RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Recensione Canon EOS R3


  1. Altro
  2. »
  3. Articoli
  4. » Recensione Canon EOS R3


Recensione Canon EOS R3, testo e foto by Juza. Pubblicato il 17 Giugno 2022; 171 risposte, 12897 visite.


La Canon EOS R3 è l'attuale ammiraglia Canon ed è una delle uniche due fullframe sul mercato ad arrivare a 30 FPS in RAW: si tratta di una fotocamera votata alla fotografia sportiva e all'azione, anche se può a tutti gli effetti essere utilizzata in qualsiasi ambito. Canon ha scelto il nome della serie 3, utilizzato solo una volta nella storia delle EOS: era il 1998 e la EOS-3 (a pellicola) si dimostrò una delle fotocamere più innovative dell'epoca, introducendo l'AF a 45 punti (in seguito utilizzato sulle serie 1) e una versione migliorata dell'Eye-Control AF. La R3 sarà una degna erede? Ho finalmente avuto l'occasione di provarla sul campo!





Costruzione e interfaccia

La prima cosa che colpisce l'attenzione, osservando la EOS R3, è il corpo con battery grip integrato, solitamente una prerogativa delle serie 1. Il battery grip integrato è una scelta che migliora robustezza ed ergonomia; per contro, rende inevitabilmente la fotocamera più ingombrante; alla fine ciascuna soluzione ha i suoi pro e contro. Le dimensioni sono molto più corpose rispetto alle altre mirrorless Canon, mentre è un po' più piccola rispetto alla 1DX Mark III. Rispetto a quest'ultima, tuttavia, c'è un'enorme differenza di peso: la EOS R3 è molto più leggera, solo 1015 grammi contro i 1440g della 1DX.

Osservando il retro della fotocamera, emergono altre differenze rispetto alla 1DX: in primis l'enorme mirino, e poi lo schermo totalmente snodato, mai utilizzato prima d'ora su una top di gamma Canon. Sono davvero, davvero felice che Canon abbia scelto di mettere lo schermo snodato su tutte le sue mirrorless serie R; lo trovo una comodità enorme, e il sistema di snodo è più solido e intuitivo rispetto a quello semi-snodato utilizzato da altri brand. Inoltre, lo schermo della R3 ha una risoluzione altissima, superiore a qualsiasi altra mirrorless attualmente sul mercato.

Il mirino vero e proprio della EOS R3 ha, in realtà, dimensioni simili a quello dell'ammiraglia reflex: ciò che lo fa apparire così enorme è l'oculare molto sovradimensionato per rendere possibile l'Eye-Control AF (di cui parleremo nel paragrafo seguente). A parte il discorso Eye-Control AF, il mirino della R3 è quanto di meglio si possa avere attualmente su una mirrorless, al livello - ormai eccellente - delle altre ammiraglie, e come queste è quasi del tutto privo di blackout durante le raffiche.



Canon EOS R3, Canon RF 15-35mm f/2.8 L IS USM a 15mm, 1/30 f/11.0, ISO 100, treppiede.

Proseguendo nell'osservazione della fotocamera, l'interfaccia è abbastanza simile a quella che troviamo anche sulle altre ammiraglie Canon. Ovviamente, è enormemente personalizzabile e si può cambiare la funzionalità di quasi tutti i pulsanti e ghiere; per quanto mi riguarda, ho assegnato ai pulsanti "video" e "AF on", che non uso, le funzionalità per accedere rapidamente a ISO e scelta autoscatto/scatto singolo/raffica, cose che invece sfrutto ampiamente.

Tra i vari pulsanti, è interessante notare che il pulsante AF-on è a tutti gli effetti un mini-trackpad, in grado di svolgere una funzione simile al joystick (che comunque è presente) ma in modo più comodo e veloce; è la prima Canon ad avere questa funzionalità e l'ho trovato molto efficace e funzionale.

Il sistema di menu è molto ampio e completissimo; ovviamente parliamo di menu da fotocamera professionale, e chi è abituato a corpi più semplici dovrà dedicare un po' di tempo a studiare il significato delle numerose opzioni, mentre i professionisti certamente ne apprezzeranno la completezza.

Infine, gli sportelli laterali danno accesso al doppio slot per SD e CFExpress: anche se sono più costose, consiglio sicuramente di investire in una CFExpress, vista la raffica della R3 e l'enorme quantità di dati che deve essere scritta. Le CFExpress sono molto più veloci rispetto alle SD, e indispensabili per sfruttare appieno il potenziale della fotocamera.



