mi servirà per inseguimenti più impegnativi, probabilmente in futuro utilizzando una camera di acquisizione immagini CCD di un certo livello, ovviamente abbinata alle lenti fotografiche che ho già di corredo. Se questa perturbazione se ne andasse via insieme alla Luna, le IC 1848 & IC 1805 insieme al doppio ammasso potrebbero essere il mio prossimo target, (al massimo posso usare il 200mm f/2.8) Cieli sereni

avatarsupporter
inviato il 11 Ottobre 2016 ore 9:32

Molto bella

avatarsenior
inviato il 19 Ottobre 2016 ore 22:36

Bella...




Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)

Alcuni commenti possono essere stati tradotti automaticamente con Microsoft Translator.  Microsoft Translator



 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me