Canon EOS R3, Canon RF 15-35mm f/2.8 L IS USM a 26mm, 1/2 f/11.0, ISO 100, treppiede.

Sono presenti varie porte, tra cui l'USB-C che permette sia di scaricare le foto che di ricaricare la batteria delle fotocamera, a patto di utilizzare un caricatore USB-C che rispetti lo standard PD (Power Delivery). In tutti i miei viaggi, utilizzo esclusivamente questa porta sia per trasferimento dati che ricarica, eliminando la necessità di lettori di schede e di caricabatterie separati, e anche nel viaggio a Madeira ho sempre ricaricato la EOS R3 con lo stesso caricatore che uso anche per smartphone, computer e altri dispositivi.

La batteria ha una capacità di ben 29Wh, il che in ogni caso permette di avere una notevole autonomia e di preoccuparsi raramente della ricarica.




E' quasi scontato dire che la EOS R3 ha un'ottima ergonomia e robustezza; è un vero corpo professionale, solido e tropicalizzato, pur avendo ridotto il peso del 30% rispetto alle precedenti ammiraglie Canon. Il corpo è realizzato in lega di magnesio, e ricoperto di una plastica con texture "ruvida" per migliorare la presa.


Eye-Tracking AF: comandare "telepaticamente" l'autofocus

La EOS R3 è la prima mirrorless con Eye-Tracking AF. Di cosa si tratta? Non va confuso con l'eye-AF presente su tutte le recenti ML (R3 inclusa), cioè la funzionalità che consente di individuare l'occhio del soggetto e seguirlo con la messa a fuoco.

Al contrario, l'Eye-Control AF è un complesso sistema che segue la posizione dell'occhio del fotografo, ovviamente inquadrando con l'oculare. Dopo una iniziale taratura, il sistema è in grado di mettere a fuoco sul punto che si sta osservando: è una funzionalità unica della R3 che non si trova su nessun'altra fotocamera moderna!

Devo dire che inizialmente ero un po' scettico su questa funzionalità, ma mi sono dovuto ricredere: funziona bene ed è eccezionalmente utile, sostituendo interamente l'utilizzo del joystick con il solo movimento dell'occhio - sembra quasi di comandare telepaticamente la fotocamera! Non sostituisce l'eye-AF nè altre modalità di autofocus con riconoscimento del soggetto, ma si affianca a queste: ad esempio, se avete diverse persone nell'inquadratura, l'Eye-Control AF consente di scegliere rapidamente su quale persona mettere a fuoco, dopodichè l'eye-AF si occuperà di mantenere la messa a fuoco sull'occhio del soggetto. Ho avuto modo di sperimentarlo ampiamente nel corso di un evento, e ne sono rimasto davvero impressionato.



Canon EOS R3, Canon RF 70-200mm f/2.8 L IS USM a 200mm, 1/320 f/8.0, ISO 6400, mano libera.

Nel corso del viaggio a Madeira, inoltre, ho provato anche l'autofocus con riconoscimento animali, fotografando alcuni vivaci fringuelli: anche in questo caso, l'AF è stato in grado di rilevare il soggetto e agganciare la messa a fuoco sull'occhio con grande precisione, nonostante le piccole dimensioni del soggetto e i continui movimenti.

In qualsiasi situazione, l'autofocus della Canon EOS R3 si è dimostrato veloce, preciso e versatile: forse il miglior AF che ho sperimentato fino ad ora, un enorme passo avanti rispetto alle prime mirrorless Canon, raggiungendo un livello pari, se non addirittura superiore, alle concorrenti.


Il sensore stacked e la qualità d'immagine

La EOS R3 è la prima Canon con sensore CMOS Stacked: questa tecnologia permette di avere un'eccezionale velocità di lettura del sensore, utile sia per avere raffiche rapidissime che per minimizzare rolling shutter, banding e altri artefatti derivanti dall'otturatore elettronico. Canon ha scelto comunque una linea prudente, mantenendo anche l'otturatore meccanico, anche se per sfruttare la raffica 30 FPS e i tempi di scatto ultra-rapidi fino a 1/64000 è necessario passare all'otturatore elettronico: in ogni caso, si potrà scegliere quale utilizzare a seconda della situazione. La velocità di lettura del sensore è tra 1/180s e 1/200s, leggermente più lenta rispetto a Sony A1 e Nikon Z9 (1/250s).



Canon EOS R3, Canon RF 28-70mm f/2 L USM a 39mm, 10 sec f/8.0, ISO 100, treppiede.

In termini di risoluzione, con 24 megapixel abbiamo già una risoluzione notevole, superiore a qualsiasi Canon serie 1 prodotta fino ad ora, anche se inevitabilmente non può competere con le "big megapixel" da 45 o 50 megapixel (questo sarà il ruolo della futura R1).

Ho testato la gamma dinamica della Canon EOS R3 confrontandola col sensore Sony 24MP (in questo caso sulla Sony A7C): si tratta di uno dei migliori FF 24MP sul mercato, quindi è un buon metro di paragone. Con entrambe le fotocamere, ho scattato una foto estremamente sottoesposta (-5 stop, al punto che il RAW originale era praticamente nero e illeggibile), per poi schiarirla di 5 stop in Adobe Camera RAW. Questo test corrisponde a un recupero ombre estremo (l'immagine di partenza era praticamente nera); per entrambe le fotocamere possiamo vedere il risultato senza nessuna riduzione rumore. Ecco i crop al 100%:




Il risultato della R3 è certamente positivo: il sensore Canon stacked 24MP ha una gamma dinamica molto vicina al sensore non-stacked 24MP Sony (ha un poco di rumore cromatico in più e una leggera dominante magenta, ma parliamo di differenze minime e di un test veramente estremo, già con un recupero di 3 o 4 stop queste differenze scompaiono); è incredibile pensare che con un po' di riduzione rumore anche un'immagine recuperata di 5 stop è utilizzabile! Sono ormai lontani i tempi in cui i sensori Canon erano molto meno performanti delle concorrenti in termini di gamma dinamica; questo nuovo sensore combina un'ottima gamma dinamica con l'eccezionale velocità del sensore stacked.

Oltre a risoluzione e gamma dinamica, il terzo aspetto della qualità d'immagine che bisogna valutare è la resa agli alti ISO. Anche qui ho fatto un confronto col sensore Sony 24MP alle tre sensibilità che considero più significative: 3200 ISO, sensibilità che si può usare in qualsiasi situazione senza problemi; 12800 ISO, che considero la sensibilità limite (fino ad ora è il massimo oltre cui non mi spingerei, salvo rare eccezioni), e 51200 ISO, sensibilità estrema, ma interessante come riferimento. Ecco i risultati: di seguito potete vedere crop al 100%, senza riduzione rumore:




Come per la gamma dinamica, anche in questo caso i risultati sono ottimi, pur non essendo rivoluzionari: la Canon EOS R3 si allinea al meglio attualmente presente sul mercato (con solo un minimo svantaggio, circa 0.5 stop, alle sensibilità più estreme). Sono ormai diversi anni che non vedo progressi agli alti ISO da parte di nessun brand: probabilmente siamo arrivati al limite dell'attuale tecnologia, e a meno di non fare scoperte rivoluzionarie non ci si può aspettare grandi cambiamenti. In compenso, Canon ha lavorato su altri aspetti, come la velocità di lettura del sensore, il che permette di potenziare le capacità della fotocamera e risolvere altri problemi (banding, distorsione da rolling shutter).

Infine, vediamo come si comporta l'otturatore elettronico in luce artificiale: ho ripetuto il test che avevo fatto nei mesi scorsi con la Z9, usando come metro di paragone un sensore non-stacked (la solita Sony A7C). La Canon EOS R3 è impeccabile: ho provato a scattare sia con la funzione anti-flicker attiva che disattivandola, e in entrambi i casi il banding è totalmente assente, mentre nella stessa situazione il sensore non-stacked ha forte banding.

Di seguito potete vedere il test; non ho incluso scatti oltre 1/1000, ma a titolo di curiosità ho provato a scattare anche a tempi più rapidi, arrivando al pazzesco 1/64000s consentito dalla R3, e anche con questi la R3 si mantiene totalmente priva di banding. Tenendo conto dell'ottimo risultato, penso che anche Canon avrebbe potuto rimuovere del tutto l'otturatore meccanico (probabilmente è stato lasciato per rare situazioni 'limite', con luci artificiali che hanno una frequenza maggiore rispetto a quella che ho utilizzato io).




In conclusione, il sensore stacked della R3 ha solo un minimo svantaggio (tra 0.3 e 0.5 stop) in termini di gamma dinamica e rumore rispetto a un sensore non-stacked di pari risoluzione, ma in compenso ha una velocità enormemente superiore: una scelta vincente per chi cerca una fotocamera per sport e azione!

Anche l'utilizzo sul campo ha confermato quanto emerso dai test in studio: ho scattato con la R3 in una grande varietà di situazioni, da eventi a paesaggi e avifauna, utilizzando tutta la gamma di sensibilità tra 100 e 6400 ISO, e sono sempre stato molto soddisfatto dai risultati.



Canon EOS R3, Canon RF 15-35mm f/2.8 L IS USM a 20mm, 1/30 f/11.0, ISO 100, treppiede. In questa foto ho avuto occasione di sfruttare appieno l'ottima gamma dinamica della Canon EOS R3. Non era possibile utilizzare la tecnica della doppia esposizione dato che il forte vento muoveva in continuazione la vegetazione, così sono partito da un solo scatto (esposto per il cielo) e ho schiarito il primo piano.

Non ho testato la modalità video dato che mi dedico esclusivamente alla fotografia, ma perlomeno sulla carta la R3 dà il massimo possibile che si possa avere con un sensore 24MP: video C6K (6000x3164p) @ 60 FPS. Tuttavia, chi si dedica principalmente al video probabilmente preferirà altri corpi, in primis la EOS R5C, versione speciale della R5 dedicata al video e con speciali accorgimenti tra cui interfaccia e software su misura, oltre a una ventola incorporata per evitare il surriscaldamento.


Cosa si potrebbe migliorare?

La EOS R3, pur essendo dotata di raffica velocissima e otturatore elettrico, non ha la funzionalità "pre-buffer", presente invece su altre fotocamere "sportive" (Nikon Z9, Fuji X-H2S, OM System OM-1). Il pre-buffer consente di salvare foto scattate 1 o 2 secondi prima dello scatto vero e proprio, e in certe situazioni è di grande aiuto per non perdere l'attimo decisivo; mi auguro che Canon aggiunga questa funzionalità in un secondo tempo via firmware, come ha fatto Nikon per la Z9.

Manca anche la possibilità di fondere in-camera più foto per avere un effetto "filtro ND"; anche questa è una funzionalità che ho provato su altri brand e che ho trovato utilissima, dato che permette di avere l'equivalente di un tempo di scatto molto lungo senza usare filtri (inoltre, migliora notevolmente la qualità d'immagine). Ne ho sentito la mancanza in diverse occasioni, dovendo ripiegare sull'intervallometro e sulla somma delle esposizioni in Photoshop, una procedura ben più lunga e macchinosa.




Penso che sarebbe utile mostrare direttamente la batteria in percentuale sul display, sia durante l'utilizzo che durante la ricarica, dato che il piccolo schermo OLED rimane acceso anche a fotocamera "spenta" mentre questa è in carica (ma visualizza solo l'icona della batteria, senza indicazioni sullo stato di ricarica). Infine, per quanto riguarda l'interfaccia, avrei apprezzato avere tutti i pulsanti retroilluminati come su altre ammiraglie, cosa molto utile negli scatti in notturna.



Conclusione

La Canon EOS R3 è un'ammiraglia che non ha nulla da invidiare alla "precedente" 1DX III: pur non essendo il successore diretto di questo modello, la può tranquillamente sostituire e la supera sotto ogni aspetto, dalla velocità operativa alle funzionalità, autofocus e video.



Canon EOS R3, Canon RF 15-35mm f/2.8 L IS USM a 17mm, 1/30 f/8.0, ISO 100, treppiede.

Rispetto alla concorrenza, l'unica fotocamera in questa fascia è la Sony A9 II - ottima, ma ormai un po' datata, e non al livello della EOS R3 in termini di raffica e velocità operativa, anche per via dell'utilizzo delle SD contro le CFExpress della R3. La Nikon Z9 e la Sony A1 si pongono in una fascia ancora più alta, ma la EOS R3 si difende benissimo: a parte l'ovvia differenza di risoluzione, questa Canon non ha nulla da invidiare alle due ammiraglie, e anzi offre in più l'Eye Tracking-AF, una funzionalità eccezionale e unica di Canon.

La mia esperienza con la EOS R3, passando dagli eventi ai ritratti e ai paesaggi, è stata molto positiva; Canon ha migliorato costantemente il suo sistema mirrorless con ogni nuovo corpo, e la EOS R3 è un'ammiraglia veramente eccellente.

Potete vedere tutte le foto che ho scattato con la Canon EOS R3 nella galleria Madeira 2022!



Canon EOS R3, Canon RF 15-35mm f/2.8 L IS USM a 20mm, 1/30 f/11.0, ISO 100, treppiede.



Risposte e commenti


Che cosa ne pensi di questo articolo?


Vuoi dire la tua, fare domande all'autore o semplicemente fare i complimenti per un articolo che ti ha colpito particolarmente? Per partecipare iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti, partecipare alle discussioni e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 222000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





avatarsenior
inviato il 17 Giugno 2022 ore 10:48

Grazie Juza. Una domanda. L'eye-control af è sempre utilizzabile? Anche con ottiche ef adattate? Oppure funziona solo in accoppiata con ottiche rf?

avatarjunior
inviato il 17 Giugno 2022 ore 10:50

Sempre piacevoli le tue recensioni, Juza.
Ovviamente per alcuni, questa macchina straordinaria sarà comunque "behind" MrGreen

avataradmin
inviato il 17 Giugno 2022 ore 10:53

L'eye-control af è sempre utilizzabile? Anche con ottiche ef adattate? Oppure funziona solo in accoppiata con ottiche rf?


Io ho in prova solo ottiche RF, ma che io sappia funziona con qualsiasi obiettivo.

avatarsenior
inviato il 17 Giugno 2022 ore 11:03

Ottima recensione.

avatarjunior
inviato il 17 Giugno 2022 ore 11:08

Super approfondimento e recensione... chiaro, conciso ma al tempo stesso anche approfondito! ;-)

avatarsupporter
inviato il 17 Giugno 2022 ore 11:11

Ho capito... Nn t è piaciuta. Potevi dirlo subito! MrGreen

avatarjunior
inviato il 17 Giugno 2022 ore 11:26

Ottima recensione, ormai il livello raggiunto da queste macchinette è davvero elevatissimo

avatarjunior
inviato il 17 Giugno 2022 ore 11:28

Wow, bella review! Grazie ;-)
Effettivamente la pre-raffica sarebbe una bella comodita'... in certe azioni sportive o naturalistiche mi avrebbe preso scatti notevoli! Spero che venga implementata in futuro, anche sulla R6 MrGreen

avatarsupporter
inviato il 17 Giugno 2022 ore 12:02

Grazie Juza. Una domanda. L'eye-control af è sempre utilizzabile? Anche con ottiche ef adattate? Oppure funziona solo in accoppiata con ottiche rf?

Funziona benissimo anche con ottiche adattate.
Tieni presente che la fase più importante è quella di settaggio del sistema.
Nella sostanza in fase di setting devi guardare a mirino diversi punti che la macchina ti indica, e lo devi fare in ogni condizione di luce e di inclinazione dell'occhio per meglio "istruire" la camera.
Puoi salvare diversi "user": utile, ad esempio, per chi porta gli occhiali.
;-)

avatarsenior
inviato il 17 Giugno 2022 ore 12:03

Grazie Juza, vai sempre al sodo, senza troppe inutili elucubrazioni.
Beh, che dire, davvero un'ottima fotocamera!

avatarsupporter
inviato il 17 Giugno 2022 ore 12:04

Tra le cose da migliorare, rispetto / in aggiunta alle tue, io avevo segnate queste Juza:

- assenza di pulsante di blocco per la ghiera mode, per evitare di di girarla inavvertitamente (io ho impostato su di questa gli ISO);
- display superiore leggermente piccolo.

avatarsenior
inviato il 17 Giugno 2022 ore 12:12

Non c'entra nulla con la fotocamera in oggetto, ma personalmente non vedo l'ora che il sistema di eye tracking venga implementato su tutti quegli oggetti che necessitano di una regolazione fine della posizione, evitando di usare le mani o dei joystick. Primi tra tutti: gli specchietti delle automobili! Ma poi in realtà si potrebbe applicare a un sacco di cose come azionare elettrodomestici semplicemente "sostando con lo sguardo" un paio di secondi sul pulsante ON, selezionare le app/contenuti sulle smart tv ecc

avatarsupporter
inviato il 17 Giugno 2022 ore 12:54

In qualsiasi situazione, l'autofocus della Canon EOS R3 si è dimostrato veloce, preciso e versatile: forse il miglior AF che ho sperimentato fino ad ora, un enorme passo avanti rispetto alle prime mirrorless Canon, raggiungendo un livello pari, se non addirittura superiore, alle concorrenti.


Che poi era quello che Canon voleva prefiggersi con questa R3 votata per sport e azione. E pare esserci riuscita, dato che viene considerata da diverse recensioni se non la migliore, di sicuro non seconda alla A1 Sony.

avatarjunior
inviato il 17 Giugno 2022 ore 13:08

Peccato che sono povero

avatarsenior
inviato il 17 Giugno 2022 ore 13:34

Peccato che sono povero


non serve essere ricco per scattare ottime immagini ;-)





 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me